martedì 30 aprile 2013

Biscotti integrali in padella


Ingredienti:


300 gr di farina integrale


100 gr di olio di semi


75 gr di miele


50 gr di noci miste


2 cucchiai di cacao


acqua q.b.


viaVita Frugale: Biscotti integrali in padella.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/04/30/biscotti-integrali-in-padella/

Frittelle di carote


(per 10 frittelline)


200 gr di carote


3 cucchiai di farina


1 uovo


sale


olio d’oliva


viaVita Frugale: Frittelle di carote.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/04/30/frittelle-di-carote/

Maionese e insalata russa


Ingredienti maionese:


200 g di latte di soya


200 g di olio di semi di girasole


1 cucchiaio di limone


1 cucchiaino di sale


1 cucchiaino di curcuma


Ingredienti insalata russa:


maionese vegan


1 barattolo di piselli


3 carote


3 pomodori


viaMaionese e insalata russa – Ricette Vegan – Vegane – Cruelty Free.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/04/30/maionese-e-insalata-russa/

domenica 28 aprile 2013

Troppo vento, le stelle non si accendono


Nelle galassie dove è in corso una nascita forsennata di nuove stelle, i venti da esse prodotti fanno sentire i loro effetti ben oltre i confini delle galassie, ionizzando il gas che le circonda. Con l’effetto di inibire la formazione di nuove stelle. Questi i risultati di un lavoro in corso di pubblicazione sulla rivista The Astrophysical Journal e guidato da ricercatori della Johns Hopkins University.


di Marco Galliani


L’accensione di una nuova stella è sempre accompagnata da un certo sconquasso nel suo ambiente circostante. Venti stellari e una intensa radiazione ultravioletta ‘spazzano’ letteralmente via i resti della culla di gas e polveri in cui si è formato l’astro. Capita però che, in certe galassie particolarmente attive, di nuove stelle se ne formino quasi contemporaneamente a milioni. È allora chiaro che questi venti, sommandosi, possono acquistare energie enormi, propagandosi in tutta la galassia ospite ed interagendo con essa. E addirittura spingendo i suoi effetti anche oltre, arrivando a ionizzare il gas fino a 650.000 anni luce dal suo centro, ovvero più di venti volte più lontano della dimensione visibile della galassia stessa.


viaTroppo vento, le stelle non si accendono – ALTRO GIORNALE.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/04/28/troppo-vento-le-stelle-non-si-accendono/

SEITAN ALLE MANDORLE CON RISO - Ingredienti: 4 fette di seitan (il mio è autoprodotto) 4 manciate di riso Roma 1 carota 1 peperone 2 zucchine 1 manciata di fagiolini 6-8 champignon 2 porri salsa di soia 70 g di mandorle pelate farina di riso qb peperoncino di cayenna in polvere (facoltativo) olio evo qb sale marino grosso integrale qb Procedimento: Mentre il riso bolle in pentola, con poco sale, preparo le verdure: taglio i peperoni a tocchetti, gli champignon a metà, zucchina e carota a rondelle, fagiolini a metà. Inizio a cuocere le verdure in modo separato e cercando di mantenerle croccanti. Non salo le verdure mentre cuociono, aggiungo solo l’olio, se necessario. Taglio a cubetti il seitan e lo passo nella farina mischiata a poco peperoncino. Faccio tostare le mandorle in padella, aggiungo olio e lascio rosolare il seitan, aggiungo in ultimo il porro tagliato finemente. Allungo eventualmente col il brodo vegetale (ho usato quello di cottura del seitan). Unisco le verdure in una sola padella e sfumo con salsa di soia, dispongo tutto nel piatto e lascio che ognuno si serva. Il riso l’ho portato a cottura semplicemente in acqua bollente salata, l’ho condito con poco olio evo. http://abcloud.org/statusnet/url/359

SEITAN ALLE MANDORLE CON RISO - Ingredienti: 4 fette di seitan (il mio è autoprodotto) 4 manciate di riso Roma 1 carota 1 peperone 2 zucchine 1 manciata di fagiolini 6-8 champignon 2 porri salsa di soia 70 g di mandorle pelate farina di riso qb peperoncino di cayenna in polvere (facoltativo) olio evo qb sale marino grosso integrale qb Procedimento: Mentre il riso bolle in pentola, con poco sale, preparo le verdure: taglio i peperoni a tocchetti, gli champignon a metà, zucchina e carota a rondelle, fagiolini a metà. Inizio a cuocere le verdure in modo separato e cercando di mantenerle croccanti. Non salo le verdure mentre cuociono, aggiungo solo l’olio, se necessario. Taglio a cubetti il seitan e lo passo nella farina mischiata a poco peperoncino. Faccio tostare le mandorle in padella, aggiungo olio e lascio rosolare il seitan, aggiungo in ultimo il porro tagliato finemente. Allungo eventualmente col il brodo vegetale (ho usato quello di cottura del seitan). Unisco le verdure in una sola padella e sfumo con salsa di soia, dispongo tutto nel piatto e lascio che ognuno si serva. Il riso l’ho portato a cottura semplicemente in acqua bollente salata, l’ho condito con poco olio evo. http://abcloud.org/statusnet/url/359



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/416

Sri Srimad Bhaktivedanta Narayana Gosvami Maharaja Who Did Not Attend Mangala Arati? [An excerpt from the Harikatha Festival in Wales: May 10, 1998] You have all come here from so many faraway places; you have spent so much money to come here. Some of you have come from India, and some of you have given up their jobs to come here – only to hear from me, and also to attend the classes of the devotees here. You should try to attend morning mangala-arati [*see endnote], Tulasi-parikrama (circumambulation of the sacred Tulasi plant), giving water to Tulasi, vandana (singing prayers), some kirtana, then breakfast, and then again hearing class from 10am to 12 noon. Then taking some rest, always chanting and remembering, and again attending our class in the evening up till 8 or 9pm. Then after class, you can chant by yourselves, and then take the remnants of Krsna’s prasada. Then you can sleep, continuing to chant and remember at that time as well, and then again begin all these devotional activities the next morning. I want to know who has not attended mangala-arati today. I want those who didn’t attend to hold up their hands. [Seeing many hands raised, Srila Maharaja says with an affectionate chastising tone:] Oh, so much thanks to you all. So much thanks to you, because you have spent so much money to come here. I don’t know what you were doing this morning. If you were chanting during mangala-arati – if you give me the explanation that, “I was chanting” – then my reply is, “You can chant before or after arati, and you can sleep before or after; no harm.” And if your explanation is, "Oh, we were busily chattering and prattling with each other,” then I will reply, “No harm; you can chatter and prattle after arati.” [Continuing with the same affectionate chastising tone mixed with sarcasm in his voice:] So, I am happy. I want to be like you, because as you have left all these things – chattering and prattling, and sleeping and talking. I cannot do as you have done. I want to be with Krsna in the same way as you, having given up all worldly things. I think that you are really renounced persons, like sannyasis, because for self-recreation and self-interest you can give up Krsna; so you are really very advanced. [The sarcasm ends here, but the affectionate chastisement continues.…] Those who are giving up everything for Krsna are really very selfish, so selfish, because they want to gain something – and you want to lose everything. Don’t be like this. You have wasted so much money. You have come here to be inspired for seven days. This Harikatha Festival is a time for training. We have seen in the police force that the recruits undergo training for one month, or six months. This is true in the field of law as well, and in practically every field there is some special training. So please understand that this festival is a special training for devotees, all kinds of devotees. Try to attend all the classes, and try to be very strong. If you are strong during my visit here, you will be strong forever. Even if you are alone, you will be very strong and qualified to teach others. How can a lazy man, a person who is not doing bhajana, help others? So think of this as a training period, and do not miss any of the devotional programs or functions. Otherwise, those who are managing will fine you. Do you know the meaning of ‘fine’? Actually, Krsna is the manager, and He will fine you. He has the authority to fine you, and He also has the power and authority to punish you. Hare Krsna. *Endnotes: [Mangala-arati definition – the daily predawn worship ceremony honoring the Deity of the Supreme Lord, which brings auspiciousness (mangala) to the performer.] [So this arcana-paddhati, the devotional service, although we have got this material body, under the direction of sastra, under the direction of spiritual master, we are working, we are trying to serve God, Krsna. So that service is as good as the service in the spiritual world. There is no difference. Just like... The example is: just like you have got a green mango. Green mango. So the green mango is not so tasteful, but when it is ripe, it is tasteful. The mango is not different. The same mango. You wait. You wait for the time when it is ripened; you will taste it, nice. Similarly, in the beginning, in the neophyte stage, when we say, “You must rise early in the morning, you offer mangala-arati, you do this, you take your bath,” these things, because we are not ripened, in the neophyte stage, these things appear to be botheration, not tasteful. But you have to do it under the order of the spiritual master and the order of the sastras. Because unless you practice, how you can... But when it is ripened by practicing, practicing, when one is accustomed... Say by practicing he develops love for God. Then, when he’s in love for God, he cannot do without it. Automatically he will rise early in the morning, automatically he’ll do everything. It is simply the question of time to arrive to that ripened stage. (lecture by Srila Prabhupada Bhaktivedanta Svami Maharaja, August 17, 1971)] [People still, in India, those who are rich men, they have got their family temple Deities. One temple is there in Kanpur. The family members, they are very rich. The rule is that if the family members do not come in the temple to offer obeisances to the Deity, they’ll be fined. The mother, the head of the family... Mother is still living. She has imposed this law, that “Any of my children or grandchildren, if he or she does not visit the temple, then according to this rule, this fine should be realized from them.” So if somebody misses to go in the temple one day, the priest presents the bill: “Sir, you have been fined five rupees.” So they pay. Yes. So we should also enforce that rule. Anyone who is not attending mangala-arati should be fined. (laughter) And the fine should be that he must sell one Krsna book. Is that all right? (Srila Prabhupada’s lecture of June 1, 1972)] http://abcloud.org/statusnet/url/358

Sri Srimad Bhaktivedanta Narayana Gosvami Maharaja Who Did Not Attend Mangala Arati? [An excerpt from the Harikatha Festival in Wales: May 10, 1998] You have all come here from so many faraway places; you have spent so much money to come here. Some of you have come from India, and some of you have given up their jobs to come here – only to hear from me, and also to attend the classes of the devotees here. You should try to attend morning mangala-arati [*see endnote], Tulasi-parikrama (circumambulation of the sacred Tulasi plant), giving water to Tulasi, vandana (singing prayers), some kirtana, then breakfast, and then again hearing class from 10am to 12 noon. Then taking some rest, always chanting and remembering, and again attending our class in the evening up till 8 or 9pm. Then after class, you can chant by yourselves, and then take the remnants of Krsna’s prasada. Then you can sleep, continuing to chant and remember at that time as well, and then again begin all these devotional activities the next morning. I want to know who has not attended mangala-arati today. I want those who didn’t attend to hold up their hands. [Seeing many hands raised, Srila Maharaja says with an affectionate chastising tone:] Oh, so much thanks to you all. So much thanks to you, because you have spent so much money to come here. I don’t know what you were doing this morning. If you were chanting during mangala-arati – if you give me the explanation that, “I was chanting” – then my reply is, “You can chant before or after arati, and you can sleep before or after; no harm.” And if your explanation is, "Oh, we were busily chattering and prattling with each other,” then I will reply, “No harm; you can chatter and prattle after arati.” [Continuing with the same affectionate chastising tone mixed with sarcasm in his voice:] So, I am happy. I want to be like you, because as you have left all these things – chattering and prattling, and sleeping and talking. I cannot do as you have done. I want to be with Krsna in the same way as you, having given up all worldly things. I think that you are really renounced persons, like sannyasis, because for self-recreation and self-interest you can give up Krsna; so you are really very advanced. [The sarcasm ends here, but the affectionate chastisement continues.…] Those who are giving up everything for Krsna are really very selfish, so selfish, because they want to gain something – and you want to lose everything. Don’t be like this. You have wasted so much money. You have come here to be inspired for seven days. This Harikatha Festival is a time for training. We have seen in the police force that the recruits undergo training for one month, or six months. This is true in the field of law as well, and in practically every field there is some special training. So please understand that this festival is a special training for devotees, all kinds of devotees. Try to attend all the classes, and try to be very strong. If you are strong during my visit here, you will be strong forever. Even if you are alone, you will be very strong and qualified to teach others. How can a lazy man, a person who is not doing bhajana, help others? So think of this as a training period, and do not miss any of the devotional programs or functions. Otherwise, those who are managing will fine you. Do you know the meaning of ‘fine’? Actually, Krsna is the manager, and He will fine you. He has the authority to fine you, and He also has the power and authority to punish you. Hare Krsna. *Endnotes: [Mangala-arati definition – the daily predawn worship ceremony honoring the Deity of the Supreme Lord, which brings auspiciousness (mangala) to the performer.] [So this arcana-paddhati, the devotional service, although we have got this material body, under the direction of sastra, under the direction of spiritual master, we are working, we are trying to serve God, Krsna. So that service is as good as the service in the spiritual world. There is no difference. Just like... The example is: just like you have got a green mango. Green mango. So the green mango is not so tasteful, but when it is ripe, it is tasteful. The mango is not different. The same mango. You wait. You wait for the time when it is ripened; you will taste it, nice. Similarly, in the beginning, in the neophyte stage, when we say, “You must rise early in the morning, you offer mangala-arati, you do this, you take your bath,” these things, because we are not ripened, in the neophyte stage, these things appear to be botheration, not tasteful. But you have to do it under the order of the spiritual master and the order of the sastras. Because unless you practice, how you can... But when it is ripened by practicing, practicing, when one is accustomed... Say by practicing he develops love for God. Then, when he’s in love for God, he cannot do without it. Automatically he will rise early in the morning, automatically he’ll do everything. It is simply the question of time to arrive to that ripened stage. (lecture by Srila Prabhupada Bhaktivedanta Svami Maharaja, August 17, 1971)] [People still, in India, those who are rich men, they have got their family temple Deities. One temple is there in Kanpur. The family members, they are very rich. The rule is that if the family members do not come in the temple to offer obeisances to the Deity, they’ll be fined. The mother, the head of the family... Mother is still living. She has imposed this law, that “Any of my children or grandchildren, if he or she does not visit the temple, then according to this rule, this fine should be realized from them.” So if somebody misses to go in the temple one day, the priest presents the bill: “Sir, you have been fined five rupees.” So they pay. Yes. So we should also enforce that rule. Anyone who is not attending mangala-arati should be fined. (laughter) And the fine should be that he must sell one Krsna book. Is that all right? (Srila Prabhupada’s lecture of June 1, 1972)] http://abcloud.org/statusnet/url/358



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/415

oggi di JagannathEdition nasce anche la pagina Fb http://abcloud.org/statusnet/url/357

oggi di JagannathEdition nasce anche la pagina Fb http://abcloud.org/statusnet/url/357



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/414

JagannathEdition

tutti i libri



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/bookmark/4b045fc9-3769-439a-9a83-1720300bac6b

sabato 27 aprile 2013

Rotoveg bigusto (e oggi forse diretta radio)


Ingredienti per lo strato di ceci:


1 scatola di ceci bio


1 spicchio di aglio


1 cucchiaio di olio evo


rosmarino qb


sale qb


1 bicchiere e 1/2 di acqua


2 cucchiaini di agar agar


viaRotoveg bigusto – Ricette Vegan – Vegane – Cruelty Free.


oggi forse diretta radio sul Canale1 (http://www.abcloud.org/soleluna) dalle 12 alle 15, che ne dite? 0553989788 per telefonare in diretta, se la diretta si farà (se si farà, ripeto, si farà dalle 12 alle 15 e, quindi, telefonate in diretta solo tra le 12:30 e le 13 e tra le 14 e le 14:30 per cortesia, grazie)








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/04/27/rotoveg-bigusto-e-oggi-forse-diretta-radio/

venerdì 26 aprile 2013

Boston: una prova generale?


Ad oggi – una settimana dopo l’attentato alla maratona – gli avvenimenti di Boston continuano ad avere molti punti oscuri mentre emergono nuovi elementi che contraddicono le spiegazioni del mainstream. Ma è soprattutto l’incredibile sceneggiata della caccia all’uomo a far pensare a qualcosa d’altro che non ad una semplice ricerca dei colpevoli.


di Piero Cammerinesi (corrispondente dagli USA di Coscienzeinrete Magazine e Altrainformazione)


Nella peggiore tradizione cinematografica cui Hollywood ci ha abituato, abbiamo assistito nei giorni scorsi allo spettacolo di una città – Boston – completamente blindata, con il coprifuoco, da cui nessuno poteva uscire né entrare. Proprio Boston – la città da cui è partita la rivoluzione americana contro il potere dei reali d’Inghilterra, sarà un caso? – il primo germe della Land of the Free, è diventata ostaggio di CIA ed FBI, sotto legge marziale e con irruzioni violente nelle case private. 9.000 uomini – comprese le famigerate forze speciali SWAT – pesantemente armati hanno paralizzato completamente la città in una caccia all’uomo in cui i ricercati sono stati indicati aprioristicamente come colpevoli dell’atto terroristico, dando così la stura a una nuova ondata di islamofobia.


Un esperimento di legge marziale e di occupazione militare di un’intera città.


viaBoston: una prova generale? – ALTRO GIORNALE.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/04/26/boston-una-prova-generale/

giovedì 25 aprile 2013

Insalata di pere e radicchio | Patrizia Vaier vegetarianmode http://abcloud.org/statusnet/url/356

Insalata di pere e radicchio | Patrizia Vaier vegetarianmode http://abcloud.org/statusnet/url/356



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/412

Oggi diretta su YogaNetworkTV

25 aprile alle 19,00 Nella Toscano ed Elvira Grilli andranno in onda.http://youtube.com/yoganetworktv

"25 aprile 2013 la resistenza continua".









via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/04/25/oggi-diretta-su-yoganetworktv/

Impegnati a conoscere le tue priorità e rivedile ogni giorno. Il segreto è il cambiamento dentro di noi proprio delle priorità. Scegli un orario ben preciso e per trenta giorni, ogni giorno alla stessa ora, scrivi le 10 priorità della tua giornata. Dopo un mese, sfogliando le tue note vedrai la linea evolutiva delle necessità che si mostreranno altalenanti e da questo evidenzierai un grafico dal quale capirai che ciò che è importante oggi può non esserlo anche solo domani. E da questa considerazione l'inutilità della disperazione è palese. È un esercizio utile, non sottovalutarlo, non darlo per scontato il risultato, sarai sorpreso. Buona giornata Haribol

Impegnati a conoscere le tue priorità e rivedile ogni giorno. Il segreto è il cambiamento dentro di noi proprio delle priorità. Scegli un orario ben preciso e per trenta giorni, ogni giorno alla stessa ora, scrivi le 10 priorità della tua giornata. Dopo un mese, sfogliando le tue note vedrai la linea evolutiva delle necessità che si mostreranno altalenanti e da questo evidenzierai un grafico dal quale capirai che ciò che è importante oggi può non esserlo anche solo domani. E da questa considerazione l'inutilità della disperazione è palese. È un esercizio utile, non sottovalutarlo, non darlo per scontato il risultato, sarai sorpreso. Buona giornata Haribol



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/411

mercoledì 24 aprile 2013

Carbonara saracena con broccoli


Ingredienti:


200 g di pasta


farina di ceci


farina di grano saraceno


porro


acqua


cavolfiore lessato


lievito alimentare


curcuma


viaCarbonara saracena con broccoli – Ricette Vegan – Vegane – Cruelty Free.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/04/24/carbonara-saracena-con-broccoli/

martedì 23 aprile 2013

Muscolo di grano | Patrizia Vaier vegetarianmode http://abcloud.org/statusnet/url/355

Muscolo di grano | Patrizia Vaier vegetarianmode http://abcloud.org/statusnet/url/355



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/410

Muscolo di grano

Muscolo di grano non necessita di frigo, mantenendo una

conservazione di 12 mesi.

Gli ingredienti che utilizziamo sono semplici ed Ogm free.

Muscolo di grano è un Prodotto Biologico Certificato.

In allegato foto, descrizione ed articolo di recente pubblicazione in una

nota rivista Nazionale su una ricetta di un famoso Chef Italiano.


Un Cordiale saluto

Team Muscolo di grano

http://www.muscolodigrano.it


119 0079 100 0029 foto bistecca fa la cosa giusta 2013 008 ccf05042013 00003 fa la cosa giusta 2013 004 ccf05042013 00002 dsc00964 degustazioni muscolo di grano 21

MUSCOLO descrizione.docx








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/04/23/muscolo-di-grano/

Vivere (felici) con 500 euro

Carlo Bonaccorsi.


Carlo Bonaccorsi.



Quando può si premia con un viaggio, ovviamente low cost. Il resto del tempo lo dedica alla fidanzata, ai mille hobby e a un’intensa ricerca dell’offerta più conveniente al supermercato. Ha una macchina che ha 13 anni nel motore – ma sta pensando di sbarazzarsene – e una piccola rendita di 500 euro con cui vivere. Lavoro? Nemmeno a parlarne. Nessun impiego, dopo quello in una ditta dell’aeroporto di Fiumicino che ha lasciato a inizio 2008.

«MOLLO TUTTO E CAMBIO VITA». Carlo Bonaccorsi sembra felice e sereno. E aLettera43.it racconta di come, giunto sulla soglia dei 50 anni, ha deciso di tradurre in pratica le classiche chiacchiere da bar. Quelle del tipo: «Mollo tutto e cambio vita».


Carlo ha cambiato tutto il primo gennaio del 2008. «Ho capito che non mi importava nulla di quello che facevo, che mi ero rotto di passare le ore sul raccordo anulare nel traffico per andare e tornare dal lavoro. Ho fatto due calcoli e ho capito che potevo farcela, ho preso il coraggio a due mani e ho mollato tutto».

OGNI MESE 500 EURO DI ENTRATE. La sua esperienza è anche diventata un blog, www.500euroalmese.com. Una pagina su cui dispensa consigli sul risparmio: da come viaggiare in treno con meno di 10 euro a come aggiustarsi da soli gli elettrodomestici.


«Alla fine la mia vita non è tanto diversa da quella di chi guadagna 1.200 euro al mese», assicura, «e ha un mutuo di 600. Solo che invece di affannarmi a lavorare stressandomi, io sono felice».


continua su http://goo.gl/xkFjl


altro materiale:


Vivere con meno https://vimeo.com/43014768

500 euro al mese Blog http://www.500euroalmese.com

Vivere in 5 con 5 euro al giorno Blog http://natural-mente-stefy.blogspot.it








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/04/23/vivere-felici-con-500-euro/

lunedì 22 aprile 2013

Spezzatino di seitan e funghi


Ingredienti:


200 g di seitan


10 funghi champignon medio-grandi


1 cipolla


5 pomodorini Piccadilly


salsa di soia


aglio in polvere


peperoncino


insaporitore per brodo vegetale


olio evo


sale


viaSpezzatino di seitan e funghi – Ricette Vegan – Vegane – Cruelty Free.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/04/22/spezzatino-di-seitan-e-funghi/

Epilogo: l’Aggressione e le sue Alternative nel Condurre le Relazioni Internazionali


di John E. Mack, M.D.


Molto prima che le superpotenze nucleari iniziassero ad estendere la loro competizione nello spazio, Bertrand Russell (1959) scrisse, “Quando leggo di piani per contaminare i cieli per i litigi degli agglomerati animati che portano disgrazia ad un certo pianeta, non posso fare altro che sentire che gli uomini artefici di questi piani sono colpevoli di una sorta di empietà” (p.19). Le parole di Russell ci dirigono ad una dinamica centrale, l’arroganza del potere delle nazioni spiritualmente alla deriva, terrorizzate dall’energia distruttiva che i loro scienziati hanno liberato dalle particelle di materia. L’auto-glorificazione delle nazioni è alle radici della guerra, la convinzione che “sia giusto perseguire gli interessi della propria nazione, anche se possono essere in conflitto con quelle degli altri” (Russell, p.78). La proclamazione di superiorità e di speciali diritti, interessi e virtù è tollerata, persino applaudita, quando avanzata da leaders e cittadini di collettività nazionali, mentre tali comportamenti o attitudini sarebbero ritenute inaccettabili se espresse da individui.


viaEpilogo: l’Aggressione e le sue Alternative nel Condurre le Relazioni Internazionali – ALTRO GIORNALE.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/04/22/epilogo-laggressione-e-le-sue-alternative-nel-condurre-le-relazioni-internazionali/

Incontri di formazione/informazione Incredibol

In allegato il comunicato trasmesso dall’U.I. Progetti intersettoriali, innovazione e lavoro, coordinamento eventi, promozione del territorio, relativo ad un ciclo di incontri di formazione all’interno del Progetto Incredibol.

Il primo incontro verterà su costituzione, gestione e modalità di finanziamento di una associazione. Relatore sarà Andrea Bonaveri, Dottore Commercialista che svolge servizio presso lo sportello informativo dell’Ufficio Terzo Settore della Provincia di Bologna.


comunicato incontri informazione Incredibol.pdf









via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/04/22/incontri-di-formazioneinformazione-incredibol/

Sono e resto un uomo di sinistra – di Stefano Rodotà


Incostituzionale il Movimento 5Stelle? Ma, se vogliamo fare l’esame del sangue di costituzionalità, dobbiamo partire dai partiti che saranno nell’imminente governo o maggioranza. Che dire della Lega, con le minacce di secessione, di valligiani armati, di usi impropri della bandiera, con il rifiuto della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, con le sue concrete politiche razziste e omofobe? È folklore o agire in sé incostituzionale? E tutto quello che ha documentato Repubblica


nel corso di tanti anni sull’intrinseca e istituzionale incostituzionalità dell’agire dei diversi partiti berlusconiani? Di chi è la responsabilità del nostro andare a votare con una legge elettorale viziata di incostituziona-lità, come ci ha appena ricordato lo stesso presidente della Corte costituzionale? Le dichiarazioni di appartenenti al Movimento 5Stelle non si sono mai tradotte in atti che possano essere ritenuti incostituzionali, e il loro essere nel luogo costituzionale per eccellenza, il Parlamento, e il confronto e la dialettica che ciò comporta, dovrebbero essere da tutti considerati con serietà nella ardua fase di transizione politica e istituzionale che stiamo vivendo.


viaSono e resto un uomo di sinistra – Repubblica.it.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/04/22/sono-e-resto-un-uomo-di-sinistra-di-stefano-rodota/

Marmellata di zucca e arance | Patrizia Vaier vegetarianmode http://abcloud.org/statusnet/url/354

Marmellata di zucca e arance | Patrizia Vaier vegetarianmode http://abcloud.org/statusnet/url/354



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/409

I consigli per un’abbronzatura sana http://abcloud.org/statusnet/url/353

I consigli per un’abbronzatura sana http://abcloud.org/statusnet/url/353



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/408

Risotto alle fragole e sangiovese http://abcloud.org/statusnet/url/352

Risotto alle fragole e sangiovese http://abcloud.org/statusnet/url/352



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/407

domenica 21 aprile 2013

Penso spesso a cosa mi manca ma sorrido soddisfatta quasi sempre perché penso di essere fortunata ad avere tutto ciò che desidero, frutto delle mie forze. Eppure oggi mi è venuto in mente che avrei voluto sentire almeno una volta nella mia vita: "Non preoccuparti, ci penso io." C'est la vie ❤ Haribol

Penso spesso a cosa mi manca ma sorrido soddisfatta quasi sempre perché penso di essere fortunata ad avere tutto ciò che desidero, frutto delle mie forze. Eppure oggi mi è venuto in mente che avrei voluto sentire almeno una volta nella mia vita: "Non preoccuparti, ci penso io." C'est la vie ❤ Haribol



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/406

Sri Srimad Bhaktivedanta Narayana Gosvami Maharaja THE POWERS OF AN EKADASI FAMILY [An eye-opening first-time-published discourse, given in Badger, California, on June 20, 1998:] Today is Ekadasi. I have discussed about before that we have eleven (ekadasa is the Sanskrit word for eleven) senses including the mind. By Ekadasi, we will always want to be near to the Supreme Personality of Godhead. [On the previous Ekadasi, which was June 5th, Srila Narayana Gosvami Maharaja said, “This is called upa (near)-vasa (residing).” Upavasa is generally taken to mean ‘fasting,’ but here Srila Maharaja is giving the deeper meaning - ed.] If all of our senses are serving the Supreme Lord, the mind is remembering Him, the ears are hearing His hari-katha, the eyes are seeing the Deities, the head is offering obeisance to the Bhagavatam, the devotees, and the Deities, the hands are performing arcana,the tongue is speaking hari-katha and singing kirtana, the feet are walking here – this is now a strong and sacred tirtha, where hari-katha is going on– you will surely be with the Supreme Godhead. There are two gains in this: external and internal. On this very day, until the full moon or new moon day, if you go to the ocean you will see very high waves. Why? The moon has some concern with water. We have water in our bodies. If you do not control what you eat and drink on the Ekadasi day (the eleventh day of the full and new moon), then whatever disease you have may increase from Ekadasi up to the full moon or new moon. If you fully fast, the moon will have no bad effect, but if you are taking grains, chappatis, bread, and too much water, then it will have an effect. You can take the accounts in big hospitals and see that so many more patients die from Ekadasi to the full moon or new moon day, and after that it is 'normal' again. If you are not eating anything you are not supposed to eat, then all things will be controlled and a good effect will come. Your body will be very strong, healthy, and light, and your digestion will be okay. On the other hand, if you are eating bread, for example, it acts like blotting paper. If you drink water, it will pass out of the body as urine or sweat, just as if you pour water on a stone, cloth, or oil – it will go away; but if you put a heap of cotton in water, that cotton will take days to dry. Even if you squeeze that ball of cotton, it will still contain some water. [June 5th: Not following Ekadasi will be harmful to us. On Ekadasi the moon comes closer to the Earth, and therefore it attracts water from everywhere – from the sea, from the river, from our bodies, and so on. If one takes any grains on this day, the grains become like blotting-paper. If you drink water, the water will very soon pass out from the body. However, if you take grains and water together, the grains become like blotting paper or cotton and hold the water. Even if you squeeze the cotton, some water will remain. Similarly, if you eat any grain, that grain becomes like a sponge; it will hold a lot of water. The moon will attract that water and all your diseases will increase. You can see this in the sea or ocean. At this time there are high tides and the waves also become very high.] Our rsis (sages) were realized in these topics –both materially and spiritually. It has been told that we should not take any grain on Ekadasi. If by not taking grains you become hungry and if you are a male or female of Kali-yuga, then no harm, you can take water or juice; but not at every minute: first grape juice, then rabadi, then malai, then mango juice, then apple juice, and after that very, very good chappatis with potato flour – eating, eating, and eating. This will have a bad effect on that Ekadasi day. You can take water twice a day on Ekadasi. Or, if you can't just do that, you can also take fruits and vegetables once in the evening. If you are feeling weak, then you can take water and a little food two times. But don't take much, otherwise you will not get the fruit of Ekadasi. Externally, for worldly reasons, this fasting is good for your health. Also, for poor persons, if one drinks water and take nothing else on that Ekadasi day, they don't have to spend money. If one takes so many things, like juice and dried fruits, it will cost so much. For your increased spiritual advancement on Ekadasi, if you hear the holy name, chant and remembering Krsna, and hear Srimad-Bhagavatam in the assembly of devotees, you will quickly develop krsna-prema. For us fallen conditioned souls, Krsna has personally become Ekadasi. Ekadasi has no consideration of caste or creed. For example, it is not that Ekadasi will give its fruit only to someone who is initiated by Srila Bhaktisiddhanta Sarasvati Thakura. If anyone, irrespective of caste or creed or any designation follows Ekadasi, he will gain internally and externally. You may already know the history of Ambarisa Maharaja, so I won’t speak much about it now. He engaged in worldly affairs. He was not a renounced sannyasi or brahmacari. He was a great ruler, a king, with a wife and children. He had a large treasury, an army, and so many commanders and priests, but he was superior to Durvasa Rsi, a brahma-jnani. If Durvasa Rsi would curse anyone to die, that person would die; and if anyone had died, then he could sprinkle water on them and say, “Come on, come on, why are you sleeping?” And that person would immediately return to life. But Maharaja Ambarisa defeated Durvasa Rsi. Amabarisa Maharaja considered, “I will have to give honor to Ekadasi, not to any brahma-jnani or yogi.” He wanted to honor both, but when there was a contraction, he preferred that Ekadasi should be more honored than this class of brahmana. You may also know the history of Rukmanga and Dharmanga. Rukmanga was a king, a very big emperor, and his son’s name was Dharmangaa. He was accustomed to fully observing Ekadasi. He would not eat anything the night before Ekadasi, then he would fully fast on Ekadasi, and on the third day he would take some mahaprasadam as parana(the breaking of the fast) after honoring all Vaisnavas and worshipping Krsna, and after that he would fast the rest of the day. He did not sleep for three nights, and he would continually chant and remember the Lord. This is full Ekadasi. In Kali-yuga it is not possible to follow that; this was perhaps in Satya-yuga. Some concessions have been given in Kali-yuga, but don't take undue advantage of this. Try to follow as much as you can. Rukmanga was not only practicing Ekadasi in that way, but he would make an announcement throughout his kingdom on the day before, that all his subjects should obey him and observe Ekadasi – and all would do so. When the king became older at about fifty years of age, he gave his kingdom and position to his son, as he wanted to go into the dense forest to fully chant and remember Krsna. In the forest he was practicing all his spiritual duties, but one day a very beautiful, half-naked, teenage girl came along – playing and picking flowers. Seeing her standing practically in front of him, the king said to her, “You are so beautiful. Who are you, and why have you come here?” She replied, “I have been searching for a husband, but I have not found anyone in the world to marry. Now I have seen you, who are so beautiful; and even though your age is more than fifty years, you look young, like a youth of sixteen. I want to marry you.” The King told that girl, “I have left all these material things. But you are so beautiful, so I will not neglect you. I want to marry you as well.” She said, “If we marry, we will have to return to the kingdom, you will again have to be king, and you will have to obey me.” “No problem,” he replied, “I will obey you.” Then she said, “If you do not obey me, I will at once divorce you.” The King assured her, “I will try to always obey you. I will not neglect you.” He sent a message to his son, “I am returning with my new wife.” When his son heard this, he became joyful, thinking, “Now my father is coming.”He called to his mother, “Mother, the king is coming with his new married wife. You should not think you are the queen. You should treat her like your older sister and try to serve them both. I will also try to do this.” This is hard to follow nowadays. If a wife sees her husband smiling and speaking to another girl, especially a young beautiful teenage girl, she will become upset, thinking, “What to do?! What to do?! ”Then, if she again sees this, she may commit suicide, or she may give poison to her husband and his beloved as well. All intelligence disappears at that time. But here, when the king came with his new bride, the first queen and her son personally performed arati to them both. She took the king’s foot-dust and told him, “I am your dasi, your maidservant.” She continued to serve them as the king and queen. She fully gave up her false ego that, ‘I am queen.’ She always gave preference to them. We should try to be a wife like this. If your husband is talking or smiling with another, what harm is it to you? Is there any harm if he loves both you and another lady? Krsna had so many queens. Rukmini did not object, nor did Satyabhama. Satyabhama used to have maan with Krsna, but not towards her sisters. Moreover, this was transcendental. When the next Ekadasi was about to come, the king's son Darmangada went out to declare everywhere, “Tomorrow is Ekadasi. All of you please obverse it.” The new queen heard this and told her husband, “What is this silly thing? What is Ekadasi? I will not follow it, and you should also not follow it. A king should be smart and strong, and if you fast, then you will be too weak to control the kingdom.” The king replied, “I cannot give up Ekadasi. I must observe it, and I am asking you to try to observe it.” She said, “I am calling all the brahmanas, and if they say that the king should observe Ekadasi, then you can observe it. If they say that there are no rules and regulations in sastra for a king or ruler to observe Ekadasi, then you will have to give it up.” He agreed, “Yes, invite them.” All the brahmanas came, but she had bribed them the night before. Especially in Kali-yuga, brahmanas have become very greedy. They will give up their brahminical principles even if you give them a few Indian rupees. These brahmanas were also greedy, and because they were given so many golden coins, they declared, “A king should not observe Ekadasi. Everywhere in sastra – in the Gita, Srimad-Bhagavatam, or the Puranas – it has been told that Ekadasi is only for widows, for those who are old and cannot digest or sit properly, and for those who are going to die and have nothing to do. A married lady whose husband is alive should not follow, and little boys and girls should also not follow. Only widows should follow. For rulers, for a king like you, there is no need to follow Ekadasi.”That girlbecame so happy and said, “You should follow the brahmanas.” The king argued, “None of them are true brahmanas. I will not follow them. I know they are greedy, and they don't know scripture.” She replied, “I am going to give you up and return to my father.” The king agreed, “You can go, no harm.” When that new queen was ready to leave, the first queen came, fell at her feet, and asked, “Why are you doing this? You are my sister, so I would like to give you a good suggestion. Try to obey your husband. He has been following Ekadasi since his childhood, and cannot give it up.” The girl replied, “I can obey, but on one condition. If you and the king will kill your son and give his head to me on a golden plate as a gift, I will then allow the king to observe Ekadasi.” The first queen became very happy and told the king, “I am your good wife, so please obey me also. After ten, twenty, or a hundred years my son will die. So if we make this sacrifice in relation to following Ekadasi, we will be the ideal example for the entire world, for all time.” Hearing this, the king replied, “I don't want a wife like her. She should go away.” Somehow his first wife pacified him and he became ready. The son now became happy, thinking. “My life is successful, because I am serving my father and mother. In fact I am serving two mothers.” Now, when the father and mother came to cut off the son's head, that girl was at once changed into a Deity, and a manifestation of Krsna, Dharmaraja appeared there. Holding up his hand, he said, “Don't do this. I sent this girl to test you, and you have passed the examination.” That girl then declared, “I want one thing. You passed the examination, but if anyone will take a grain on Ekadasi, or if he eats beyond what he should be eating, the fruit of his good activities (karma) will come to me. I will gain that. If anyone is taking grains on Ekadasi, all kind of sinful reactions will come to that person, and his all good karma will come to me.” That lady was Mohini-devi. We are not realizing this fact – how gainful it is to follow Ekadasi. Ekadasi is the mother of bhakti. If anyone observes Ekadasi in the right way, bhakti automatically will come. Whether one is a Vaisnava or not, if he observes Ekadasi, surely he will advance in bhakti and become happy. Therefore, on Ekadasi, by all the ekadasa (eleven) senses, we can engage in: sravanam kirtanam visnoh smaranam pada-sevanam arcanam vandanam dasya sakhyam atma-nivedanam (Srimad-Bhagavatam, 7.5.23)] [Prahlada Maharaja said: “Hearing and chanting about the transcendental holy name, form, qualities, paraphernalia and pastimes of Lord Visnu, remembering them, serving the lotus feet of the Lord, offering the Lord respectful worship with sixteen types of paraphernalia, offering prayers to the Lord, becoming His servant, considering the Lord one’s best friend, and surrendering everything unto Him (in other words, serving Him with the body, mind and words)—these nine processes are accepted as pure devotional service.”] One can practice the sixty-four kinds of bhakti on Ekadasi day, thinking, “I will take leave from my office and worldly affairs, in the morning performing arati and until the night not engaging in any worldly activities, not taking any grains, and always reading and hearing Bhagavatam.” Certainly he will gain from this. In India, one day, I saw that a cow was dying but her soul was not leaving her body. Her stomach was swollen, her eyes were full of tears, and she was so sad. Many persons were looking on, but doing nothing. An elderly lady-disciple of mine was passing by and saw her. She at once came to me, weeping, and told me, “This cow is not dying, and not living.” What should I do?” I asked her, “Have you followed many Ekadasis?” She said, “Yes, so many.” I said, “How many?” She replied, “On the Ekadasi day, since childhood I have been fully fasting and also not sleeping in the night.” In Mathura, even little boys and girls fast fully –taking no water or grain or anything else. I said, “Can you give the fruit of one of your Ekadasis to that cow?” She said, “O surely.” I said, “Tell that cow in her ear, ‘O Mother cow, I am giving the fruit of one of my Ekadasis to you. Please take it.’”As soon as she did that, the cow looked towards her and then immediately left her body. All were in wonder, thinking,“Oh, how quickly it has been done.” She also chanted to that cow: “Hare Krsna Hare Krsna Krsna Krsna Hare Hare, Hare Rama Hare Rama Rama Rama Hare Hare,” and gave her tulasi leaves and Ganga water in her mouth. http://abcloud.org/statusnet/url/351

Sri Srimad Bhaktivedanta Narayana Gosvami Maharaja THE POWERS OF AN EKADASI FAMILY [An eye-opening first-time-published discourse, given in Badger, California, on June 20, 1998:] Today is Ekadasi. I have discussed about before that we have eleven (ekadasa is the Sanskrit word for eleven) senses including the mind. By Ekadasi, we will always want to be near to the Supreme Personality of Godhead. [On the previous Ekadasi, which was June 5th, Srila Narayana Gosvami Maharaja said, “This is called upa (near)-vasa (residing).” Upavasa is generally taken to mean ‘fasting,’ but here Srila Maharaja is giving the deeper meaning - ed.] If all of our senses are serving the Supreme Lord, the mind is remembering Him, the ears are hearing His hari-katha, the eyes are seeing the Deities, the head is offering obeisance to the Bhagavatam, the devotees, and the Deities, the hands are performing arcana,the tongue is speaking hari-katha and singing kirtana, the feet are walking here – this is now a strong and sacred tirtha, where hari-katha is going on– you will surely be with the Supreme Godhead. There are two gains in this: external and internal. On this very day, until the full moon or new moon day, if you go to the ocean you will see very high waves. Why? The moon has some concern with water. We have water in our bodies. If you do not control what you eat and drink on the Ekadasi day (the eleventh day of the full and new moon), then whatever disease you have may increase from Ekadasi up to the full moon or new moon. If you fully fast, the moon will have no bad effect, but if you are taking grains, chappatis, bread, and too much water, then it will have an effect. You can take the accounts in big hospitals and see that so many more patients die from Ekadasi to the full moon or new moon day, and after that it is 'normal' again. If you are not eating anything you are not supposed to eat, then all things will be controlled and a good effect will come. Your body will be very strong, healthy, and light, and your digestion will be okay. On the other hand, if you are eating bread, for example, it acts like blotting paper. If you drink water, it will pass out of the body as urine or sweat, just as if you pour water on a stone, cloth, or oil – it will go away; but if you put a heap of cotton in water, that cotton will take days to dry. Even if you squeeze that ball of cotton, it will still contain some water. [June 5th: Not following Ekadasi will be harmful to us. On Ekadasi the moon comes closer to the Earth, and therefore it attracts water from everywhere – from the sea, from the river, from our bodies, and so on. If one takes any grains on this day, the grains become like blotting-paper. If you drink water, the water will very soon pass out from the body. However, if you take grains and water together, the grains become like blotting paper or cotton and hold the water. Even if you squeeze the cotton, some water will remain. Similarly, if you eat any grain, that grain becomes like a sponge; it will hold a lot of water. The moon will attract that water and all your diseases will increase. You can see this in the sea or ocean. At this time there are high tides and the waves also become very high.] Our rsis (sages) were realized in these topics –both materially and spiritually. It has been told that we should not take any grain on Ekadasi. If by not taking grains you become hungry and if you are a male or female of Kali-yuga, then no harm, you can take water or juice; but not at every minute: first grape juice, then rabadi, then malai, then mango juice, then apple juice, and after that very, very good chappatis with potato flour – eating, eating, and eating. This will have a bad effect on that Ekadasi day. You can take water twice a day on Ekadasi. Or, if you can't just do that, you can also take fruits and vegetables once in the evening. If you are feeling weak, then you can take water and a little food two times. But don't take much, otherwise you will not get the fruit of Ekadasi. Externally, for worldly reasons, this fasting is good for your health. Also, for poor persons, if one drinks water and take nothing else on that Ekadasi day, they don't have to spend money. If one takes so many things, like juice and dried fruits, it will cost so much. For your increased spiritual advancement on Ekadasi, if you hear the holy name, chant and remembering Krsna, and hear Srimad-Bhagavatam in the assembly of devotees, you will quickly develop krsna-prema. For us fallen conditioned souls, Krsna has personally become Ekadasi. Ekadasi has no consideration of caste or creed. For example, it is not that Ekadasi will give its fruit only to someone who is initiated by Srila Bhaktisiddhanta Sarasvati Thakura. If anyone, irrespective of caste or creed or any designation follows Ekadasi, he will gain internally and externally. You may already know the history of Ambarisa Maharaja, so I won’t speak much about it now. He engaged in worldly affairs. He was not a renounced sannyasi or brahmacari. He was a great ruler, a king, with a wife and children. He had a large treasury, an army, and so many commanders and priests, but he was superior to Durvasa Rsi, a brahma-jnani. If Durvasa Rsi would curse anyone to die, that person would die; and if anyone had died, then he could sprinkle water on them and say, “Come on, come on, why are you sleeping?” And that person would immediately return to life. But Maharaja Ambarisa defeated Durvasa Rsi. Amabarisa Maharaja considered, “I will have to give honor to Ekadasi, not to any brahma-jnani or yogi.” He wanted to honor both, but when there was a contraction, he preferred that Ekadasi should be more honored than this class of brahmana. You may also know the history of Rukmanga and Dharmanga. Rukmanga was a king, a very big emperor, and his son’s name was Dharmangaa. He was accustomed to fully observing Ekadasi. He would not eat anything the night before Ekadasi, then he would fully fast on Ekadasi, and on the third day he would take some mahaprasadam as parana(the breaking of the fast) after honoring all Vaisnavas and worshipping Krsna, and after that he would fast the rest of the day. He did not sleep for three nights, and he would continually chant and remember the Lord. This is full Ekadasi. In Kali-yuga it is not possible to follow that; this was perhaps in Satya-yuga. Some concessions have been given in Kali-yuga, but don't take undue advantage of this. Try to follow as much as you can. Rukmanga was not only practicing Ekadasi in that way, but he would make an announcement throughout his kingdom on the day before, that all his subjects should obey him and observe Ekadasi – and all would do so. When the king became older at about fifty years of age, he gave his kingdom and position to his son, as he wanted to go into the dense forest to fully chant and remember Krsna. In the forest he was practicing all his spiritual duties, but one day a very beautiful, half-naked, teenage girl came along – playing and picking flowers. Seeing her standing practically in front of him, the king said to her, “You are so beautiful. Who are you, and why have you come here?” She replied, “I have been searching for a husband, but I have not found anyone in the world to marry. Now I have seen you, who are so beautiful; and even though your age is more than fifty years, you look young, like a youth of sixteen. I want to marry you.” The King told that girl, “I have left all these material things. But you are so beautiful, so I will not neglect you. I want to marry you as well.” She said, “If we marry, we will have to return to the kingdom, you will again have to be king, and you will have to obey me.” “No problem,” he replied, “I will obey you.” Then she said, “If you do not obey me, I will at once divorce you.” The King assured her, “I will try to always obey you. I will not neglect you.” He sent a message to his son, “I am returning with my new wife.” When his son heard this, he became joyful, thinking, “Now my father is coming.”He called to his mother, “Mother, the king is coming with his new married wife. You should not think you are the queen. You should treat her like your older sister and try to serve them both. I will also try to do this.” This is hard to follow nowadays. If a wife sees her husband smiling and speaking to another girl, especially a young beautiful teenage girl, she will become upset, thinking, “What to do?! What to do?! ”Then, if she again sees this, she may commit suicide, or she may give poison to her husband and his beloved as well. All intelligence disappears at that time. But here, when the king came with his new bride, the first queen and her son personally performed arati to them both. She took the king’s foot-dust and told him, “I am your dasi, your maidservant.” She continued to serve them as the king and queen. She fully gave up her false ego that, ‘I am queen.’ She always gave preference to them. We should try to be a wife like this. If your husband is talking or smiling with another, what harm is it to you? Is there any harm if he loves both you and another lady? Krsna had so many queens. Rukmini did not object, nor did Satyabhama. Satyabhama used to have maan with Krsna, but not towards her sisters. Moreover, this was transcendental. When the next Ekadasi was about to come, the king's son Darmangada went out to declare everywhere, “Tomorrow is Ekadasi. All of you please obverse it.” The new queen heard this and told her husband, “What is this silly thing? What is Ekadasi? I will not follow it, and you should also not follow it. A king should be smart and strong, and if you fast, then you will be too weak to control the kingdom.” The king replied, “I cannot give up Ekadasi. I must observe it, and I am asking you to try to observe it.” She said, “I am calling all the brahmanas, and if they say that the king should observe Ekadasi, then you can observe it. If they say that there are no rules and regulations in sastra for a king or ruler to observe Ekadasi, then you will have to give it up.” He agreed, “Yes, invite them.” All the brahmanas came, but she had bribed them the night before. Especially in Kali-yuga, brahmanas have become very greedy. They will give up their brahminical principles even if you give them a few Indian rupees. These brahmanas were also greedy, and because they were given so many golden coins, they declared, “A king should not observe Ekadasi. Everywhere in sastra – in the Gita, Srimad-Bhagavatam, or the Puranas – it has been told that Ekadasi is only for widows, for those who are old and cannot digest or sit properly, and for those who are going to die and have nothing to do. A married lady whose husband is alive should not follow, and little boys and girls should also not follow. Only widows should follow. For rulers, for a king like you, there is no need to follow Ekadasi.”That girlbecame so happy and said, “You should follow the brahmanas.” The king argued, “None of them are true brahmanas. I will not follow them. I know they are greedy, and they don't know scripture.” She replied, “I am going to give you up and return to my father.” The king agreed, “You can go, no harm.” When that new queen was ready to leave, the first queen came, fell at her feet, and asked, “Why are you doing this? You are my sister, so I would like to give you a good suggestion. Try to obey your husband. He has been following Ekadasi since his childhood, and cannot give it up.” The girl replied, “I can obey, but on one condition. If you and the king will kill your son and give his head to me on a golden plate as a gift, I will then allow the king to observe Ekadasi.” The first queen became very happy and told the king, “I am your good wife, so please obey me also. After ten, twenty, or a hundred years my son will die. So if we make this sacrifice in relation to following Ekadasi, we will be the ideal example for the entire world, for all time.” Hearing this, the king replied, “I don't want a wife like her. She should go away.” Somehow his first wife pacified him and he became ready. The son now became happy, thinking. “My life is successful, because I am serving my father and mother. In fact I am serving two mothers.” Now, when the father and mother came to cut off the son's head, that girl was at once changed into a Deity, and a manifestation of Krsna, Dharmaraja appeared there. Holding up his hand, he said, “Don't do this. I sent this girl to test you, and you have passed the examination.” That girl then declared, “I want one thing. You passed the examination, but if anyone will take a grain on Ekadasi, or if he eats beyond what he should be eating, the fruit of his good activities (karma) will come to me. I will gain that. If anyone is taking grains on Ekadasi, all kind of sinful reactions will come to that person, and his all good karma will come to me.” That lady was Mohini-devi. We are not realizing this fact – how gainful it is to follow Ekadasi. Ekadasi is the mother of bhakti. If anyone observes Ekadasi in the right way, bhakti automatically will come. Whether one is a Vaisnava or not, if he observes Ekadasi, surely he will advance in bhakti and become happy. Therefore, on Ekadasi, by all the ekadasa (eleven) senses, we can engage in: sravanam kirtanam visnoh smaranam pada-sevanam arcanam vandanam dasya sakhyam atma-nivedanam (Srimad-Bhagavatam, 7.5.23)] [Prahlada Maharaja said: “Hearing and chanting about the transcendental holy name, form, qualities, paraphernalia and pastimes of Lord Visnu, remembering them, serving the lotus feet of the Lord, offering the Lord respectful worship with sixteen types of paraphernalia, offering prayers to the Lord, becoming His servant, considering the Lord one’s best friend, and surrendering everything unto Him (in other words, serving Him with the body, mind and words)—these nine processes are accepted as pure devotional service.”] One can practice the sixty-four kinds of bhakti on Ekadasi day, thinking, “I will take leave from my office and worldly affairs, in the morning performing arati and until the night not engaging in any worldly activities, not taking any grains, and always reading and hearing Bhagavatam.” Certainly he will gain from this. In India, one day, I saw that a cow was dying but her soul was not leaving her body. Her stomach was swollen, her eyes were full of tears, and she was so sad. Many persons were looking on, but doing nothing. An elderly lady-disciple of mine was passing by and saw her. She at once came to me, weeping, and told me, “This cow is not dying, and not living.” What should I do?” I asked her, “Have you followed many Ekadasis?” She said, “Yes, so many.” I said, “How many?” She replied, “On the Ekadasi day, since childhood I have been fully fasting and also not sleeping in the night.” In Mathura, even little boys and girls fast fully –taking no water or grain or anything else. I said, “Can you give the fruit of one of your Ekadasis to that cow?” She said, “O surely.” I said, “Tell that cow in her ear, ‘O Mother cow, I am giving the fruit of one of my Ekadasis to you. Please take it.’”As soon as she did that, the cow looked towards her and then immediately left her body. All were in wonder, thinking,“Oh, how quickly it has been done.” She also chanted to that cow: “Hare Krsna Hare Krsna Krsna Krsna Hare Hare, Hare Rama Hare Rama Rama Rama Hare Hare,” and gave her tulasi leaves and Ganga water in her mouth. http://abcloud.org/statusnet/url/351



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/405

Zucchine tonde ripiene


Ingredienti: 3 zucchine tonde – 1/2 cipolla – 1 spicchio di aglio – 4 pomodori secchi – 1 cucchiaio di lievito alimentare – 1 cucchiaino di purea di peperoni piccanti – 3 cucchiai di pangrattato – olio evo – sale, pepe


viaZucchine tonde ripiene – Ricette Vegan – Vegane – Cruelty Free.








via Cult of Soup http://provetecnichevarie.wordpress.com/2013/04/21/zucchine-tonde-ripiene/

Milano wait me please ❤ Haribol

Milano wait me please ❤ Haribol



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/404

sabato 20 aprile 2013

Panzerotti ripieni di broccoli e tofu http://abcloud.org/statusnet/url/350

Panzerotti ripieni di broccoli e tofu http://abcloud.org/statusnet/url/350



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/403

Riso basmati con spinaci al curry http://abcloud.org/statusnet/url/349

Riso basmati con spinaci al curry http://abcloud.org/statusnet/url/349



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/402

Oggi a casa, quasi contenta del brutto tempo :-) Relax in cucina Haribol

Oggi a casa, quasi contenta del brutto tempo :-) Relax in cucina Haribol



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/401

Non molto perché lavoro tutto il giorno e non posso ascoltare la radio mentre parlo, però lo faccio tutte le volte che posso. Ho comunque votato :-)

Non molto perché lavoro tutto il giorno e non posso ascoltare la radio mentre parlo, però lo faccio tutte le volte che posso. Ho comunque votato :-)



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/400

voted for "Un'oretta alla settimana"

voted for "Un'oretta alla settimana"



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/main/poll/response/e2de3917-ca69-480a-853f-1184c36a49f0

io quasi tutti i giorni! comunque ho votato

io quasi tutti i giorni! comunque ho votato



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/398

SMOOTHIE - Ingredienti: 200 ml di latte di soia 1/2 banana 1/2 bicchiere di frutti di bosco surgelati 1 cucchiaio di semi di lino tritati 3 cucchiai di yoghurt di soia (ai mirtilli) Procedimento: Basta buttare tutto (anche i frutti di bosco ancora surgelati) nel frullatore 1 minuto e via . Optional: aggiungere un cubetto di ghiaccio. http://abcloud.org/statusnet/url/348

SMOOTHIE - Ingredienti: 200 ml di latte di soia 1/2 banana 1/2 bicchiere di frutti di bosco surgelati 1 cucchiaio di semi di lino tritati 3 cucchiai di yoghurt di soia (ai mirtilli) Procedimento: Basta buttare tutto (anche i frutti di bosco ancora surgelati) nel frullatore 1 minuto e via . Optional: aggiungere un cubetto di ghiaccio. http://abcloud.org/statusnet/url/348



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/397

Green mind news

Green mind news



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/396

Una grande compagnia farmaceutica era quasi riuscita a far passare sotto silenzio una sbalorditiva ricerca su un anti-cancro naturale Alcuni tipi di cancro (colon, seno, prostata,ecc) sconfitti da una miracolosa pianta dell’ Amazzonia che è risultata essere 10.000 volte più potente di alcuni farmaci chemioterapici Da oggi il futuro del trattamento del cancro e le possibilità di sopravvivenza sembrano molto più promettenti che mai. Il merito va ad una pianta che cresce in Amazzonia, nelle foreste pluviali del sud America: la GRAVIOLA (Annona muricata). Molto probabilmente fra non molto tempo potremo cambiare opinione sulle possibilità di sconfiggere il cancro. Dagli estratti di questa potente pianta potrà essere possibile: Sconfiggere il cancro in tutta sicurezza con una terapia completamente naturale che non provoca nausea, perdita di peso e di capelli. Proteggere il sistema immunitario ed evitare infezioni fatali. Sentirsi più forti e sani durante tutto il corso del trattamento. Aumentare la propria energia e migliorare l’aspettativa di vita. Una grande e conosciuta industria farmaceutica statunitense per più di sette anni ha studiato e testato in laboratorio le proprietà della graviola. Non essendo riuscita a isolare e duplicare in una formula chimica brevettabile i due più potenti componenti della pianta e quindi non potendo trarre grandi profitti dalla vendita di un farmaco, l’azienda ha abbandonato il progetto evitando di rendere pubblico il risultato della ricerca. Siccome non si possono brevettare le sostanze naturali (giustamente, la natura appartiene a tutti, non se ne possono brevettare le meraviglie), uno studio clinico che comporta investimenti per milioni di dollari deve avere poi un suo ritorno economico dalla vendita dei prodotti; nessuna casa farmaceutica condurrà mai degli studi su sostanze che poi chiunque potrebbe coltivare o raccogliere per preparare il proprio rimedio personale. Fortunatamente uno dei ricercatori di quella compagnia, pur condividendone gli obiettivi di profitto, non poteva accettare la decisione di nascondere al mondo questo unico killer del cancro. Fu così che ascoltando la sua coscienza e rischiando la carriera decise di contattare e informare la Raintree Nutrition, una compagnia statunitense che si dedica alla ricerca, al raccolto e alla riforestazione di piante ed erbe nell’Amazzonia. La sua presidente è riuscita a guarire da una rara forma di leucemia proprio grazie alle piante della foresta pluviale. Durante le sue ricerche la Raintree Nutrution ha scoperto che anche il NATIONAL CANCER INSTITUTE (NCI) nel 1976 aveva già verificato che gli estratti di questa pianta erano in grado di attaccare e distruggere le cellule maligne del cancro. Questo studio era però stato archiviato come un rapporto interno e mai reso pubblico. Nonostante queste proprietà siano state scoperte già nel 1976, non è mai stato condotto uno studio su esseri umani, quindi nessuna sperimentazione a doppio cieco e altri test per verificare il valore del trattamento tale da essere pubblicato sulle riviste mediche e quindi universalmente accettato come terapia. In ogni caso, la graviola ha dimostrato di poter distruggere le cellule del cancro in altri 20 studi di laboratorio. Il più recente, condotto dalla Catholic University of South Corea agli inizi del 2001, ha rivelato che due composti estratti dai semi della graviola hanno mostrato una “citotossicità selettiva comparabile all’Adramycin” (un farmaco comunemente usato nella chemioterapia) per le cellule del cancro al colon e al seno, lasciando contemporaneamente intatte le cellule sane, al contrario di quello che si verifica con la chemioterapia. In un altro studio, pubblicato sul Journal of Natural Products, ha dimostrato che la graviola non è solo confrontabile con l’Adriamicina, ma la supera clamorosamente negli studi di laboratorio. Un composto della pianta ha distrutto selettivamente le cellule cancerose del colon con una potenza 10.000 (diecimila!) volte superiore a quella dell’Adriamicina. Anche i ricercatori della Purdue University hanno riscontrato che gli estratti delle foglie di graviola hanno eliminato le cellule del cancro in almeno sei tipi di tumore e sono state particolarmente efficaci contro le cellule del cancro alla prostata e del pancreas (!). Secondo un altro studio, sempre della Purdue University, estratti di questa pianta hanno isolato e distrutto le cellule del cancro al polmone. Quindi, le domande più ovvie saranno: perché sono stati condotti solo studi di laboratorio e non sono state diffuse notizie così incoraggianti? Per il motivo già accennato all’inizio: non essendoci la possibilità di profitti derivanti dalla vendita di un brevetto di un medicinale chimico, nessuna compagnia farmaceutica investirà enormi risorse finanziarie per uno studio appropriato. Purtroppo questa è una realtà comune a gran parte delle terapie naturali. Incoraggiata da questi test di laboratorio, la Rain Tree Nutrition ha condotto ulteriori ricerche, anche con l’aiuto delle tribù dell’Amazzonia, per raccogliere e far riprodurre questa pianta. Oltre ad aver reso disponibile un preparato contenente la sola graviola, questa azienda ha sviluppato un prodotto chiamato N-TENSE che contiene il 50% di graviola ed il restante 50% una miscela di sei erbe con riconosciute proprietà anticancro: Bitter melon (Mormodica charantia), Esphinheira Santa (Maytenus illicifolia), Mullaca (Physalis angulata), Vassourinha (Scoparia dulcis), Mutamba (Guazuma ulmifolia), Cat’s Claw – Unghia di gatto (Uncaria tomentosa). Mentre la gran parte delle ricerche sulla graviola sono focalizzate sulle sue capacità anticancro, la pianta è usata da secoli dalla medicina popolare del Sud America per trattare un sorprendente numero di disturbi fra i quali: ansia, ipertensione, influenza, tigna, scorbuto, malaria, eruzioni cutanee, nevralgia, dissenteria, artriti e reumatismi, palpitazioni, nervosismo, insonnia, diarrea, febbre, nausea, foruncoli, dispepsia, spasmi muscolari, ulcera. Non ci sono dubbi che un ammalato di cancro dovrebbe poter conoscere tutte le opzioni di trattamento disponibili. La graviola potrebbe fornire l’aiuto necessario e forse determinante per sconfiggere la malattia, oltretutto, essendone stata riscontrata l’assoluta assenza di tossicità, senza sopportare i pesanti effetti collaterali provocati dai vari trattamenti farmacologici.

Una grande compagnia farmaceutica era quasi riuscita a far passare sotto silenzio una sbalorditiva ricerca su un anti-cancro naturale Alcuni tipi di cancro (colon, seno, prostata,ecc) sconfitti da una miracolosa pianta dell’ Amazzonia che è risultata essere 10.000 volte più potente di alcuni farmaci chemioterapici Da oggi il futuro del trattamento del cancro e le possibilità di sopravvivenza sembrano molto più promettenti che mai. Il merito va ad una pianta che cresce in Amazzonia, nelle foreste pluviali del sud America: la GRAVIOLA (Annona muricata). Molto probabilmente fra non molto tempo potremo cambiare opinione sulle possibilità di sconfiggere il cancro. Dagli estratti di questa potente pianta potrà essere possibile: Sconfiggere il cancro in tutta sicurezza con una terapia completamente naturale che non provoca nausea, perdita di peso e di capelli. Proteggere il sistema immunitario ed evitare infezioni fatali. Sentirsi più forti e sani durante tutto il corso del trattamento. Aumentare la propria energia e migliorare l’aspettativa di vita. Una grande e conosciuta industria farmaceutica statunitense per più di sette anni ha studiato e testato in laboratorio le proprietà della graviola. Non essendo riuscita a isolare e duplicare in una formula chimica brevettabile i due più potenti componenti della pianta e quindi non potendo trarre grandi profitti dalla vendita di un farmaco, l’azienda ha abbandonato il progetto evitando di rendere pubblico il risultato della ricerca. Siccome non si possono brevettare le sostanze naturali (giustamente, la natura appartiene a tutti, non se ne possono brevettare le meraviglie), uno studio clinico che comporta investimenti per milioni di dollari deve avere poi un suo ritorno economico dalla vendita dei prodotti; nessuna casa farmaceutica condurrà mai degli studi su sostanze che poi chiunque potrebbe coltivare o raccogliere per preparare il proprio rimedio personale. Fortunatamente uno dei ricercatori di quella compagnia, pur condividendone gli obiettivi di profitto, non poteva accettare la decisione di nascondere al mondo questo unico killer del cancro. Fu così che ascoltando la sua coscienza e rischiando la carriera decise di contattare e informare la Raintree Nutrition, una compagnia statunitense che si dedica alla ricerca, al raccolto e alla riforestazione di piante ed erbe nell’Amazzonia. La sua presidente è riuscita a guarire da una rara forma di leucemia proprio grazie alle piante della foresta pluviale. Durante le sue ricerche la Raintree Nutrution ha scoperto che anche il NATIONAL CANCER INSTITUTE (NCI) nel 1976 aveva già verificato che gli estratti di questa pianta erano in grado di attaccare e distruggere le cellule maligne del cancro. Questo studio era però stato archiviato come un rapporto interno e mai reso pubblico. Nonostante queste proprietà siano state scoperte già nel 1976, non è mai stato condotto uno studio su esseri umani, quindi nessuna sperimentazione a doppio cieco e altri test per verificare il valore del trattamento tale da essere pubblicato sulle riviste mediche e quindi universalmente accettato come terapia. In ogni caso, la graviola ha dimostrato di poter distruggere le cellule del cancro in altri 20 studi di laboratorio. Il più recente, condotto dalla Catholic University of South Corea agli inizi del 2001, ha rivelato che due composti estratti dai semi della graviola hanno mostrato una “citotossicità selettiva comparabile all’Adramycin” (un farmaco comunemente usato nella chemioterapia) per le cellule del cancro al colon e al seno, lasciando contemporaneamente intatte le cellule sane, al contrario di quello che si verifica con la chemioterapia. In un altro studio, pubblicato sul Journal of Natural Products, ha dimostrato che la graviola non è solo confrontabile con l’Adriamicina, ma la supera clamorosamente negli studi di laboratorio. Un composto della pianta ha distrutto selettivamente le cellule cancerose del colon con una potenza 10.000 (diecimila!) volte superiore a quella dell’Adriamicina. Anche i ricercatori della Purdue University hanno riscontrato che gli estratti delle foglie di graviola hanno eliminato le cellule del cancro in almeno sei tipi di tumore e sono state particolarmente efficaci contro le cellule del cancro alla prostata e del pancreas (!). Secondo un altro studio, sempre della Purdue University, estratti di questa pianta hanno isolato e distrutto le cellule del cancro al polmone. Quindi, le domande più ovvie saranno: perché sono stati condotti solo studi di laboratorio e non sono state diffuse notizie così incoraggianti? Per il motivo già accennato all’inizio: non essendoci la possibilità di profitti derivanti dalla vendita di un brevetto di un medicinale chimico, nessuna compagnia farmaceutica investirà enormi risorse finanziarie per uno studio appropriato. Purtroppo questa è una realtà comune a gran parte delle terapie naturali. Incoraggiata da questi test di laboratorio, la Rain Tree Nutrition ha condotto ulteriori ricerche, anche con l’aiuto delle tribù dell’Amazzonia, per raccogliere e far riprodurre questa pianta. Oltre ad aver reso disponibile un preparato contenente la sola graviola, questa azienda ha sviluppato un prodotto chiamato N-TENSE che contiene il 50% di graviola ed il restante 50% una miscela di sei erbe con riconosciute proprietà anticancro: Bitter melon (Mormodica charantia), Esphinheira Santa (Maytenus illicifolia), Mullaca (Physalis angulata), Vassourinha (Scoparia dulcis), Mutamba (Guazuma ulmifolia), Cat’s Claw – Unghia di gatto (Uncaria tomentosa). Mentre la gran parte delle ricerche sulla graviola sono focalizzate sulle sue capacità anticancro, la pianta è usata da secoli dalla medicina popolare del Sud America per trattare un sorprendente numero di disturbi fra i quali: ansia, ipertensione, influenza, tigna, scorbuto, malaria, eruzioni cutanee, nevralgia, dissenteria, artriti e reumatismi, palpitazioni, nervosismo, insonnia, diarrea, febbre, nausea, foruncoli, dispepsia, spasmi muscolari, ulcera. Non ci sono dubbi che un ammalato di cancro dovrebbe poter conoscere tutte le opzioni di trattamento disponibili. La graviola potrebbe fornire l’aiuto necessario e forse determinante per sconfiggere la malattia, oltretutto, essendone stata riscontrata l’assoluta assenza di tossicità, senza sopportare i pesanti effetti collaterali provocati dai vari trattamenti farmacologici.



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/395

In realtà, la malattia non è causata dai virus o dai batteri, crudeli microscopici mostri di origine esterna che invadono il corpo come un'armata di piccoli diavoli. Questi virus e batteri sono tutt'intorno a noi e all'interno dei nostri corpi in tutti i momenti, perché allora si è vittime e ci si ammala solo alcune volte non altre, e perché certe persone rimangono contagiate e altre no? La risposta è semplice: tutte le malattie partono dall'interno del nostro corpo e della nostra mente, procurate dal pensare in modo errato, da cattive abitudini di vita e alimentari. Se si vivesse in modo naturale, in accordo con le leggi di armonia dell'Universo, non ci si ammalerebbe nella mente e nel corpo. È solo quando si disobbedisce a queste Leggi Naturali Universali che scaturisce la malattia, un segnale d'allarme per noi, per recuperare l'armonia perduta con la Natura. Quando il corpo è pieno di veleni e residui in putrefazione, diviene debole e incapace di resistere all'attacco di batteri e virus, e varie malattie compaiono. Perciò la causa prima di tutti i malanni non è la presenza di agenti esterni come batteri o virus, ma le impurità nel corpo causate da una inadatta digestione ed eliminazione. (tratto da ”Alimentazione Naturale” Avadhutika Anandamitra Acarya.) “I vostri cibi saranno i vostri rimedi e i vostri rimedi saranno i vostri cibi.” (Ippocrate, il padre della medicina.) È di Vitale importanza imparare ad ascoltare il nostro corpo piuttosto che la gola, a scegliere con il cuore, a cucinare con amore, a nutrirci con la giusta quantità e qualità, con tranquillità, gratitudine e gioia. Principi di Alimentazione Naturale Appena svegli è utile, soprattutto per l'intestino, bere un bicchiere d'acqua tiepida o una tisana depurativa, a digiuno e attendere almeno 1/2 ora prima di mangiare. Una colazione a base di frutta è l'ideale per iniziare la giornata, meglio consumare frutta locale e di stagione, è più buona, costa meno ed è maturata al Sole. Alcune premesse: cibi e le bevande sono da consumarsi a temperatura corporea,cereali, pane, pasta, riso (meglio se integrali e provenienti da coltivazioni biologiche controllate, hanno tutte le proprietà che Ti servono per digerirli, assimilarli ed eliminarli), le verdure sono da cuocere a vapore o stufate (per trattenere più vitamine e proprietà). I legumi sono più digeribili se messi in ammollo e cotti con alga Kombu. N.B. consumare solo un tipo d'amido o un tipo di proteina a pasto. (la pasta e il pane sono due tipi d'amidi, la carne e i legumi sono due tipi di proteine) Per gli spuntini (fra un pasto e l'altro) mangia frutta: è ricca di zuccheri, facile da digerire, pratica e veloce da consumare. Riepilogando: 1) verdure crude 2) un primo o un secondo (il pane e la polenta sono due primi - il ragù di carne e gli affettati sono due secondi) il tutto condito con poco olio d'oliva extra vergine spremuto a freddo (ricorda che la Vit. F a 40° si volatilizza quindi, condisci gli alimenti quando si sono intiepiditi ) Suggerisco di bere fuori pasto: acqua e Tisane, sempre, almeno quattro ore dopo i pasti, per lasciare tutta la forza ai succhi gastrici, che altrimenti sarebbero diluiti/allungati, e di conseguenza anche la digestione. Per la carne ed il pesce, quando desideri, li puoi sostituire con la soia ed i legumi, che contengono una maggiore quantità di proteine e meno grassi, essendo di natura vegetale, sono più digeribili. In generale, per la proporzione attieniti a questa regola: 1/3 amidi e proteine-2/3 verdure e frutta. L'alimentazione ideale è 75% frutta e verdura per depurare e disintossicare, oltre a favorire il buon funzionamento dell'Intestino. Elenco di seguito alcuni alimenti che creano disturbi al nostro organismo, per tanto sono da evitare: · carni crude, insaccati in genere ( meglio Pollo,Tacchino, Bresaola ) · associazione di amido con proteina · bevande ghiacciate, bollenti · caffè, the ( meglio tisane, orzo, cereali ) · cappuccino ( il più indigeribile degli abbinamenti)(meglio bevuti separatamente, uno dietro l'altro) · dolci con zucchero bianco, strutto, burro, margarina · cioccolato-dolci-zucchero-gelati ( meglio il miele, in piccole quantità ) · aceto ( meglio fermentati di Soia: Tamari, Shoyu, ecc ) · alcool, bibite gassate (meglio acqua…ricorda che siamo composti del 70% d'acqua) · formaggi fermentati ( meglio quelli freschi, di Capra e in piccole quantità ) · sale ( meglio le spezie, in piccole quantità ) · fritture, terribili per il fegato (meglio condire alla fine con olio crudo e di buona qualità) · medicinali chimici ( meglio Fitoterapici-Omeopatici-Naturopatici ) · cibi in scatola, conservati, riscaldati, precotti, surgelati (meglio freschi, cotti al momento) · peperone, patata, melanzana, pomodoro appartengono alla famiglia delle Solanacee, sono acidi e contengono un'elevata percentuale d'alcaloidi (solanina-atropina- belladonna- nicotina-scopolamina-ecc): la solanina è una sostanza tossica, eliminata con fatica dall'Organismo i cui eccessi con il tempo si accumulano nel fegato). Suggerisco: i Germogli (di cereali - legumi e semi vari) li trovi già pronti e, con un po' di buona volontà, li puoi coltivare anche Tu... sono più digeribili e ricchissimi di Energia Vitale che durante la germogliazione di un vegetale, è al massimo. Le Alghe, ricche di minerali e fibre solubili (Algina), svolgono un ruolo importante nei confronti dei radicali liberi e di conseguenza sono molto utili per depurare dalle radiazioni, prevenire l'invecchiamento cellulare e le malattie degenerative. I Semi (di Girasole, Zucca, Sesamo, Lino, Nocciole, Mandorle, Noci, ecc.) Il Kefir (è una bevanda a base di latte, rinfrescante e salutare) per saperne di più clicca qui Tieni presente inoltre, che il Sale e lo Zucchero sono i responsabili della ritenzione idrica quindi...usali con parsimonia...per saperne di più clicca qui Per i cambiamenti Ti rammento che è solo questione d'abitudine, quindi si può cambiare, basta volerlo! Distinguere fra: mangiare (riempire un contenitore) e nutrirsi (apporto energetico, proteico-vitaminico). Non è detto che mangiando molto si stia meglio, anzi... Un'alimentazione abbondante appesantisce ed è, alla fine, deleteria per l'organismo.... Una leggenda Indù "Il cibo un giorno, andò a lamentarsi da Dio dicendo: ‘Gli uomini mi mangiano senza attenzione né rispetto, non vedono il sacro in me'. Dio rispose: ‘E tu mangia gli uomini." Il cibo, quando è consumato male, anziché nutrire il corpo, lo consuma… Gli Antichi Veda (i saggi dell'India) dicevano che il pasto giornaliero ideale dovrebbe essere contenuto nel palmo delle Tue mani. Per la quantità, regolati con buon senso, meglio poco e spesso; l'importante non è la quantità ma il modo, in cui si mangia. La qualità riduce la quantità (il fabbisogno)… Il desiderio del cibo deve provenire solo dal corpo, non dalla mente. Crea sempre un'atmosfera adatta, stacca il telefono, spegni la televisione (nemmeno gli elaboratori, tanto decantati, fanno due cose contemporaneamente) prepara tutto l'occorrente in tavola o, a portata di mano per stare seduto, tranquillamente, durante tutto il pranzo. E' fondamentale masticare e insalivare bene il cibo (gli antichi Saggi Cinesi dicevano ‘Bevi i solidi e mastica i liquidi') masticare almeno 50 volte un boccone…Ti ricordo che lo scambio energetico e la prima digestione avvengono in bocca, grazie anche agli enzimi contenuti nella saliva. Questo, è possibile farlo in silenzio e in pace pensando a quanto sia buono ciò che si sta mangiando, arricchendolo così, attraverso il pensiero positivo, di ulteriore Energia Vitale. Rimani, se possibile, quindici - trenta minuti seduto a tavola, tranquillamente…evita le discussioni, specialmente alla sera… Un vecchio proverbio enuncia: " Chi litiga e si arrabbia a cena…il sonno notturno si avvelena…" Un giorno al mese digiuna (dal mattino appena sveglio , fino al mattino del giorno successivo, tre giorni prima della Luna Piena o della Luna Nuova) per purificare il Corpo, la Mente e lo Spirito, prevenendo e guarendo disturbi, anche molto gravi... N.B. La prima volta bevi acqua durante il digiuno, successivamente astieniti dall'ingerire qualsiasi cosa…anche letture, televisione, computer; scegli un giorno in cui non devi andare a lavorare. Il mattino dopo fai un buon bagno usando una spugna ruvida per lavare via tutte le tossine eliminate. Quando riprendi a nutrirti, inizia con un bicchiere d'acqua tiepida + un quarto di limone fresco spremuto e un cucchiaino di miele o sale. Il limone è altamente alcalino ed è uno dei detergenti più potenti per il corpo. Poi mangia una banana a piccoli morsi, senza masticarla. La banana si comporta come una spugna assorbendo e neutralizzando le tossine gastriche e intestinali. Aspetta mezz'ora prima di fare colazione. Il primo pasto dopo il digiuno deve essere leggero, con abbondante frutta e vegetali freschi (specialmente foglie verdi e germogli). N.B. In caso di: indisposizione, intensa attività fisica (es. la palestra o la corsa), dolore, febbre, prostrazione, arrabbiatura, tensione, meglio astenersi dal ingerire qualsiasi cibo (bere solo acqua) e dal cucinare (specialmente durante il ciclo mestruale, per evitare di trasmettere le tossine e i Ns. disturbi, attraverso il cibo, a noi e agli altri). Mangia solo quando sei visitato dall'Angelo dell'appetito…E non perché è ora di mangiare o perché c'è pronto in tavola o perché non puoi farlo più tardi. E'importante mangiare sempre alla stessa ora, l'organismo si predispone per digerire ed assimilare tutto quanto c'è di buono nel cibo che mangi. Rimani 15-30 minuti seduto a tavola... Una passeggiata dopo pasto, specialmente la sera, favorisce una buona digestione e distende i nervi, predisponendoci ad un sonno ristoratore. La sera, cena con poco e presto, per andare a letto con l'apparato digerente libero e garantire un sonno tranquillo e riposante. Se si è fatto tardi, mangia un frutto o una verdura cruda…ne guadagnerai con un sonno ristoratore e l'indomani al risveglio con un buon appetito. Per trascorrere una giornata in piena forma, è necessario aver dormito bene… Le ore migliori, sono quelle prima di mezzanotte…i nostri nonni andavano a dormire con le galline... N.B. la qualità riduce la quantità. Ricorda ancora, di ringraziare ad ogni pasto che ricevi e che tutti, possano aver da mangiare, sopratutto i bambini, i malati e gli anziani… Non basta sapere, si deve anche applicare; non e' abbastanza volere, si deve anche fare. (Goethe) Per NUTRIMENTO, intendiamo qualunque cosa entri nell'Organismo quindi, quando è possibile, garantisci a Te stesso: Aria Pura (respirando consapevolmente) Acqua Pura (del luogo dove vivi, magari purificata/energizzata) Luce Solare (alcune vitamine si sviluppano e sono attive solo con la luce solare) Cibo Buono (buoni pensieri-buone emozioni-meditazione-buoni suoni, colori vivaci,…) Sonno tranquillo (se hai cenato presto e moderatamente, il fegato può occuparsi della disintossicazione dell'organismo, liberati da campi elettromagnetici vari allontanandoli da te: telefoni e telefonini (se non sei Medico, Poliziotto o Vigile del Fuoco di pronto intervento, il Mondo potrà fare a meno di Te per la notte, stacca dalla presa radiosveglie, televisori, ecc.) ne guadagneranno in durata, anche gli apparecchi stessi. Movimento ed Esercizio (ossigenando il sangue, elimino tossine e acidità…divento più dolce…). Buone Impressioni (la vista di un alba, il piacere di un tramonto, il gorgoglio di un ruscello, la vista d'animali al pascolo, una cascata, un prato verde, un paesaggio innevato...) AMORE (quando sono Innamorato... della Vita, della natura, di ogni cosa, di tutto e di tutti, riesco a fare e ottenere tutto ciò di cui ho bisogno…Guarda i bambini, sempre entusiasti ed innamorati di ogni cosa che fanno) l'Amore è Gioia di Vivere e la Vita è Amore, ricorda... "Consideratelo un dono, considerate la Vita un dono e lasciate che la sua bellezza vi risuoni dentro." (canto Indu') Elenco dei vari tipi di alimenti Verdure senza Amidi (cibi ricchi d'acqua) Asparago Bietola verde Broccoli Cardo Cavolini di Bruxelles (sconsigliati se si hanno problemi gastrointestinali) Cavolo Cavolfiore Cavolo Rapa Cavolo Verza Cetriolo Cicoria (é pesante, per cui è bene combinarla sempre con altre Verdure) Crescione Fagiolini Germogli Indivia Lattuga Melanzane° Peperoni ° Pomodori ° (sono cibi acidi e pertanto sono da consumare sempre combinati) Prezzemolo (deve essere mangiato sempre e solo crudo, aiuta a neutralizzare ciò che è acido) Radicchio Rapa dolce Rucola Scarola Spinaci Zucchini Verdure con pochi Amidi (cibi ricchi d'acqua) Barbabietola Carciofo (deve essere mangiato solo con: Lattuga, Prezzemolo Crudo, Carota e Finocchio) Carota Legumi freschi (una volta cotti, devono essere mangiati subito) Sedano (sia cotto che crudo, è una Verdura pesante e richiede un tempo di digestione maggiore d'altri cibi) Amidi (cibi secchi) Cereali (Frumento,Mais, Orzo, Riso, Avena, Miglio, Farro, Quinoa,) Proteine ° Pinoli Grassi Burro Lardo Panna Oli Sesamo Soia La Frutta La Frutta deve maturare sulla pianta non in un magazzino, se è acerba è acida, perciò potenzialmente è nociva, è il cibo che da il massimo con il minimo dispendio d'energia. Inoltre la frutta, è il cibo più ricco d'acqua. (ti rammento che la maggior parte della frutta esotica è raccolta acerba per garantirne la durata lungo trasporto). Anche in questo caso meglio un tipo per pasto Frutta acida Ananas Arance Cedri Fragole Limoni Mele Cotogne Pompelmi Ribes Uva Aspra Frutta Semi Acida Albicocche Kiwi Lamponi Mandarini (2) Mele (1) Mirtilli More Pesche Prugne Susine Note: (1) è il cibo più dolce dei Frutti Semi-acidi (2) è il cibo più acido dei Frutti Semi-acidi Frutta Dolce Albicocche Angurie Banane Cachi Ciliege Datteri Fichi Meloni Pere Uve Torna all'inizio pagina "Debole è colui che permette ai suoi pensieri di controllare le sue azioni... Forte è colui che costringe le sue azioni a controllare i suoi pensieri..." RIEPILOGANDO Sostituire: allo zucchero raffinato, il fruttosio o lo zucchero di canna, al sale raffinato, il sale marino, al caffè, al the, tisane, orzo, cereali all'aceto di vino, i fermentati di Soia: Shoyu, Tamari all'acqua potabile, una minerale con residuo fisso inferiore a 70mg. per saperne di più clicca qui Suggerimenti vari: - Ridurre al massimo i prodotti fatti con la farina di grano. - Considerare che si possono stabilire gli alimenti più adatti osservando la forma dei denti e il modo in cui avviene la masticazione. I carnivori non hanno i molari e masticano solo in verticale: questa è la prova inconfutabile che l'uomo non è un carnivoro, anche se le esigenze di sopravvivenza lo hanno costretto ad esserlo. L'uomo possiede dei denti simili a quelli dei cavalli: pertanto è un granivoro-frugivoro e i cibi più adatti sono i cereali, la frutta e le verdure. - Usare frutta e verdura di stagione, proveniente da coltivazioni biologiche controllate. - E' bene che la colazione sia sostanziosa. Evitare il cappuccino, al limite usare l'orzo tostato. Vanno bene fette biscottate, germe di grano, miele e infuso di erbe. - Se bevete acqua, attendete almeno mezz'ora prima di mangiare. Un bicchiere di buon vino al pasto fa bene. - Masticare molto bene. Chi non riesce a farlo deponga le posate tra un boccone e l'altro. - Il latte e i latticini di mucca, se consideriamo cibi con cui vengono alimentate le mucche, sono altamente sconsigliabili. Meglio il formaggio di capra o pecora e, talvolta, lo yogurt naturale. - Evitare i dolciumi da pasticceria, la cioccolata in particolare... - Consumare liberamente la frutta, ma farlo lontano dai pasti. - Assumere Integratori alimentari, per saperne di più clicca qui - Assumere polline, due cucchiaini a digiuno al giorno. - Assumere tisane depurative, ai cambi di stagione, per saperne di più clicca qui - Evitare prodotti carnei (carne, pollo, pesce, ecc.) più di due volte la settimana. - Evitare burro, salumi e insaccati. Superati i 40 anni evitare fritture e carni rosse: meglio pesce o pollame. - Evitare il famoso brodo di carne, che contiene molte sostanze tossiche. - Evitare di mescolare nello stesso pasto carboidrati (pasta, riso, ecc.) con le proteine (carne, pollo, pesce, salumi, uova, formaggio). - L'ideale per una buona salute è solo il primo con verdura a pranzo e solo il secondo con verdura a cena. - Assumere frutta al mattino, un tipo per volta. - Integratori alimentari per approfondire INTESTINO PULITO = SALUTE GARANTITA Tutti conoscono la grande importanza del Sistema Immunitario, infatti dal suo scarso funzionamento nascono moltissime malattie, tra cui l'asma e le varie allergie. Ciò che invece è praticamente sconosciuto è il fatto che buona parte del Sistema immunitario è intimamente legato al Sistema Linfatico che, a sua volta, è correlato con l'intestino. Il Dott. Jensen, nel volume "Intestino libero", afferma che la maggior parte dei problemi di salute diffusi nella società industrializzata è dovuta a un cattivo stato di pulizia intestinale. Per riguadagnare e mantenere uno stato di buona salute sono perciò necessarie alcune azioni al fine di pulire l'intestino, specialmente il colon, dai residui fecali che vi si sono accumulati e dalle incrostazioni fecali che si sono creati sulle sue pareti, rendendole rigide e restringendo il passaggio dei materiali che devono essere eliminati. A tal scopo risulta utile fare alcuni clisteri (uno ogni 7 giorni), usando un litro e mezzo di acqua bollente in cui siano state poste 5 bustine di camomilla per 5 minuti. Prima dell'uso l'acqua va lasciata intiepidire (alla temperatura interna del corpo). Come eseguire un clistere È meglio compiere questa operazione stando coricati sul fianco destro con le gambe piegate una sull'altra. Se dopo aver introdotto un po' di liquido, arriva un forte stimolo a svuotarsi... farlo e riprendere da capo. Importante, dopo la pulizia dell'intestino (clistere) ripristinare la flora intestinale, con fermenti lattici Yovis (lo trovi in farmacia), una bustina sciolta in acqua, al mattino e alla sera a digiuno oppure Vitapan Plus (fermenti naturali dal pane) 1/2 bicchiere a colazione e/o durante i pasti. per saperne di più e per ordinare Clistere con il caffè, quando fatto correttamente, fa produrre al fegato più bile, apre i dotti biliari, e fa in modo che la bile fluisca. In questo processo, un fegato intossicato può scaricare molte delle sue tossine nella bile e sbarazzarsene in alcuni minuti. Questo spesso dà grande sollievo a tutto il corpo...per approfondire clicca qui IL DIGIUNO LIQUIDO La pratica del digiuno qualche anno fa era molto seguita, ma oggi, purtroppo, è praticamente dimenticata. Se si digiunasse almeno una volta alla settimana l'organismo avrebbe la possibilità di riposare e disintossicarsi. Per fare un giorno di digiuno liquido, preparare un infuso con un litro e mezzo di acqua minerale non gasata, a basso residuo fisso, (meglio Lauretana, Plose, S. Bernardo - vedi elenco acque) a cui aggiungere quattro cucchiai di tiglio e due di Equiseto. Bollire un minuto e lasciare in infusione per 10 minuti. Filtrare, aggiungere 4 cucchiai di miele e bere caldo lungo la http://abcloud.org/statusnet/url/344 ne prende un bicchiere per volta, non di più. Se, durante il digiuno, sopravviene mal di testa farsi un clistere. Non è dovuto a debolezza!, ma al sangue carico di tossine perché l'intestino si sta ripulendo. Ricordare che il mal di testa frontale assai spesso è causato da putrefazioni intestinali dovute a prodotti carnei (tutti i tipi, compreso pollame, salumi e insaccati) e i formaggi. Le putrefazioni intestinali, oggi assai frequenti, creano un buon terreno per i parassiti intestinali che fanno digrignare i denti mentre si dorme e possono generare crisi epilettiche. Attenzione ai cani che vanno svermati almeno due volte l'anno. Sono animali che sono molto soggetti ai parassiti che trasmettono all'uomo. L'IMPORTANZA DEL PENSIERO POSITIVO Imparare a ringraziare per ciò che si ha, ed evitare di rovinarsi la vita desiderando ciò che non si possiede. Per star bene è molto importante sostituire i pensieri negativi con quelli positivi. Dice un vecchio adagio "cuor contento il ciel l'aiuta". E' inutile arrabbiarsi se si rompe qualcosa: ormai è rotto e conviene mettersi il cuore in pace. Dovremmo anche imparare a non giudicare i nostri simili, non importa il loro modo di vedere le cose o il colore della pelle. Al limite possiamo evitare di frequentarli, comunque dovremmo sempre salutarli e mantenere un buon rapporto con loro. Si ci tormentiamo per qualcosa avvenuto nel passato, ricordiamoci che abbiamo due occhi davanti e nessuno dietro, pertanto dobbiamo guardare innanzi a noi e non sciupare il presente rovistando nel passato. Quando un problema ci affligge, dovremmo recitare la seguente preghiera: "Signore, se questo problema ha una soluzione dammi la forza di usarla subito, se non ce l'ha, dammi la capacità di dimenticarlo. Sopra tutto, aiutami a capire se il problema fa parte della prima o della seconda categoria". Suggeriamo anche di tornare indietro nel tempo e considerare tutte le volte che abbiamo avuto un grosso problema, che poi si è superato e ora non esiste più. È anche utile tener presente che "dietro l'ombra più nera si cela la luce più fulgida", i problemi, infatti, portano la possibilità di crescere o imparare qualcosa. Se parliamo o pensiamo a malattie, beghe familiari, o a persone verso cui proviamo odio o rancore, creiamo una cappa di energia negativa sopra di noi e gettiamo le basi per disordini e malattie. Quando odiamo una persona siamo legati a lei da un legame emozionale più forte dell'acciaio. La persona odiata diventa, pian, piano, il nostro padrone; ci viene in mente di giorno e di notte; ci toglie sonno e serenità e ci priva della gioia di vivere. Non è certamente consigliabile regalare il nostro tempo e la nostra vita ai nostri nemici. Il perdono è l'unico modo per rompere tale legame e ritornare liberi. RICORDA LA TUA VERA NATURA Pochi conoscono la vera natura dell'uomo e perché insorgano le malattie. L'uomo non ha solo un corpo fisico, possiede infatti anche dei "corpi" sottili tra cui i più importanti sono il Corpo Astrale (per sperimentare emozioni e desideri), il Corpo Mentale (per poter pensare) e il Corpo Causale che raccoglie, vita dopo vita, tutte le nostre esperienze e ci permette di evolvere. Quando la malattia arriva a manifestarsi nel corpo fisico significa che si è preparata, magari per molto tempo, nei corpi sottili. Per guarire è perciò necessaria una giusta alimentazione e la purificazione dei pensieri e delle emozioni. Sta scritto che "Dio non rispetta le persone, ma le condizioni". La Terra è una scuola pesante: chi è appena nato piange perché sa che dovrà tribolare tutta la vita e chi è morto, quasi sempre sarà costretto a rinascere di nuovo per chiudere i conti lasciati aperti. Solo quando avrà raggiunto un certo grado di perfezione non dovrà rinascere più e avrà conseguito la Resurrezione dalla carne (non della carne!). Per evitare di dover rinascere dobbiamo applicare la legge dell'amore: "non fare gli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te" e "fai agli altri come vorresti fosse fatto a te". Dobbiamo sempre ricordare che la legge di gravità si applica ad ogni cosa, tutto ciò che esce da noi a noi ritornerà. Questo fenomeno viene chiamato Legge di causa ed effetto (karma), e sancisce "ciò che tu semini, tu lo raccoglierai". Ricordando che noi siamo un'entità spirituale, che sta evolvendo sulla Terra, potremo considerare le cose e le persone con un certo distacco. Infatti quando lasceremo il corpo fisico dovremo lasciare anche tutto quello che abbiamo accumulato. Disse un saggio: "Lascia le cose prima che esse lascino te... e ti facciano soffrire!". PASSIAMO ALLA PRATICA Ti propongo di compilare la tabella di seguito, con quanto appreso finora e di seguirla per 40-60 giorni almeno, per dare il tempo al Tuo organismo di mettere in atto cambiamenti degni di nota e stimolare così, benessere, fiducia e disciplina nella Tua mente e nella Tua Vita.... Colazione Pranzo Cena Lunedì: Mele verdura fresca e un risotto branzino al cartoccio con verdure cotte Martedì: Fichi polenta con verdure stufate formaggio di capra, con verdure cotte Mercoledì: Pere zuppa di cereali con verdure noci, mandorle con verdure cotte Giovedì: Uva verdure fresche- spaghetti aglio, olio e zenzero tonno e Fagioli Venerdì: Cachi zuppa di legumi con verdure trota con patate al forno Sabato:Arance verdure fresche - Riso con lo zafferano purè con verdure cotte Domenica: libero --- Per vedere la fonte originale con immagini e tabelle http://abcloud.org/statusnet/url/346 http://abcloud.org/statusnet/url/347

In realtà, la malattia non è causata dai virus o dai batteri, crudeli microscopici mostri di origine esterna che invadono il corpo come un'armata di piccoli diavoli. Questi virus e batteri sono tutt'intorno a noi e all'interno dei nostri corpi in tutti i momenti, perché allora si è vittime e ci si ammala solo alcune volte non altre, e perché certe persone rimangono contagiate e altre no? La risposta è semplice: tutte le malattie partono dall'interno del nostro corpo e della nostra mente, procurate dal pensare in modo errato, da cattive abitudini di vita e alimentari. Se si vivesse in modo naturale, in accordo con le leggi di armonia dell'Universo, non ci si ammalerebbe nella mente e nel corpo. È solo quando si disobbedisce a queste Leggi Naturali Universali che scaturisce la malattia, un segnale d'allarme per noi, per recuperare l'armonia perduta con la Natura. Quando il corpo è pieno di veleni e residui in putrefazione, diviene debole e incapace di resistere all'attacco di batteri e virus, e varie malattie compaiono. Perciò la causa prima di tutti i malanni non è la presenza di agenti esterni come batteri o virus, ma le impurità nel corpo causate da una inadatta digestione ed eliminazione. (tratto da ”Alimentazione Naturale” Avadhutika Anandamitra Acarya.) “I vostri cibi saranno i vostri rimedi e i vostri rimedi saranno i vostri cibi.” (Ippocrate, il padre della medicina.) È di Vitale importanza imparare ad ascoltare il nostro corpo piuttosto che la gola, a scegliere con il cuore, a cucinare con amore, a nutrirci con la giusta quantità e qualità, con tranquillità, gratitudine e gioia. Principi di Alimentazione Naturale Appena svegli è utile, soprattutto per l'intestino, bere un bicchiere d'acqua tiepida o una tisana depurativa, a digiuno e attendere almeno 1/2 ora prima di mangiare. Una colazione a base di frutta è l'ideale per iniziare la giornata, meglio consumare frutta locale e di stagione, è più buona, costa meno ed è maturata al Sole. Alcune premesse: cibi e le bevande sono da consumarsi a temperatura corporea,cereali, pane, pasta, riso (meglio se integrali e provenienti da coltivazioni biologiche controllate, hanno tutte le proprietà che Ti servono per digerirli, assimilarli ed eliminarli), le verdure sono da cuocere a vapore o stufate (per trattenere più vitamine e proprietà). I legumi sono più digeribili se messi in ammollo e cotti con alga Kombu. N.B. consumare solo un tipo d'amido o un tipo di proteina a pasto. (la pasta e il pane sono due tipi d'amidi, la carne e i legumi sono due tipi di proteine) Per gli spuntini (fra un pasto e l'altro) mangia frutta: è ricca di zuccheri, facile da digerire, pratica e veloce da consumare. Riepilogando: 1) verdure crude 2) un primo o un secondo (il pane e la polenta sono due primi - il ragù di carne e gli affettati sono due secondi) il tutto condito con poco olio d'oliva extra vergine spremuto a freddo (ricorda che la Vit. F a 40° si volatilizza quindi, condisci gli alimenti quando si sono intiepiditi ) Suggerisco di bere fuori pasto: acqua e Tisane, sempre, almeno quattro ore dopo i pasti, per lasciare tutta la forza ai succhi gastrici, che altrimenti sarebbero diluiti/allungati, e di conseguenza anche la digestione. Per la carne ed il pesce, quando desideri, li puoi sostituire con la soia ed i legumi, che contengono una maggiore quantità di proteine e meno grassi, essendo di natura vegetale, sono più digeribili. In generale, per la proporzione attieniti a questa regola: 1/3 amidi e proteine-2/3 verdure e frutta. L'alimentazione ideale è 75% frutta e verdura per depurare e disintossicare, oltre a favorire il buon funzionamento dell'Intestino. Elenco di seguito alcuni alimenti che creano disturbi al nostro organismo, per tanto sono da evitare: · carni crude, insaccati in genere ( meglio Pollo,Tacchino, Bresaola ) · associazione di amido con proteina · bevande ghiacciate, bollenti · caffè, the ( meglio tisane, orzo, cereali ) · cappuccino ( il più indigeribile degli abbinamenti)(meglio bevuti separatamente, uno dietro l'altro) · dolci con zucchero bianco, strutto, burro, margarina · cioccolato-dolci-zucchero-gelati ( meglio il miele, in piccole quantità ) · aceto ( meglio fermentati di Soia: Tamari, Shoyu, ecc ) · alcool, bibite gassate (meglio acqua…ricorda che siamo composti del 70% d'acqua) · formaggi fermentati ( meglio quelli freschi, di Capra e in piccole quantità ) · sale ( meglio le spezie, in piccole quantità ) · fritture, terribili per il fegato (meglio condire alla fine con olio crudo e di buona qualità) · medicinali chimici ( meglio Fitoterapici-Omeopatici-Naturopatici ) · cibi in scatola, conservati, riscaldati, precotti, surgelati (meglio freschi, cotti al momento) · peperone, patata, melanzana, pomodoro appartengono alla famiglia delle Solanacee, sono acidi e contengono un'elevata percentuale d'alcaloidi (solanina-atropina- belladonna- nicotina-scopolamina-ecc): la solanina è una sostanza tossica, eliminata con fatica dall'Organismo i cui eccessi con il tempo si accumulano nel fegato). Suggerisco: i Germogli (di cereali - legumi e semi vari) li trovi già pronti e, con un po' di buona volontà, li puoi coltivare anche Tu... sono più digeribili e ricchissimi di Energia Vitale che durante la germogliazione di un vegetale, è al massimo. Le Alghe, ricche di minerali e fibre solubili (Algina), svolgono un ruolo importante nei confronti dei radicali liberi e di conseguenza sono molto utili per depurare dalle radiazioni, prevenire l'invecchiamento cellulare e le malattie degenerative. I Semi (di Girasole, Zucca, Sesamo, Lino, Nocciole, Mandorle, Noci, ecc.) Il Kefir (è una bevanda a base di latte, rinfrescante e salutare) per saperne di più clicca qui Tieni presente inoltre, che il Sale e lo Zucchero sono i responsabili della ritenzione idrica quindi...usali con parsimonia...per saperne di più clicca qui Per i cambiamenti Ti rammento che è solo questione d'abitudine, quindi si può cambiare, basta volerlo! Distinguere fra: mangiare (riempire un contenitore) e nutrirsi (apporto energetico, proteico-vitaminico). Non è detto che mangiando molto si stia meglio, anzi... Un'alimentazione abbondante appesantisce ed è, alla fine, deleteria per l'organismo.... Una leggenda Indù "Il cibo un giorno, andò a lamentarsi da Dio dicendo: ‘Gli uomini mi mangiano senza attenzione né rispetto, non vedono il sacro in me'. Dio rispose: ‘E tu mangia gli uomini." Il cibo, quando è consumato male, anziché nutrire il corpo, lo consuma… Gli Antichi Veda (i saggi dell'India) dicevano che il pasto giornaliero ideale dovrebbe essere contenuto nel palmo delle Tue mani. Per la quantità, regolati con buon senso, meglio poco e spesso; l'importante non è la quantità ma il modo, in cui si mangia. La qualità riduce la quantità (il fabbisogno)… Il desiderio del cibo deve provenire solo dal corpo, non dalla mente. Crea sempre un'atmosfera adatta, stacca il telefono, spegni la televisione (nemmeno gli elaboratori, tanto decantati, fanno due cose contemporaneamente) prepara tutto l'occorrente in tavola o, a portata di mano per stare seduto, tranquillamente, durante tutto il pranzo. E' fondamentale masticare e insalivare bene il cibo (gli antichi Saggi Cinesi dicevano ‘Bevi i solidi e mastica i liquidi') masticare almeno 50 volte un boccone…Ti ricordo che lo scambio energetico e la prima digestione avvengono in bocca, grazie anche agli enzimi contenuti nella saliva. Questo, è possibile farlo in silenzio e in pace pensando a quanto sia buono ciò che si sta mangiando, arricchendolo così, attraverso il pensiero positivo, di ulteriore Energia Vitale. Rimani, se possibile, quindici - trenta minuti seduto a tavola, tranquillamente…evita le discussioni, specialmente alla sera… Un vecchio proverbio enuncia: " Chi litiga e si arrabbia a cena…il sonno notturno si avvelena…" Un giorno al mese digiuna (dal mattino appena sveglio , fino al mattino del giorno successivo, tre giorni prima della Luna Piena o della Luna Nuova) per purificare il Corpo, la Mente e lo Spirito, prevenendo e guarendo disturbi, anche molto gravi... N.B. La prima volta bevi acqua durante il digiuno, successivamente astieniti dall'ingerire qualsiasi cosa…anche letture, televisione, computer; scegli un giorno in cui non devi andare a lavorare. Il mattino dopo fai un buon bagno usando una spugna ruvida per lavare via tutte le tossine eliminate. Quando riprendi a nutrirti, inizia con un bicchiere d'acqua tiepida + un quarto di limone fresco spremuto e un cucchiaino di miele o sale. Il limone è altamente alcalino ed è uno dei detergenti più potenti per il corpo. Poi mangia una banana a piccoli morsi, senza masticarla. La banana si comporta come una spugna assorbendo e neutralizzando le tossine gastriche e intestinali. Aspetta mezz'ora prima di fare colazione. Il primo pasto dopo il digiuno deve essere leggero, con abbondante frutta e vegetali freschi (specialmente foglie verdi e germogli). N.B. In caso di: indisposizione, intensa attività fisica (es. la palestra o la corsa), dolore, febbre, prostrazione, arrabbiatura, tensione, meglio astenersi dal ingerire qualsiasi cibo (bere solo acqua) e dal cucinare (specialmente durante il ciclo mestruale, per evitare di trasmettere le tossine e i Ns. disturbi, attraverso il cibo, a noi e agli altri). Mangia solo quando sei visitato dall'Angelo dell'appetito…E non perché è ora di mangiare o perché c'è pronto in tavola o perché non puoi farlo più tardi. E'importante mangiare sempre alla stessa ora, l'organismo si predispone per digerire ed assimilare tutto quanto c'è di buono nel cibo che mangi. Rimani 15-30 minuti seduto a tavola... Una passeggiata dopo pasto, specialmente la sera, favorisce una buona digestione e distende i nervi, predisponendoci ad un sonno ristoratore. La sera, cena con poco e presto, per andare a letto con l'apparato digerente libero e garantire un sonno tranquillo e riposante. Se si è fatto tardi, mangia un frutto o una verdura cruda…ne guadagnerai con un sonno ristoratore e l'indomani al risveglio con un buon appetito. Per trascorrere una giornata in piena forma, è necessario aver dormito bene… Le ore migliori, sono quelle prima di mezzanotte…i nostri nonni andavano a dormire con le galline... N.B. la qualità riduce la quantità. Ricorda ancora, di ringraziare ad ogni pasto che ricevi e che tutti, possano aver da mangiare, sopratutto i bambini, i malati e gli anziani… Non basta sapere, si deve anche applicare; non e' abbastanza volere, si deve anche fare. (Goethe) Per NUTRIMENTO, intendiamo qualunque cosa entri nell'Organismo quindi, quando è possibile, garantisci a Te stesso: Aria Pura (respirando consapevolmente) Acqua Pura (del luogo dove vivi, magari purificata/energizzata) Luce Solare (alcune vitamine si sviluppano e sono attive solo con la luce solare) Cibo Buono (buoni pensieri-buone emozioni-meditazione-buoni suoni, colori vivaci,…) Sonno tranquillo (se hai cenato presto e moderatamente, il fegato può occuparsi della disintossicazione dell'organismo, liberati da campi elettromagnetici vari allontanandoli da te: telefoni e telefonini (se non sei Medico, Poliziotto o Vigile del Fuoco di pronto intervento, il Mondo potrà fare a meno di Te per la notte, stacca dalla presa radiosveglie, televisori, ecc.) ne guadagneranno in durata, anche gli apparecchi stessi. Movimento ed Esercizio (ossigenando il sangue, elimino tossine e acidità…divento più dolce…). Buone Impressioni (la vista di un alba, il piacere di un tramonto, il gorgoglio di un ruscello, la vista d'animali al pascolo, una cascata, un prato verde, un paesaggio innevato...) AMORE (quando sono Innamorato... della Vita, della natura, di ogni cosa, di tutto e di tutti, riesco a fare e ottenere tutto ciò di cui ho bisogno…Guarda i bambini, sempre entusiasti ed innamorati di ogni cosa che fanno) l'Amore è Gioia di Vivere e la Vita è Amore, ricorda... "Consideratelo un dono, considerate la Vita un dono e lasciate che la sua bellezza vi risuoni dentro." (canto Indu') Elenco dei vari tipi di alimenti Verdure senza Amidi (cibi ricchi d'acqua) Asparago Bietola verde Broccoli Cardo Cavolini di Bruxelles (sconsigliati se si hanno problemi gastrointestinali) Cavolo Cavolfiore Cavolo Rapa Cavolo Verza Cetriolo Cicoria (é pesante, per cui è bene combinarla sempre con altre Verdure) Crescione Fagiolini Germogli Indivia Lattuga Melanzane° Peperoni ° Pomodori ° (sono cibi acidi e pertanto sono da consumare sempre combinati) Prezzemolo (deve essere mangiato sempre e solo crudo, aiuta a neutralizzare ciò che è acido) Radicchio Rapa dolce Rucola Scarola Spinaci Zucchini Verdure con pochi Amidi (cibi ricchi d'acqua) Barbabietola Carciofo (deve essere mangiato solo con: Lattuga, Prezzemolo Crudo, Carota e Finocchio) Carota Legumi freschi (una volta cotti, devono essere mangiati subito) Sedano (sia cotto che crudo, è una Verdura pesante e richiede un tempo di digestione maggiore d'altri cibi) Amidi (cibi secchi) Cereali (Frumento,Mais, Orzo, Riso, Avena, Miglio, Farro, Quinoa,) Proteine ° Pinoli Grassi Burro Lardo Panna Oli Sesamo Soia La Frutta La Frutta deve maturare sulla pianta non in un magazzino, se è acerba è acida, perciò potenzialmente è nociva, è il cibo che da il massimo con il minimo dispendio d'energia. Inoltre la frutta, è il cibo più ricco d'acqua. (ti rammento che la maggior parte della frutta esotica è raccolta acerba per garantirne la durata lungo trasporto). Anche in questo caso meglio un tipo per pasto Frutta acida Ananas Arance Cedri Fragole Limoni Mele Cotogne Pompelmi Ribes Uva Aspra Frutta Semi Acida Albicocche Kiwi Lamponi Mandarini (2) Mele (1) Mirtilli More Pesche Prugne Susine Note: (1) è il cibo più dolce dei Frutti Semi-acidi (2) è il cibo più acido dei Frutti Semi-acidi Frutta Dolce Albicocche Angurie Banane Cachi Ciliege Datteri Fichi Meloni Pere Uve Torna all'inizio pagina "Debole è colui che permette ai suoi pensieri di controllare le sue azioni... Forte è colui che costringe le sue azioni a controllare i suoi pensieri..." RIEPILOGANDO Sostituire: allo zucchero raffinato, il fruttosio o lo zucchero di canna, al sale raffinato, il sale marino, al caffè, al the, tisane, orzo, cereali all'aceto di vino, i fermentati di Soia: Shoyu, Tamari all'acqua potabile, una minerale con residuo fisso inferiore a 70mg. per saperne di più clicca qui Suggerimenti vari: - Ridurre al massimo i prodotti fatti con la farina di grano. - Considerare che si possono stabilire gli alimenti più adatti osservando la forma dei denti e il modo in cui avviene la masticazione. I carnivori non hanno i molari e masticano solo in verticale: questa è la prova inconfutabile che l'uomo non è un carnivoro, anche se le esigenze di sopravvivenza lo hanno costretto ad esserlo. L'uomo possiede dei denti simili a quelli dei cavalli: pertanto è un granivoro-frugivoro e i cibi più adatti sono i cereali, la frutta e le verdure. - Usare frutta e verdura di stagione, proveniente da coltivazioni biologiche controllate. - E' bene che la colazione sia sostanziosa. Evitare il cappuccino, al limite usare l'orzo tostato. Vanno bene fette biscottate, germe di grano, miele e infuso di erbe. - Se bevete acqua, attendete almeno mezz'ora prima di mangiare. Un bicchiere di buon vino al pasto fa bene. - Masticare molto bene. Chi non riesce a farlo deponga le posate tra un boccone e l'altro. - Il latte e i latticini di mucca, se consideriamo cibi con cui vengono alimentate le mucche, sono altamente sconsigliabili. Meglio il formaggio di capra o pecora e, talvolta, lo yogurt naturale. - Evitare i dolciumi da pasticceria, la cioccolata in particolare... - Consumare liberamente la frutta, ma farlo lontano dai pasti. - Assumere Integratori alimentari, per saperne di più clicca qui - Assumere polline, due cucchiaini a digiuno al giorno. - Assumere tisane depurative, ai cambi di stagione, per saperne di più clicca qui - Evitare prodotti carnei (carne, pollo, pesce, ecc.) più di due volte la settimana. - Evitare burro, salumi e insaccati. Superati i 40 anni evitare fritture e carni rosse: meglio pesce o pollame. - Evitare il famoso brodo di carne, che contiene molte sostanze tossiche. - Evitare di mescolare nello stesso pasto carboidrati (pasta, riso, ecc.) con le proteine (carne, pollo, pesce, salumi, uova, formaggio). - L'ideale per una buona salute è solo il primo con verdura a pranzo e solo il secondo con verdura a cena. - Assumere frutta al mattino, un tipo per volta. - Integratori alimentari per approfondire INTESTINO PULITO = SALUTE GARANTITA Tutti conoscono la grande importanza del Sistema Immunitario, infatti dal suo scarso funzionamento nascono moltissime malattie, tra cui l'asma e le varie allergie. Ciò che invece è praticamente sconosciuto è il fatto che buona parte del Sistema immunitario è intimamente legato al Sistema Linfatico che, a sua volta, è correlato con l'intestino. Il Dott. Jensen, nel volume "Intestino libero", afferma che la maggior parte dei problemi di salute diffusi nella società industrializzata è dovuta a un cattivo stato di pulizia intestinale. Per riguadagnare e mantenere uno stato di buona salute sono perciò necessarie alcune azioni al fine di pulire l'intestino, specialmente il colon, dai residui fecali che vi si sono accumulati e dalle incrostazioni fecali che si sono creati sulle sue pareti, rendendole rigide e restringendo il passaggio dei materiali che devono essere eliminati. A tal scopo risulta utile fare alcuni clisteri (uno ogni 7 giorni), usando un litro e mezzo di acqua bollente in cui siano state poste 5 bustine di camomilla per 5 minuti. Prima dell'uso l'acqua va lasciata intiepidire (alla temperatura interna del corpo). Come eseguire un clistere È meglio compiere questa operazione stando coricati sul fianco destro con le gambe piegate una sull'altra. Se dopo aver introdotto un po' di liquido, arriva un forte stimolo a svuotarsi... farlo e riprendere da capo. Importante, dopo la pulizia dell'intestino (clistere) ripristinare la flora intestinale, con fermenti lattici Yovis (lo trovi in farmacia), una bustina sciolta in acqua, al mattino e alla sera a digiuno oppure Vitapan Plus (fermenti naturali dal pane) 1/2 bicchiere a colazione e/o durante i pasti. per saperne di più e per ordinare Clistere con il caffè, quando fatto correttamente, fa produrre al fegato più bile, apre i dotti biliari, e fa in modo che la bile fluisca. In questo processo, un fegato intossicato può scaricare molte delle sue tossine nella bile e sbarazzarsene in alcuni minuti. Questo spesso dà grande sollievo a tutto il corpo...per approfondire clicca qui IL DIGIUNO LIQUIDO La pratica del digiuno qualche anno fa era molto seguita, ma oggi, purtroppo, è praticamente dimenticata. Se si digiunasse almeno una volta alla settimana l'organismo avrebbe la possibilità di riposare e disintossicarsi. Per fare un giorno di digiuno liquido, preparare un infuso con un litro e mezzo di acqua minerale non gasata, a basso residuo fisso, (meglio Lauretana, Plose, S. Bernardo - vedi elenco acque) a cui aggiungere quattro cucchiai di tiglio e due di Equiseto. Bollire un minuto e lasciare in infusione per 10 minuti. Filtrare, aggiungere 4 cucchiai di miele e bere caldo lungo la http://abcloud.org/statusnet/url/344 ne prende un bicchiere per volta, non di più. Se, durante il digiuno, sopravviene mal di testa farsi un clistere. Non è dovuto a debolezza!, ma al sangue carico di tossine perché l'intestino si sta ripulendo. Ricordare che il mal di testa frontale assai spesso è causato da putrefazioni intestinali dovute a prodotti carnei (tutti i tipi, compreso pollame, salumi e insaccati) e i formaggi. Le putrefazioni intestinali, oggi assai frequenti, creano un buon terreno per i parassiti intestinali che fanno digrignare i denti mentre si dorme e possono generare crisi epilettiche. Attenzione ai cani che vanno svermati almeno due volte l'anno. Sono animali che sono molto soggetti ai parassiti che trasmettono all'uomo. L'IMPORTANZA DEL PENSIERO POSITIVO Imparare a ringraziare per ciò che si ha, ed evitare di rovinarsi la vita desiderando ciò che non si possiede. Per star bene è molto importante sostituire i pensieri negativi con quelli positivi. Dice un vecchio adagio "cuor contento il ciel l'aiuta". E' inutile arrabbiarsi se si rompe qualcosa: ormai è rotto e conviene mettersi il cuore in pace. Dovremmo anche imparare a non giudicare i nostri simili, non importa il loro modo di vedere le cose o il colore della pelle. Al limite possiamo evitare di frequentarli, comunque dovremmo sempre salutarli e mantenere un buon rapporto con loro. Si ci tormentiamo per qualcosa avvenuto nel passato, ricordiamoci che abbiamo due occhi davanti e nessuno dietro, pertanto dobbiamo guardare innanzi a noi e non sciupare il presente rovistando nel passato. Quando un problema ci affligge, dovremmo recitare la seguente preghiera: "Signore, se questo problema ha una soluzione dammi la forza di usarla subito, se non ce l'ha, dammi la capacità di dimenticarlo. Sopra tutto, aiutami a capire se il problema fa parte della prima o della seconda categoria". Suggeriamo anche di tornare indietro nel tempo e considerare tutte le volte che abbiamo avuto un grosso problema, che poi si è superato e ora non esiste più. È anche utile tener presente che "dietro l'ombra più nera si cela la luce più fulgida", i problemi, infatti, portano la possibilità di crescere o imparare qualcosa. Se parliamo o pensiamo a malattie, beghe familiari, o a persone verso cui proviamo odio o rancore, creiamo una cappa di energia negativa sopra di noi e gettiamo le basi per disordini e malattie. Quando odiamo una persona siamo legati a lei da un legame emozionale più forte dell'acciaio. La persona odiata diventa, pian, piano, il nostro padrone; ci viene in mente di giorno e di notte; ci toglie sonno e serenità e ci priva della gioia di vivere. Non è certamente consigliabile regalare il nostro tempo e la nostra vita ai nostri nemici. Il perdono è l'unico modo per rompere tale legame e ritornare liberi. RICORDA LA TUA VERA NATURA Pochi conoscono la vera natura dell'uomo e perché insorgano le malattie. L'uomo non ha solo un corpo fisico, possiede infatti anche dei "corpi" sottili tra cui i più importanti sono il Corpo Astrale (per sperimentare emozioni e desideri), il Corpo Mentale (per poter pensare) e il Corpo Causale che raccoglie, vita dopo vita, tutte le nostre esperienze e ci permette di evolvere. Quando la malattia arriva a manifestarsi nel corpo fisico significa che si è preparata, magari per molto tempo, nei corpi sottili. Per guarire è perciò necessaria una giusta alimentazione e la purificazione dei pensieri e delle emozioni. Sta scritto che "Dio non rispetta le persone, ma le condizioni". La Terra è una scuola pesante: chi è appena nato piange perché sa che dovrà tribolare tutta la vita e chi è morto, quasi sempre sarà costretto a rinascere di nuovo per chiudere i conti lasciati aperti. Solo quando avrà raggiunto un certo grado di perfezione non dovrà rinascere più e avrà conseguito la Resurrezione dalla carne (non della carne!). Per evitare di dover rinascere dobbiamo applicare la legge dell'amore: "non fare gli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te" e "fai agli altri come vorresti fosse fatto a te". Dobbiamo sempre ricordare che la legge di gravità si applica ad ogni cosa, tutto ciò che esce da noi a noi ritornerà. Questo fenomeno viene chiamato Legge di causa ed effetto (karma), e sancisce "ciò che tu semini, tu lo raccoglierai". Ricordando che noi siamo un'entità spirituale, che sta evolvendo sulla Terra, potremo considerare le cose e le persone con un certo distacco. Infatti quando lasceremo il corpo fisico dovremo lasciare anche tutto quello che abbiamo accumulato. Disse un saggio: "Lascia le cose prima che esse lascino te... e ti facciano soffrire!". PASSIAMO ALLA PRATICA Ti propongo di compilare la tabella di seguito, con quanto appreso finora e di seguirla per 40-60 giorni almeno, per dare il tempo al Tuo organismo di mettere in atto cambiamenti degni di nota e stimolare così, benessere, fiducia e disciplina nella Tua mente e nella Tua Vita.... Colazione Pranzo Cena Lunedì: Mele verdura fresca e un risotto branzino al cartoccio con verdure cotte Martedì: Fichi polenta con verdure stufate formaggio di capra, con verdure cotte Mercoledì: Pere zuppa di cereali con verdure noci, mandorle con verdure cotte Giovedì: Uva verdure fresche- spaghetti aglio, olio e zenzero tonno e Fagioli Venerdì: Cachi zuppa di legumi con verdure trota con patate al forno Sabato:Arance verdure fresche - Riso con lo zafferano purè con verdure cotte Domenica: libero --- Per vedere la fonte originale con immagini e tabelle http://abcloud.org/statusnet/url/346 http://abcloud.org/statusnet/url/347



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/394

venerdì 19 aprile 2013

Haribol RAMA NAVAMI Tridandisvami Sri Srimad Bhaktivedanta Narayana Maharaja Il Giorno dell' Apparizione di Sri Rama Penang, Malesia: 18 aprile 2005 Dobbiamo essere esclusivi verso Sri Krishna, e per nessun altro. Avete capito? Perché allora adoriamo il Signore Ramacandra? Qualcuno potrebbe dire: "Allora non è devozione esclusiva." Ma questo non è il punto. Sri Krishna è Akhila-rasamrta-sindhu. Egli è colui che gioisce di tutti i rasa: dasya (servitù), sakhya (amicizia), vatsalya (l'affetto dei genitori), madhurya (amore coniugale); Egli gusta anche l'aisvarya-mayi prema seva (servizio in timore e reverenza, con l'idea che Krishna è Dio) e il madhurya-mayi prema-seva (servizio caratterizzato dall' amore spontaneo, pensando a Krishna come un comune ragazzo). Egli è colui che gode di ogni cosa. A volte, per poter gustare la maryada-mayi rasa-bhakti (la devozione caratterizzata da timore e reverenza), Sri Krishna si presenta con la forma di Sri Rama, e Radhika appare come Sri Sita-devi. Pertanto, Radha-Krishna e Rama-Sita non sono diversi. Se adorate il Signore Rama, si adora anche il Signore Krishna. A volte Krishna vuole gustare il vibhatsa-rasa, (rasa della battaglia) uccidendo il demone Hiranyakasipu per proteggere il suo devoto Prahlada. Così, anche Sri Nrismhadeva è il Signore Krishna. Srila Jayadeva Gosvami ha cantato nel suo kirtana: Kesava dhrta-Mina-sarira "O Kesava! O Tu che assumi la forma di un pesce!" Kesava dhrta-Kurma-Sarira "O Kesava! O Tu che assumi la forma di una tartaruga!" Kesava dhrta-Sukara-rupa "O Kesava! O Tu che assumi la forma di un cinghiale!" Kesava dhrta-Narahari-rupa "O Kesava! O Tu che assumi la forma di metà uomo e metà leone!" Kesava dhrta-Vamana-rupa "O Kesava! O Tu che assumi la forma meravigliosa di un brahmana nano!" Kesava dhrta-Bhrgupati-rupa "O Kesava! O Tu che assumi la forma di Parasurama!" Kesava dhrta-Rama-Sarira "O Kesava! O tu che assumi la forma di Sri Ramacandra!" Kesava dhrta-Haladhara-rupa "O Kesava! O tu che assumi la forma di Balarama!" Kesava dhrta-Buddha-Sarira "O Kesava! O Tu che assumi la forma di Buddha! Kesava dhrta-Kalki-sarira jaya jagadisa lepre "O Kesava! O Tu che assumi la forma di Kalki! O Signore dell'universo! Tutte le glorie a Te! Così, Krishna appare in molte forme diverse. A Vraja, Krsna gusta il santa-rasa, dasya-rasa, sakhya, vatsalya e madhurya-rasa. Nel madhurya-rasa ci sono 360 sentimenti principali. Le gopi non possiedono lo stesso sentimento. Questi 360 tipi di sakhi non sono altro che le manifestazioni del corpo (Kaya-vyuha) di Radhika. Ognuno dei sentimenti di Radhika personifica una sakhi, e Sri Krishna gioisce di tutte loro. Per adempiere a uno dei suoi desideri, Krishna prende la forma del Signore Rama, e Radhika assume la forma di Sita-devi. Così, quando noi adoriamo il Signore Rama non dobbiamo pensare che non siamo esclusivi nell'adorazione di Sri Sri Radha e Krishna. Con la forma di Sri Rama, Krishna ha reso i Suoi passatempi molto strazianti, e chiunque li ascolti inizierà a piangere. Quando il Signore Rama apparve, le Sue tre manifestazioni erano con Lui: Bharata, Laksmana e Satrughna. Essi non sono diversi da Lui. Per mostrare come servire Se stesso, Rama è venuto con la forma di Bharata, Satrughna e Laksmana. Il padre di Rama, Maharaja Dasaratha, sposò più di mille regine, ma solo 360 erano le più importanti; tuttavia non aveva avuto figli. In qualche modo, con l'aiuto di Srnga Rsi, compì una cerimonia del fuoco volta ad avere figli, e in questo modo nacquero quattro figli. Prima di questo avvenimento, Maharaja Dasaratha un giorno andò a caccia, e quella sera si recò alla vicina casa del suo amico Kaikeya Maharaja. Re Kaikeya aveva una figlia di nome Kaikeyi. Maharaja Kaikeya disse a sua figlia: "Dovresti prenderti cura del prasadam di Maharaja Dasaratha e di tutto ciò che gli serve." Kaikeyi lo servì talmente accuratamente che Maharaja Dasaratha rimase molto soddisfatto del suo servizio, e rimase attratto dalla sua bellezza e dalle sue qualità. Il mattino seguente, prima di tornare ad Ayodhya, Dasaratha disse al re: "Voglio qualcosa. Per favore dammi una donazione". Kaikeya Maharaja chiese: "Che donazione desideri?" Dasaratha Maharaja rispose: "Io voglio tua figlia. Lei è molto qualificata, e voglio sposarla". Re Kaikeya si mise a ridere. Rifiutò la proposta di Maharaja Dasaratha, dicendo :"Non posso darti mia figlia'' Maharaja Dasaratha ribattè: "Perché?" Re Kaikeya rispose: "Tu hai così tante regine! Io voglio che mia figlia sposi solo quella persona il cui figlio sarà il Re. Se vuoi sposarla, dovrai promettere che il figlio nato dal suo grembo diventerà Re. Solo allora te la darò in sposa ". Ora Maharaja Dasaratha si mise a ridere. Egli disse: "Non ho nessun bambino. Se tua figlia può darmi un figlio sarò molto fortunato, e lui sarà automaticamente il re." Così, Kaikeyi sposò Maharaja Dasaratha. Per fortuna, dal potere che scaturì dalla cerimonia del fuoco, Maharaja Dasaratha ben presto ebbe quattro figli. Prima nacque Sri Rama dalla madre Kausalya, poi Bharata dal grembo di Kaikeyi, e poi Laksmana e Satrughna da Sumitra. Nella cultura indiana si dice che solo il figlio maggiore sarà il Re. Maharaja Dasaratha si trovava in un dilemma per quanto riguarda cosa fare. Quando furono abbastanza grandi, Rama ei suoi fratelli andarono alla scuola di Vasista Muni. Impararono tutto ciò che serviva, e poi tornarono a casa del padre. Un giorno il Signore Rama stava giocando sulle ginocchia di Madre Kaikeyi. Kaikeyi Lo amava più di quanto amasse suo figlio Bharata. Rama giocava sempre con Kaikeyi, più di quanto non abbia giocato con Sua madre Kausalya. Quel giorno il Signore Ramacandra disse a Kaikeyi: "Madre, voglio un dono da te". Kaikeyi chiese: ''Che dono vuoi?'' Il Signore Rama rispose: "Se te lo chiedo, dovrai concedermelo. Lo prometti?" Kaikeyi promise e disse, "Potrei anche dare la vita per Te." Il Signore Rama rispose: "Io non voglio la tua vita, voglio che tu dica a Maharaja Dasaratha che tuo figlio Bharata diventi il Re. Ed io, Rama, dovrò essere mandato in esilio nella foresta." Kaikeyi disse: "Oh, non posso farlo." Il Signore Rama rispose: "Lo avevi promesso! Se non ti soddisfa la mia richiesta, tutto sarà rovinato. Ti sto dicendo qualcosa di molto confidenziale. Io sono la Persona Suprema. Tutti gli esseri celesti, come Brahma e Sankara, Mi hanno pregato di apparire e uccidere i demoni come Ravana e altri. Questi demoni sono il peso della Terra, e la loro distruzione non può essere compiuta da nessuno tranne Me. " Kaikeyi poi cominciò a piangere e disse al Signore Rama, "Se posso dare la mia vita per Te, io farò questo per Te". Per questo motivo Kaikeyi chiese due benedizioni a Maharaja Dasaratha. [Domanda:] Così Kaikeyi è l'eroina del Ramayana? [Srila Narayana Maharaja:] Sì, secondo la mia opinione. Dopo il discorso, Srila Narayana Maharaja e i devoti fanno l'abhiseka di Sri Ramacandra. Gaura premanande! Di Seguito l'immagine della NASA che fotografa dal satellite il ponte costruito da Rama e dai Suoi associati. Il Rama-setu (ponte di Rama), collega l'India all'isola di Lanka dove viveva il demone Ravana che aveva rapito Sita devi. http://abcloud.org/statusnet/url/343

Haribol RAMA NAVAMI Tridandisvami Sri Srimad Bhaktivedanta Narayana Maharaja Il Giorno dell' Apparizione di Sri Rama Penang, Malesia: 18 aprile 2005 Dobbiamo essere esclusivi verso Sri Krishna, e per nessun altro. Avete capito? Perché allora adoriamo il Signore Ramacandra? Qualcuno potrebbe dire: "Allora non è devozione esclusiva." Ma questo non è il punto. Sri Krishna è Akhila-rasamrta-sindhu. Egli è colui che gioisce di tutti i rasa: dasya (servitù), sakhya (amicizia), vatsalya (l'affetto dei genitori), madhurya (amore coniugale); Egli gusta anche l'aisvarya-mayi prema seva (servizio in timore e reverenza, con l'idea che Krishna è Dio) e il madhurya-mayi prema-seva (servizio caratterizzato dall' amore spontaneo, pensando a Krishna come un comune ragazzo). Egli è colui che gode di ogni cosa. A volte, per poter gustare la maryada-mayi rasa-bhakti (la devozione caratterizzata da timore e reverenza), Sri Krishna si presenta con la forma di Sri Rama, e Radhika appare come Sri Sita-devi. Pertanto, Radha-Krishna e Rama-Sita non sono diversi. Se adorate il Signore Rama, si adora anche il Signore Krishna. A volte Krishna vuole gustare il vibhatsa-rasa, (rasa della battaglia) uccidendo il demone Hiranyakasipu per proteggere il suo devoto Prahlada. Così, anche Sri Nrismhadeva è il Signore Krishna. Srila Jayadeva Gosvami ha cantato nel suo kirtana: Kesava dhrta-Mina-sarira "O Kesava! O Tu che assumi la forma di un pesce!" Kesava dhrta-Kurma-Sarira "O Kesava! O Tu che assumi la forma di una tartaruga!" Kesava dhrta-Sukara-rupa "O Kesava! O Tu che assumi la forma di un cinghiale!" Kesava dhrta-Narahari-rupa "O Kesava! O Tu che assumi la forma di metà uomo e metà leone!" Kesava dhrta-Vamana-rupa "O Kesava! O Tu che assumi la forma meravigliosa di un brahmana nano!" Kesava dhrta-Bhrgupati-rupa "O Kesava! O Tu che assumi la forma di Parasurama!" Kesava dhrta-Rama-Sarira "O Kesava! O tu che assumi la forma di Sri Ramacandra!" Kesava dhrta-Haladhara-rupa "O Kesava! O tu che assumi la forma di Balarama!" Kesava dhrta-Buddha-Sarira "O Kesava! O Tu che assumi la forma di Buddha! Kesava dhrta-Kalki-sarira jaya jagadisa lepre "O Kesava! O Tu che assumi la forma di Kalki! O Signore dell'universo! Tutte le glorie a Te! Così, Krishna appare in molte forme diverse. A Vraja, Krsna gusta il santa-rasa, dasya-rasa, sakhya, vatsalya e madhurya-rasa. Nel madhurya-rasa ci sono 360 sentimenti principali. Le gopi non possiedono lo stesso sentimento. Questi 360 tipi di sakhi non sono altro che le manifestazioni del corpo (Kaya-vyuha) di Radhika. Ognuno dei sentimenti di Radhika personifica una sakhi, e Sri Krishna gioisce di tutte loro. Per adempiere a uno dei suoi desideri, Krishna prende la forma del Signore Rama, e Radhika assume la forma di Sita-devi. Così, quando noi adoriamo il Signore Rama non dobbiamo pensare che non siamo esclusivi nell'adorazione di Sri Sri Radha e Krishna. Con la forma di Sri Rama, Krishna ha reso i Suoi passatempi molto strazianti, e chiunque li ascolti inizierà a piangere. Quando il Signore Rama apparve, le Sue tre manifestazioni erano con Lui: Bharata, Laksmana e Satrughna. Essi non sono diversi da Lui. Per mostrare come servire Se stesso, Rama è venuto con la forma di Bharata, Satrughna e Laksmana. Il padre di Rama, Maharaja Dasaratha, sposò più di mille regine, ma solo 360 erano le più importanti; tuttavia non aveva avuto figli. In qualche modo, con l'aiuto di Srnga Rsi, compì una cerimonia del fuoco volta ad avere figli, e in questo modo nacquero quattro figli. Prima di questo avvenimento, Maharaja Dasaratha un giorno andò a caccia, e quella sera si recò alla vicina casa del suo amico Kaikeya Maharaja. Re Kaikeya aveva una figlia di nome Kaikeyi. Maharaja Kaikeya disse a sua figlia: "Dovresti prenderti cura del prasadam di Maharaja Dasaratha e di tutto ciò che gli serve." Kaikeyi lo servì talmente accuratamente che Maharaja Dasaratha rimase molto soddisfatto del suo servizio, e rimase attratto dalla sua bellezza e dalle sue qualità. Il mattino seguente, prima di tornare ad Ayodhya, Dasaratha disse al re: "Voglio qualcosa. Per favore dammi una donazione". Kaikeya Maharaja chiese: "Che donazione desideri?" Dasaratha Maharaja rispose: "Io voglio tua figlia. Lei è molto qualificata, e voglio sposarla". Re Kaikeya si mise a ridere. Rifiutò la proposta di Maharaja Dasaratha, dicendo :"Non posso darti mia figlia'' Maharaja Dasaratha ribattè: "Perché?" Re Kaikeya rispose: "Tu hai così tante regine! Io voglio che mia figlia sposi solo quella persona il cui figlio sarà il Re. Se vuoi sposarla, dovrai promettere che il figlio nato dal suo grembo diventerà Re. Solo allora te la darò in sposa ". Ora Maharaja Dasaratha si mise a ridere. Egli disse: "Non ho nessun bambino. Se tua figlia può darmi un figlio sarò molto fortunato, e lui sarà automaticamente il re." Così, Kaikeyi sposò Maharaja Dasaratha. Per fortuna, dal potere che scaturì dalla cerimonia del fuoco, Maharaja Dasaratha ben presto ebbe quattro figli. Prima nacque Sri Rama dalla madre Kausalya, poi Bharata dal grembo di Kaikeyi, e poi Laksmana e Satrughna da Sumitra. Nella cultura indiana si dice che solo il figlio maggiore sarà il Re. Maharaja Dasaratha si trovava in un dilemma per quanto riguarda cosa fare. Quando furono abbastanza grandi, Rama ei suoi fratelli andarono alla scuola di Vasista Muni. Impararono tutto ciò che serviva, e poi tornarono a casa del padre. Un giorno il Signore Rama stava giocando sulle ginocchia di Madre Kaikeyi. Kaikeyi Lo amava più di quanto amasse suo figlio Bharata. Rama giocava sempre con Kaikeyi, più di quanto non abbia giocato con Sua madre Kausalya. Quel giorno il Signore Ramacandra disse a Kaikeyi: "Madre, voglio un dono da te". Kaikeyi chiese: ''Che dono vuoi?'' Il Signore Rama rispose: "Se te lo chiedo, dovrai concedermelo. Lo prometti?" Kaikeyi promise e disse, "Potrei anche dare la vita per Te." Il Signore Rama rispose: "Io non voglio la tua vita, voglio che tu dica a Maharaja Dasaratha che tuo figlio Bharata diventi il Re. Ed io, Rama, dovrò essere mandato in esilio nella foresta." Kaikeyi disse: "Oh, non posso farlo." Il Signore Rama rispose: "Lo avevi promesso! Se non ti soddisfa la mia richiesta, tutto sarà rovinato. Ti sto dicendo qualcosa di molto confidenziale. Io sono la Persona Suprema. Tutti gli esseri celesti, come Brahma e Sankara, Mi hanno pregato di apparire e uccidere i demoni come Ravana e altri. Questi demoni sono il peso della Terra, e la loro distruzione non può essere compiuta da nessuno tranne Me. " Kaikeyi poi cominciò a piangere e disse al Signore Rama, "Se posso dare la mia vita per Te, io farò questo per Te". Per questo motivo Kaikeyi chiese due benedizioni a Maharaja Dasaratha. [Domanda:] Così Kaikeyi è l'eroina del Ramayana? [Srila Narayana Maharaja:] Sì, secondo la mia opinione. Dopo il discorso, Srila Narayana Maharaja e i devoti fanno l'abhiseka di Sri Ramacandra. Gaura premanande! Di Seguito l'immagine della NASA che fotografa dal satellite il ponte costruito da Rama e dai Suoi associati. Il Rama-setu (ponte di Rama), collega l'India all'isola di Lanka dove viveva il demone Ravana che aveva rapito Sita devi. http://abcloud.org/statusnet/url/343



via admin e amici http://abcloud.org/statusnet/notice/392