Fotovoltaico: il Bangladesh 100% solare entro il 20121

Bangladesh solar power


Il Bangladesh punta ad essere la prima nazionale solare del mondo. La produzione di energia elettrica del paese asiatico infatti potrebbe dipendere esclusivamente dal fotovoltaico. Con l'aiuto finanziario della Banca Mondiale e di altri partner, il governo del Bangladesh vuole cercare di fornire energia elettrica a tutte le famiglie del paese entro il 2021 e usando la luce del sole.


Un programma fotovoltaico ambizioso se si considera che ancora oggi alcuni villaggi, come Islampur, nel distretto del Bangladesh settentrionale di Naogaon, non sono connessi ad alcuna rete. Il programma solare prevede di produrre 220 MW di energia elettrica per circa 6 milioni di famiglie entro il 2017.


Ogni sistema domestico utilizzerà un pannello fotovoltaico installato sul tetto dell'abitazione. Un pannello da 250 watt può produrre fino a 1 kW di potenza al giorno. Molti abitanti del villaggio di Islampur hanno già installato impianti solari domestici off-grid. “Siamo più che felici, perché non ci sono interruzioni di corrente nel nostro sistema. Ma per coloro che sono collegati alla rete nazionale, i blackout sono regolari,” spiega Islam , uno gli abitanti.


E i bambini sono contenti tanto quanto i genitori: “Ora i bambini possono avere il proprio momento di divertimento ogni giorno” senza contare che possono studiare fino a tarda sera grazie alla luce elettrica.


È stata la Infrastructure Development Company Limited di proprietà del governo (IDCol) a dare inizio al progetto per il fotovoltaico domestico nel 2003. Da allora, 3,5 milioni di famiglie - circa il 10 per cento del totale del paese - hanno installato i pannelli fino al 2014. Lo scorso anno, nel mese di luglio, il governo del Bangladesh ha firmato un finanziamento supplementare di 78,4 milioni di dollari fornendo ulteriore sostegno per il programma dei sistemi solari domestici. Il progetto ha contribuito ad installare altri 480.000 sistemi off-grid nelle zone che non hanno accesso alla rete elettrica.


Bangladesh solar power2


Ogni mese, 50.000-60.000 famiglie del Bangladesh si collegano con un sistema domestico fotovoltaico. Nel mese di maggio 2014, sono state effettuate più di 80.000 connessioni,” ha detto Mahmood Malik, capo della IDCol. La società gestisce il programma con 47 partner, tra cui organizzazioni non governative e imprese.


Non è stato tutto rose e fiori, soprattutto all'inizio, come ha spiegato Dipal C. Barua, pioniere del solare domestico in Bangladesh e presidente della Bangladesh Solar and Renewable Energy Association, secondo cui quando la tecnologia è stata introdotta nel 1996, ha dovuto affrontare una serie di ostacoli, come l'elevato costo dei pannelli e la mancanza di competenze per l'installazione.


Bangladesh solare


Ma 18 anni dopo, entrambe le barriere si sono allentate e i sistemi fotovoltaici domestici hanno permesso di evitare l'uso di 200.000 tonnellate di cherosene all'anno, pari a circa 180 milioni di dollari.


Obiettivi ancora più ambiziosi. Il sogno di Barua è quello di responsabilizzare i 75 milioni di bengalesi attraverso le energie rinnovabili entro il 2020 e di rendere il Bangladesh la prima nazione solare del mondo.


E le premesse ci sono tutte considerando che il governo sta fornendo prestiti a basso interesse per le aziende private che importano e installano pannelli solari. Dal canto loro, le imprese offrono alle famiglie o agli utenti finali costi bassi e la possibilità di rimborsare il costo di un sistema domestico per un periodo da uno a a tre anni. Un pannello di 100 watt costa circa 50.000 taka del Bangladesh ($ 640).


Ma non è finita. Oltre a favorire il fotovoltaico sul tetto, il governo ha costruito una centrale solare da 100 kilowatt a Sandwip Island, nella Baia del Bengala, che ha iniziato ad operare nel 2010 e sta incoraggiando gli investimenti nazionali ed esteri negli impianti, offrendo borse di studio e prestiti a basso interesse.


Francesca Mancuso


Foto: Flickr


LEGGI anche:


Bangladesh: una nuova centrale a carbone minaccia la foresta di mangrovie piu' grande del mondo


Fotovoltaico: nelle Hawaii si produce piu' energia solare di quanto le reti elettriche riescano a gestire


...continua sulla fonte http://ift.tt/1JSk9ho che ringraziamo.

Post più popolari