martedì 31 marzo 2015

Cannabis Terapeutica per la Prevenzione dell’Epilessia

Cannabis Terapeutica per la Prevenzione dell’Epilessia

Altrogiornale.org.


Roberto Di Maio è un brillante ricercatore italiano, selezionato per il programma Fellowship Ri.MED attivo presso l’University of Pittsburgh: la Fondazione sta infatti formando capitale umano d’eccellenza per il Centro per le Biotecnologie e la Ricerca Biomedica di prossima realizzazione in provincia di Palermo. Grazie alla borsa di studio Ri.MED, dal 2008 il dr. Di


Cannabis Terapeutica per la Prevenzione dell’Epilessia

Altrogiornale.org.


...continua sulla fonte http://ift.tt/1DnKsuX che ringraziamo.

L'agnello nato con il" volto umano" (VIDEO)

agnellino


Un agnello con fattezze umane, tra cui gli occhi, il naso e la bocca, è nato in una fattoria in Russia. E la sua storia è già virale. Ha un'espressione che sembra un po' quella di un vecchio arrabbiato. Solo le orecchie e il corpo sono uguali a quelle degli altri suoi simili.


Dopo essere nata, nel villaggio di Chirka, vicino alla repubblica russa del Daghestan, la pecorella ha emesso una serie di grugniti e rumori particolari, registrati in un video che sta facendo il giro del web per la sua originalità.


L'allevatore Blasius Lavrentiev, 45 anni, racconta di aver atteso tutta la settimana che la sua pecora gravida partorisse, ma ha ricevuto un brutto colpo quando ha visto la creatura umana. Lo choc del proprietario si è trasformato presto in gioia dopo che gli è stato offerto 10 volte il prezzo normale per averla non resta che augurarsi che questo suo strano aspetto le abbia salvato la vita, evitando di finire sulle tavole come accadrà a oltre 400.000 tra capretti e agnelli - solo in Italia - macellati nelle settimane che precedono la Pasqua.


Il loro destino è segnato fin dal momento della loro nascita: le femmine vengono sistematicamente ingravidate per partorire numerose volte e quando improduttive mandate al macello; i maschi vengono allevati, alcuni utilizzati anche come riproduttori ed infine uccisi, mentre altri esemplari sono selezionati e macellati dopo pochi mesi di vita. Prelevare con forza degli esseri viventi di età così giovane, allontanandoli in questo modo dalle loro madri, è una delle pratiche più crudeli che caratterizzano l'industria alimentare.


{youtube}eBMDi5mSkzs{/youtube}


Come documenta il video, diffuso a pochi giorni dalla Pasqua da Essere Animali, sull'uccisione degli agnelli in uno stabilimento di macellazione italiano. Sono stati filmati cuccioli che assistono impotenti alla morte dei loro simili, storditi e sgozzati di fronte ai loro occhi. I comportamenti rudi degli addetti, che afferrano gli agnelli per le zampe e li spostano bruscamente, causano ulteriori gravi sofferenze.


Questi animali di pochi mesi di vita, considerati carne da macello e uccisi in serie, incappano anche nella brutalità e nella trascuratezza degli operatori, desensibilizzati di fronte alla routine di un lavoro per definizione violento.



"Con questo video vogliamo dare il nostro contributo alle tante iniziative, sempre più numerose, che chiedono salva la vita degli agnelli. Il nostro è un appello per fermare una strage che avviene nel nome della tradizione", conclude Essere Animali.



{youtube}YsHDb1oqyVI{/youtube}


Roberta Ragni


Leggi anche:


Petizione contro la 'Paqua di sangue': una firma per salvare gli agnelli


Pasqua: la campagna pubblicitaria e il viral video per salvare gli agnelli


Agnello a Pasqua? 6 motivi per non mangiarlo (foto e video shock di Animal Equality)


...continua sulla fonte http://ift.tt/1CIDxf4 che ringraziamo.

Hiljainen Kansa: il popolo silenzioso di Suomussalmi, in Finlandia

silent people finlandia cover


State organizzando un viaggio in Finlandia? Ecco quale potrebbe essere una delle vostre mete. Gli automobilisti che viaggiano lungo la Highway 5, a circa 30 km a nord della cittadina di Suomussalmi, nel nord-est della Finlandia, vengono accolti da uno spettacolo davvero particolare.


Davanti ai loro occhi si palesa una folla di quasi mille figure, ferme e in silenzio in un campo vicino alla strada. La mattina, con la luce alle proprie spalle, questo esercito appare cupo, addirittura minaccioso.


Ma quando una brezza leggere fa oscillare i loro abiti colorati e soffia attorno al loro corpo, ecco che questi personaggi sembrano prendere vita. Questo esercito di figure simili a spaventa passeri prende il nome di "The Silent People" o di "Hiljainen kansa" in finlandese.


Si tratta di creazioni realizzate dall'artista locale Reijo Kela. Nel 1988 il popolo silenzioso fu esposto a Lassila, un quartiere di Helsinki. Più tardi, nel 1992, ecco il popolo silenzioso in mostra nella piazza del Senato di Helsinki e poi sul fiume Jalonuoma. Infine il popolo silenzioso ha trovato un posto tutto per sé vicino alla Highway 4 nel 1994.


I giovani del luogo cambiano d'abito questi personaggi due volte all'anno con i vestiti raccolti attraverso le donazioni della popolazione. Gli automobilisti di passaggio si chiedono sempre quale sia il significato di questa installazione.


Ma l'artista si rifiuta di fornire qualsiasi spiegazione. Alcuni credono che l'opera rappresenti delle persone dimenticate o forse i caduti di una feroce battaglia avvenuta durante la Guerra d'Inverno nel 1939-1940 tra i finlandesi e la Russia sovietica.


silent people finlandia 1


silent people finlandia 2


silent people finlandia 4


silent people finlandia 5


silent people finlandia 6


Il significato dell'opera resta dunque oscuro, ma ognuno di noi può provare a dare la propria interpretazione, sia se avrà l'occasione di ammirare il popolo silenzioso dal vivo, sia provando a cercare delle interpretazioni attraverso queste fotografie molto colorate ma anche un po' inquietanti.


Marta Albè


Fonte foto: flickr.com/kallu


Leggi anche:


Giappone: Nagoro, il villaggio abbandonato ripopolato dalle bambole


Le surreali citta' fantasma post Fukushima (FOTO)


Polonia: Zalipie, il villaggio dipinto


...continua sulla fonte http://ift.tt/1GcXPP4 che ringraziamo.

La casa di legno che si assembla come i Lego con la stampa 3D (FOTO E VIDEO)

Facit-Homes-D-Process


E se fosse possibile costruire da soli la propria casa in legno usando la stampa 3D e sfruttando lo schema dei Lego? Non è fantasia ma un'idea già affermata che porta la firma dello studio di architettura britannico Facit Homes. Alla base vi è il D-Process , una macchina basata su una tecnica di edilizia prefabbricata che sfrutta le possibilità delle nuove tecnologie per la stampa.


La popolazione è in crescita e la costruzione di nuove case non può tenere il passo. Ma il D-Process potrebbe essere una soluzione, grazie alla possibilità di progettare la propria casa, stampare i “pezzi”sul posto e infine agganciati rapidamente come grandi blocchi di Lego.


La costruzione. Le case vengono prima progettate su computer, con ogni piccolo dettaglio scomposto nel particolare più piccolo, permettendo così al cliente e futuro padrone di casa di organizzare lo spazio in base alle esigenze personali. Un container al cui interno si trovano le stampanti 3D viene posizionato davanti a quella che diventerà la porta di casa e taglia le pareti di legno ottenendo la dimensione precisa.


Nasce così il “telaio” della futura casa, un “grande Lego di legno”, come l'ha definita Bruce Bell, a capo di Facit Homes. Questi pezzi sono già completi di tutti i fori che servono per il montaggio, l'isolamento, il sistema idraulico e quello elettrico.


facit2


Ogni casa comprende isolamento termico, risparmio energetico e riduce al minimo la perdita di calore. A seconda dei requisiti del sito, vi sono una serie di sistemi supplementari come impianti solari e fotovoltaici che possono essere inseriti all'interno dell'edificio per renderlo ancora più efficiente.


casa lego


I vantaggi ambientali, a detta degli ideatori, non sono indifferenti. Si evita infatti tutta la costosa logistica delle grandi fabbriche, azzerando le emissioni provocate dal trasporto di materiali e riducendo al minimo i rifiuti. Si produce infatti solo ciò che serve, senza scarti.


facit4


I vantaggi della tecnica “D-Process” riguardano praticamente ogni aspetto della costruzione. È molto più veloce da assemblare: una casa di quattro camere da letto può essere realizzata in meno di una settimana. Ha bisogno di un minor numero di materiali, il che significa che è sostanzialmente più ecologica. Richiede una forza lavoro ridotta, dunque è più economica.


facit3


facit Hertfordshire


facit5


Il D-Process si sta facendo strada nel Regno Unito. Tra alcuni esempi già realizzati ci sono Villa Asserbo in Danimarca e la Hertfordshire House in Gran Bretagna, costruite in loco. Quest'ultima ha una superficie di 200 metri quadrati mentre il layout di Villa Asserbo, realizzata da 800 fogli di compensato sostenibile, sfrutta la luce naturale al massimo per l'illuminazione.


{vimeo}73286340{/vimeo}


{vimeo}20103388{/vimeo}


Francesca Mancuso


Designtoimprovelife


LEGGI anche:


La casa green? Pronta in 24 ore con la stampa 3D


Ad Amsterdam la prima casa stampata in 3D (FOTO e VIDEO)


Legologica: la casa ecologica a km 0 che si monta come i lego


Case sugli alberi: il villaggio LEGO in stile Ewok (video)


...continua sulla fonte http://ift.tt/1CtkBj7 che ringraziamo.

Kokedama: cosa sono e come realizzarli

kokedama cosa sono come fare bonsai


I kokedama sono noti come mini bonsai o bonsai volanti. Con il termine kokedama si intende un metodo di coltivazione nato in Giappone nel 1600. La differenza principale tra kokedama e bonsai riguarda l'assenza del vaso.


I bonsai infatti vengono coltivati in vasetti, spesso decorativi, delle dimensioni adatte alla piantina, mentre nei kokedama il vaso è assente. Possiamo parlare dei kokedama come di mini bonsai volanti dove al posto del vaso troviamo una palla di fango rivestita di muschio. Kokedama in giapponese significa proprio "palla di muschio" o "perla di muschio".


I kokedama si realizzano in modo simile ai bonsai ma al posto di inserire le loro radici nel terriccio e in un vaso ecco la soluzione di utilizzare fango e muschio per formare una pallina. Il fango utilizzato per i kokedama è di colore scuro. Si chiama ketotsuchi (chiamato semplicemente keto) e rappresenta un terriccio acido e fangoso, dall'aspetto paludoso.


Questo terriccio acido e "fangoso" viene amalgamato con un latro componente, argilloso e dalle proprietà drenanti, che porta il nome di akadama. Con questi due componenti si forma un unico composto che andrà a sostituire il tipico vaso dei bonsai con il suo terriccio. In seguito viene realizzato un rivestimento in muschio che ha tra l'altro la funzione di decorare i bonsai volanti.


Una volta pronto, il kokedama si appoggia in un vassoio oppure viene legato con un filo di nylon e appeso in modo da creare un giardino di mini bonsai volanti davvero insolito. Pare che la tecnica del kokedama si adatti a qualsiasi pianta.


La palla di muschio del kokedama all'interno può contenere piante piuttosto piccole che possono essere acquistate nei negozi specializzati in bonsai ma anche in altri vivai. Andate alla ricerca di piante adatte per il kokedama nei negozi specializzati in bonsai in caso di dubio.


Per prima cosa dovrete unire le terre a vostra disposizione: ketotsuchi e akadama (5 parti di ketotsuchi e 1 parte di akadama). I due composti vanno impastati aggiungendo un po' d'acqua fino ad ottenere una pallina delle dimensioni di un'arancia abbastanza grande.


Con molta delicatezza dovrete fare in modo di racchiudere la base della pianta all'interno della pallina di terriccio, cercando di donare una forma il più possibile sferica e gradevole dal punto di vista estetico. Il rivestimento del kokedama avviene poi utilizzando del muschio o dell' "erba grassa". Il comune muschio secco sarà adatto alle vostre esigenze.


Ricordate che dovrete rimuovere il terriccio alla base della vostra pianta il più possibile prima di inserirla nella pallina formata da ketotsuchi e akadama. Ogni pallina dovrà essere grande a sufficienza per ospitare le radici delle vostre piantine. Per fissare il tutto potrete utilizzare un filo di cotone da avvolgere attorno alla base del kokedama. Per applicare il muschio basta premerlo attorno alla vostra pallina.


kokedama diy


fonte foto: houzz.com


kokedama come fare


fonte foto: designsponge.com


kokedama 1


fonte foto: wikipedia.org


kokedama 2


fonte foto: bandloch.com


kokedama 3


fonte foto: designsponge.com


kokedama 4


fonte foto: japanbonsai.it


In caso di dubbio potrete chiedere maggiori informazioni sulla realizzazione dei kokedama e sui materiali necessari presso un vivaio specializzato in bonsai, dove potrete trovare tutto l'occorrente per mettere in pratica questa antica arte giapponese.


Ecco un video molto interessante che vi spiega passo passo come realizzare un kokedama con un'orchidea.


{youtube}Sz_UWv76BNw{/youtube}


Marta Albè


Fonte foto: jardinplantas.com


Leggi anche:


Bonsai: 10 consigli per principianti

Micro Bonsai: i fantastici bonsai in miniatura del Giappone


...continua sulla fonte http://ift.tt/1xvK2Sc che ringraziamo.

Lo Specchio di Rossella nel mondo della musica: Antonacci o Renga?

Noi dé Il Porto e la Mela CANDY News votiamo per Renga in quanto bono

from Il Porto e la Mela CANDY News http://ift.tt/1CrXoOp

via IFTTT

L'attore David Zepedasi si masturba in cam - ecco il video (V.M 18) - BITCHYF



from Il Porto e la Mela CANDY News http://ift.tt/1DjHZS6

via IFTTT

Pastiera napoletana

Ingredienti per la pasta frolla: 300 g di farina 100 g di zucchero di canna 120 ml di latte di soia 70 g di margarina scorza e succo di 1 limone Ingredienti per il ripieno: 250 g di grano cotto 2 cucchiai di fecola di patate 300 g di zucchero di canna scorza di 1 […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1EuWGmT che ringraziamo.

lunedì 30 marzo 2015

Pizza casual

“Marzo sta per finire e non ho ancora preparato la pizza del mese!” mi son detta ieri mattina. Allora ho rimediato subito con questa new entry dai colori solari, cogli ingredienti che avevo in casa. Buonissima! Ingredienti: 6 cucchiai di pasta madre rinfrescata la sera prima 300 g di farina T2 1 cucchiaio di latte […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1ORGf74 che ringraziamo.

Il suono delle stelle

Il suono delle stelle

Altrogiornale.org.


Un esperimento di idrodinamica, basato sull’interazione tra la luce emessa da un laser e un plasma, ha fornito con sorpresa dei ricercatori una evidenza sperimentale sul fatto che il plasma può generare una serie di impulsi di pressione sotto forma di onde sonore con frequenze prossime al trilione di Hertz. I risultati implicano non solo


Il suono delle stelle

Altrogiornale.org.


...continua sulla fonte http://ift.tt/1BK6L9C che ringraziamo.

Gnocchi del cavolfiore intero

Salve a tutti! Ebbene: l’idea è quella di usare una verdura in modo integrale, senza buttare via niente. E ciò da cui sono partita è stato un meraviglioso cavolfiore che mi ha dato la cara Marsia, una signora che cura un orto con agricoltura biodinamica, con tanta passione, fatica e generosità. Ecco: guardando il cavolfiore […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1BXHEyP che ringraziamo.

Bruce Lipton – Epigenetica (intervista completa in italiano)

Bruce Lipton – Epigenetica (intervista completa in italiano)

Altrogiornale.org.


Durante il periodo in cui Bruce Lipton, Ph.D, lavorava come ricercatore e professore alla scuola di medicina, fece una sorprendente scoperta sui meccanismi biologici attraverso i quali le cellule ricevono ed elaborano le informazioni: infatti, piuttosto che controllarci, i nostri geni sono controllati, sono sotto il controllo di influenze ambientali al di fuori delle


Bruce Lipton – Epigenetica (intervista completa in italiano)

Altrogiornale.org.


...continua sulla fonte http://ift.tt/1OQRNaO che ringraziamo.

A Pasqua arriva l'eclissi: e' la terza luna rossa della tetrade

eclissi sole4aprile


Sarà una Pasqua speciale quella di quest'anno con l'eclissi di luna sabato 4 aprile. Quel giorno avrà luogo la prima delle due eclissi lunari totali di quest'anno. Purtroppo, a differenza della recente eclissi di sole , visibile anche se parzialmente dall'Italia, questa volta l'oscuramento del nostro satellite naturale non potrà essere ammirato.


Tra pochi giorni la luna si tingerà di rosso per via della luce che passa attraverso l'anello di atmosfera che circonda la Terra. Durante l'eclissi, la Luna piena attraverserà l'ombra della Terra, allineata perfettamente col sole.


A seconda del paese da cui sarà visibile, l'eclissi del 4 aprile sarà anche di penombra. L'ombra della Terra è composta infatti da due parti: un nucleo interno scuro chiamato ombra, e una parte esterna più leggera chiamata penombra. In questo secondo caso, la luna non “sparisce” ma la sua immagine è solo sbiadita.


A vedere il fenomeno nella sua totalità saranno gli abitanti della parte orientale dell'Australia, le isole del Pacifico, la Siberia e parte del Giappone che potranno osservarlo al sorgere della luna. Ma l'eclissi sarà parzialmente visibile anche dagli Stati Uniti e nei paesi del Sud America che si affacciano sul Pacifico, come Cile, Argentina, Perù, Ecuador e Colombia. In questi paesi invece sarà visibile al suo tramonto.


eclissi4aprile mappaNasa


Foto: Nasa


L'ingresso nel cono d'ombra, da parte della Luna, inizierà alle 00.10 ora italiana per concludersi poi alle 5.24, ma l'inizio della totalità è previsto per le 2.11, con la fine alle 3.24.


Curiosità. Quella del 4 aprile sarà la terza delle quattro eclissi della Tetrade . Le prime due hanno avuto luogo lo scorso anno, il 15 aprile e l'8 ottobre , mentre la quarta e ultima sarà il 28 settembre prossimo . In quest'ultimo caso sarà parzialmente visibile anche dal nostro paese come eclissi di penombra.


Francesca Mancuso


LEGGI anche:


Eclissi di luna: i misteri della tetrade, ovvero le 'quattro lune di sangue'


#Eclissi totale: oggi la seconda #luna rossa del 2014


Eclissi totale: ecco come osservare la prima luna rossa della tetrade


...continua sulla fonte http://ift.tt/1MoyuXu che ringraziamo.

Bio-soiadrink Vaniglia: bevanda bio ritirata dai supermercati Lidl a causa di un batterio


Bio-soiadrink Vaniglia, prodotto ritirato dai supermercati Lidl. La catena di discount sta procedendo al ritiro delle bevande a base di soia Bio-soiadrink Vaniglia prodotte da Abafoods Srl per Biotrend.


Le analisi microbiologiche hanno individuato la presenza del Bacillus cereus nelle confezioni del prodotto. Questo batterio può causareintossicazioni alimentari . Ha un'incubazione che va dalle 10 alle 16 ore e può provocare dissenteria, nausea, febbre, crampi e vomito, sintomi che si protraggono per due giorni.


E' dunque necessario fare attenzione alle confezioni di prodotto eventualmente acquistate di recente. Il lotto ritirato riporta l'indicazione "da consumarsi preferibilmente entro il 26/02/2016" e il numero 150126. Inoltre sulle confezioni è presente il codice EAN 20530716.


Lidl ha specificato che i consumatori potranno restituire il prodotto in qualsiasi negozio della catena per ottenere una sostituzione o un rimborso anche senza lo scontrino. La catena di discount invita inoltre i consumatori a non consumare la bevanda appartenente al lotto indicato.


A disposizione della clientela ecco il servizio assistenza di Lidl, che potrete contattare al numero verde 800480048 per qualsiasi informazione, dubbio o chiarimento.


latte soia vaniglia biotrend ritirato


fonte foto: lidl.it


Consulta qui l'avvido alla clientela che Lidl ha pubblicato sul proprio sito web.


Marta Albè


Leggi anche:





...continua sulla fonte http://ift.tt/1xPm4l9 che ringraziamo.

Grigliata mista vegetale

Questa grigliata ha fatto parte del menu di una cena in famiglia, tutto molto apprezzato e non è avanzato nulla! Ingredienti: 500 g di seitan autoprodotto 450 g di tofu al naturale 300 g di tempeh al naturale 3 limoni 6 spicchi di aglio 3 rametti di rosmarino salsa di soia olio evo pepe Preparazione: […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1xsEc3X che ringraziamo.

In Russia la casa costruita riutilizzando 12mila bottiglie di champagne

casa-champagne3


Vive a due passi da Chelyabinsk, in Russia, la città dove due anni fa un meteorite fece numerosi danni . Ma la sua casa è davvero speciale. A costruirla con le proprie mani è stato Hamidullah Ilchibaev, utilizzando ben 12.000 vecchie bottiglie di champagne.


Originale lo è sicuramente, l'opera del 52enne russo. Affettuosamente ribattezzata 'Palazzo Oz', la casa è ormai un punto di riferimento popolare nella regione.


L'idea per la sua realizzazione non è stata casuale. Hamidullah è sempre stato interessato a costruire oggetti riutilizzando le bottiglie di birra e quelle di vodka. I suoi figli hanno sempre ammirato il suo lavoro, e lo hanno incoraggiato a costruire una casa prima o poi. “Un'impresa impossibile” si era detto l'uomo più volte. Ma quel tarlo ha continuato ad accompagnarlo, fino a spingerlo a costruire la loro casa usando la tecnica che tanto amava.


È stato un tragico evento a convincerlo. Quando Hamidullah perse il suo secondo figlio, tragicamente scomparso all'età di 18 anni, decise di costruire finalmente la casa in memoria del ragazzo. Così iniziò la ricerca di materiali idonei. Per costruire l'eccentrica casa di 99 metri quadrati, Hamidullah ha raccolto oltre 12.000 bottiglie di champagne vuote nel corso di tre anni. La maggior parte gli è stata donata dai ristoranti nelle vicinanze mentre la parte mancante è stata acquistata al costo di un rublo.


casa-champagne2



Quando ho iniziato a costruire, non avevo nemmeno immaginato che esistessero così tanti tipi diversi di bottiglie di champagne”, ha raccontato l'uomo, scoprendo che le bottiglie non solo variavano per il colore, ma anche per la qualità. Quelle raccolte erano di diverse forme e dimensioni, così ha usato una taglierina speciale per il vetro per mozzare le cime e renderle tutte delle stesse dimensioni, con una precisione al millimetro.



casa-champagne cover


casa-champagne4


Tra l'isolamento e il collo della bottiglia, ha lasciato un vuoto dello spessore di un dito, in cui ha poi versato una soluzione, che una volta solidificata tenesse saldamente le bottiglie in posizione. Ma non solo. Isolandola perfettamente dall'esterno, avrebbe mantenuto la casa calda durante i mesi invernali proteggendola dalla rigide temperature della Russia.


Dall'esterno, è possibile vedere il fondo delle bottiglie, che danno alle pareti una trama verde uniforme. Dall'interno, però, sembra più o meno come una casa normale visto che le bottiglie non sono visibili.


casa-champagne interno


Per costruire una casa fatta di bottiglie ci vuole molto meno tempo rispetto a una classica abitazione, secondo Hamidullah almeno cinque volte in meno. Tenendo conto della finitura interna finale, sommando l'installazione del sistema di riscaldamento Hamidullah ha speso per realizzarla circa mezzo milione di rubli, poco meno di 8mila euro.


Una volta completata, l'ha donata al figlio maggiore come regalo di nozze.


Francesca Mancuso


Foto: RG.ru


LEGGI anche:


10 case realizzate con materiali riciclati


La casa nel bosco fatta con le finestre riciclate (VIDEO E FOTO)


13 idee dal mondo per riciclare creativamente le bottiglie di vetro di vino o birra


...continua sulla fonte http://ift.tt/19o4auq che ringraziamo.

Biscotti cacao e arancia

Premetto che questi biscotti li ho fatti affinchè siano dietetici il più possibile. Per cui, se vi aspettate un tripudio di zucchero, cambiate ricetta! Sono molto semplici e non richiedono abilità particolari. Eventualmente vogliate arricchirli, consiglio qualche nocciola o mandorla tritata in aggiunta e magari lo zucchero al posto dello sciroppo. Anche se vi assicuro […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1CBucFO che ringraziamo.

domenica 29 marzo 2015

Chips di barbabietole rosse

Venerdì al mercato ho comprato da una contadina delle bellissime barbabietole rosse. Ma erano troppe e non ero certa fino a quando sarebbero rimaste così belle e fresche. Allora ho fatto chips. Ingredienti: barbabietole qb Procedimento: Tagliare con il robot, o a mano, le fette – io ho esagerato e le ho fatte forse troppo […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1BTKQvg che ringraziamo.

Perché ho deciso di non fare più pompini | VICE | Italia



from Il Porto e la Mela CANDY News http://ift.tt/1bAXtq8

via IFTTT

Grandma Gaga, la nonna che si scatena sulle canzoni di Lady Gaga (video) - BITCHYF

scatenarsi sulle note di una pazza che vive sulla carne di animali morti, non invidio la prossima vita della dolce nonnina

from Il Porto e la Mela CANDY News http://ift.tt/1EQbG9K

via IFTTT

sabato 28 marzo 2015

Coltan – L’Hi-tech senza vittime è possibile?

Coltan – L’Hi-tech senza vittime è possibile?

Altrogiornale.org.


A vederlo così non assomiglia a niente in particolare. Solo fango di sabbia nera con qualche piccola “scintilla di luce”, un po’ come se fosse quarzo. Stiamo parlando del Coltan, un minerale ormai famoso per la sua importanza nella più sofisticata industria dell’Hi-Tech.

Oltre a essere l’ingrediente fondamentale nella costruzione dei nostri telefoni cellulari, il


Coltan – L’Hi-tech senza vittime è possibile?

Altrogiornale.org.


...continua sulla fonte http://ift.tt/1Mh5yAF che ringraziamo.

Cruschelle rustiche

Avevo in dispensa una confezione di crusca di farro ancora nuova che aspettava di essere valorizzata e il mio cestino pieno di rosette di tarassaco che oggi – primo giorno di primavera qui in montagna, dopo il maltempo dei giorni scorsi – avevo raccolto nei prati. Ho pensato di mettere insieme i due ingredienti e […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1bF9pHy che ringraziamo.

Dagli atomi al cervello – l’importanza della multidisciplinarietà

Dagli atomi al cervello – l’importanza della multidisciplinarietà

Altrogiornale.org.


Biologia, biochmicha, medicina, fisica, matematica ed informatica alleate per cercare di capire come funziona il nostro cervello. E’ questa la sfida del prossimo decennio ed è in questa direzione che si è andati nella manifestazione organizzata al Politecnico di Milano intitolata proprio “Dagli atomi al cervello”. Ce ne parla il presidente del CNISM e


Dagli atomi al cervello – l’importanza della multidisciplinarietà

Altrogiornale.org.


...continua sulla fonte http://ift.tt/1bECqmJ che ringraziamo.

Bill dei Tokio Hotel fa un pompino e si fa sodomizzare nel nuovo video non censurato - BITCHYF



from Il Porto e la Mela CANDY News http://ift.tt/1EfiLpB

via IFTTT

Padellata con polpette

Ancora polpette! Era da un po’ che volevo provare questo esperimento con la quinoa, ho preso spunto da un centinaio di ricette lette qua e là, poi ho fatto di testa mia…direi esperimento ben riuscito, veramente buone! Per il contorno ho usato tutto ciò che c’era in frigo, tra cui anche una melanzana, non proprio […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1H9Uxup che ringraziamo.

Justin Bieber mezzo nudo mentre si fa imboccare (foto e gif) - BITCHYF



from Il Porto e la Mela CANDY News http://ift.tt/1ELm7LO

via IFTTT

Muffins al cioccolato

Mi sono ispirata ai Tortini al cioccolato di Raissa che hanno catturato subito la mia attenzione. Ne confermo la bontà, sono speciali. I migliori muffins che io abbia mai sfornato. Ho fatto qualche modifica per personalizzarli. Ingredienti: 1 tazza di latte di riso 2 cucchiai di yogurth di soia 1/2 tazza di olio di girasole […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1G1kttD che ringraziamo.

venerdì 27 marzo 2015

Torta di carote col loro ciuffo

Imperversano le torte salate nella mia vita: sono sempre fuori per lavoro ed è incontrovertibile la comodità di una fetta compatta e nutriente per un pranzo fatto – ahimè – al volo in macchina. Unita a questa esigenza, ci sono il fascino e la spensieratezza di un mazzo di carote col loro ciuffo. Quindi, ecco […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/195jsUB che ringraziamo.

Balente ed elefanti, così maestosi che si possono vedere anche dallo spazio

elefantispazio


Dallo spazio si possono ammirare spettacoli unici, impossibili da vedere dalla nostra prospettiva. Mari, montagne ma anche fenomeni meteo estremi. Quasi impossibile notare dai satelliti la presenza di vita. Ma ci sono creature maestose che grazie alle loro dimensioni sono state avvistate anche a grandi distanze: gli elefanti e le balene.


Grazie a due progetti è stato possibile intravedere questi grossi animali con la stessa risoluzione offerta da strumenti come Google Maps.


Elefanti


L'immagine che segue mostra un elefante in cammino da solo nel delta dell'Okavango. Ma di solito questi animali si muovono in branchi.


animali spazio1


animali spazio2


Eccone alcuni insieme nel parco nazionale Addo Elephant National Park, in Sud Africa:


animali spazio3


Le immagini sono state ottenute grazie a un progetto gestito da due organizzazioni che di solito si concentrano su progetti militari o umanitari: DigitalGlobe, fornitore americano di immagini satellitari, e l'Enough Project , organizzazione senza scopo di lucro che si è concentrata sulla lotta al bracconaggio.


animali spazio4


Gli analisti hanno esaminato le immagini del Garamba National Park nella Repubblica democratica del Congo, uno dei più antichi di tutta l'Africa. Hanno esplorato strade e zone che i bracconieri potrebbero utilizzare di nascosto nel territorio protetto per capire in che modo i bracconieri entravano nel parco e di conseguenza i luoghi che le guardie forestali dovrebbero pattugliare.


Balene


Un anno prima il progetto che riguardava gli elefante, DigitalGlobe si era occupato della ricerca di altri animali: le balene.


La balena franca australe si riproduce ogni anno nelle acque poco profonde al largo della costa della penisola di Valdés, in Argentina. Si tratta di creature molto grandi, e gli scienziati della British Antarctic Survey avevano ipotizzato che potevano essere identificate in prossimità della superficie.


Osservando le acque della penisola di Valdés da luglio a novembre si possono vedere le balene.


animali spazio6


animali spazio7


A differenza degli elefanti, è difficile monitorare le popolazioni di balene. Scrivono i ricercatori: “Quante sono? È una domanda spesso difficile da affrontare in ecologia in particolare per le specie marine che sono generalmente inaccessibili e criptiche. Ciò è chiaramente dimostrato con le balene. Nonostante le loro enormi dimensioni, le stime sulla popolazione sono molto difficili da ottenere”.


Anche se possono apparire solo come sfocature bianche, è possibile notare alcune caratteristiche dei cetacei. La coda, per esempio, è visibile in molte immagini.


Francesca Mancuso


LEGGI anche:


Il contributo degli animali alla conquista dello spazio


Le ceneri di cani e gatti defunti si potranno inviare nello spazio


...continua sulla fonte http://ift.tt/1Njo093 che ringraziamo.

Rainworks: la Street Art invisibile che compare solo quando piove (Video)

rain art cover


La pioggia talvolta può rovinare i piani per trascorrere una bella giornata all'aria aperta, altre volte può essere d'aiuto, soprattutto all'arte e al divertimento. Lo ha capito Peregrine Church, artista alternativo di Seattle.


Nei suoi esperimenti artistici ha ideato Rainworks, la street art che si attiva soltanto con la pioggia. Queste opere rimangono invisibili e compaiono sulle strade soltanto quando piove. Ad occhio nudo questi dipinti, quando sono asciutti, risultano completamente invisibili.


Church è un appassionato di street art. Con questa speciale tecnica vuole semplicemente rendere il mondo più divertente e interessante. Le sue creazioni riguardano immagini, scritte e messaggi pensate per fare sentire un po' meglio le persone che hanno occasione di osservarli durante le giornate grigie, quando piove.


Dunque una giornata uggiosa diventa un po' più allegra grazie al progetto Rainworks almeno per chi ha la fortuna di abitare a Seattle. Pare che in città le piogge siano davvero molto frequenti.


Per le proprie opere si serve di stencil e di materiali speciali. Le creazioni resistenti all'acqua sono invisibili ad occhio nudo fino a quando inizia a piovere. Poi le gocce di pioggia sciolgono le superfici di copertura idrosolubili e permettono ai messaggi e alle immagini sottostanti di comparire.


L'artista utilizza prodotti completamente atossici, sicuri per l'ambiente e biodegradabili per realizzare le proprie creazioni. I dipinti sono temporanei. Durano circa quattro mesi e pian piano sbiadiscono con il passare del tempo. In questo modo non causano danni alle strade pubbliche o sugli edifici, come potrebbe avvenire con i comuni graffiti.


rain art 1


rain art 2


rain art 3


rain art 4Se vi capitasse di passeggiare per le strade di Seattle in una giornata di pioggia, guardatevi attorno con attenzione: potrebbe comparire un'opera di street art inaspettata!


{youtube}E94iSzeXw68{/youtube}


Marta Albè


Fonte foto: citylab.com


Leggi anche:


Il palazzo di Dresda che suona con la pioggia


Bambini e social network: iHeart, la street art che fa riflettere (FOTO)


Street Art: a Taiwan il villaggio dove cartoni e fumetti colorano le mura della case (FOTO)


...continua sulla fonte http://ift.tt/1F1DbQn che ringraziamo.

Spiedini di tofu grigliati

Di una semplicità disarmante, veloci e saporiti. Come piace a me. Ingredienti: 1 panetto di tofu al naturale funghi rapa bianca sale, pepe salsa di soia olio evo Procedimento: Tagliare a dadini funghi, tofu e rapa. Il tofu l’ho lasciato a marinare nella salsa di soia per 1 ora circa. Poi ho creato gli spiedini […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1bBmTnA che ringraziamo.

Barrette proteiche al cioccolato

Ingredienti (per 6 barrette): 90 g di proteine in polvere di soia 50 g di cocco rapè 50 g di farina di arachidi 70 g di cioccolato fondente 85% latte di riso qb dolcificante senza calorie a piacere Procedimento: Mischiare insieme le proteine, la farina di cocco e la farina di arachidi, in un bicchiere […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1yiv5hl che ringraziamo.

Tortini al cioccolato

Morbidissimi e con una glassa molto amara, come piace a me! Ingredienti per i tortini: 1 tazza di latte vegetale 3/4 di tazza di zucchero dulcita 1/3 di tazza di olio di girasole 1 tazza di farina integrale 1/3 di tazza di cacao in polvere 1 cucchiaino di bicarbonato 1 cucchiaino di aceto di mele […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1MaMZOw che ringraziamo.

Liquore di carciofo

E’ tempo di carciofi, chissà quanti ne mangeremo in tutte le salse e allora perché non dedicarne uno, o un po’ di scarti, alla preparazione di un liquore? Ingredienti: 340 cc di alcol 1 carciofo (o anche solo scarti, gambo compreso, di 1 carciofo) 270 g di zucchero 1/3 di buccia di 1 limone 430 […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1HUS7jk che ringraziamo.

Grace Jones – The Musical Of My Life – Documentary



from Il Porto e la Mela CANDY News http://ift.tt/1FPZYBw

via IFTTT

Stefano Accorsi completamente nudo nella serie 1992 - BITCHYF



from Il Porto e la Mela CANDY News http://ift.tt/1NgMDTU

via IFTTT

Britney Spears alle Hawaii con quel bono di Charlie Ebersol - BITCHYF



from Il Porto e la Mela CANDY News http://ift.tt/1HTzXi4

via IFTTT

giovedì 26 marzo 2015

Liam Payne scrive una lettera per l'addio di Zayn - BITCHYF



from Il Porto e la Mela CANDY News http://ift.tt/191ldlQ

via IFTTT

Metformina: il farmaco per il diabete impiegato per "far morire di fame" i tumori

metformina diabete tumori


La metformina, un farmaco per il diabete, potrebbe essere utile anche per combattere i tumori. La metformina agirebbe impedendo alle cellule tumorali di assorbire gli zuccheri del sangue, in modo da rallentarne la crescita.


Si tratta di quanto emerso dagli studi di un gruppo di ricercatori dell'Università di Genova. Ecco una scoperta importante per quanto riguarda il trattamento dei tumori, che potrebbe avvenire utilizzando un farmaco ingeribile.


Inoltre il nuovo studio rappresenta un approfondimento sui meccanismi che possono aiutare a bloccare le possibilità dei tumori di nutrirsi e svilupparsi a partire dagli zuccheri presenti nel sangue. La ricerca, tutta italiana, è stata pubblicata sulla rivista scientifica Cell Cycle con il titolo di "IGF1 regulates PKM2 function through Akt phosphorylation".


Le cellule tumorali partono proprio dallo zucchero per accrescere le proprie dimensioni. In particolare, il fattore di crescita insulino-simile IGF1 che porta all'attivazione dell'enzima tumorale PKM2. E attraverso una serie di meccanismi le cellule tumorali possono iniziare a nutrirsi di zuccheri per svilupparsi.


La metformina, sotto forma di farmaco, sarebbe in grado di bloccare l'azione del fattore di crescita insulino-simile IGF1 e di ostacolare l'arrivo degli zuccheri nelle cellule tumorali. A parere della Società Italiana di Diabetologia, questo farmaco anti-diabete potrebbe potenziare l'azione dei trattamenti già in uso per la lotta ai tumori.



"Il trattamento con metformina si è rivelato molto efficace nel regolare il metabolismo delle cellule tumorali e impedire l'introito energetico indispensabile per la proliferazione e crescita di queste cellule. In uno studio parallelo abbiamo osservato che questo farmaco può addirittura intercalarsi all'interno delle molecole e agire direttamente su di esse, impedendo al tumore di crescere. I nostri studi saranno funzionali allo sviluppo di nuovi farmaci antitumorali e di nuove indicazioni per farmaci già in uso in maniera da interferire con l'onco-metabolismo della cellula tumorale" – ha dichiarato Barbara Salani, autrice dello studio e membro del Dipartimento di Medicina Interna dell'Università degli Studi di Genova.



Questo farmaco anti-diabete dunque potrebbe essere in grado di rallentare la crescita dei tumori. Secondo una nota della Società Italiana di Diabetologia , si tratta di una scoperta importante che nutre la speranza di utilizzare il farmaco anti-diabete per potenziare l'azione di altre sostanze anti-tumorali oggi in uso.


Marta Albè


Leggi anche:


Guarire dal cancro diventando vegani? La storia di Antonio a Le Iene (VIDEO)


Protonterapia: in cosa consiste la terapia alternativa che avrebbe fatto guarire il bimbo inglese dal tumore al cervello


Il pompelmo aiuta i malati di cancro


...continua sulla fonte http://ift.tt/1HP8ZrX che ringraziamo.

“Fotografare il parco”: premiate le immagini piu' belle dei parchi italiani

premionatura


Le scie luminose delle lucciole, fotografate dal bolognese Paolo Taranto. È questa la foto vincitrice del concorso “Fotografare il parco 2014 ” organizzato dai Parchi Nazionali dello Stelvio, Gran Paradiso, Abruzzo, Lazio e Molise e Vanoise. Oltre 3200 le immagini inviate, provenienti non solo dall'Italia ma anche dalla Francia e da altri paesi europei.


Il concorso fotografico è suddiviso in cinque categorie: Paesaggi del Parco, Fauna Selvatica del Parco, Micromondo del parco e dettagli naturali, Mondo vegetale del parco e Digiscoping del parco. Una più bella dell'altra e tutte accomunate.


Le tre foto vincitrici assolute del concorso sono state:


1° posto: Magia di luci - Paolo Taranto


1. Magia di luci


2: posto Luce di scena - Pietro Ruffini


2. Luce di scena


3: posto: Gran Nomenon - Daniele Passoni


3. Gran Nomenon


Ed ecco invece le prime classificate per ciascuna categoria


Paeseggi dal Parco


Di questa fanno parte le foto che ritraggono ambienti naturali e/o antropici all'interno dei quattro Parchi Nazionali, con un vincitore per ciascuno parco. Il Miglior paesaggio Parco Nazionale Gran Paradiso è la foto Nubi, scattata da Pietro Rufini, secondo classificato anche nella graduatoria assoluta.


Nubi


Il Miglior paesaggio Parco Nazionale dello Stelvio è il Tramonto invernale sulla Val Zebrù di Giacomo Meneghello


Tramonto invernale sulla Val Zebrù


Il Miglior paesaggio Parco Nazionale Abruzzo Lazio e Molise è la foto Il solitario di Matteo Senesi


Il solitario


Il Miglior paesaggio Parc National de la Vanoise è la foto Ciel d'orage en Maurienne di Christian Simon


Ciel dorange


Fauna selvatica del parco


Alla categoria hanno partecipato le immagini che avevano come protagonista la fauna selvatica dei quattro Parchi Nazionali. E a vincere è stato Alberto Bontacchio con Il fruttuoso volo del gipeto.


Il fruttuoso volo del gipeto


Al secondo e terzo posto della categorie rispettivamente “White on white” di Alberto Olivero e “Marmotta nella neve” di Annamaria Pernstich.


White on white


Marmotta nella neve


Micromondo del parco e dettagli naturali


A partecipare alla categoria sono state le immagini ravvicinate di soggetti interi o particolari di insetti, rettili, anfibi, invertebrati che non rientravano nella categoria “Fauna selvatica del Parco”, purché presenti in almeno uno dei quattro Parchi Nazionali. La foto vincitrice è stata Rino di Roberto Zuolo.RIno


La seconda e la terza sono state Stauropus fagi e Atmosfere d'autunno


Stauropus fagi


Atmosfere dautunno


Mondo vegetale del parco


Partecipano alla categoria “Mondo vegetale del Parco” le immagini che ritraggono fiori, piante, funghi, licheni dei quattro Parchi Nazionali. La vincitrice è Solitudine di Claudio Godena.


Solitudine


Al secondo e terzo posto della categoria Muschio comune e Gli effetti della luce.


Muschio comune


Gli effetti della luce


Digiscoping del parco


La categoria "Digiscoping del Parco" ha visto l'affermazione di Andrea Roverselli con “Il riposo del re”, fotografia del maestoso gufo reale.


Regufo


Sono inoltre state segnalate sei fotografie dei fotografi Luigi Remonti, Marco Colombo, Stefano Sandrini, Claudio Montuori, Marco Barone e Matteo Berbenni.


Premi. Al 1° classificato andrà unassegno di € 1.000, unbinocolo Swarovski CL 10x25 e un buono sconto di € 150 per stampe. Al 2° un Binocolo Swarovski CL 8x30 e buono sconto di € 100,00 per stampe e al terzo una fotocamera digitale reflex Canon EOS 700D +EF-S 18-55 IS STM e un buono sconto di € 100,00 per stampe.


Ai vincitori delle diverse categorie andranno i premi messi a disposizione da Swarovski Optik Italia, da Canon e da Edinat.


Francesca Mancuso


Foto: Fotografareilparco


LEGGI anche:


La bellezza della Natura nelle foto di Paul Souders


Le 12 foto piu' belle sul Pianeta e gli animali che abbiate mai visto


Pifa 2013: ecco il nome del vincitore e la foto piu' bella


...continua sulla fonte http://ift.tt/1E5zJXo che ringraziamo.