Ttip: gli Ogm non avranno libero accesso sul mercato italiano

ogm ttip

Gli Ogm sono esclusi dal Ttip, il trattato transatlantico tra Unione Europea e Stati Uniti sul commercio e gli investimenti. Gli Ogm rimarranno fuori dal Ttip e questi vincoli non verranno allentati.

Lo ha dichiarato il vice ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda ad Expo mentre commentava i nodi relativi al capitolo agroalimentare del trattato. Fino ad ora una delle maggiori preoccupazioni aveva riguardato la possibilità che gli alimenti Ogm ottenessero libero accesso sul mercato italiano.

Il vice ministro ha assicurato che la Commissione non ha alcun titolo per allentare i vincoli per l'ingresso di prodotti alimentari dagli Stati Uniti. Occorreranno ancora circa otto o nove mesi per giungere alla chiusura del trattato e secondo il vice ministro l'Italia sarà uno dei Paesi che ne beneficerà di più, con l'obiettivo che il nostro Paese non rimanga escluso da una grande area di libero scambio commerciale.

In questo momento ciò che importa di più è che gli alimenti Ogm non potranno invadere i nostri negozi e supermercati. Dunque possiamo stare tranquilli per quanto riguarda l'esclusione degli Ogm dal trattato commerciale transatlantico Ue-Usa?

"Le parole rassicuranti del vice ministro Calenda confermano che in Italia l'aria è cambiata e non c'è più il timore di esprimere un'opinione chiara riguardo la non convenienza per il nostro Paese nell'aprire alle coltivazioni Ogm" – ha dichiarato Andrea Nesi, responsabile ambiente di Aics.

Ora che l'Italia dirà no ai prodotti Ogm importati dagli Usa, dovrà però imparare a valorizzare meglio le eccellenze del Made in Italy, prodotti apprezzati in tutto il mondo per le loro caratteristiche qualitative e nutrizionali senza la necessità di ricorrere agli Ogm.

"Dal Sunblack, il pomodoro nero ricco di antociani, realizzato dall'università della Tuscia e dall'università Sant'Anna di Pisa con la tradizionale tecnica dell'incrocio; al prato da calcio/golf che necessita di una quantità d'acqua inferiore del 60% rispetto al tradizionale, sono solo due esempi di ciò che siamo in grado di fare in Italia. Concreti, utili, disponibili, sicuri, sostenibili: cosa aspettiamo?" – ha concluso Nesi.

La risoluzione sul Ttip verrà votata oggi, giovedì 28 maggio, in Commissione commercio internazionale, presso il Parlamento Europeo. La speranza è dunque che l'Italia difenda fino in fondo il proprio mercato agroalimentare dagli Ogm per la tutela dei consumatori e con una maggiore spinta verso la produzione e l'agricoltura biologica.

Marta Albè

Leggi anche:

TTIP: i 12 rischi dell'accordo commerciale UE-USA

OGM, antibiotici e falsi cibi: l'agroalimentare Usa invaderà le tavole italiane

...continua sulla fonte http://ift.tt/1ckEeRi che ringraziamo.

Post più popolari