martedì 16 aprile 2013

DISCHI PRIMAVERILI - Ingredienti: 150 g pisellini finissimi 150 g carotine 150 g fagioli cannellini 150 g mais olive nere 5 C di farina di ceci acqua qb erbette secche paprika noce moscata 5 C di pan grattato integrale farina di mais farina di riso prezzemolo 3 C di salsa shoyou o tamari olio evo Procedimento: Vi consiglio di farli la mattina per la sera o la sera precedente per il pranzo, ora capite perché! Ho saltato per prima cosa tutte le verdure tranne le olive in una padella di ceramica (non serve olio e non serve nemmeno tenere la fiamma altissima mentre si cuoce) con la salsa di shoyou senza far appassire troppo le verdure. Quindi ho preparato la pastella aggiungendo acqua finché non ho ottenuto un composto non troppo fluido e senza grumi. Ho frullato grossolanamente le verdure nel mixer. Ho quindi incorporato il composto con la pastella, le olive tagliate e il pangrattato, fino ad ottenere un impasto solido. Ho aggiunto le spezie e le erbette (timo, basilico, maggiorana, alloro e salvia) e ho lasciato riposare in frigo. Non avendo usato l’agar agar ho lasciato l’impasto per molto tempo in frigo, per farlo solidificare meglio e anche per permettere a tutti i sapori di unirsi per bene. Ho ripreso l’impasto e ho creato dei “dischi” che ho poi passato in una panatura di farina di mais, riso e prezzemolo. Ho adagiato i dischi pronti su un piatto e li ho nuovamente lasciati in frigo fino all’ora di cena. A quel punto erano ben solidi Li ho ripassati in padella con 1 goccio di olio (nella famosa padella di ceramica, non li ha bruciati pur essendoci poco olio!) e li ho accompagnati con un’insalata ricca. http://abcloud.org/statusnet/url/325

DISCHI PRIMAVERILI - Ingredienti: 150 g pisellini finissimi 150 g carotine 150 g fagioli cannellini 150 g mais olive nere 5 C di farina di ceci acqua qb erbette secche paprika noce moscata 5 C di pan grattato integrale farina di mais farina di riso prezzemolo 3 C di salsa shoyou o tamari olio evo Procedimento: Vi consiglio di farli la mattina per la sera o la sera precedente per il pranzo, ora capite perché! Ho saltato per prima cosa tutte le verdure tranne le olive in una padella di ceramica (non serve olio e non serve nemmeno tenere la fiamma altissima mentre si cuoce) con la salsa di shoyou senza far appassire troppo le verdure. Quindi ho preparato la pastella aggiungendo acqua finché non ho ottenuto un composto non troppo fluido e senza grumi. Ho frullato grossolanamente le verdure nel mixer. Ho quindi incorporato il composto con la pastella, le olive tagliate e il pangrattato, fino ad ottenere un impasto solido. Ho aggiunto le spezie e le erbette (timo, basilico, maggiorana, alloro e salvia) e ho lasciato riposare in frigo. Non avendo usato l’agar agar ho lasciato l’impasto per molto tempo in frigo, per farlo solidificare meglio e anche per permettere a tutti i sapori di unirsi per bene. Ho ripreso l’impasto e ho creato dei “dischi” che ho poi passato in una panatura di farina di mais, riso e prezzemolo. Ho adagiato i dischi pronti su un piatto e li ho nuovamente lasciati in frigo fino all’ora di cena. A quel punto erano ben solidi Li ho ripassati in padella con 1 goccio di olio (nella famosa padella di ceramica, non li ha bruciati pur essendoci poco olio!) e li ho accompagnati con un’insalata ricca. http://abcloud.org/statusnet/url/325



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/361