sabato 25 luglio 2015

Varato il nuovo Codice della Strada. Ecco le novità in vigore dal 30 luglio


Approvato il ddl per la riforma del Codice della Strada, ora è legge. Le nuove norme approvate, saranno in vigore da venerdì 30 luglio 2015.

codice_della_strada_2015

Tra le novità della riforma c’è il Divieto assoluto di assumere Alcool per tutti i conducenti con meno di 21 anni, per chi ha la patente da meno di tre anni e per chiunque lavori al volante (autisti di ogni genere). I locali pubblici dovranno essere obbligatoriamente dotati di un etilometro e non potranno vendere alcolici dalle tre di notte alle sei di mattina, salvo a Capodanno e a Ferragosto, mentre per gli autogrill il divieto scatterà già alle dieci di sera. Per i soggetti con più di 80 anni, sarà obbligatorio superare una visita medica biennale per poter rinnovare la patente. Per chi ha la patente sospesa, potrà fare ricorso al prefetto e chiedere una deroga di tre ore al giorno per andare al lavoro o per esigenze particolari. La consessione del beneficio però comporterà il raddoppio dei tempi di sospensione. Test antidroga obbligatorio per chi guida mezzi pubblici, taxi e camion, per chi deve prendere la patente e per chi la rinnova.

I titolari del patentino potranno guidare già a 17 anni, purché accompagnati da una persona dotata di patente B da almeno dieci anni. Chi subisce la sospensione della patente professionale per guida sotto l’effetto di alcool o per consumo di sostanze stupefacenti può essere licenziato per giusta causa. Cambiano anche i tempi di notifica delle multe, che se non notificate entro 90 giorni diventeranno nulle (il termine precedente era di 150 giorni). Chi ha un reddito basso potrà dilazionare il pagamento di quelle più care di 200 euro. Per recuperare i punti della Patente di guida non basterà presenziare al corso, ma si dovrà superare anche un esame. Novità anche per le targhe, vi sarà la possibilità di averla personalizzata e di trasferirla da un’auto all’altra. Una vera rivoluzione del Codice della Strada, per completare l’opera manca il fiore all’occhiello, l’introduzione del reato di Omicidio stradale.

WhatsAppEmailCondividi



from Gazzettino web http://ift.tt/1DEEPFg
via IFTTT