domenica 31 maggio 2015

Pancakes di ceci

Quanto sono buoni i pancakes? Questa volta li ho preparati in versione salata: veloci, facili e divertenti, ottimi per conquistare anche i più piccoli! Perfetti accompagnati con una ratatouille di verdure, una salsina allo yogurt di soia, o un hummus di melanzane, di zucchine, di zucca o di piselli, ma anche con una salsina di […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1AGBAko che ringraziamo.

Olive in crosta 1

Questo è uno dei must Ametista! 😉 Chi mi conosce lo sa! Per aperitivi e come stucchini sono l’ideale. Ma fate attenzione: creano dipendenza! 😀 Ingredienti per la pasta brisée al vino: 300 g di farina integrale 80 g di olio di mais 120 g di vino bianco secco (oppure spumante secco per una maggiore […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1FmO5yu che ringraziamo.

Industria farmaceutica – Il conflitto che nessuno vuole vedere

Industria farmaceutica – Il conflitto che nessuno vuole vedere
Altrogiornale.org.

Il conflitto che nessuno vuole vedere (ma tutti conoscono). Come Big Pharma tiene in ostaggio la scienza, la salute pubblica e il progresso del mondo intero tramite il debito.

“La maggior parte della letteratura scientifica, forse la metà, potrebbe essere semplicemente falsa. Influenzata da studi con campionature esigue di poca efficacia, analisi esplorative invalide e

Industria farmaceutica – Il conflitto che nessuno vuole vedere
Altrogiornale.org.

...continua sulla fonte http://ift.tt/1crjuHI che ringraziamo.

Sex & Zen


from Il Porto e la Mela CANDY News http://ift.tt/1Fh7PCL
via IFTTT

sabato 30 maggio 2015

Plumcake

Ingredienti: 300 g di farina 1 vasetto di yogurt bianco 1 vasetto di acqua 80 g di zucchero di canna 2 C di latte di soia 1 bustina di vanillina 1/2 limone ( succo e buccia grattugiata) 1/2 bustina di lievito per dolci cacao (facoltativo) 2 mele (facoltative) Procedimento: In una terrina ho sistemato la […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1FlcDb8 che ringraziamo.

ballstest.avi


from Il Porto e la Mela CANDY News https://www.youtube.com/watch?v=Erql1gPmyx4
via IFTTT

venerdì 29 maggio 2015

Fantaburger di canapa

Grande notizia, ragazzi! Nel supermercato dove vado a comprare solitamente il latte di soia, in Viale Verona a Trento, hanno allestito un reparto solo vegan con un sacco di leccornie! Vasto assortimento di affettati veg, seitan, tofu e piatti pronti e non solo: ho trovato, tra l’altro, persino il cioccolato bianco di soia e…la farina […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1EFGzNt che ringraziamo.

Osteoporosi: 5 cattive abitudini quotidiane che possono causare la perdita di calcio

osteoporosi calcio cattive abitudini

 

Il calcio è un elemento molto importante per il nostro corpo, sia per rafforzare le ossa che per il corretto funzionamento del sistema nervoso. Le nostre abitudini quotidiane, alimentari e non, possono aiutare il nostro organismo nel mantenimento dell'omeostasi, con particolare riferimento ai livelli di calcio nelle ossa e nel sangue. Abitudini scorrette possono condurre all'osteoporosi.

In questo processo giocano un ruolo fondamentale sia lo stile di vita che le abitudini alimentari. L'attività fisica, anche leggera, aiuta le cellule di tutto il nostro corpo a rigenerarsi ed è benefica per le ossa.

A tavola dovremmo invece cercare di seguire una dieta equilibrata, in modo da non agevolare la perdita eccessiva di calcio. Ecco alcune cattive abitudini che forse stiamo mettendo in pratica senza saperlo per quanto riguarda l'apporto quotidiano di calcio tramite l'alimentazione e non solo.

1) Scarsa esposizione al sole

Gli impegni di lavoro in luoghi chiusi e la vita sedentaria rischiano di ridurre il tempo da dedicare ogni giorno ad una sana esposizione al sole. Secondo gli esperti, sono sufficienti 20 minuti al giorno di esposizione alla luce del sole per garantire il giusto apporto di vitamina D al nostro corpo. La vitamina D è fondamentale per il nostro organismo, poiché contribuisce a fissare il calcio nelle ossa. Una carenza di vitamina D, unita anche a livelli bassi di calcio, potrebbe essere pericolosa e portare a sviluppare osteoporosi. Dunque meglio non sottovalutare l'importanza di trascorrere del tempo all'aria aperta.

Leggi anche: Osteoporosi: 20 minuti di sole ogni giorno rafforzano le ossa

2) Bere troppe bibite gassate e caffè

Che siano in versione "Diet" oppure no, tutti i tipi di bibite gassate sono state correlate alla perdita di calcio a livello delle ossa. Ciò per via del loro elevato contenuto di sostanza acide, che non solo provocano una perdita di calcio ma che mettono anche sotto sforzo i reni. Le bibite gassate inoltre possono contenere sostanze di sintesi in grado di provocare una perdita di sali minerali che indebolisce il corpo. Se le bibite gassate contengono caffeina, gli effetti negativi sono ritenuti peggiori. Un discorso analogo vale anche per il caffè. Infatti dovremmo tenere conto che rischiamo di perdere 6 milligrammi di calcio ogni 100 mg di caffeina che assumiamo. Meglio fare attenzione a quanti caffè beviamo ogni giorno e alle bibite gassate contenenti caffeina che acquistiamo.

Leggi anche: EFSA: bere più di 4 caffe' al giorno fa male, soprattutto in gravidanza

3) Usare troppo sale a tavola

L'aggiunta di troppo sale da cucina ad ogni piatto potrebbe portare ad una perdita di calcio. Secondo gli esperti, infatti, il consumo eccessivo di sale può portare il nostro organismo ad espellere il calcio attraverso le urine. Il consiglio è dunque di ridurre il consumo di sale a tavola. Attenzione anche a leggere bene le etichette dei prodotti confezionati per identificare meglio il loro contenuto di sodio. Secondo le ultime linee guida dell'OMS, gli adulti non dovrebbero consumare più di 2000 mg di sodio al giorno (5 grammi di sale) e porre attenzione al consumo di potassio, che dovrebbe essere di almeno 3510 mg al giorno.

Leggi anche: OMS: nuove linee guida per il consumo di sodio e potassio

4) Fumare

Fumare è considerata una cattiva abitudine in grado di mettere a rischio la salute delle ossa. Il fumo indebolisce tutti gli organi del corpo, ma poche persone sanno che può arrecare danni anche alle ossa. Fumare infatti accelera il metabolismo degli ormoni legati alle cellule che vanno a formare le ossa. Così l'organismo rischia di formare le ossa in modo meno efficienti. Proteggere le ossa è dunque un importante motivo in più per smettere di fumare.

5) Consumare proteine animali e latticini in eccesso

Latte e latticini sono senza dubbio una fonte alimentare di calcio, ma quanto può essere davvero benefica la loro assunzione? Si tratta di una questione molto delicata, dato che un consumo eccessivo di latte, latticini e di prodotti alimentari a base di proteine animali potrebbe causare un'acidificazione del nostro organismo tale da portarlo ad una perdita di calcio. Questo tema è molto dibattuto e dagli stessi esperti possono giungere risposte diverse per quanto riguarda l'alimentazione giusta da seguire per proteggere le ossa dalla perdita di calcio. Ciò che è importante sapere è che il calcio non è presente soltanto nei prodotti di origine animale, ma anche nei cibi di origine vegetale. Tra le fonti vegetali di calcio troviamo i semi di sesamo, le mandorle, i semi di chia, la melassa, i semi di lino, i fichi secchi, i broccoli, i legumi, gli spinaci e in generale le verdure a foglia verde scuro.

Leggi anche: 10 fonti vegetali di calcio

Marta Albè

Leggi anche:

10 fonti vegetali di calcio
Vitamina D: sintomi e conseguenze di una carenza
Osteoporosi: 20 minuti di sole ogni giorno rafforzano le ossa

 

...continua sulla fonte http://ift.tt/1ACw8PH che ringraziamo.

Dossier – “I Club Mondialisti e il risveglio delle coscienze”

Dossier – “I Club Mondialisti e il risveglio delle coscienze”
Altrogiornale.org.

Club di Roma, Club di Budapest e Club di Madrid, certamente connessi a poteri di cui non ci possiamo fidare, portatori di messaggi che tendono a condizionare e ad influenzare il movimento di risveglio delle coscienze.
Non una teoria complottista, ma il risultato di una analisi seria e lucida dei loro documenti e dei loro

Dossier – “I Club Mondialisti e il risveglio delle coscienze”
Altrogiornale.org.

...continua sulla fonte http://ift.tt/1d3KIow che ringraziamo.

Violenta eruzione vulcanica in Giappone: evacuata un'intera isola (FOTO E VIDEO)

vulcanogiappo2

Un vulcano giapponese torna a farsi sentire. Oggi si è verificata una violenta eruzione nell'isola di Kuchinoerabu. Tutta colpa del vulcano Shindake che ha letteralmente costretto alla fuga tutti gli abitanti dell'isola situato nella parte meridionale del Giappone. Per fortuna non ci sono vittime ma solo feriti.

Un boato e poi un mix di ceneri, rocce e polvere è stato sparato verso il cielo ed è poi finito improvvisamente sulla popolazione, spingendo le autorità a evacuare l'isola. In Italia erano le 3 del mattino, in Giappone erano le 10.

L'Agenzia meteorologica del paese ha alzato a 5 il livello di allerta dell'isola di Kuchinoerabu, la più alta della scala. Il vulcano Shindake, alto circa 650 metri sul livello del mare, era tornato “in vita” con una nuova eruzione ad agosto dello scorso anno, per la prima volta dal 1980.

Ma oggi un flusso piroclastico di gas e roccia rovente ha iniziato a scorrere lungo il fianco del monte fino a raggiungere l'oceano, dopo l'eruzione "esplosiva".

Un elicottero militare è stato inviato sul posto a rilevare e valutare gli eventuali danni sull'isola. Il portavoce del governo Yoshihide Suga ha spiegato che la Guardia Costiera ha inviato una nave per aiutare a evacuare i residenti.

Nobuaki Hayashi, il capo villaggio locale, ha detto che circa 137 abitanti dell'isola si erano radunati insieme in attesa dei soccorsi.

eruzioneisola

C'è stato un enorme botto e si è alzato subito del fumo nero” ha detto.

Un uomo di 72 anni ha subito delle ustioni al volto dopo essere stato investito dal flusso piroclastico, ma non ci sono notizie di altri feriti fra gli altri abitanti dell'isola, il cui unico accesso al mondo esterno è in barca.

vulcanogiappo

Il fumo si è spinto fino all'incredibile altezza di 9.000 metri nel cielo secondo quanto riportato da JapanToday.

{youtube}Ae6W0YZQbH0{/youtube}

{youtube}xxZqjiZKfmU{/youtube}

Il Giappone è una delle zone sismiche più attive del mondo, qui si è registrato un aumento dell'attività vulcanica nelle ultime settimane. Secondo i vulcanologi, questi eventi potrebbero essere stati inaugurati dal violento terremoto di marzo 2011.

Nel settembre del 2014, 63 persone sono state uccise quando il vulcano Ontake nel Giappone centrale, ha dato vita a una violenta eruzione senza preavviso, travolgendo degli escursionisti.

Francesca Mancuso

Foto: Elpais

LEGGI anche:

Giappone, eruzione vulcanica improvvisa: morti e feriti (FOTO E VIDEO)

...continua sulla fonte http://ift.tt/1SGEKe4 che ringraziamo.

Ricette vegetariane: 15 piatti facili, dall'antipasto al dolce

ricette vegetariane

Volete portare in tavola un menù vegetariano ma non sapete da dove cominciare? Ecco una raccolta di ricette vegetariane facili che vi permetterà di servire un pranzo o una cena preparati da voi dall'antipasto al dolce, per stupire parenti, amici e ospiti vegetariani e non. 

Ricordate che alcuni piatti della nostra tradizione, come la semplice pasta al pomodoro, sono già ricette vegetariane. Partite da questo presupposto per arricchire il vostro menù di ricette vegetariane facili da preparare e prendete spunto dai nostri suggerimenti.

 

Ricette antipasti vegetariani

1) Falafel di ceci

I falafel di ceci sono ottimi da servire come antipasto su un bel letto di insalatina fresca. Li potrete preparare a partire dai ceci secchi, o più rapidamente dai ceci già lessati, a seconda del tempo che avete a disposizione. Qui la ricetta.

falafel di ceci

2) Insalata di farro

L'insalata di farro è un'alternativa all'insalata di riso davvero semplice da preparare. Potrete condirla con legumi, frutta secca, verdure e ortaggi a scelta a seconda della stagione. Per servirla come antipasto preparate delle monoporzioni in bicchiere. Qui le ricette.

insalata di farro

3) Peperoni in agrodolce

Questa è un'ottima ricetta per preparare un antipasto rapido ma comunque molto gustoso e diverso dal solito. Potete utilizzare i peperoni del colore che preferite. La cottura dei peperoni in padella è di circa 15 minuti. Per dare il gusto agrodolce consigliamo malto di mais o di riso. Qui la ricetta.

peperoni agrodolce

 

Ricette primi piatti vegetariani

1) Carbonara vegetariana

La pasta alla carbonara è una ricetta che può essere facilmente riproposta in versione vegetariana. Potreste utilizzare, in sostituzione degli ingredienti tradizionali, cubeti di zucchine, di carote, di tofu o di seitan. Qui tante ricette.

carnonara vegetariana

2) Lasagne vegetariane

La ricetta tradizionale delle lasagne prevede di preparare un condimento a base di salsa di pomodoro e di carne macinata per ottenere il ragù, ma potrete preparare lasagne vegetariane o vegane con numerosi condimenti alternativi alla carne. Qui le ricette da cui prendere spunto.

lasagne vegetariane

3) Risotto alla zucca e funghi

Sono davvero molti gli ortaggi disponibili a seconda delle stagioni che risultano utili per la preparazione dei nostri risotti. Ecco un esempio di risotto vegetariano da preparare con zucca e funghi, ma potrete scegliere sempre i vostri ingredienti preferiti. Qui la ricetta.

risotto zucca funghi

 

Ricette secondi vegetariani

1) Polpette di tofu e spinaci

Abbinate il tofu agli spinaci per preparare delle polpette vegetariane gustose, croccanti fuori e dal cuore morbido. Vi serviranno anche sale, pepe, zenzero, farina e pane grattugiato. Qui la ricetta completa per preparare le polpette di tofu e spinaci.

polpette tofu spinaci

2) Involtini di verza e patate al curry

Un secondo piatto vegetariano con ripieno di patate speziato grazie all'utilizzo del curry. Potrete preparare questi involtini con la verza o in alternativa con le foglie di bietola, a seconda della stagione e degli ingredienti che avete a disposizione. Qui la ricetta.

involtini verza

3) Spiedini di tofu e verdure

Preparare gli spiedini di tofu è molto semplice. Rosolate il tofu tagliato a cubetti in padella e cuocete a parte, al forno o al vapore, le vostre verdure preferite. Quindi componete gli spiedini di tofu e verdure e eventualmente dorateli al forno per renderli più croccanti. Qui le ricette a cui ispirarvi.

spiedini tofu

 

Ricette contorni vegetariani

1) Lenticchie all'indiana

Potete preparare le lenticchie all'indiana da servire come contorno, ad esempio ad un secondo a base di seitan, per creare un piatto ricco di proteine. Arricchite le vostre lenticchie all'indiana con erbe e spezie: curcuma, zenzero, curry, coriandolo. Qui la ricetta.

lenticchie indiana

2) Insalata di patate

Le insalate di patate sono buone tutto l'anno. Tiepide o fredde sono perfette da servire in estate come contorno o come piatto da portare in spiaggia oppure per un pic-nic, accompagnate da altre verdure di stagione. Qui tante ricette.

insalata di patate

3) Carciofi alla romana

Per preparare i carciofi alla romana dovrete stufare questi ortaggi con prezzemolo, olio extravergine d'oliva, aglio e mentuccia romana. Si utilizzano carciofi del tipo romanesco o violetto. Per la cottura vi servirà anche un po' d'acqua. Qui la ricetta completa.

carciofi alla romana

 

Ricette dolci vegetariani

1) Biscotti fatti in casa

Se amate preparare i biscotti in casa, potreste provare a sperimentare delle ricette adatte sia ai vegetariani che ai vegani. In questo modo potrete anche imparare a preparare delle ricette semplici e allo stesso tempo leggere, ad esempio senza burro. Qui le ricette.

biscotti fatti in casa

2) Plumcake con gocce di cioccolato

Il plumcake con gocce di cioccolato fatto in casa è un dolce adatto a qualsiasi stagione sia a merende che a colazione e accontenterà tutti. Il consiglio è di utilizzare gocce di cioccolato fondente oppure cioccolato fondente suddiviso in scaglie. Qui la ricetta.

plumcake gocce cioccolato

3) Torta di mele

Quante ricette conoscete per preparare la torta di mele? Ogni famiglia ha la propria ricetta e almeno un ingrediente segreto. La torta di mele è un dolce classico che di solito piace a tutti e lo potrete preparare in versione vegetariana, vegana o anche senza glutine. Qui le ricette.

torta di mele

Marta Albè

Leggi anche:

10 errori da evitare quando cucini le verdure

10 contorni di stagione oltre la cicoria ripassata

10 ricette rapide per svoltare la cena in poco tempo

 

...continua sulla fonte http://ift.tt/1RuQCOE che ringraziamo.

Dieta mediterranea: riduce il rischio di tumore dell'endometrio del 50%

Le donne che seguono una dieta mediterranea riducono il proprio rischio di tumore dell'endometrio (corpo dell'utero) di oltre il 50%. La conferma viene da uno studio finanziato dalla Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (FIRC) e pubblicato dal British Journal of Cancer.

Un gruppo di ricercatori dell'IRCCS-Istituto di Ricerche Farmacologiche 'Mario Negri', in collaborazione con l'Università di Milano, il Centro di Riferimento Oncologico di Aviano, l'Istituto Nazionale dei Tumori di Napoli e l'Università di Losanna, ha valutato in oltre 5.000 donne italiane la relazione tra aderenza alla dieta mediterranea e il rischio di sviluppare il tumore dell'endometrio.

Per calcolare un punteggio di aderenza alla dieta mediterranea sono state considerate 9 componenti dietetiche: verdura e frutta, legumi, cereali e patate, pesce e grassi polinsaturi, di cui è ricca la dieta mediterranea; carne e latte e latticini di cui la dieta mediterranea è povera; alcol di cui è tipico il consumo moderato.

Le donne che avevano una più alta aderenza alla dieta mediterranea (ossia la cui dieta includeva sette o più componenti caratteristiche di tale dieta) presentavano una riduzione del rischio di tumore dell'endometrio del 57% rispetto a quelle che avevano una bassa aderenza. All'aumentare dell'aderenza alla dieta mediterranea, aumentava la protezione sul tumore dell'endometrio, suggerendo una causalità della relazione. Si ritiene che contribuiscano agli effetti antitumorali di questa dieta il suo alto contenuto in antiossidanti, fibre e grassi polinsaturi.

"Le nostre ricerche in questo campo - commenta Alessandra Tavani, del Dipartimento di Epidemiologia dell'IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche 'Mario Negri', autore senior dello studio - mostrano che per noi italiani aderire a uno stile di dieta mediterranea permette di diminuire il rischio di sviluppare non solo il tumore dell'endometrio, come mostrato da questa ricerca, ma anche il rischio di tumori del cavo orale, stomaco, fegato e pancreas, oltre che diminuire il rischio di infarto miocardico, come abbiamo già osservato in studi analoghi".

Il tumore dell'endometrio è principalmente legato ad alti livelli di estrogeni e le principali misure per prevenirlo sono evitare sovrappeso e obesità. Ma questa ricerca mostra che anche una dieta ricca di frutta e verdura, pesce, cereali e grassi polinsaturi, povera di carni e latticini, insiema a un consumo moderato di alcol, può contribuire a ridurre il rischio di questo tumore, che fa registrare oltre 8.000 casi all'anno in Italia.

Roberta Ragni

Leggi anche:

Dieta mediterranea: confermata la capacità di proteggere dai tumori

 

...continua sulla fonte http://ift.tt/1RuQyP2 che ringraziamo.

Gli splendidi graffiti di Javier de Riba nei palazzi abbandonati (FOTO e VIDEO)

javier de riba cover

Come ravvivare vecchi edifici abbandonati? Ma semplice: con la pittura! L'artista spagnolo Javier de Riba lo sa bene e ci ha preso gusto: usando vernice spray, stencil e una dose così di pazienza e passione, dipinge splendidi disegni geometrici sui pavimenti di vecchi palazzi, decorandoli come fossero ricoperti da vere piastrelle di ceramica. 

Il designer, nato a Barcellona, è motivato da una "battaglia in corso contro la stagnazione, a favore della versatilità e innovazione", come lui dice. E si vede. Javier usa vernici spray non nel modo in cui si potrebbe immaginare: invece di lavorare sulle pareti interne o esterne dei palazzi che si trova davanti agli occhi, de Riba dipinge i pavimenti, tracciando geometrie luminose, grandi e piccole. I modelli che de Riba crea appaiano esattamente come dei pavimenti in cotto, facendo sembrare l'edificio una strttura elegantemente ristrutturata.

Lavorando come un serigrafo, l'artista si muove da sinistra a destra, dall'alto verso il basso, completando le sezioni di piastrelle strato dopo strato. In primo luogo dipinge un grande base bianca quadrata o rettangolare, e poi con stencil e vernici spray colorate o rulli di vernice!

javierderiba bungalow 2

javierderiba karratuak 1

Dal sito di de Riba si legge: "Con ogni nuova impresa, la sua irrequietezza lo porta a mettere in discussione il suo stile personale, e reinterpretare e servire al meglio ogni singolo progetto. Per Javier, ogni pezzo sfida la sua estetica, portandolo a provare nuovi stili e tecniche, mentre le sue capacità esistenti si bilanciano con il suo desiderio di crescita e di esplorazione".

 

{youtube} DrwamJfujTU{/youtube}

Il risultato sono graffiti splendidi e disegni geometrici unici. E se qualcuno provasse qui da noi? Verrebbe tacciato di vandalismo?

javierderiba oreneta 0

javierderiba sants 3

 

Germana Carillo

LEGGI anche:

Murales a nido d'ape: i coloratissimi alveari di Marina Zumi in Germania 

L'incredibile arte di Banksy sulle macerie di Gaza (FOTO e VIDEO) 

Moss Graffiti: 3 modi per creare graffiti con il muschio 

...continua sulla fonte http://ift.tt/1AC4UJ1 che ringraziamo.

Meraviglie dagli abissi: esplorato per la prima volta il Grand Canyon sommerso (FOTO e VIDEO)

canyon

E' stato esplorato per la prima volta il Grand Canyon sommerso. L'impresa è stata compiuta al largo dell'Australia da un team internazionale che comprende l'Ismar-Cnr. I ricercatori hanno mappato in dettaglio 4.000 chilometri quadrati, rinvenendo pareti di corallo solitario e scogliere viventi e subfossili di coralli coloniali.

I campionamenti permetteranno di comprendere meglio l'evoluzione climatica degli oceani. Si tratta della conclusione della campagna oceanografica della nave Falkor che ha per la prima volta esplorato visualmente il Canyon di Perth, nell'Oceano Indiano al largo delle coste dell'Australia occidentale, rilevando fra l'altro la presenza di coralli viventi e subfossili. A realizzare l'impresa, un team scientifico che comprende l'Istituto di scienze marine del Consiglio nazionale delle ricerche (Ismar-Cnr) di Bologna.

"Abbiamo scoperto il corallo solitario di profondità Desmophyllum dianthus che, in una parete verticale del Canyon, si presenta come una sorta di muro formato da numerosissimi individui. Le associazioni più ricche sono state individuate per la prima volta fra i 600 e i 1.000 metri di profondità", spiega Marco Taviani dell'Ismar-Cnr, che ha descritto le caratteristiche geologiche e biologiche del fondale man mano che il Rov (Remotely Operated Vehicle) 'Comanche', imbarcato sulla Falkor, mandava in diretta le immagini.

Si tratta di un ritrovamento significativo poiché, spiegano i ricercatori, essendo questa specie diffusa in tutto il mondo, incluso il Mar Mediterraneo, permetterà di comprendere meglio la distribuzione geografica della fauna che si cela nelle grandi profondità marine. L'analisi in laboratorio degli individui di Desmophyllum campionati fornirà inoltre importanti dati sull'evoluzione climatica degli oceani, dato che gli scheletri calcarei di questi coralli sono autentici archivi della storia del mare.

canyon2

canyon3

canyon4

 

 

"I loro 'cugini' mediterranei sono stati rivelatori della variazione della temperatura e fertilità del mare, fornendo indicazioni per gli scenari futuri sul riscaldamento globale e sulla progressiva acidificazione delle acque marine", aggiunge Paolo Montagna dell'Ismar-Cnr. "Oltre ai coralli solitari sono stati trovati cespugli di corallo rosso, una specie diversa da quella che s'incontra in Mediterraneo, e piccole scogliere viventi e subfossili di coralli coloniali. La datazione dei coralli fossili mediante il metodo dell'uranio/torio permetterà di comprendere meglio la storia evolutiva di uno dei più diffusi ma inosservati ecosistemi dell'intero pianeta, le scogliere coralline di grande profondità".

Il Canyon di Perth è una grande incisione nel margine continentale australiano, a cinquanta chilometri dalla cittadina di Fremantle. Presenta all'incirca le dimensioni del Grand Canyon americano, del quale è più profondo, spingendosi fino a 4.200 metri, mentre la parte superficiale arriva a circa 50 metri. I ricercatori hanno mappato in grande dettaglio un'area vasta 4.000 chilometri quadrati. 

{youtube}g9XxOSfxQGY{/youtube}

 

Roberta Ragni

Leggi anche:

Scoperto un tesoro di coralli bianchi nei fondali delle cinque terre (video)

 

...continua sulla fonte http://ift.tt/1KtcSnQ che ringraziamo.

9 gatti in un labirinto di scatole, il video fa impazzire il web

gatti cartone2

I gatti amano le scatole, si sa. Perché, allora, non recuperare delle scatole e con un pizzico di creatività per farne un bellissimo gioco divertente? Prendete 20 scatole delle stesse dimensioni e unitile tra di loro, formando un quadrato con 4 scatole per lato aperte nella parte superiore, in modo che il gatto possa passare da una scatola all'altra.


E se i gatti sono 9? Vi immaginate 9 felini pronti a nascondersi e a giocare tra tutto quel cartone?

È lo spettacolo che ci offre il blogger 9 cats nel suo labirinto di cartone per nove felini! Ispirato dal successo che qualche tempo fa hanno avuto su internet i gatti nelle scatole, ha deciso di guadagnarsi lo scettro della "cuteness" portando il gioco con le scatole a un altro livello.

Vedere per credere! Ecco cosa combinano Lulu, Musashi, Kojiro, Maru, Taru e gli altri in un video che sta diventando virale sul web per la sua eccessiva dolcezza e grazie.

 

gatti cartone

 

Ma perché ai gatti piacciono così tanto le scatole? Ne avevamo parlato qualche tempo fa, quando ci avete inondato di foto dei vostri amati felini alle prese con il cartone. Le scatole sono luoghi isolanti, antistress e confortevoli, perfetti per nascondersi, rilassarsi, dormire, e, occasionalmente, lanciare un attacco a sorpresa.

{youtube}hq2jVB9OGRo{/youtube}

{youtube}0U2zdXrooo0{/youtube}

 

Insomma, date una scatola al vostro gatto per farlo felice! (E mandateci la sua foto!)

{source}
<!-- You can place html anywhere within the source tags --><div id="fb-root"></div><script>(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));</script><div class="fb-post" data-href="http://ift.tt/1HAf4ac" data-width="500"><div class="fb-xfbml-parse-ignore"><blockquote cite="http://ift.tt/1HAf4ac"><p>Avete mai provato a mettere una scatola vicino a un gatto? Da che dipende questo amore? http://ift.tt/1KrSqCG</p>Posted by <a href="http://ift.tt/1isMbWS">greenMe.it: sarò buon* con la Terra</a> on <a href="http://ift.tt/1HAf4ac">Giovedì 5 febbraio 2015</a></blockquote></div></div>


<script language="javascript" type="text/javascript">
    // You can place JavaScript like this
    
</script>
<?php
    // You can place PHP like this
    
?>
{/source}

 

Roberta Ragni

Leggi anche

Perché i gatti amano le scatole cosi' tanto?

...continua sulla fonte http://ift.tt/1PSgeYr che ringraziamo.

Luna 'rosa': il 2 giugno torna il fantastico spettacolo

lunarosa2015

La luna rosa torna a trovarci. Il 2 giugno la lunapiena tornerà in versione estiva. Ma perché si chiama così?

Il colore c'entra ma solo in parte. Si tratta infatti del nome che la tradizione europea ha affibbiato alla luna di giugno. Per gli americani invece è la luna della fragola.

Ma qualcosa di vero in fondo c'è. Complici le temperature via via più calde e la posizione della luna rispetto alla nostra atmosfera, il nostro satellite naturale avrà un leggero alone rosato, osservabile quando il suo faccione sarà visibile nella sua interezza, proprio domenica.

Il 2 giugno, infatti, la luna sarà piena e si troverà a una distanza di 385mila chilometri circa dalla Terra. Non si tratta dunque di una superluna. Quest'ultima si verifica quando il nostro satellite raggiunge la distanza minima dalla Terra (perigeo), rivelandosi più grande ai nostri occhi perché più vicino.

Nel 2013, vi fu addirittura una superluna 'rosa' quando il perigeo cadde nel mese di giugno, coincidendo con la luna rosa e regalando un vero e proprio spettacolo.

A quando la prossima superluna? Questo 2015 sarà davvero speciale visto che ospiterà due eclissi lunari. La prima è stata il 4 aprile, mentre la seconda sarà il 28 settembre.

Per aporofondire: Eclissi di luna: i misteri della tetrade, ovvero le 'quattro lune di sangue'

Proprio quel giorno avremo anche la luna più grande di tutto il 2015, una superluna che raggiungerà la distanza di 356.509 chilometri dalla Terra. Chi avrà la fortuna di osservare l'eclissi nella sua totalità, ammirerà quindi anche la luna rossa. 

Adesso non resta che sperare che domenica il cielo sia libero dalle nuvole per dedicare qualche minuto alla luna che dà il benvenuto all'estate.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Superluna 'rosa': 5 cose da sapere sul perigeo di domenica

La superluna 'rosa', solo di fatto...

Il cielo di giugno, dalla luna rosa alle comete

...continua sulla fonte http://ift.tt/1HAf0Yb che ringraziamo.

Lata 65, la street art che non ha eta' e abbatte gli stereotipi (FOTO)

street art lisbona cover

La street art non ha età e abbatte gli stereotipi. Succede in Portogallo. Graffiti e street art spesso hanno contribuito a rendere più profonde le incomprensioni tra giovani e anziani, ma ora a Lisbona qualcosa sta cambiando.

In Portogallo è nata l'associazione Lata 65 che si sta impegnando per abbattere gli stereotipi legati all'età e per trasformare gli anziani in veri e propri artisti di strada, fornendo loro bombolette di vernice spray, mascherine e guanti. A Lisbona l'iniziativa coinvolge un gruppo di almeno 100 anziani

L'associazione si occupa anche di individuare luoghi adatti della città dove realizzare dei graffiti con le bombolette spray. Si tratta di un vero e proprio progetto artistico dedicato agli anziani che prende le mosse dalla partecipazione a laboratori dove si imparano la storia della street art e l'utilizzo degli stencil.

In questo modo gli anziani contribuiscono a migliorare l'aspetto delle zone più grigie e degradate della città. L'obiettivo principale di questo progetto è di aiutare gli anziani ad avvicinarsi a nuove forme d'arte contemporanea e soprattutto di farli divertire. A giudicare dalle immagini che ritraggono le loro opere di street art, sembra che gli anziani di Lisbona stiano facendo davvero un buon lavoro.

street arti lisbona 1

street art lisbona 2

street art lisbona 3

street art lisbona 4

street art lisbona 6

street art lisbona 7

street art lisbona 8

street art lisbona 9

street art lisbona 10

street art lisbona 11

 

Guarda tutte le immagini sulla pagina Facebook di Lata 65.

Marta Albè

Fonte foto: Lata 65

Leggi anche:

Street Art: a Londra i murales di Louis Masai per salvare le api

Una mappa della street arti a Roma: le strade diventano un museo (FOTO E VIDEO)

La street art che riporta vita e colore nel borgo semi-disabitato: le meravigliose opere di Alice Pasquini (FOTO)

...continua sulla fonte http://ift.tt/1FHx1Wl che ringraziamo.

India: il caldo torrido uccide e scioglie letteralmente l'asfalto (FOTO)

india asfalto sciolto

Un'ondata di caldo torrido sta mettendo in ginocchio l'India, soprattutto lo stato di Andhra Pradesh, nel sud-est del Paese, dove sono morte 884 persone. In totale si contano più di 1.500 morti solo nell'ultima settimana. 

La maggior parte di loro è deceduta tra sabato e lunedì, quando le temperature hanno raggiunto i 50 gradi centrigradi all'ombra. Altre 269 vittime nel vicino stato di Talangana e circa ottanta anche negli stati di Orissa, Bengala Occidentale, Madhya Pradesh e Rajasthan.

La maggior parte delle vittime appartenevano agli strati più poveri della società: l'India conta ormai ben 1 miliardo e 200 milioni di abitanti, di cui il 70% vive in zone rurali, dove risiede il 33% dei poveri di tutto il mondo e dove un terzo degli abitanti vive sotto la soglia minima della povertà, fissata dalla Banca Mondiale in 1,25 dollari al giorno.

Queste altissime temperature, sommate poi ad elevati tassi di umidità, erano proprio quello che non ci voleva ed è per questo che è stato chiesto alle organizzazioni umanitarie di aprire tutte le forniture di acqua potabile per far sì che sia disponibile in tutte le città.

asfalto india1

asfalto india2

L'ASFALTO LIQUEFATTO – Per ora i meteorologi non prevedono miglioramenti, anzi le temperature continueranno a rimanere a livelli record a causa dell'aria calda e secca proveniente dai deserti pachistani. Sull'Hindustan Times sono state pubblicate in prima pagina la foto di alcune strade della capitale Nuova Delhi il cui asfalto si è praticamente sciolto a causa del calore, con le strisce pedonali diventate uniformi. La pavimentazione stradale è in pratica liquefatta a causa del caldo rovente che ha raggiunto picchi di 50 gradi.

{youtube}lJEMr727Uc4{/youtube}

Ma come si spiega questo caldo anomalo? Colpa, ancora una volta, dei cambiamenti climatici? Certo che sì. Il riscaldamento globale non accenna a diminuire ed è stato mille volte dimostrato che proprio la siccità e le violente ondate di calore sono la conseguenza del violento impatto che proprio i cambiamenti climatici hanno sul pianeta, oltre alle inondazioni e ai cicloni tropicali. Semplice lettura dei fatti, gente, e le proiezioni climatiche continuano a non mostrare nulla di buono.

asfalto india3

Germana Carillo

LEGGI anche:

Cambiamenti climatici: a Copenaghen un quartiere a prova di riscaldamento globale e inondazioni

Cambiamenti climatici: l'Australia è il Paese più a rischio

Mamma, si sta rimpicciolendo la foresta! Colpa dei cambiamenti climatici

Cambiamenti climatici: 4 scenari possibili dell'aumento delle temperature

...continua sulla fonte http://ift.tt/1Jbyu9v che ringraziamo.