Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2013

TARTELLETTE FRAGOLA E BANANA - Ingredienti per la pasta: 120 g di farina di grano saraceno 30 g di amido di mais 2 cucchiai di melassa di carruba 2 cucchiai e 1/2 di olio di semi di girasole vanillina 1/2 bustina di cremor tartaro 1 pizzico di sale 1-2 cucchiai di liquore al mirto acqua qb Ingredienti per la crema: 1 banana 150 g di fragole 1 manciata di uvetta zibibbo 1 bicchiere di latte di soia 1 cucchiaino e 1/2 di agar agar liquore al mirto qb acqua qb cioccolato fondente tritato per decorare Procedimento: Un’oretta prima di iniziare mettere a bagno l’uvetta in una miscela di liquore al mirto e acqua in parti uguali, sufficiente a ricoprire l’uvetta. Preparare poi la frolla impastando tutti gli ingredienti fino ad ottenere una palla compatta, anche se un po’ friabile (qui l’acqua aiuta a “legare”). Io l’avevo messa a riposare in frigo per 1 oretta, ma poi al momento di stenderla era dura come un sasso così ho dovuto sbriciolarla e poi reimpastare le briciole aiutandomi con qualche altra goccia d’acqua, perciò si può anche stendere direttamente senza riposo. Ritagliare dei piccoli quadrati di sfoglia per foderare le tartellette, oppure (come ho fatto io quando il composto mi si sbriciolava) compattarlo direttamente nelle formine delle tartellette a poco a poco, fino a rivestirle, sempre aiutandosi bagnando con poca acqua se serve. Finita questa operazione, cuocere le tartellette in forno caldo a 180° per 12-15 minuti circa, controllandole, sfornare e lasciar freddare. Preparare poi la crema frullando insieme la banana a pezzetti, le fragole tagliate a metà e l’uvetta con il liquido di ammollo. In un pentolino stemperare l’agar agar nel latte di soia, portare a bollore e far sobbollire per 2 minuti, togliere dal fuoco e stemperare il latte con un po’ di frullato di frutta, mescolare bene e poi unire tutto il frullato, amalgamando il tutto. Riempire le tartellette con la crema alla frutta e lasciar freddare un po’ prima di mettere in frigo a solidificare, per circa 1 ora. Decorare poi con delle scaglie di cioccolato fondente e gustare! http://abcloud.org/statusnet/url/404

Rustico con i funghi

Franca Rame

http://abcloud.org/statusnet/url/403

Pancakes con salsa di pomodoro

Staminali, primo trapianto su bimba italiana da cellule del cordone ombelicale

Esce domani 30 maggio il nuovo libro di Renzo Samaritani

Tutto nuovo

R: Tutto nuovo

Apporti nutrizionali Patrizia Vaier vegetarianmode | Vivere e pensare vegetariano http://abcloud.org/statusnet/url/402

SALSA GULP - Ingredienti: 200 g di pomodorini 4 mezzi pomodori secchi 1 carota piccola lessata 1 cipolla media cruda 1 c di miso di riso 1 c di zenzero in polvere 1c di olio evo al peperoncino 1 c di lecitina di soia 2 c di senape 1 C di acidulato di umeboshi 1 C di amido di mais 4 C di yogurt bianco di soia (sojade) Procedimento: La prima differenza dalla salsa di Furbilla è che questa non è cruda anche se l’ho fatta cuocere poco… per prima cosa ho fatto rinvenire in acqua calda i pomodori secchi, poi ho riunito nel mixer tutti gli ingredienti tranne l’amido di mais e lo yogurt e ho frullato a più riprese fino a ottenere una crema liscia, ho poi trasferito il tutto in un pentolino e ho unito l’amido di mais (che a sua volta avevo mischiato in una ciotolina con 1 cucchiaio della salsa per non fare grumi) e ho fatto andare a fuoco lento per circa 5 minuti fino a che aveva un’aria addensata, a questo punto ho trasferito tutto in un frigoverre pensando che l’opera fosse finita e ovviamente ho assaggiato… è stato qui che ho urlato “gulp” perchè era decisamente troppo piccante! Indubbiamente ho un olio al peperoncino che è troppo concentrato e così ho provato ad ammorbidirla con qualche cucchiaiata di yogurt; il risultato è stato così delizioso da convincermi a pubblicarla! Stasera la uso per accompagnare i falafel. http://abcloud.org/statusnet/url/400 http://abcloud.org/statusnet/url/401

Tutto nuovo

La ‘fuiuta’ del pesce

Tutto nuovo

“Savants” psichici

Crespelle agli asparagi | Patrizia Vaier vegetarianmode http://abcloud.org/statusnet/url/399

Lasagne con le melanzane

Lo spirito che guarisce

Spaghetti alla puttanesca

Stonehenge abitata 5.000 anni prima di quanto si pensasse

Non chiamatemi più Renzo

Gay and Lesbian Vaishnava Association, Inc.

Questo…