giovedì 28 marzo 2013

il Papa: A Pasqua non mangiate agnelli a capretti


di Franco Fracassi


La Lav esulta. Forse quest’anno una parte dei duecentocinquantamila agnelli destinati al macello per soddisfare i palati pasquali sopravviverà. Papa Francesco I ha lanciato un appello agli italiani perché «a Pasqua sostituiscano la carne d’agnello e capretto con menù alternativi».


La Federazione italiana associazioni diritti animali e ambiente da anni cerca di sensibilizzare gli italiani circa la mattanza pasquale di agnelli e capretti. «Sono per lo più cuccioli di 30-40 giorni, nati dopo cinque mesi di gravidanza delle madri, la cui fecondazione è regolata in maniera tale da poter macellare i piccoli quando pesano 8-12 chili», spiega la Lav.


viapopoff.globalist.it | Il Papa: A Pasqua non mangiate agnelli a capretti.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/28/il-papa-a-pasqua-non-mangiate-agnelli-a-capretti/