domenica 31 marzo 2013

dai Patrizia, raggiungici presto qui su questo social network... non vediamo l'ora di leggere ogni tanto anche tue notizie qui sopra. ancora Serena Pasqua a tutte/i!

dai Patrizia, raggiungici presto qui su questo social network... non vediamo l'ora di leggere ogni tanto anche tue notizie qui sopra. ancora Serena Pasqua a tutte/i!



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/298

Ciao Califfo, ora che “sei diventato vecchio” non smettere di cantare Minuetto http://abcloud.org/statusnet/url/277

Ciao Califfo, ora che “sei diventato vecchio” non smettere di cantare Minuetto http://abcloud.org/statusnet/url/277



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/297

PIZZA DI PASQUA - Ingredienti: 500 g di farina 150 g di zucchero 100 g di margarina vegetale 25 g di lievito di birra 200 g di latte di soia 1 pizzico di sale scorze di 1 arancia e di 1 limone grattugiate 1-2 cucchiai di cannella in polvere 1 grattatina di noce moscata 1 cucchiaino di alkermes, mistrà e maraschino 1 fialetta di mandorla amara 2 bustine di vanillina Procedimento: Tutti gli aromi vanno uniti insieme in un bicchiere almeno 1 ora prima. Fate sciogliere il lievito nel latte di soia, aggiungete lo zucchero e mescolate, poi la margarina fatta fondere prima, gli aromi, il pizzico di sale ed infine la farina, mescolate con cura e per molto tempo in modo che l’impasto risulti soffice, se lo avete usate un robot da cucina cosicche la pizza quando sarà cotta risuti più morbida e lavorata al suo interno. A questo punto mettete l’impasto a lievitare nella sua teglia alta e stretta e svasata, unta in precedenza con la margarina. Quando l’impasto arrivera al bordo si cuoce in forno caldo a 180° per circa 40 minuti. http://abcloud.org/statusnet/url/276

PIZZA DI PASQUA - Ingredienti: 500 g di farina 150 g di zucchero 100 g di margarina vegetale 25 g di lievito di birra 200 g di latte di soia 1 pizzico di sale scorze di 1 arancia e di 1 limone grattugiate 1-2 cucchiai di cannella in polvere 1 grattatina di noce moscata 1 cucchiaino di alkermes, mistrà e maraschino 1 fialetta di mandorla amara 2 bustine di vanillina Procedimento: Tutti gli aromi vanno uniti insieme in un bicchiere almeno 1 ora prima. Fate sciogliere il lievito nel latte di soia, aggiungete lo zucchero e mescolate, poi la margarina fatta fondere prima, gli aromi, il pizzico di sale ed infine la farina, mescolate con cura e per molto tempo in modo che l’impasto risulti soffice, se lo avete usate un robot da cucina cosicche la pizza quando sarà cotta risuti più morbida e lavorata al suo interno. A questo punto mettete l’impasto a lievitare nella sua teglia alta e stretta e svasata, unta in precedenza con la margarina. Quando l’impasto arrivera al bordo si cuoce in forno caldo a 180° per circa 40 minuti. http://abcloud.org/statusnet/url/276



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/296

giovedì 28 marzo 2013

Biscotti al malto d’orzo


IMG_2882

Ingredienti:


250 g di farina integrale

100 g di farina di orzo integrale

50 g di di farina di mais cinquantino integrale

100 g di farina 0

70 g di zucchero di canna integrale mascobado

130 g di malto d’orzo

1 bustina di lievito bio per dolci

70 g di uvetta

scorza grattuggiata di 1 limone bio

100 ml di olio di girasole

150 ml di acqua



via veganblog.it


continua su http://goo.gl/PPg03


Permalink | Leave a comment »


via CultOfSoup http://cultofsoup2.posterous.com/biscotti-al-malto-dorzo








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/28/biscotti-al-malto-dorzo/

Un’Assordante Silenzio


Il Giornale Onlinedi Dragavide Vorrei puntare i riflettori su una notiza apparsa sulla rivista Forbes nella versione on-line in data 22 Febbraio 2013 dal titolo “NASA: A Nuclear Reactor To Replace Your Water Heater” che suona all’incirca così:

“NASA: Un Reattore Nucleare in Sostituzione del Tuo Calorifero”.

L’articolo è a firma del giornalista commentatore Jeff McMahon.


This reactor does not use fission, the process of splitting atoms into smaller elements employed by every commercial power reactor currently operating on earth.

Questo reattore non usa la fissione, il processo di divisione dell’atomo in elementi più semplici, processo utilizzato da tutti i reattori nucleari in commercio attualmente in funzione sul pianeta.


And it does not use hot fusion, the union of hydrogen atoms into larger elements that powers the sun and stars.

E non usa nemmeno la fusione calda, cioè l’unione di atomi di idrogeno in elementi più complessi, che alimenta il sole e le stelle.


Instead, a low-energy nuclear reactor (LENR) uses common, stable elements like nickel, carbon, and hydrogen to produce stable products like copper or nitrogen, along with heat and electricity.

Al contrario, un reattore nucleare a bassa energia utilizza elementi comuni e stabili come il nickel, il carbonio e l’idrogeno per produrre elementi stabili come il rame o l’azoto, insieme a calore ed elettricità.


“It has the demonstrated ability to produce excess amounts of energy, cleanly, without hazardous ionizing radiation, without producing nasty waste,” said Joseph Zawodny, a senior research scientist with NASA’s Langley Research Center.



via altrogiornale.org


continua su http://goo.gl/a6Yyb


Permalink | Leave a comment »


via CultOfSoup http://cultofsoup2.posterous.com/unassordante-silenzio








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/28/unassordante-silenzio/

Risotto con cavoletti


Ingredienti:


riso basmati


pomodorini ciliegini


funghi champignon


cavoletti di Bruxelles


brodo vegetale


cipolla


prezzemolo


pepe


viaRisotto con cavoletti – Ricette Vegan – Vegane – Cruelty Free.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/28/risotto-con-cavoletti/

Wilcock: la TV russa smaschera la tirannia finanziaria


In questi tempi meravigliosi, ogni tentativo di nascondere la Verità sta miseramente fallendo. Lo scorso 16 gennaio la TV russa “REN-TV” ha mandato in onda un primo storico documentario di ben tre ore intitolato “Un Milione per un Matrimonio“, realizzato in collaborazione con David Wilcock e finalizzato a smascherare la più grande copertura della storia dell’umanità: usando toni inusitati per una rete televisiva, il video denuncia apertamente il governo occulto che tira le fila della finanza mondiale.


Soltanto due settimane dopo è andata in onda la seconda parte intitolata “Gold Shadow” (incorporata qui sopra) in cui vengono reinterpretati i principali fatti storici del ’900 (la rivoluzione Russa, la Crisi del ’29, le due guerre mondiali, ecc.) in funzione del sistematico approvvigionamento aurifero mondiale da parte dell’élite occulta. Questi fatti d’ENORME importanza sono descritti in sintesi nell’articolo che vi presentiamo di seguito. Per ulteriori approfondimenti, visitate queste dettagliatissime pagine originali in lingua inglese (http://divinecosmos.com/start-here/davids-blog/1023-financial-tyranny).


viaWilcock: la TV russa smaschera la tirannia finanziaria – ALTRO GIORNALE.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/28/wilcock-la-tv-russa-smaschera-la-tirannia-finanziaria/

Tarte-tatin cipolle e vegstracchino


Ingredienti:


400 g di farina integrale


150 g di olio evo (più 2 cucchiai per la doratura)


acqua tiepida qb


sale, pepe qb


4 cipolle bionde (belle grandi!)


viaTarte-tatin cipolle e vegstracchino – Ricette Vegan – Vegane – Cruelty Free.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/28/tarte-tatin-cipolle-e-vegstracchino/

E-cat Rossi: risultati test indipendenti pubblicati online tra alcuni mesi. Sfidanti crescono


Arrivano notizie positive dai test indipendenti sul funzionamento della macchina per la fusione fredda E-Cat. Dalla Svezia e dagli Stati Uniti nuovi concorrenti.


di Lorenzo Tansini


I risultati finali dei test indipendenti sul funzionamento dell’E-Cat domestico sarebbero così soddisfacenti da aver fatto saltare dalla gioia l’inventore Andrea Rossi. Lo stesso ingegnere italiano, assente alle analisi, riferisce che secondo gli studiosi “il tutto funziona oltre ogni ragionevole dubbio”. Si resta in attesa della pubblicazione dei risultati che, stando a quanto trapelato, non dovrebbe avvenire che nel giro di alcune settimane


Fa sapere Rossi sul Journal of Nuclear Physics: “L’ultima prova si è conclusa con il funzionamento ininterrotto dei reattori per 120 ore (la nuova generazione degli Hot-Cat si snoda attraverso due stadi, realizzato con un attivatore con resistenze accoppiate con una sorta di cariche che attivano l’E-Cat con una carica diversa). L’effetto è sensazionale e l’abbiamo visto con i nostri test, il tutto è stato replicato con questo test indipendente. Ora passiamo agli impegni industriali, dobbiamo consegnare i nostri impianti entro la fine di aprile”.


viaE-cat Rossi: risultati test indipendenti pubblicati online tra alcuni mesi. Sfidanti crescono – ALTRO GIORNALE.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/28/e-cat-rossi-risultati-test-indipendenti-pubblicati-online-tra-alcuni-mesi-sfidanti-crescono/

Biscotti al malto d’orzo

IMG_2882
Ingredienti:

250 g di farina integrale
100 g di farina di orzo integrale
50 g di di farina di mais cinquantino integrale
100 g di farina 0
70 g di zucchero di canna integrale mascobado
130 g di malto d’orzo
1 bustina di lievito bio per dolci
70 g di uvetta
scorza grattuggiata di 1 limone bio
100 ml di olio di girasole
150 ml di acqua

continua su http://goo.gl/PPg03

Un'Assordante Silenzio

Il Giornale Onlinedi Dragavide

Vorrei puntare i riflettori su una notiza apparsa sulla rivista Forbes nella versione on-line in data 22 Febbraio 2013 dal titolo "NASA: A Nuclear Reactor To Replace Your Water Heater" che suona all'incirca così:
"NASA: Un Reattore Nucleare in Sostituzione del Tuo Calorifero".
L'articolo è a firma del giornalista commentatore Jeff McMahon.

This reactor does not use fission, the process of splitting atoms into smaller elements employed by every commercial power reactor currently operating on earth.
Questo reattore non usa la fissione, il processo di divisione dell'atomo in elementi più semplici, processo utilizzato da tutti i reattori nucleari in commercio attualmente in funzione sul pianeta.

And it does not use hot fusion, the union of hydrogen atoms into larger elements that powers the sun and stars.
E non usa nemmeno la fusione calda, cioè l'unione di atomi di idrogeno in elementi più complessi, che alimenta il sole e le stelle.

Instead, a low-energy nuclear reactor (LENR) uses common, stable elements like nickel, carbon, and hydrogen to produce stable products like copper or nitrogen, along with heat and electricity.
Al contrario, un reattore nucleare a bassa energia utilizza elementi comuni e stabili come il nickel, il carbonio e l'idrogeno per produrre elementi stabili come il rame o l'azoto, insieme a calore ed elettricità.

“It has the demonstrated ability to produce excess amounts of energy, cleanly, without hazardous ionizing radiation, without producing nasty waste,” said Joseph Zawodny, a senior research scientist with NASA’s Langley Research Center.

continua su http://goo.gl/a6Yyb

LA PARMISAGNA - Ingredienti per la besciamella: 1 l di latte di soia 10 cucchiai di olio evo 4 cucchiai di farina 1 cucchiaio di dado vegetale noce moscata sale, pepe Ingredienti per la sfoglia: 400 g di farina 0 200 g di farina integrale 200 g di farina di canapa 1 pizzico di sale curcuma acqua qb Ingredienti per la parmisagna: 1 l di brodo vegetale 1 confezione di bocconcini di soia disidratati 2 panetti di tofu naturale salsa di pomodoro melanzane tagliate a fette fritte o grigliate pangrattato Procedimento: Prima di tutto preparare una salsa di pomodoro. Friggere le melanzane o se volete una parmisagna più leggera fatele grigliate. A questo punto bisogna preparare la sfoglia: in una ciotola mischiare le farine con la curcuma e il sale e aggiungere acqua fino a quando, lavorandolo con le mani, l’impasto diventa una palla liscia e omogenea. A questo punto stendere la sfoglia, io l’ho fatto a mano, ma potete usare tranquillamente il tira pasta. Ora bisogna preparare la besciamella: mettete a scaldare sul fuoco l’olio e in un altro pentolino, a fuoco basso, il latte di soia. Quando l’olio sarà caldo incorporare la farina fino ad ottenere una cremina. A questo punto cominciare ad aggiungere poco alla volta il latte di soia caldo sempre girando con una frusta. Aggiungere il sale e le spezie e far cuocere fino ad ottenere la consistenza desiderata. Nel brodo vegetale far sbollentare qualche minuto il tofu al naturale per poi sbriciolarlo. Nello stesso brodo facciamo bollire per 20 minuti i bocconcini di soia. Una volta cotti, andranno strizzati, sbriciolati e messi nel sugo. Ora siamo pronti a iniziare a comporre la parmisagna. Bisognerà procedere a strati: melanzane, sugo, besciamella, tofu poi si copre con la sfoglia e si continua così fino a riempire la teglia. Dopo l’ultimo strato infornare a forno preriscaldato a 200° per 20 minuti. A metà cottura cospargere la parmisagna con del pangrattato per avere una crosticina. http://abcloud.org/statusnet/url/274

LA PARMISAGNA - Ingredienti per la besciamella: 1 l di latte di soia 10 cucchiai di olio evo 4 cucchiai di farina 1 cucchiaio di dado vegetale noce moscata sale, pepe Ingredienti per la sfoglia: 400 g di farina 0 200 g di farina integrale 200 g di farina di canapa 1 pizzico di sale curcuma acqua qb Ingredienti per la parmisagna: 1 l di brodo vegetale 1 confezione di bocconcini di soia disidratati 2 panetti di tofu naturale salsa di pomodoro melanzane tagliate a fette fritte o grigliate pangrattato Procedimento: Prima di tutto preparare una salsa di pomodoro. Friggere le melanzane o se volete una parmisagna più leggera fatele grigliate. A questo punto bisogna preparare la sfoglia: in una ciotola mischiare le farine con la curcuma e il sale e aggiungere acqua fino a quando, lavorandolo con le mani, l’impasto diventa una palla liscia e omogenea. A questo punto stendere la sfoglia, io l’ho fatto a mano, ma potete usare tranquillamente il tira pasta. Ora bisogna preparare la besciamella: mettete a scaldare sul fuoco l’olio e in un altro pentolino, a fuoco basso, il latte di soia. Quando l’olio sarà caldo incorporare la farina fino ad ottenere una cremina. A questo punto cominciare ad aggiungere poco alla volta il latte di soia caldo sempre girando con una frusta. Aggiungere il sale e le spezie e far cuocere fino ad ottenere la consistenza desiderata. Nel brodo vegetale far sbollentare qualche minuto il tofu al naturale per poi sbriciolarlo. Nello stesso brodo facciamo bollire per 20 minuti i bocconcini di soia. Una volta cotti, andranno strizzati, sbriciolati e messi nel sugo. Ora siamo pronti a iniziare a comporre la parmisagna. Bisognerà procedere a strati: melanzane, sugo, besciamella, tofu poi si copre con la sfoglia e si continua così fino a riempire la teglia. Dopo l’ultimo strato infornare a forno preriscaldato a 200° per 20 minuti. A metà cottura cospargere la parmisagna con del pangrattato per avere una crosticina. http://abcloud.org/statusnet/url/274



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/294

Franz Kafka – La metamorfosi e altri racconti…


0025a841_medium.jpeg


Franz Kafka – La metamorfosi e altri racconti

Italian | Garzanti | True PDF | 70 Pages | ISBN: 8811360681 | 1974 | 1 Mb


Frugando negli interstizi del quotidiano, Kafka modella le sue parabole con brevi pennellate dai toni quasi espressionistici, che fanno emergere il non-senso sotto l’apparenza del senso, il problematico e il precario sotto la maschera della certezza e della stabilità, la corruzione sotto lo schermo della legge.

Il simbolismo kafkiano non è tale da poter essere letto in funzione di un contenuto particolare e i suoi racconti, come tutte le sue opere, vibrano di suggestive risonanze che toccano in profondità i problemi dell’esistenza come si presentano alla coscienza e agli istinti dell’uomo moderno.

|| FilePost ||



via libriplus.tumblr.com


http://libriplus.tumblr.com


Permalink | Leave a comment »


via CultOfSoup http://cultofsoup2.posterous.com/franz-kafka-la-metamorfosi-e-altri-racconti








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/28/franz-kafka-la-metamorfosi-e-altri-racconti/

Ravioli di zucca e patate


Ingredienti (per 4 persone):


4 cucchiai di pangrattato


4 cucchiai di lievito alimentare in scaglie


1/2 cucchiaino di noce moscata


sale, pepe


400 g di polpa di zucca


200 g di patate, pelate


Pasta all’uovo veg


viaRavioli di zucca e patate – Ricette Vegan – Vegane – Cruelty Free.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/28/ravioli-di-zucca-e-patate/

Franz Kafka - La metamorfosi e altri racconti...


Franz Kafka - La metamorfosi e altri racconti
Italian | Garzanti | True PDF | 70 Pages | ISBN: 8811360681 | 1974 | 1 Mb

Frugando negli interstizi del quotidiano, Kafka modella le sue parabole con brevi pennellate dai toni quasi espressionistici, che fanno emergere il non-senso sotto l’apparenza del senso, il problematico e il precario sotto la maschera della certezza e della stabilità, la corruzione sotto lo schermo della legge.
Il simbolismo kafkiano non è tale da poter essere letto in funzione di un contenuto particolare e i suoi racconti, come tutte le sue opere, vibrano di suggestive risonanze che toccano in profondità i problemi dell’esistenza come si presentano alla coscienza e agli istinti dell’uomo moderno.

http://libriplus.tumblr.com

I miei vent’anni | Ebook | IlLibraio.it


I miei vent’anni


(edizione eBook)


Helga Schneider


EDITO DA:


Salani Editore


GENERI:


PREZZO:


9.99 €


PROTEZIONE:


DRM Adobe (acs4)


COMPATIBILITÀ:


Puoi leggere questo eBook su tutti i computer e i dispositivi dotati di software compatibile con il DRM Adobe. Per l’attivazione di questo file è necessario il programma gratuito Adobe Digital Editions. Leggi qui per approfondire.


Presentazione


Negli anni cruciali del dopoguerra, la giovane Helga Schneider cerca il suo posto nel mondo. È andata via dalla casa di suo padre e viaggia per l’Europa, guidata da una sola certezza: la vita che l’aspetta sarà sempre comunque migliore di quella che ha lasciato.


E infatti i vent’anni di Helga, pur tra le difficoltà della ricostruzione e la conquista della normalità, sono pieni di leggerezza e desiderio, parlano con la voce di una ragazza che ha voglia di mettersi in gioco, di essere indipendente e di realizzare il suo sogno più importante. Salisburgo, Vienna, Parigi, l’Italia sono i teatri delle sue esperienze; l’amore, il tradimento, la delusione, l’entusiasmo, la fatica di guadagnarsi da vivere e la passione per la scrittura, tutto si mescola in questo memoir dove Helga Schneider racconta se stessa con l’ebbrezza di chi si abbandona alla narrazione per la prima volta, ed è in grado quindi di trascinare chi ascolta, contagiare chi legge con il proprio vissuto unico e universale insieme.


viaI miei vent’anni | Ebook | IlLibraio.it.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/28/i-miei-ventanni-ebook-illibraio-it/

il Papa: A Pasqua non mangiate agnelli a capretti


di Franco Fracassi


La Lav esulta. Forse quest’anno una parte dei duecentocinquantamila agnelli destinati al macello per soddisfare i palati pasquali sopravviverà. Papa Francesco I ha lanciato un appello agli italiani perché «a Pasqua sostituiscano la carne d’agnello e capretto con menù alternativi».


La Federazione italiana associazioni diritti animali e ambiente da anni cerca di sensibilizzare gli italiani circa la mattanza pasquale di agnelli e capretti. «Sono per lo più cuccioli di 30-40 giorni, nati dopo cinque mesi di gravidanza delle madri, la cui fecondazione è regolata in maniera tale da poter macellare i piccoli quando pesano 8-12 chili», spiega la Lav.


viapopoff.globalist.it | Il Papa: A Pasqua non mangiate agnelli a capretti.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/28/il-papa-a-pasqua-non-mangiate-agnelli-a-capretti/

Il primo aprile riapre al pubbliclo la miniera di Predoi http://abcloud.org/statusnet/url/273

Il primo aprile riapre al pubbliclo la miniera di Predoi http://abcloud.org/statusnet/url/273



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/293

Pasqua Veg: la pizza dolce di Pasqua http://abcloud.org/statusnet/url/272

Pasqua Veg: la pizza dolce di Pasqua http://abcloud.org/statusnet/url/272



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/292

“I pianeti extrasolari” il libro di Giovanna Tinetti alla ricerca di nuovi mondi http://abcloud.org/statusnet/url/271

“I pianeti extrasolari” il libro di Giovanna Tinetti alla ricerca di nuovi mondi http://abcloud.org/statusnet/url/271



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/291

Il comune di Montemurlo (Prato) sceglie arredi urbani in plastica riciclata http://abcloud.org/statusnet/url/270

Il comune di Montemurlo (Prato) sceglie arredi urbani in plastica riciclata http://abcloud.org/statusnet/url/270



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/290

4 anni dopo il terremoto parte il restauro di tre beni monumentali a L’Aquila http://abcloud.org/statusnet/url/269

4 anni dopo il terremoto parte il restauro di tre beni monumentali a L’Aquila http://abcloud.org/statusnet/url/269



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/289

“Tiradritto – Stop Alla Cocaina” campagna itinerante per sensibilizzare sul problema droga http://abcloud.org/statusnet/url/268

“Tiradritto – Stop Alla Cocaina” campagna itinerante per sensibilizzare sul problema droga http://abcloud.org/statusnet/url/268



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/288

mercoledì 27 marzo 2013

Fettuccine giapponesi


Ingredienti:


olio


aglio


150 g di fettuccine


2 carote


germogli di soia


salsa di soia


viaFettuccine giapponesi – Ricette Vegan – Vegane – Cruelty Free.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/27/fettuccine-giapponesi/

PICCOLI MUFFINS - Ingredienti: 120 g di farina 00 120 g di margarina 80 g di zucchero 1 c di sciroppo di riso 3 c rasi di lievito in polvere 40 g di olio di semi 120 ml di latte di soia (zuccherato) 1 manciata di semi di papavero 1 pizzico di sale Procedimento: Prima di tutto ho unito alla margarina lo zucchero, lo sciroppo di riso e il lattedi soia. Poi ho aggiunto la farina con il lievito, l’olio e 1 pizzico di sale. Ho amalgamato il tutto con una forchetta fino ad ottenere una crema liscia e densa. Infine ho aggiunto i semi di papavero, riempito i pirottini e infornato a 180° per circa 20 min. http://abcloud.org/statusnet/url/267

PICCOLI MUFFINS - Ingredienti: 120 g di farina 00 120 g di margarina 80 g di zucchero 1 c di sciroppo di riso 3 c rasi di lievito in polvere 40 g di olio di semi 120 ml di latte di soia (zuccherato) 1 manciata di semi di papavero 1 pizzico di sale Procedimento: Prima di tutto ho unito alla margarina lo zucchero, lo sciroppo di riso e il lattedi soia. Poi ho aggiunto la farina con il lievito, l’olio e 1 pizzico di sale. Ho amalgamato il tutto con una forchetta fino ad ottenere una crema liscia e densa. Infine ho aggiunto i semi di papavero, riempito i pirottini e infornato a 180° per circa 20 min. http://abcloud.org/statusnet/url/267



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/287

Per Pasqua un menù alternativo, che rispetti tutte le forme di vita, come vorrebbe il cristianesimo http://abcloud.org/statusnet/url/266

Per Pasqua un menù alternativo, che rispetti tutte le forme di vita, come vorrebbe il cristianesimo http://abcloud.org/statusnet/url/266



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/286

DOLCE ALL'UVETTA - Ingredienti: 150 g di farina integrale 50 g di farina saracena 2 C di uvetta 6 g di cremor scaglie di cioccolato fondente 50 ml di latte d’avena caldo 30 ml olio evo 30 ml di concentrato di dattero Procedimento: Mettere l’uvetta in ammollo in una tazza con il latte caldo. In un recipiente mescolate le farine con il cremor e le scaglie di cioccolato A parte miscelate l’olio e il concentrato e mescolateli alle farine. Recuperate l’uvetta strizzandola, aggiungetela e poi versate il latte usato per l’ammollo. Mescolate bene gli ingredienti e versate l’impasto in una pirofila ricoperta con carta da forno. Cuocetela in forno caldo a 180° per 15-20 minuti. http://abcloud.org/statusnet/url/265

DOLCE ALL'UVETTA - Ingredienti: 150 g di farina integrale 50 g di farina saracena 2 C di uvetta 6 g di cremor scaglie di cioccolato fondente 50 ml di latte d’avena caldo 30 ml olio evo 30 ml di concentrato di dattero Procedimento: Mettere l’uvetta in ammollo in una tazza con il latte caldo. In un recipiente mescolate le farine con il cremor e le scaglie di cioccolato A parte miscelate l’olio e il concentrato e mescolateli alle farine. Recuperate l’uvetta strizzandola, aggiungetela e poi versate il latte usato per l’ammollo. Mescolate bene gli ingredienti e versate l’impasto in una pirofila ricoperta con carta da forno. Cuocetela in forno caldo a 180° per 15-20 minuti. http://abcloud.org/statusnet/url/265



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/285

Prove tecniche "Quando uscì il Rogo di Berlino (Mia madre Helga Schneider e io)" http://abcloud.org/statusnet/url/263 http://abcloud.org/statusnet/url/264

Prove tecniche "Quando uscì il Rogo di Berlino (Mia madre Helga Schneider e io)" http://abcloud.org/statusnet/url/263 http://abcloud.org/statusnet/url/264



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/284

La Regione Emilia Romagna è la prima Regione in Italia a vietare l’uso della catena con i cani http://abcloud.org/statusnet/url/262

La Regione Emilia Romagna è la prima Regione in Italia a vietare l’uso della catena con i cani http://abcloud.org/statusnet/url/262



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/283

martedì 26 marzo 2013

I miei vent’anni


di Helga Schneider


da marzo 2013 in libreria


“Oltre Il rogo di Berlino”


Negli anni del dopoguerra la giovane Helga Schneider cerca il suo posto nel mondo. E’ andata via dalla casa di suo padre e viaggia per l’Europa, guidata da una sola certezza: la vita che l’aspetta sarà sempre comunque migliore di quella che ha lasciato.


Salisburgo, Vienna, Parigi, l’Italia sono i teatri delle sue esperienze; l’amore, il tradimento, la delusione, l’entusiasmo, la fatica di guadagnarsi da vivere e la passione per la scrittura, tutto si mescola in questo memoir dove Helga Schneider racconta se stessa con l’ebbrezza di che si abbandona alla narrazione per la prima volta.


“Una prosa di grande nitidezza, senza mai un cedimento.”


La Stampa


autore Helga Schneider


genere Narrativa generale


dettagli 272 pagine, libro – brossura fresata con alette


viaI miei vent’anni.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/26/i-miei-ventanni/

GELATINA AI MIRTILLI - Ingredienti: 8 mele 300 g di mirtilli (i miei erano surgelati) 500-750 ml di acqua 1/2 bicchiere di sciroppo d’acero e mirtillo 2 c di agar agar Procedimento: Riscaldare l’acqua e scioglierci dentro l’agar agar. Sbucciare e pulire le mele, tagliarle in piccoli tocchetti e farle cuocere nella miscela acqua-agar fino a quando saranno morbide. Togliere dal fuoco, frullare finemente con il frullatore ad immersione e rimettere sul fuoco, lasciando sobbollire per qualche minuto. Aggiungere lo sciroppo e i mirtilli (io ho aggiunto anche un avanzo di misto bosco che avevo in giro), mescolare bene e spegnere il fuoco. Versare il composto meravigliosamente viola in uno (o più, date le quantità) stampo per budino o in una pirofila in vetro, lasciar raffreddare, dopodiché riporre in frigo per una notte. http://abcloud.org/statusnet/url/261

GELATINA AI MIRTILLI - Ingredienti: 8 mele 300 g di mirtilli (i miei erano surgelati) 500-750 ml di acqua 1/2 bicchiere di sciroppo d’acero e mirtillo 2 c di agar agar Procedimento: Riscaldare l’acqua e scioglierci dentro l’agar agar. Sbucciare e pulire le mele, tagliarle in piccoli tocchetti e farle cuocere nella miscela acqua-agar fino a quando saranno morbide. Togliere dal fuoco, frullare finemente con il frullatore ad immersione e rimettere sul fuoco, lasciando sobbollire per qualche minuto. Aggiungere lo sciroppo e i mirtilli (io ho aggiunto anche un avanzo di misto bosco che avevo in giro), mescolare bene e spegnere il fuoco. Versare il composto meravigliosamente viola in uno (o più, date le quantità) stampo per budino o in una pirofila in vetro, lasciar raffreddare, dopodiché riporre in frigo per una notte. http://abcloud.org/statusnet/url/261



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/282

Libri cartacei addio. Profumo firma decreto adozioni testi scolastici e tra un anno solo libri digitali http://abcloud.org/statusnet/url/260

Libri cartacei addio. Profumo firma decreto adozioni testi scolastici e tra un anno solo libri digitali http://abcloud.org/statusnet/url/260



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/281

Smettetela di lamentarvi per il brutto tempo, è primavera... tutto normale, perchè ogni anno fate così? Comunque da domani al nord bel tempo... così non fosse comunque basta lamentele, sono veramente stanca di sentirvi. Diventate equanimi verso tutto e tutti e sarete più felici ed in armonia con il tutto. Grazie e buona Pasqua vegetariana. http://abcloud.org/statusnet/url/259

Smettetela di lamentarvi per il brutto tempo, è primavera... tutto normale, perchè ogni anno fate così? Comunque da domani al nord bel tempo... così non fosse comunque basta lamentele, sono veramente stanca di sentirvi. Diventate equanimi verso tutto e tutti e sarete più felici ed in armonia con il tutto. Grazie e buona Pasqua vegetariana. http://abcloud.org/statusnet/url/259



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/280

Poénta e tòcio


Ingredienti:


1 tazza di piselli già cotti (nel mio caso erano piselli surgelati cotti con un soffrittino di cipolla)


1/2 cipolla bianca piccola (l’altra metà è stata usata per i piselli)


1 carota


1 gambo di sedano (facoltativo, io non ce l’avevo)


300 ml di acqua più 75 g di farina di mais (o un piatto di polenta avanzata se ne avete)


1 bicchiere scarso di passata di pomodoro (anche di più, io sono stata piuttosto “asciutta” perchè temevo potesse fuoriuscire dal contenitore)


1 pezzo di spicchio di aglio


1 C di gomasio


1 c di lievito alimentare in scaglie


olio evo


sale, pepe qb


viaPoénta e tòcio – Ricette Vegan – Vegane – Cruelty Free.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/26/poenta-e-tocio/

Giunto alla quinta edizione Moda d’Autore, concorso per stilisti emergenti http://abcloud.org/statusnet/url/258 …

Giunto alla quinta edizione Moda d’Autore, concorso per stilisti emergenti http://abcloud.org/statusnet/url/258



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/279

@paolot @giusi @kaliyak @patriziavaier @rossana @sowmyasofia Buongiorno! http://abcloud.org/statusnet/url/257

@paolot @giusi @kaliyak @patriziavaier @rossana @sowmyasofia Buongiorno! http://abcloud.org/statusnet/url/257



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/278

lunedì 25 marzo 2013

CANCRO: LE CAUSE SONO CONOSCIUTE MA TENUTE NASCOSTE DALLE INDUSTRIE FARMACEUTICHE E ALIMENTARI


GLI ALIMENTI CHE ACIDIFICANO IL CORPO:


* Lo zucchero raffinato e tutti i suoi sottoprodotti. (È il peggiore di tutti: non ha proteine, senza grassi, senza vitamine o minerali, solo carboidrati raffinati che schiacciano il pancreas). Il suo pH è di 2,1 (molto acido)


* Carne. (Tutti i tipi)


* Prodotti di origine animale (latte e formaggio, ricotta, yogurt, ecc)


* Il sale raffinato.


* Farina raffinata e tutti i suoi derivati. (Pasta, torte, biscotti, ecc)


* Pane. (La maggior parte contengono grassi saturi, margarina, sale, zucchero e conservanti)


* Margarina.


* Caffeina. (Caffè, tè nero, cioccolato)


* Alcool.


* Tabacco. (Sigarette)


* Antibiotici e medicina in generale.


* Qualsiasi cibo cotto. (la cottura elimina l’ossigeno aumentando l’acidità dei cibi”)


* Tutti gli alimenti trasformati, in scatola, contenenti conservanti, coloranti, aromi, stabilizzanti, ecc.


viaPerChiunqueHaCompreso: CANCRO: LE CAUSE SONO CONOSCIUTE MA TENUTE NASCOSTE DALLE INDUSTRIE FARMACEUTICHE E ALIMENTARI.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/25/cancro-le-cause-sono-conosciute-ma-tenute-nascoste-dalle-industrie-farmaceutiche-e-alimentari/

DECISO PER MAGGIO IL PRELIEVO FORZOSO ANCHE IN ITALIA?


24 marzo 2013- Jeroen Dijsselbloem, Presidente dell’Eurogruppo, ha categoricamente smentito che una misura così drastica possa essere attuata fuori dai confini di Cipro, Paese per il quale un intervento del genere risulta invece “inevitabile”.


Nonostante le rassicurazioni ufficiali, montano le polemiche. Ad accenderle ci ha pensato Jörg Kramer, capo economista di Commerzbank, che in un’intervista al quotidiano Handelsblatt ha suggerito di introdurre in Italia un prelievo forzoso di addirittura il 15% su depositi e titoli per azzerare il debito pubblico.


Il prelievo sarebbe un’operazione a garanzia del prestito che l’Ue erogherà all’Italia. Nelle stanze del Palazzo tutto parrebbe deciso: un prelievo forzoso a maggio dal 6,8 al 9,9%.


Lo Stato italiano incasserà 130 miliardi, proprio a cifra che il Paese dovrà versare al MES entro giugno


viaPerChiunqueHaCompreso: DECISO PER MAGGIO IL PRELIEVO FORZOSO ANCHE UN ITALIA.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/25/deciso-per-maggio-il-prelievo-forzoso-anche-in-italia/

Wolfgang Pauli: La Resurrezione dello Spirito nel Mondo


Il dialogo tra la religione e la scienza avviene non solo come dibattito aperto tra due discipline. Wolfgang Pauli, uno dei più importanti fisici del ventesimo secolo.


F. David Peat


Pauli nacque nel 1900 a Vienna e pubblicò il suo primo scritto scientifico due mesi dalla fine della scuola superiore. A vent’anni aveva scritto un articolo di 200 pagine sulla teoria della relatività che fu elogiato da Einstein con le seguenti parole, “nessuno che studiasse questo lavoro maturo e magnificamente concepito potrebbe credere che l’autore sia un uomo di 21 anni (sic). Ci si chiede cosa dovremmo ammirare di più … la comprensione psicologica dello sviluppo delle idee, la sicurezza della deduzione matematica, la profonda visione fisica, la capacità di presentazione.” Le conversazioni di Pauli con Heisenberg spianarono la strada per la teoria quantistica e, ad alcuni mesi dalla scoperta di Heisenberg, Pauli aveva applicato la nuova teoria per calcolare lo spettro dell’atomo di idrogeno. Le sue successive discussioni con Bohr aiutarono a formulare l’interpretazione di quella teoria. Il suo famoso Principio di Esclusione spiega perché c’è struttura nell’universo. Elettroni, protoni ed altre particelle chiamate fermioni sono governate da un principio di asimmetria, che significa che non possono essere tutti nello stesso stato quantistico.


viaWolfgang Pauli: La Resurrezione dello Spirito nel Mondo – ALTRO GIORNALE.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/03/25/wolfgang-pauli-la-resurrezione-dello-spirito-nel-mondo/