giovedì 24 maggio 2012

Un libro intero da tre righe

Perchè dici così sulla fusione fredda? Guarda che è tutto vero, non cadere nel tranello di Governo (non solo quello nostro, nazionale, ma anche quello mondiale dei cosiddetti "Illuminati") e multinazionali che vogliono farci credere così (cioè che sia tutta una bufala).
Ciao, R

via Byline


Sylvie è una delle blogger di cui non potrei fare a meno.

Ha sempre tante cose da raccontare, di quelle che piacciono a me, e a tanti altri, ovvio. E ci sono anche quelli a cui le cose che racconta non piacciono neanche un po' perché sono cose sensate, che smascherano le fole dei ciarlatani e dei creotardi.
E non la trovate solo sul blog: è iperproduttiva, da tante parti, anche alla radio, per dire.

Per esempio c'è tutta la storia della fusione fredda, una roba che permetterebbe creare energia in modo estremamente economico, sicuro e pulito. Peccato che non funzioni, non può funzionare. Ma ci sono gli allocchi che vogliono crederci e ci sono i furbetti che se ne approfittano. Ultimamente sta andando forte la saga del piezoelettrico, c'entrano i fasci e il Poli (sì, sigh!).



Ma ce ne sono altre, prendi questo che ha scoperto un aggeggio che rileva i tumori che verranno e può essere usato anche per trovare il petrolio e i minerali. Se trovasse anche l'acqua e quindi fungesse da rabdomante ruberebbe il mestiere a barba Tone.

C'è però un piccolissimo problema: non ci crede praticamente nessuno. Ma qualcuno c'è, entri la dottoressa Carla Ricci. Ecco lei è una fervente sostenitrice del robo.


E di lei possiamo fidarci, pensa te che la sua tesi di laurea è stata pubblicata da quelli di Famiglia Cristiana, un malloppo alto così.
Di cosa parla? Ma di un argomento quanto mai attuale, moderno e da femminista (per bene): Gesù e le donne.

ha preso un pezzetto del vangelo di Luca  (Luca, quello di Wikipedia) e l'ha analizzato. Il pezzo è questo:

[1] In seguito egli se ne andava per le città e i villaggi, predicando e annunziando la buona novella del regno di Dio.
[2] C'erano con lui i Dodici e alcune donne che erano state guarite da spiriti cattivi e da infermità: Maria di Màgdala, dalla quale erano usciti sette demòni,
[3] Giovanna, moglie di Cusa, amministratore di Erode, Susanna e molte altre, che li assistevano con i loro beni.
Atz! È davvero brava, quante pagine riuscireste a tirarci fuori voi?
Metti pure che abbia usato un font piuttosto grosso (da cieco proprio) e un'interlinea da paura ma dai, ci ha messo del suo. Spacca!
Io al suo posto avrei fatto notare che il numero sette è sempre quello, perplimente, non è che non ne avevano altri? E anche i demoni, siamo proprio sicuri-sicuri?

Poi neanche la grammatica aiuta: si può dire a posto lì per gli uomini ma per le donne salta fuori che a posto là va bene ma a posto l'è verrebbe subito considerato dialettale, segnato come errore e questo non va in un'opera ispirata. Quindi gli apostoli sono uomini (veri, vero?) e le donne a assistere.

Questo è tutto quello che ci avrei tirato fuori io, una paginetta scarsa, con un po' di buona volontà riesci anche a twittarlo, altro che malloppo.
Questo per dire che la dott. Carla Ricci è da tenere in considerazione e se lei dice che il dottor Clarbruno Verduccio ha bisogno di soldi diamoglieli. Saranno impiegati bene.


E se qualcuno pensa che centri qualcosa che la Carla sia la moglie di Clarbruno sappia che qui si parla di scienza, mica gossip.



Nèh!


 

Sent from my iPad