martedì 27 ottobre 2015

L’UE ha deciso: addio al roaming per i cellulari all’estero. Tutte le novità


L’Europa si appresta a mandare in pensione il roaming. Oggi il Parlamento europeo ha dato il via libera finale al pacchetto telecomunicazioni che contiene, tra le altre cose, il divieto di applicare tariffe roaming nell’utilizzo dei telefoni cellulari nell’Unione Europea a partire dal 2017. 

roaming-ue

Nel dettaglio, dal 15 giugno 2017, saranno vietate le tariffe roaming nell’UE (e nei Paesi SEE, ossia Spazio economico europeo) per le chiamate, per l’invio di messaggi di testo e per l’utilizzo di internet tramite dispositivi mobili. Inoltre, a partire dal 30 aprile 2016, le maggiorazioni del roaming non dovranno superare: – 0,05 euro al minuto per le chiamate vocali; – 0,02 euro per ogni messaggio di testo (SMS); – 0,05 euro per ogni MB di navigazione su internet. Bruxelles ha stabilito che il tetto per i costi delle chiamate ricevute sarà deciso entro l’anno. ”Ci si aspetta che tali costi siano considerevolmente più bassi rispetto a quelli previsti per le chiamate effettuate”, si legge in una nota dell’Europarlamento.

WhatsAppEmailCondividi



from Gazzettino web http://ift.tt/1MgK2Gh
via IFTTT