mercoledì 2 gennaio 2013

[AssociazioneCulturaleZen] Digest Number 223

Ieri ed Oggi...di Renzo Samaritani (Ramananda Dasa)

Date: Fri, 03 Oct 1997 06:38:12 +0100
From: Renzo Samaritani <segretario@veraltritalia.com
To: Gerardo <geribi@geribi.com
Subject: caro Gerardo...

Caro Gerardo,

ero indeciso sul fatto che avesse davvero senso commentare le tue righe in riferimento al servizio di "Telefono Amico new age", portato avanti dal sottoscritto ed in particolare dall'associazione che rappresento. Poi ho deciso di non commentarle, se non altro per mancanza di voglia nel mettermi lì a magari innescare una polemica (con lunghe ed inutili e-mails). Così come dici "non necessitano spiegazioni" alla tua lettera, anch'io dico che non necessitano spiegazioni alla tua spiegazione e/o commenti ai tuoi commenti. Caro Gerardo: ti commenti da te! Rivolgendomi invece agli altri ondini e ondine, vorrei dire che tutti i servizi che offre la nostra associazione sono gratuiti e basati sul servizio volontario dei Soci. Akhet-Aton - Ver.A-Altritalia - Sole e Luna esiste dal 1988 e compirà dunque dieci anni l'anno prossimo. Personalmente, mi occupo gratuitamente e volontariamente dell'associazione, a tempo pieno, dal 1991 (cioè non becco una lira, ad esclusione di un rimborso mensile per le spese di "sopravvivenza" e comunque non posso lamentarmi: è
stata una mia libera scelta e mangio tutti i giorni, mi vesto, frequento amici, qualche volta vado a divertirmi fuori o a mangiare una pizza, vivo, piango, rido, scrivo, leggo l'Onda...). Il "Telefono Amico new age" è per ora soltanto (purtroppo) una piccola attività marginale rispetto alle altre attività ed iniziative della Akhet-Aton. Esiste comunque dal 1995. Probabilmente continuerà ad esistere e spero anzi in futuro possa funzionare 24 ore su 24. Chi vuol saperne di più sulle attività dell'associazione può visitare le nostre pagine su http://www.veraltritalia.com Ho usato fin troppe volte l'Onda per "pubblicizzare" la Akhet-Aton e oggi l'ho fatto quasi involontariamente come risposta indiretta a ciò che ha detto Gerardo. Credo però che l'Onda debba servire a ben altro e così come forse io non dovevo chiedere di pubblicare su quest'ultima il comunicato riguardante l'attività di "Telefono Amico", Gerardo doveva evitare il suo sciocco commento e DARE qualcosa di più utile alla crescita di chi legge. Dare. Un caro saluto a tutti e in quest'occasione in particolare ad Eaco, ma anche ad Hatha, a Luca Scaglia, Toni, Mimmo, Simo, Francesco e la sua amica pittrice.

Renzo Samaritani

***


Date: Wed, 16 Apr 1997 12:37:25 +0200
From: Renzo Samaritani <cakhet@iperbole.bologna.it
To: Tutti
Subject: Amore e lavoro a misura d'uomo...

Mi chiamo Renzo e il lavoro che svolgo è l'associazione culturale di cui mi occupo (http://free.websight.com/VerAAltritalia/). A volte penso che ciò che faccio non serve a niente, penso di aver sprecato tanti anni a "rinunciare" a una bella macchina (che comunque in futuro, se avrò molti soldi, comprerò senza sensi di colpa, tanto per chiarire che non sono per la "rinuncia" a tutti i costi, non per una rinuncia stupida, ma per
una "rinuncia intelligente", fatta quando tempo, luogo e circostanza lo richiedano), ad andare tutti i giorni in palestra e/o a fare le lampade, a fare una mega vita mondana fatta tutte le sere di clubs, discoteche, ecc. (la vita che amo!!!....ma che non faccio o comunque non faccio più o comunque non per ora). Poi, periodicamente, arriva la primavera (in tutti i sensi, non solo quella stagionale e anche l'arrivo nella mia vita dé "la
Profezia di Celestino" è stata una "primavera") che mi aiuta a tornare in
sintonia con la "natura" e con il "tutto" e allora quello che ho fatto e sto facendo dal 1989 riprende il suo significato e, di anno in anno, capisco essenzialmente quattro cose:

1-che siamo tutti uguali, nel bene o nel male (ma chi può permettersi di giudicare l'altro? soprattutto se siamo tutti uguali!)
2-che siamo tutti nessuno (io per primo, modestia o immodestia a parte)
3-che tutto ha senso e tutto è spirituale e tutto è uguale (dalle cose generalmente considerate "basse" come il sesso, a quelle generalmente considerate "alte" come meditare) SE fatto per amore verso sé stessi e, nel contempo (ed è importante l'unione tra queste due cose), per amore verso gli altri (insomma, un sano "egoismo universale"; si può dire?)
4-che è inutile cercare di forzare gli eventi della nostra vita privata, perché più forziamo e più rallentiamo-complichiamo le cose e la nostra evoluzione.
Renzo Samaritani
Ver.A-Altritalia
segretario
cakhet@iperbole.bologna.it
http://free.websight.com/VerAAltritalia/
p.o. box 610 Bologna-Italy (c/o Sole e Luna)
+39 51 6390301 fax 250110
=======================================================================

Date: Wed, 16 Apr 1997 12:53:49 +0200
From: Renzo Samaritani <cakhet@iperbole.bologna.it
To: mpompa@iol.it (Mimmo Pompa) e Tutti
Subject: Una pura "coincidenza" !!!

Caro Mimmo e cari tutti,
questo è il mio primo messaggio all'Onda (o il secondo, se quello inviato pochi minuti fa può essere considerato il primo). Allora: si parla di "coincidenze"? Eccone una incredibile: stavo per andare a rispondere ad una persona che mi ha inviato una e-mail qualche giorno fa e, non so perchè (di solito rispondo subito a tutta la posta, tutti i giorni), rimandavo di giorno in giorno la risposta. Ora, nell'andare ad aprire quel messaggio -con l'intenzione, appunto, di rispondere- ho scoperto che era di Mimmo! E quando mi ha scritto non ci conoscevamo! E non ci siamo conosciuti per quel messaggio, perchè io non gli avevo ancora mai risposto! Ci siamo conosciuti oggi perchè io ho conosciuto (e scusate il gioco di parole) l'Onda e subito (questa mattina) ho deciso di iscrivermi.

Ecco il testo della e-mail che tu, Mimmo, mi avevi inviato:

Caro Renzo, sto seguendo con un certo interesse, dopo una prima "bufera" che c'è
stata, sul newsgroup di cultura.orientale, i tuoi messaggi.
[...]
Sono affascinato dalle discipline filosofiche orientali; è un campo in cui mi sto affacciando in punta di piedi...
Tu parlavi del "caso". Il caso non esiste... certo, e le coincidenze significative della nostra vita non sono affatto tali... pensavo allibricino che tu hai trovato a casa tua !
Che concetto hai tu del "caso" e delle "coincidenze" che ci accadono ?
Spero tu possa trovare qualche minuto per rispondermi privatamente...
Grazie
Ciao
Mimmo

Cos'altro posso dire? Per oggi, nient'altro.
Renzo
------------ ------------------- -------------------
-------------
Nota del Redattore (incredulo...):

Cos'altro aggiungere ?
Wow... è fantastico... ma ormai... non mi sorprendo più di tanto... !

Benvenuto tra noi...
Mimmo
=========================================================================

Date: Thu, 17 Apr 1997 10:12:39 +0200
From: Renzo Samaritani <cakhet@iperbole.bologna.it
To: Tutti
Subject: Onda in... onda !!!

Vi disturba se una volta alla settimana leggo i messaggi dell'Onda, di tutti noi, sulla Radio Yoga Network della Ver.A-Altritalia? (per informazioni su dove e quando trasmette, andare la pagina http://free.websight.com/VerAAltritalia/) e/o vi disturba se, presso la sede Ver.A-Altritalia in Bologna (centro "Sole e Luna") inauguro una bacheca ("la Bacheca di Celestino") dove affiggere la stampa dei messaggi dell'Onda? Colgo inoltre l'occasione per comunicare che, a partire dal 2 Maggio, presso la stessa sede di cui sopra si inaugurerà un gruppo mensile (o quindicinale) di persone che si incontreranno per discutere la Profezia. Il gruppo si chiamerà "Shakti-yoga". Non chiedetemi perchè! Non sarei bravo a spiegarlo. Ci vorrebbe qui con me, mentre scrivo, Luca Daniel. Credo comunque sia poco importante. L'importante per me era comunicare che inizia questo gruppo. Se qualcuno di Bologna o dintorni fosse interessato a partecipare, maggiori informazioni si possono trovare sulla pagina della "Sole e Luna" (sempre partendo da http://free.websight.com/VerAAltritalia/).

Grazie a tutti!

Renzo
=========================================================================

Date: Mon, 21 Apr 1997 12:45:19 +0200
From: Renzo Samaritani <cakhet@iperbole.bologna.it
To: Tutti
Subject: Iniziative celestiniane...

Cari amici dell'Onda,
vi chiamo già amici perché già mi sembra di conoscervi tutti o almeno mi sembra di conoscere alcuni tra quelli che ho avuto occasione di leggere sui numeri 41-42-43, che Mimmo è stato così gentile da mandarmi tutti insieme nel giro di un giorno da quando avevo mandato l'e-mail di richiesta iscrizione. Quei tre numeri dell'Onda li ho stampati (forse non è molto ecologico ed infatti non so se lo farò ancora e comunque ditemi come fate voi) per potermeli gustare meglio. Li ho stampati e li ho singolarmente chiusi
con la cucitrice. Quel che ne è venuto fuori sono tre numeri di quello che sarei tentato di chiamare "giornale" (o "newsletter"), ma in realtà sono qualcosa di più e/o molto di più. Devo dire che non mi aspettavo di trovare nell'Onda ciò che ho trovato ed insisto nel ripetervi che, ciò che mi ha accompagnato, è stata una strana sensazione di conoscervi già. Sinceramente parlando, questo non vale per tutti voi. In particolare, però, ho sentito come già "amici", come già conoscenti di lunga data Francesco (Pandolfi Balbi), Simonetta, Federica (Ghetti), Marco (Grignaffini) e Andrea (Longo). Ma forse è soltanto una sensazione. E comunque non significa che parlerò più volentieri con loro che con altri. Magari anzi non sopporterò alcuni di loro
e sorvolerò i loro messaggi... Scusate. La parte sopra del messaggio l'ho scritta mi sembra due giorni fa(o forse tre). Poi ho piantato lì tutto. Nel frattempo, in questi due o tre giorni me ne sono successe di tutti i colori e, mentre mi succedevano, ricordavo alcuni dei vostri messaggi che ho letto. Alcune delle cose che mi sono successe davano ragione a uno, altre ad un altro o altra. E così, nel bene e nel male, nelle cose negative e in quelle positive, in questi giorni vi ho pensato. Tra l'altro, con l'associazione culturale di cui mi occupo ho creato una newsletter tecnicamente simile a questa Onda, ma più rivolta a parlare di attività ed inziative sugli argomenti zen, cucina vegetariana, medicina naturale, ecologia e ambiente. Non si parlerà quasi per niente della Profezia,
anche per non "concorrere" con l'Onda, che è meravigliosa e unica e vorrei rimanesse unica! Sempre in questi giorni, ho anche lanciato una proposta per la creazione della newsgroup "it.discussioni.celestino". Chi fosse interessato, può andare ad esempio alle pagine della mia associazione su http://free.websight.com/VerAAltritalia/ Per oggi non dico altro. è un piacere leggervi e attendo sempre con ansia i
nuovi numeri dell'Onda. Grazie a tutti di esserci!

Renzo
-------- ---------------- ----------------- ---------------------
Nota del Redattore:

Caro Renzo, la tua idea fu la mia alcuni mesi orsono, anche se l'obiettivo era leggermente diverso. Avevo pensato che si poteva costituire un newsgroup dedicato a tutte le tematiche New Age (tanto per dare un "etichetta") del tipo "it.cultura.newage". Penso che sia un pò riduttivo creare un newsgroup solo per le Illuminazioni pur essendo i romanzi di Redfield degni di grande attenzione. Se vi fosse stato un newsgroup invece dell'attuale ONDA non si sarebbero creati gli inconvenienti che sappiamo... Infatti, in un newsgroup prelevi solo gli interventi con l'intestazione che più ti interessa, tralasciando tutte gli altri. La maggioranza però si espresse allora dando un parere negativo alla creazione di un tale gruppo di discussione e per motivi di ordine pratico l'Onda è rimasta nella sua attuale forma... Tale rimarrà anche se
verrà approvata la costituzione di un gruppo di tal genere (come tu hai già proposto al Comitato organizzatore su Internet).
Il mio augurio per un esito felice...

Mimmo
=========================================================================

Date: Mon, 21 Apr 1997 21:55:52 +0200
From: Renzo Samaritani <cakhet@iperbole.bologna.it
To: Tutti
Subject: Una opinione "celestiniana" sul tema della omosessualità...

Amici dell'Onda, vorrei "sottoporvi" la "copia per conoscenza" di questa lettera, che ho inviato ad amici Hare Krishna che gestiscono un nuovo sito italiano. è un'occasione per dirvi qualche cosa in più su di me ed anche per sapere la vostra opinione sull'argomento che ho voluto trattare. Vorrei un'opinione "celestiniana" che non sia la mia, per potermi confrontare soprattutto con me stesso.

Ecco la lettera:
-------------------------

Cari amici di India Vaishava OnLine,

per lo spazio "Le vostre domande e le nostre risposte", un rappresentante del nostro "Inferno zen-club" (spero non prendiate troppo alla lettera il nome di tale Circolo Culturale Ricreativo, che è in realtà un posto molto tranquillo e per niente infernale o almeno io lo vedo così) mi chiede di chiedervi (e scusate il gioco di parole) cosa ne pensa l'I.S.K.CON dell'omosessualità. Vi prego di non rispondere che non ne pensa niente "in quanto comunque chi vive in un tempio I.S.K.CON e/o prende l'iniziazione da un Maestro spirituale dell'I.S.K.CON rinuncia ad avere rapporti sessuali se non finalizzati alla procreazione, dunque il problema non si pone", come un devoto italiano a mezzo Internet rispose tempo fa (su un altro sito). Sarebbe troppo bello! E se è così allora ok, replicatemi quel tipo di risposta. Ma non posso credere che davvero gli Hare Krishna siano così liberi -anche mentalmente- dal "giudicare", così liberi da
condizionamenti morali, ecc. Ripeto: sarebbe troppo bello e auspicabile in quanto personalmente credo che lo spiritualista e/o religioso che segue un
cammino spirituale ben preciso e serio ed autentico come ad esempio quello portato
in occidente da Bhaktivedanta Swami, debba moralmente pensare a sé stesso e, al massimo, solo "consigliare" gli altri in questioni meno private come l'essere vegetariani, recitare mantras come forma di yoga o semplicemente per liberarsi dallo stress, frequentare in modo libero e senza coercizioni un tempio e i devoti, non fumare quando si è nel tempio e nell'area intorno ad esso, negli ashram e in qualsiasi altro luogo spirituale, leggere i libri di Prabhupada, ecc. Rimanendo ad esempio sul discorso "fumo", il devoto -penso io- non andrà certo a dire alla gente "a casa vostra non dovete fumare" o addirittura "se a casa vostra fumate, qui non siete i benvenuti". Giusto? Il devoto, potrebbe però consigliare di "non fumare" per vari motivi non certo di ordine morale: ad esempio, perché il fumo rallenta il processo di evoluzione personale-spirituale della persona ed è un ostacolo sulla via dello yoga. E la stessa cosa -ma può essere soltanto un'opinione e comunque non è la mia- il devoto potrebbe dirla in riferimento al sesso. Ma non all'omosessualità. Questo è ciò a cui volevo arrivare: si può sconsigliare il fumo per i motivi già detti, ma non il tipo di sigaretta. Il devoto non dirà "ti consiglio di non fumare quella determinata marca" oppure "fumare quella
marca è immorale, fumare quell'altra non lo è". Se l'omosessualità è una variante del sesso, che può essere eterosessuale o bisessuale o omosessuale o transessuale, il devoto (o comunque lo spiritualista) o lo consiglia o lo sconsiglia o sta zitto. Se, invece, per Prabhupada l'omosessualità non era una variante del sesso ma una perversione che andava, che sò, magari proibita per legge, allora è un'altra cosa. Ma in questo caso vorrei saperlo! Credo di avere il diritto di conoscere le posizioni di una determinata organizzazione su vari argomenti, prima di decidere se aderire o meno all'organizzazione stessa (a qualsiasi titolo e in qualsiasi modo, anche per una semplice
collaborazione o soltanto per contribuire economicamente). Come nelle domande di Fulvio, anche nelle mie avrete trovato fuoco! E sò di avervi messo in una posizione un pò scomoda "obbligandovi" a rispondere in forma scritta ("le parole volano, gli scritti rimangono") a una questione così delicata. Ma ritengo che proponendovi come "Università" Virtuale degli Studi Vaishnava non potrete sottrarvi a nessun argomento e, soprattutto, non potrete sottrarvi dal trattarlo in modo scientifico. è così?

Grazie e un saluto a tutti i lettori.

Renzo Samaritani
Ver.A-Altritalia
segretario
cakhet@iperbole.bologna.it
http://free.websight.com/VerAAltritalia/
p.o. box 610 Bologna-Italy (c/o Sole e Luna)
+39 51 6390301 fax 250110
===========================================================================

Date: Mon, 28 Apr 1997 07:06:04 +0200
From: Renzo Samaritani <cakhet@iperbole.bologna.it
To: Mimmo Pompa <mpompa@iol.it
Subject: Una nuova proposta di newsgroup...

Carissimo Mimmo Pompa,
ne l'Onda n. 48 scrivevi:

la tua idea fu la mia alcuni mesi orsono, anche se l'obiettivo era leggermente diverso. Avevo pensato che si poteva costituire un newsgroup dedicato a tutte le tematiche New Age (tanto per dare un "etichetta") del tipo "it.cultura.newage". Penso che sia un pò riduttivo creare un newsgroup solo per le Illuminazioni pur essendo i romanzi di Redfield degni di grande attenzione. Sì, certo. è un punto di vista anche il tuo. Ma dalla quantità e/o qualità di e-mail che mi stanno arrivando vedo anche che sono in tanti a
pensarla come me, cioè che non necessariamente "new age" e "Profezia di Celestino"
stanno insieme e/o devono stare insieme. Possono essere due cose molto diverse o almeno cose separate. Personalmente colgo l'occasione per aprire un altro argomento (anche se non vorrei aprirne troppi, in considerazione anche del fatto che non ho ancora avuto riscontro a precedenti proposte di discussione come quella sull'omosessualità e su "omosessualità e Profezia di Celestino"): quello, appunto, di questa cosiddetta "new age" e del "new age business". Leggo che qui sull'Onda se ne sta parlando molto ed io personalmente tendo ad essere d'accordo con chi sostiene che non bisognerebbe farsi pagare per cambio-scambio a tutto ciò che si fa agli
altri da un punto di vista energetico, che sia una seduta di reiki o di cartomanzia o un seminario, ecc. Bisogna naturalmente tenere ben presente il punto di vista della Profezia (è lo scopo principale di questa Onda, giusto?) e la Profezia parla in effetti di tutta una serie di persone che, prossimamente, anche da un punto di vista economico vivranno grazie a quello che energeticamente sapranno dare agli altri. Ora non posso andare a rileggere quel capitolo in quanto ho prestato il libro ad un'amica e per qualche giorno dunque non l'avrò con me, ma non mi sembra di ricordare che però si parli di una cifra ben precisa e/o di tariffe da adottare per questo tipo di "scambio" che avverrà. Io credo che potrebbe essere benissimo ed è secondo me auspicabile che ognuno si affidi all'energia stessa, che ognuno "dia incodizionatamente" (per "ognuno" intendo ognuna di queste persone che sceglieranno di vivere -anche economicamente- in questo modo) e che conseguentemente riceva quello che si merita. A volte sarà un pezzo di pane, a volte 100.000 lire! A volte un oggetto che ci serve, ecc. ecc. Personalmente -e scusate l'immodestia- ho già ancitipato i tempi e vivo così dal 1991. Ed è proprio perché da una parte ho scelto di vivere così (l'ho scelto prima di incarnarmi) e dall'altra continuo a non volerlo capire e mi incavolo continuamente per la mncanza di soldi, è proprio per questo che faccio così fatica ad andare avanti. Quando mi deciderò -io, Renzo Samaritani- a liberamente lasciarmi andare a ciò che liberamente mi sono scelto prima di nascere e smetterò di bloccare le energie e di rallentare il corso delle cose, tutto fluirà più naturalmente e più velocemente. Parlavo poi di "new age": bè, devo dire che da anni ormai ho una limitata sopportazione di certa gente e di certi discorsi e sono contento che qui sopra ci sia chi ha deciso di dire "pane al pane e vino al vino". Basta con questa new age! con questo essere per forza "new age", per forza "spirituali", per forza "buoni", per forza "vegetariani" (anche se io personalmente lo sono, vegetariano intendo), per forza vicino a determinati pensieri, concetti, scelte di vita, discipline. La Profezia con tutto questo c'entra e non c'entra allo stesso tempo! La Profezia, come una ragazza di cui non ricordo il nome qui soll'Onda ha detto, è già nelle sue prime illuminazioni messa perfettamente in pratica
da persone che non sanno neanche cosa vuol dire la parola "energia", cos'è la "new age", cosa vuol dire "illuminarsi" e altre buddonate simili. E vi parla una persona che comunque, bene o male, segue queste cose ma al tempo stesso ci si ribella. All'interno della federazione che seguo c'è la "Sole e Luna" che si occupa di cose "spirituali" e c'è "Vegetarians International Italia" che si occupa, "ovviamente", di vegetarianesimo. Personalmente poi, sono discepolo di Osho e tanti anni prima avevo iniziato la mia ricerca spirituale entrando negli Hare Krishna dove ho vissuto per più di un
anno. Se vi fosse stato un newsgroup invece dell'attuale ONDA non si sarebbero creati gli inconvenienti che sappiamo... Infatti, in un newsgroup prelevi solo gli interventi con l'intestazione che più ti interessa, tralasciando tutte gli altri. La maggioranza però si espresse allora dando un parere negativo alla creazione di un tale gruppo di discussione e per motivi di ordine praticol'Onda è rimasta nella sua attuale forma... Bè, questo non vuol dire che anche oggi le persone si eprimeranno così. Forse le persone che sono qui sull'Onda, per una sorta di giusto rispetto per quella che hai fatto e stai facendo e forse perché effettivamente preferiscono così e piace di più questa Onda piuttosto che una newsgroup. Ma Innazitutto non è detto che il progetto della newsgroup vada in porto (anzi, probabilmente NON andrà in porto e comunque non andrà in porto soprattutto se non troverò i 75 voti necessari e qui mi appello a tutti gli amici dell'Onda, favorevoli o contrari che siano a mantenera questa Onda e a mantenerla così com'è: date comunque una mano a chi vorrebbe fare anche altre cose) e poi non è detto che si rivolga a Mimmo Pompa e agli amici dell'Onda. Io non ho il monopolio d'uso della Profezia, come non ce l'ha l'Onda e come giustamente e per forza di cose non ce l'ha nessuno! Invece, da un punto di vista energetico, devo dire Mimmo che, nelle tue parole, ho "sentito" una sorta di attaccamento che non per forza deve essere una cosa sbagliata o negativa, ma che comunque c'è (o almeno, ripeto, io l'ho sentito). Se crediamo fermamente nella Profezia, dobbiamo pensare che in un
futuro non molto lontano saranno sempre di più le persone che la seguiranno e l'Onda sarà soltanto uno dei mille gruppi in Italia ad approfondire e mettere in pratica le illuminazioni. Giusto? Tale rimarrà anche se verrà approvata la costituzione di un gruppo di tal genere (come tu hai già proposto al Comitato organizzatore su Internet). Ripeto quanto già detto: anche perché sottolinei "tale rimarrà" senza
ascoltare cosa ne pensano gli altri. Potrebbe essere che tutti gli amici dell'Onda siano d'accordo sul confluire tutti insieme su questo nuovo progetto di newsgroup, semplicemente come forma di evoluzione di una cosa che ha fatto i suoi tempi (l'Onda, intendo). In tutti i casi, probabilmente l'Onda rimarrà così perché credo che così piaccia a tutti (a me per primo, altrimenti non perderei tempo a leggerla e a scriverci sopra), ma non è "sull'onda di Celestino" la tua frase "tale rimarrà". Prova a rifletterci! Il mio augurio per un esito felice..Mimmo

Vorrei inoltre avere spiegazioni del perché Mimmo non ha inserito il mio messaggio inviatoVi il 21 Aprile. Spero che non sia per una sorta di "censura morale" su certi argomenti. Spero che sia soltanto perché magari, in realtà, questo messaggio non era mai giunto a Mimmo. Vorrei che tu, Mimmo, lo spiegassi pubblicamente, sull'Onda. Nel caso le cose stessero veramente come non spero, vogliate allora "unsubsribermi" immediatamente dall'Onda così, molto semplicemente. Non farò nessuna polemica e Vi ringrazio comunque tutti per quello che mi avete dato fino ad oggi, ma non potrei condividere censure morali o cose di questo tipo da persone che vogliono portare avanti un discorso basato su la Profezia.

A presto!
Renzo
----------- ----------------- -------------------- -------------
Un breve commento del Redattore:

Caro Renzo,
ti chiedo perdono perchè nel dare la risposta a cui tu hai fatto riferimento non ho tenuto conto del fatto che sei entrato nell'Onda solo da un paio di settimane e certo non puoi avere letto tutti i numeri arretrati...
Abbiamo discusso per diversi numeri sulla possibilità di creare un newsgroup, confluire nella mailing list newage_it o rimanere a scrivere nell'Onda come stiamo facendo ora... Lungi da me l'idea di decidere, come tu hai pensato, senza ascoltare cosa ne pensano gli altri...

Riguardo l' "attaccamento"...Sono "attaccato" all'Onda così lo sono al mare dato che mi piace nuotare... voglio dire... l'Onda non è una cosa creata da me. è di tutti... a cosa dovrei essere attaccato ? Non ho nessun merito se esiste quest'Onda... mi pare ovvio ! Se vi fosse qualcuno (con più voglia e tempo libero di me) che volesse dedicarsi alla stesura dell'Onda, non ha che da farsi avanti... gli cederei volentieri il posto... credimi.

La frase "tale rimarrà" probabilmente infelice da un punto di vista formale, voleva solo testimoniare una chiara volontà da parte di tanti amici che seguono l'Onda di non voler passare ad altre forme di discussioni, esclusivamente per motivi di ordine pratico. Ad es. non avere un provider che offre il servizio alle news, non poter gestire la lettura dei newsgroup perchè molti usano il computer dall'ufficio, ecc.

Infine, con riferimento alla tua lettera sull' omosessualità... mi conosci da troppo poco tempo per poter pensare che intenda esercitare una qualche forma di censura... La tua lettera è stata inserita regolarmente nell'Onda n. 50. Il ritardo era dovuto solo al fatto che stava in "coda" aspettando il turno con le altre...

Chiedo scusa a tutti per essermi dilungato, ma spero di aver fornito a Renzo utili chiarimenti... dal tono delle sue parole e da ciò che erroneamente le sue "antenne" avevano rivelato era venuto fuori un modo di pensare che assolutamente non era il mio...!

A presto
Mimmo
=========================================================================

Date: Mon, 28 Apr 1997 07:06:04 +0200
From: Renzo Samaritani <cakhet@iperbole.bologna.it
To: Marco Ponzalino
Subject: Bielorussia...

Ne L'Onda n. 48 Marco Ponzalino scriveva:

Ultimamente vi ho un poco bombardato di mail, ma mi sono voluto
sfogare perchè; parto per un mese e con mio grandissimo dispiacere non potrò più nè leggere nèrispondere fino a verso la fine di Maggio. Vado in Bielorussia, come scusa per ritirare le ultime cose che devo portare a casa (e questo mi permette di avere parte del viaggio finanziato dalla mia ex ditta) e in effetti la parte piùimportante
del viaggio èreincontrare il gruppo da noi làorganizzato facendo corsi GRATUITI di reiki e, se possibile, ancora ampliarlo. Mi dispiacerebbe molto pensare che questo sia il mio ultimo viaggio, ma le prospettive attualmente non sono delle piùrosee. Molto si èqui disquisito sul fatto che si debbano aiutare le persone vicino a casa e non andare a cercare tanto in là... Io ritengo che ogni tipo di aiuto sia valido, comunque e dovunque venga donato.

Sono d'accordo con Marco. Anche se non l'ho sempre sentito così. Devo dire
che anch'io in Marco ho sentito, come qualcuno qui sull'Onda ha detto, una sorta di superiorità tipica dei newagers e dei cosiddetti spiritualisti. E una sorta di giudizio continuo o di "morale a tutti i costi". Non so. Mi sembra che abbia cambiato modo di scrivere e di rapportarsi all'Onda. Ma questo è uno dei pochi lati negativi della rete: non abbiamo la persona davanti e molti di noi probabilmente non sanno nemmeno com'è fatta e quanti anni ha. Non possiamo vedera la sua energia (fermo restando che qualcuno veda questa benedetta energia). Non possiamo vedere i suoi occhi. Non possiamo vedere i suoi movimenti.
Qual'è il vero Marco? Quello che parla oggi o quello che infastidiva con il suo tono nei messaggi passati?

Queste connessioni a livello eterico (tra gruppi di persone che lavorano in sintonia con la nuova era) si stanno creando e rinsaldando in tutto il mondo e sono in effetti quel sistema di comunicazione che ci potràpermettere di fare il salto qualitativo. Se sono importanti le connessioni a livello locale, sono anche molto importanti le connessioni
tra paesi, energie, culture diverse, che permettono di armonizzare il livello di energia nel mondo e di portare nuove forme, nuovi aspetti dell'energia, come dono, da una parte del mondo all'altra.

Questo è molto vero e questo è invece uno dei tanti aspetti positivi della rete: queste connessioni in tutto il mondo che si stanno creando anche grazie alla rete. La rete butta giù muri, abbatte barriere.

Vedete bene quanto sia quindi bello tutto ciò, ma anche che se io non riusciròa trovare abbastanza possibilitàdi fare seminari in Italia - PAGATI - non potròmettere da parte i soldi necessari per continuare in questa direzione.

Torno all'opinione già espressa: forse se Marco si lasciasse andare e non pensasse a come "mantenere la macchina sotto il culo" (scusate la volgarità e il redattore se vuole cambi questa frase con un'altra (Aridaglie...: N.d.R.), ma mi sembra che sia un modo di dire così, giusto?) o a come non perdere un certo tenore di vita (bene o male, vedo che tutti questi newagers e operatori vari, responsabili di centri new age, ecc., hanno tutti un tenore di vita non da poco!), se non pensasse a tutto questo (io sono il primo a pensarci sempre! solo che io penso a come ottenere queste cose non a come mantenerle, visto che non ce le ho!!!) gli arriverebbe quello che si merita: potrebbe essere la "povertà" e l'impossibilità a portare avanti determinate cose, determinati progetti... Scusate e soprattutto mi scuso con Marco se ho messo giudizio in ciò che
ho detto. Lungi da me giudicare Marco, che non conosco neanche! Se non
per un breve scambio di parole in e-mail.

Un'altra cosa che sta continuando ad andare molto lentamente avanti è il progetto Chernobyl (visitate il sito per i dettagli), ovvero un progetto pilota di cura naturopatica degli effetti da accumulo di radionuclidi per abbassare il livello di rischio di contrarre malattie degenerative a medio e lungo termine, con lo scopo aggiuntivo di creare sul posto una ministruttura autosufficiente in grado di continuare il lavoro. Questa richiesta di collaborazione era giàcomparsa su quest'onda suscitando reazioni non troppo positive, tranne una persona che richiedeva: "come sarebbe possibile concretamente aiutare, senza magari dover ricorrere ad un'offerta in denaro ?". Vorrei sapere su quali numeri arretrati poter leggere queste "reazioni non troppo positive". è la solita storia! Nessuno vuol mai mettersi le mani in tasca! A nessuno gliene frega niente di niente! Ma probabilmente mi contraddico rispetto a quanto detto prima sull'aspettarci ciò che energeticamente ci meritiamo. Renzo =========================================================================

Date: Sat, 03 May 1997 16:40:23 +0200

From: Francesco Pandolfi Balbi observer@tecnonet.it

To: Tutti

Subject: Alba... Ciao a tutti.

Sento da molto tempo il desiderio di farmi vivo per manifestare la sintonia che mi unisce a parecchie persone che hanno scritto nell'Onda via via che essa scandiva il suo ritmo ora lento, ora velocissimo. Cercherò di scrivere di chi si tratta, anche se so già in partenza che sarà un'impresa impossibile a causa dei miei lunghi silenzi... avrei voluto rispondere un mucchio di volte ai vari input lanciati da loro, ma per varie ragioni e a causa dei miei umori e vicissitudini finora ho sempre rinunciato. Ecco, mi riferisco, oltre ai "vecchi" amici che non sto qui a menzionare (tanto loro sanno di chi parlo) a Renzo, a Marco Grignaffini, a Patrizia, a Paolo Tateo, ad Andrea Longo, a Ornella, a Roberto e Francesca e a tutte le anime splendide che hanno contribuito a rendere l'Onda quello che è, un impareggiabile luogo nel quale esprimere se stessi senza limiti nè costrizioni. Ragazzi, siete grandi! Per la prima volta non scrivo per trasmettere a voi le mie scoperte, ma solo per dirvi questo: vi voglio bene, un oceano di bene. Crescere è dura, lo sappiamo tutti. L'Onda ci fa crescere e a me, personalmente, qualche volta dà la nausea. Ma non è una cosa negativa... tutt'altro! Mi dà la nausea perchè mi pone di fronte alla piccolezza e alla limitatezza del mio vivere quotidiano, consapevolezze alle quali a volte reagisco con la fuga, con l'apatia, con la stizza o con un infinito senso di isolamento. Vorrei fare di più nella mia vita. Vorrei concentrarmi sulla crescita più amorevole, accettando esperienze e speranze semplicemente per quello che sono: gradini sulla grande scala della vita. Purtroppo, spesso mi manca la forza per vivere consapevolmente; allora mi è facile reagire con sensi di colpa e di solitudine, e mi sento una vera merda umana. Succede a tutti, lo so. è semplicemente un altro gradino della scala. è tutto, per una volta non vi assillerò. E poi sono cominciati i Gargoyles e mio figlio non mi dà pace, quindi la pianto qua. Solo un'ultima cosa: l'idea di creare una bacheca con le foto degli ondini mi sembra entusiasmante. Non ricordo chi la lanciò, ma se nessuno ha niente in contrario invito tutti a spedirmi le proprie fotografie da mettere in linea nel mio sito. E poi... l'immagine di Federica, quella del prato con tutti quanti che se la ridono mi sembra semplicemente divina. Perchè non la realizziamo? è da un pò che mi frulla in testa, in effetti (io pensavo a qualcosa di più sterile, un semplice agriturismo). Anche se è impossibile pensare che tutti possano partecipare, anche se fossimo una trentina... non credete che ne varrebbe proprio la pena? Qui in Umbria potrebbe andar bene: è in centro Italia, e per di più conosco dei posti nei quali potremmo "sbracarci" alla grande e farci gli affari nostri in santa pace senza temere di essere disturbati. Votate l'iniziativa e io mi darò da fare. I molti che parlano di concretezza hanno ragione: secondo me è ora che in qualche modo qualcosa di tangibile cominci a nascere.

Love & Light Francesco ITALIAN WWW

SITE:VIVERE LA PROFEZIA DI CELESTINO http://www.netservers.com/~bluworld/index.shtml

==========================================================================

Date: Sat, 3 May 1997 18:10:07 +0200

From: Renzo Samaritani cakhet@iperbole.bologna.it

To: Tutti

Subject: Denaro e Spiritualità...

Ne L'Onda n. 52, Daniele Drazzoli scriveva: A proposito, ho visto lettere di persone che vorrebbero vedere l'energia. Qui facciamo dei seminari della durata di due mesi (a pagamento, lo preciso prima di ricevere critiche moralistiche: il tempo delle persone, i locali, le attrezzature costano), perchè fare un giornale del genere significa anche sperimentare, non è solo roba da scrivere e leggere. Proprio come il libro. Bene, è mia esperienza che facendo certi esercizi, l'energia la vedono quasi tutti. Anzi, ho trovato diverse persone che l'avevano sempre vista, fin da piccoli, ma non lo dicevano per non essere presi per matti. Ciao a tutti. E aiutatemi in questa impresa (anche solo scrivendo le vostre esperienze): ci ho giocato tutta la mia esperienza professionale e le mie risorse economiche. e Andrea Longo: Caro Marco, Sarò un moralista, un'idealista, ma comunque continuo a essere dell'opinione che certe cose non POSSANO essere quantificate con l'unità di misura DENARO. ( Non credo che basterebbe tutto quello che l' uomo ha stampato dalla sua invenzione. ) [...] Per mangiare c'è bisogno di denaro, per avere una casa c'è bisogno di denaro, per usufruire dei servizi ( Elettricità, Gas, Acqua !! ), per essere sani ( vedi tassa sulla salute ), per muoversi, insomma per fare qualsiasi cosa in questa società ci viene chiesto denaro, denaro e ancora denaro. Sappiamo tutti bene quali sono le conseguenze che porta la mancanza di questo bene, la Povertà, la fame, la miseria. Il mio senso di giustizia si piega dalla vergogna quando passo con la mia auto davanti a persone scalze che cercano di raccimolare soldi ai semafori ( soldi che non andranno neanche nelle loro tasche ), sfruttati fino all'inverosimile da sudici schiavisti , quando scopro in che condizioni vivono delle persone che non hanno avuto la fortuna di nascere in una famiglia benestante. C'è la convinzione, ormai radicata, che con il denaro si risolvono tutti i problemi ( dal procurarsi il cibo all'essere felici ). Il denaro condiziona la vita e la rende sterile, il denaro devitalizza l'amore, l'energia, la spiritualità. Devitalizza l'uomo. Concludo riassumendo la mia posizione: Sono per una separazione netta tra DENARO e SPIRITUALITà, il denaro deve essere utilizzato come mezzo per la sopravvivenza fisica ( visto che fino ad ora è l'unico che ci hanno permesso di utilizzare ), la spiritualità non deve venire in contatto con il denaro perchè dal contatto si devitalizzerebbe. [...] Forse sogno, non so, questo è il mio pensiero Grazie a tutti Andrea Longo Perfettamente d'accordo su questo bellissimo discorso di Andrea, soprattutto quando si leggono certe cose come quelle scritte da Daniele Rizzoli. E non me ne frega niente se ha preso il caffè con James Redfield! Non mi sembra sia molto in onda con l'Onda e/o in onda con Celestino! Ma è solo una mia opionione. In ogni caso, non mi è piaciuta l'uscita "qui facciamo dei seminari della durata di due mesi a pagamento, lo preciso prima di ricevere critiche moralistiche: il tempo delle persone, i locali, le attrezzature costano)"... Chi ti ha chiesto niente? E chi avrebbe messo sul "moralistico" certe considerazioni di tipo invece "energetico" che stiamo facendo sull'argomento "soldi e spiritualità" (se così potremmo chiamarlo)? E il tempo delle persone, in sé NON costa, caro Daniele. Costa se queste persone decidono di farsi pagare. E lì allora si può discutere -ed è quello che stiamo cercando di fare- del fatto che sia giusto o meno che questi si facciano pagare per la divulgazione di certi argomenti e si può discutere delle cifre che questi chiedono! Spesso, da capogiro. Tutti questi "newagers", non fanno certo una vita "monacale" o comunque semplice e fatta di "pane e acqua". Lasciatelo dire -e comunque lo sai meglio di me- da chi conduce una federazione al cui interno l'associazione "Sole e Luna" porta avanti discorsi cosiddetti "new age". Per quanto riguarda il costo di locali, anche questo si potrebbe risolvere facendo le cose a casa di amici o semplicemente se questi newagers usassero la propria casa come centro di divulgazione, senza bisogno di affittare mega sale, centri, saloni, ecc. Ma il discorso diventerebbe molto lungo. Renzo

==========================================================================

Date: Tue, 6 May 1997 01:58:24 +0200

From: Renzo Samaritani cakhet@iperbole.bologna.it

To: Tutti

Subject: Re: L'Onda di Celestino n. 53. Ne L'Onda n. 53, Mimmo Pompa scriveva: Infine, con riferimento alla tua lettera sull' omosessualità... mi conosci da troppo poco tempo per poter pensare che intenda esercitare una qualche forma di censura... La tua lettera è stata inserita regolarmente nell'Onda n. 50. Il ritardo era dovuto solo al fatto che stava in "coda" aspettando il turno con le altre... Chiedo scusa a tutti per essermi dilungato, ma spero di aver fornito a Renzo utili chiarimenti... dal tono delle sue parole e da ciò che erroneamente le sue "antenne" avevano rivelato era venuto fuori un modo di pensare che assolutamente non era il mio...! Sì, Mimmo. Ho sbagliato. Ma ve l'ho detto, quando sono arrivato qui sull'Onda e/o l'ho detto a te, Mimmo, con una e-mail al tuo indirizzo, che sono un rompiscatole! Ma, grazie anche all'Onda, sto scoprendo qualcosa di me. In realtà è da qualche mese che sto scoprendo questa cosa e, ad un certo punto, "per caso" ho conosciuto voi tutti! Sto scoprendo di esser stato giudicato troppe volte e quasi sempre in modo sbagliato negli anni passati di questa mia attuale vita ed ora reagisco giudicando prima di essere giudicato. è una forma di difesa. Un meccanismo che devo cercare di spezzare, perché mette delle barriere tra me e le altre persone. Barriere però che cadono immediatamente se le persone mi danno fiducia e superano questo mio atteggiamento iniziale. E questo prova la mia buona fede. Nel senso che, vorrei mi credeste tutti e Mimmo per primo, non faccio niente con cattiveria. Ringrazio inoltre Andrea Longo per il suo messaggio. A proposito invece di un messaggio di Francesco Pandolfi Balbi, vorrei dire che mi piace l'idea delle foto ed io gli manderò la mia se tutti decideremo di fare questa cosa. Mi piace anche l'idea di incontrarci tutti, anche solo una volta al mese, in un luogo che potrebbe essere ogni volta diverso oppure ogni volta uguale... Non so. Comunque io ci sono. Colgo anche l'occasione per comunicare che, a proposito della eventuale newsgroup "it.discussioni.celestino", mi sto orientando anch'io verso invece una newsgroup tipo "it.cultura.newage". Ma dovrà essere qualcun altro a presentare la RDF. Io non ne ho più voglia! Eh eh eh!!!!! Ho messo invece a disposizione di tutti una messaggeria-newsgroup-bacheca on line 24 ore non stop e libera, senza censura, nella quale poter dire la propria opinione su qualcosa, poter parlare di qualsiasi argomento (ed anche dé "la Profezia di Celestino"), "pubblicare" in forma diretta ed immediata propri scritti, poesie e diffondere notizie su attività ed iniziative. Attendo tutti sulle pagine www.veraltrialia.com A presto, ondine e ondini. Renzo ========================================================================= Date: Wed, 21 May 1997 02:53:18 +0200 (MET DST)

From: Renzo Samaritani >cakhet@iperbole.bologna.it

To: Domenico Ferrari e Franz Longo.

Subject: Varie

Ne L'Onda di Celestino n. 61 Domenico Ferrari scriveva: Mi chiamo Domenico Ferrari ho 33 anni grafico pubblicitario ed erborista vegetariano convinto da 3 anni.

----------------------- ------------------------- --------------------

Nota del Redattore: Mi accorgo che abbiamo diversi interessi in comune (non soltanto il nome!). Perchè, quando avrai tempo, non ci passi qualche bella ricetta vegetariana ? Mimmo Sì! Scambiamoci qualche ricetta! Sarebbe interessante. Come sapete, io mi occupo di "Vegetarians International Italia" e uno dei miei lavori è proprio cucinare per i Soci della "Sole e Luna" (sempre nell'ambito della Ver.A-Altritalia). Mi sembra buona l'idea di parlare di quest'argomento. La Profezia non si sofferma più di tanto sulla necessità o meno di essere vegetariani ed esserlo deve costituire una scelta MOLTO personale e non dettata da fanatismi e proselitismi. Ma la Profezia dice che, con un'alimentazione il più possibile vegetariana, è facilitata la visione dell'Energia. e Così Franz Longo: Per la legge di causa ed effetto ognuno riceverà quanto e più è riuscito a dare, se mantiene il suo cuore pulito e libero da sentimenti di avidità e possesso. Spero quindi che il lato "business" della faccenda non prevalga, altrimenti corro a registrare il marchio "New Age", il marchio "Onda" e non so cos'altro e vi faccio pagare tasse salatissime ogni volta che usate queste parole! A parte gli scherzi, scusate lo sfogo e cerchiamo di boicottare questa sporca faccenda. Ciao a tutti, un Franz arrabbiatissimo. Il marchio "new age" l'hanno già registrato! Ed infatti in Italia non lo puoi usare, se non come aggettivo per definire il movimento new age in se. Nuon puoi aprire un centro o un giornale o una radio o qualsiasi altra cosa che si chiami "new age". !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Renzo www.veraltritalia.com ===========================================================================

Date: Thu, 25 Sep 1997 19:36:11 +0200

From: Renzo Samaritani segretario@veraltritalia.com

To: Eaco Cogliani > eacus@iol.it Subject: Giorgio Cerquetti

Gentilissimo Eaco Cogliani, sono Renzo Samaritani dell'associazione Akhet-Aton - Ver.A-Altritalia - Sole e Luna (http://www.veraltritalia.com) e forse ci conosciamo e/o avrai letto qualche mio messaggio sull'Onda, dalla quale ho prelevato il tuo indirizzo di posta elettronica. Ti scrivo perché vorrei sapere qualcosa di più sulla tua persona, così come vorrei sapere qualcosa di più su tutte le persone che scrivono e/o leggono l'Onda, avere indirizzi delle loro eventuali pagine web, ecc. Appositamente per questo, mando copia di questa e-mail anche al carissimo Mimmo, perché la pubblichi sull'Onda stessa. Vorrei inoltre chiederti se conosci Giorgio Cerquetti e/o hai modo di contattarlo. Ha collaborato con noi (con l'associazione di cui mi occupo) in passato e poi, d'un tratto, (come lui è solito fare... è un personaggio fatto così! è tutto particolare!) è sparito. Se qualcun altro oltre a te avesse modo di rintracciarlo e di dargli i nostri indirizzi di posta elettronica e di pagina web, glie ne sarei grato. Un grazie e un saluto affettuoso a te e a tutti. Renzo Samaritani Akhet Club - Akhet-Aton - Ver.A-Altritalia - Sole e Luna segretario http://www.veraltritalia.com ==========================================================================

Date: Sat, 20 Sep 1997 17:35:56 +0200

From: Renzo Samaritani aaaa