giovedì 21 marzo 2013

I delfini si chiamano con un fischio


Suoni personalizzati per contattarsi nell’oceano


di Aristotele Karytinos


I fischi, per l’uomo, non sono certo un modo raffinato di comunicare: con un fischio attiriamo l’attenzione, dimostriamo approvazione o disappunto, e poco altro. Esistono però rari casi di linguaggi composti solo da fischi, come quello usato dai pastori di La Gomera per comunicare tra loro a grandi distanze. Nel regno animale poi non siamo certo gli unici “fischiatori”. Uno in particolare usa tali suoni anche come una sorta di firma: stiamo parlando del delfino. L’apprendimento vocale è la capacità degli animali di imparare e replicare, modificandoli, i suoni prodotti da altri. Questo è piuttosto comune negli uccelli, ma decisamente più raro nei mammiferi. I tursiopi o delfini sono un caso particolare, poiché riescono ad apprendere molti suoni e modularli su varie frequenze per comunicare tra loro. Al contrario degli uccelli però, tra i quali i fischi sono di solito una sorta di patrimonio comunitario condiviso tra molti, questi cetacei impiegano suoni più individuali, che li identificano come una firma o un nome.


viaI delfini si chiamano con un fischio – ALTRO GIORNALE.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/21/i-delfini-si-chiamano-con-un-fischio/