Il pasto della galassia sorpreso da un lontano faro


Il VLT dell’ESO indaga sulla crescita delle galassie


Alcuni astronomi, usando il VLT (Very Large Telescope) dell’ESO, hanno identificato una galassia lontana che sta avidamente nutrendosi del gas nelle vicinanze. Si vede il gas cadere verso la galassia, creando un flusso che alimenta la formazione stellare e al tempo stesso incrementa la rotazione della galassia. Questa è finora la miglior evidenza osservativa che conferma la teoria che le galassie inglobino e divorino il materiale circostante per crescere e formare stelle. I risultati saranno pubblicati nel numero del 5 luglio 2013 della rivista Science.


Gli astronomi hanno sempre sospettato che le galassie crescano attirando materia dai dintorni, ma questo processo si è dimostrato molto difficile da osservare direttamente. Ora il VLT (Very Large Telescope) dell’ESO è stato usato per studiare un raro allineamento tra una galassia distante [1] e un quasar ancora più lontano – il nucleo luminosissimo di una galassia alimentato da un buco nero supermassiccio. La luce del quasar, prima di raggiungere la Terra, passa attraverso la materia che circonda la galassia, rendendo possibile studiare in dettaglio le proprietà del gas intorno alla galassia [2]. Questi nuovi risultati offrono la miglior vista finora di una galassia mentre si nutre.


viaIl pasto della galassia sorpreso da un lontano faro – ALTRO GIORNALE.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/07/27/il-pasto-della-galassia-sorpreso-da-un-lontano-faro/

Post più popolari