Chevron torbida come il petrolio: false testimonianze per la multinazionale che ha inquinato l'Ecuador

chevron ecuador

Inquinamento da idrocarburi in Ecuador, Chevron è nei guai. La vicenda si trascina nel 2010, cioè da quando l’azienda ha iniziato a ribellarsi ad un verdetto secondo cui avrebbe dovuto risarcire i gravi danni ambientali e sociali di cui è ritenuta responsabile.

Chevron da quel momento in poi avrebbe iniziato a elaborare la teoria di un vero e proprio complotto organizzato per danneggiare l’azienda da parte degli abitanti dei villaggi ecuadoriani e delle associazioni ambientaliste.

A quanto pare, la società ha speso tempo e denaro per inventare una testimonianza di copertura. La storia è stata supportata dalle parole di un testimone che ora si sono rivelate false, dato che ha ormai ammesso di aver mentito in cambio di somme di denaro ricevute dalla stessa Chevron.

Il “testimone”, di nome Antonio Guerra, si sarebbe fatto vivo con Chevron già nel 2009, quando chiese una tangente all’azienda per aiutarla a superare i problemi legali in Ecuador. L’uomo con la sua falsa testimonianza aveva sostenuto che Chevron risultava minacciata dai legali della popolazione del luogo.

Probabilmente l’azienda sperava di sfuggire alla giustizia basandosi su una falsa testimonianza, ma il trucco è stato scoperto. Guerra vive con la sua famiglia in una casa che Chevron ha comprato per lui, guida una macchina offerta dall’azienda e riceve un compenso di 12 mila dollari al mese messo a disposizione proprio dalla multinazionale.

La vicenda è davvero molto intricata. Che cosa succederà ora? Dato che risulta basato su una falsa testimonianza, la Corte d’Appello Federale dovrebbe ritenere non valido il verdetto precedente.

Ora Chevron dovrà essere posta sotto esame per aver intimidito i giudici in Ecuador, per atti di corruzione, per aver falsificato le prove e per aver permesso che un testimone presentasse una dichiarazione non corrispondente a verità.

La popolazione dell’Ecuador riuscirà mai ad avere giustizia?

Marta Albè

Fonte foto: Omissis News

Leggi anche:

...continua sulla fonte http://ift.tt/1KHIFQ2 che ringraziamo.

Post più popolari