martedì 30 giugno 2015

Biscottini gelatini

Un’idea super veloce e, soprattutto, di una semplicità disarmante, per preparare dei deliziosi dolcetti per la merenda o da gustare dopo cena … Oplà ! Ingredienti: biscottini caramellizzati Lotus (sono veg!) yogurt di soia alla frutta o bianco dolce Procedimento: Scartate i biscottini in numero pari e spalmatene la metà con lo yogurt di soia. […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1BV9bYD che ringraziamo.

Biscottini gelatini

Un’idea super veloce e, soprattutto, di una semplicità disarmante, per preparare dei deliziosi dolcetti per la merenda o da gustare dopo cena … Oplà ! Ingredienti: biscottini caramellizzati Lotus (sono veg!) yogurt di soia alla frutta o bianco dolce Procedimento: Scartate i biscottini in numero pari e spalmatene la metà con lo yogurt di soia. […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1Jq8czy che ringraziamo.

Un nesso tra antimateria e spiritualità?

Un nesso tra antimateria e spiritualità?
Altrogiornale.org.

Con la scoperta dell’antimateria, è iniziata la “rivoluzione della fisica”, che porterà ad osservare fenomeni completamente nuovi. L’antimateria ci permette ad esempio di ricevere informazioni dal futuro, che attiveranno il DNA nelle sue potenzialità di espressione animica.
Lo scorso aprile, il laboratorio di ricerca svizzero CERN ha rilasciato una dichiarazione di risonanza mondiale: nel

Un nesso tra antimateria e spiritualità?
Altrogiornale.org.

...continua sulla fonte http://ift.tt/1C6aCDW che ringraziamo.

Dolci senza glutine: 10 ricette facili da preparare

dolci senza glutine

Se soffrite di celiachia o siete sensibili al glutine, forse siete alla ricerca di ricette facili da preparare senza utilizzare la farina di frumento. Nei dolci senza glutine la farina di frumento si può sostituire, ad esempio, con la farina di riso, la farina di mandorle, la farina di mais e la farina di castagne, tutte naturalmente prive di glutine. 

Ecco per voi una raccolta di ricette per preparare dolci senza glutine, come torte e biscotti, anche in versione vegan.

1) Torta di mele senza glutine

Un grande classico rivisitato per chi soffre di celiachia o intolleranza al glutine. Ecco la torta di mele senza glutine da preparare con la farina di riso in sostituzione della classica farina di grano e con il latte vegetale. Qui la ricetta da seguire.

Leggi anche: Classici rivisitati: torta di mele senza glutine

dolci senza glutine 1

2) Crostata ai mirtilli vegan e senza glutine

Questa crostata con confettura di mirtilli ha il vantaggio di accontentare più persone perché è nello stesso tempo sia vegan che senza glutine. Per preparare l'impasto utilizzerete la farina di grano saraceno e non vi servirà la classica farina di frumento. Qui la ricetta da seguire.

Leggi anche: Crostata ai mirtilli vegan e senza glutine

 

dolci senza glutine 2

3) Biscotti senza glutine con farina di riso

Il blog La Cucina Delle Streghe propone una ricetta interessante per preparare dei biscotti senza glutine alla farina di riso aromatizzati alla vaniglia e con l'aggiunta della scorza di limone. Si tratta di veri e propri frollini. La farina di riso sostituisce del tutto la farina di grano tenero. Questi biscotti sono senza glutine. Qui la ricetta completa.

Leggi anche: Farina di riso: 10 ricette per utilizzarla al meglio

dolci senza glutine 3

 

fonte foto: lacucinadellestreghe.blogspot.it

4) Torta al limone senza glutine

Come fare per preparare una torta al limone senza glutine? Al posto della comune farina di grano potrete utilizzare la farina di riso, insieme agli altri ingredienti della ricetta che vi suggeriamo. Qui la ricetta completa.

Leggi anche: Torta al limone: 10 ricette e varianti tutte da provare

dolci senza glutine 4

fonte foto: lacucinadiziaale.blogspot.it

5) Torta arancia e cioccolato senza glutine

Questa torta senza glutine è stata pensata per i bambini ma piacerà molto anche ai più grandi. Per prepararla vi serviranno arance biologiche, vaniglia in polvere, cioccolato fondente e farina di mais per sostituire la farina di frumento. Qui la ricetta da seguire.

Leggi anche: Torta arancia e cioccolato senza glutine

dolci senza glutine 5

6) Muffin esotici senza glutine

Esistono tante ricette per preparare dei muffin senza glutine e noi ve li proponiamo in una variante davvero speciale a base di datteri e di farina di cocco. Vi serviranno anche farina di riso, zucchero di cocco o di canna e cioccolato fondente. Qui la ricetta.

Leggi anche: Muffin esotici cioccolata, cocco e datteri

 

dolci senza glutine 6

7) Budino al cioccolato senza glutine

Se volete provare a preparare in casa il budino, sperimentate questa versione senza glutine. Per realizzare il budino al cioccolato senza glutine vi serviranno semplicemente latte, farina di riso, zucchero e cacao amaro in polvere. Qui la ricetta da seguire.

dolci senza glutine 7

fonte foto: gustissimo.it

8) Torta di farina di castagne, riso e mele senza glutine

Per preparare una torta senza glutine un po' diversa dal solito potrete abbinare nell'impasto la farina di castagne e la farina di riso. Per questa ricetta vi serviranno anche mele, uova, miele e latte vegetale. Qui la ricetta da seguire.

Leggi anche: Torta di farina di castagne, riso e mele

 

dolci senza glutine 8

9) Biscotti con gocce di cioccolato senza glutine

Potrete preparare degli ottimi biscotti anche senza glutine a partire dalla farina di mandorle. Per farcire i biscotti vi serviranno delle gocce di cioccolato fondente o una barretta di cioccolata da suddividere in scagliette. Qui la ricetta dei biscotti senza glutine con gocce di cioccolato.

Leggi anche: Biscotti con gocce di cioccolato senza zucchero (e senza farina)

 

dolci senza glutine 9

10) Crostata alle fragole senza glutine

Questa crostata di fragole è completamente senza glutine dato che per prepararla non occorre la farina di frumento che è stata sostituita con la farina di mandorle. La farina di mandorle è completamente senza glutine e per questa ricetta non serviranno nemmeno burro e uova, ma il risultato sarà comunque molto invitante. Qui al ricetta da seguire.

Leggi anche: Crostata di fragole fatta in casa (vegan e senza glutine)

dolci senza glutine 10

Marta Albè

Fonte foto copertina: foiegrasandfunnelcakes.wordpress.com

Leggi anche:

Torta di mele: 10 ricette per tutti (anche vegan e senza glutine)
Crostate vegan: 10 ricette senza latte, burro e uova per tutti i gusti
Celiachia: sintomi in adulti e bambini

 

...continua sulla fonte http://ift.tt/1C5yM1i che ringraziamo.

Per ritrovare il buonumore basta una breve passeggiata nel verde

camminare nella natura

Se vivi in una grande città e ti senti un po' giù, c'è una buona notizia: fare una bella passeggiata a contatto con la natura potrebbe essere la soluzione per rilassarti e ritrovare il buonumore fin da subito.

Si tratta del risultato di un nuovo studio appena pubblicato dalla National Academy of Science. I ricercatori hanno evidenziato che più del 50% della popolazione oggi vive in aree urbanizzate e entro il 2050 si arriverà al 70%.

L'urbanizzazione è associata con un aumento dei livelli di depressione e disturbi mentali, ma non è ancora chiaro il motivo. Attraverso un esperimento controllato i ricercatori hanno indagato se il contatto con la natura potesse in qualche modo influenzare l'abitudine di reiterare nella mente pensieri negativi su se stessi.

I partecipanti che si sono dedicati ad una camminata di 90 minuti in un ambiente naturale hanno evidenziato una riduzione dell'attività neurale in un'area del cervello collegata al rischio di malattie mentali, rispetto a coloro che avevano passeggiato in un ambiente urbano.

Secondo gli esperti, lo studio dimostra che avere a disposizione aree naturali accessibili anche in città potrebbe essere vitale per la salute mentale del nostro mondo che si urbanizza sempre più rapidamente.

Studi precedenti avevano evidenziato l'importanza di camminare ogni giorno almeno 30 minuti al giorno per ottenere numerosi benefici, come la riduzione del rischio di malattie cardiache, la prevenzione del diabete e l'aumento delle difese immunitarie.

Ora sappiamo che anche il luogo in cui decidiamo di camminare è importante. E allora, se viviamo in città, quando vogliamo fare una passeggiata scegliamo il parco più vicino anziché le vie del centro per ottenere il massimo del relax.

Marta Albè

Fonte foto: sidneygrubcrowl.com

Leggi anche:

Camminare: 10 motivi per farlo almeno 30 minuti al giorno

State sempre seduti? Camminare 2 minuti ogni ora allunga la vita

Inattività fisica più pericolosa dell'obesità: bisogna camminare almeno 20 minuti al giorno

 

...continua sulla fonte http://ift.tt/1GMvxbq che ringraziamo.

Piombino: in vendita la fortezza progettata da Leonardo da Vinci

fortezza piombino

Dimore storiche e fortezze: se avete qualche mezzo euro da spendere e sognate una casetta sul mare, Leonardo da Vinci potrebbe darvi la soluzione. A Piombino, in provincia di Livorno, è stata piazzata sul mercato la fortezza a picco sul mare le cui mura furono progettate proprio dal genio del Rinascimento.

 

 

Qui Leonardo da Vinci vi soggiornò nel 1502, mentre nel 1800 il fortino diventò anche la residenza della principessa Elisa Bonaparte, sorella di Napoleone. Insomma, non male per chi desidera "vivere nella storia".

La fortezza che oggi porta il nome di "Villa Vittoria" è una delle proposte della Lionard Luxury Real Estate, che solo in Italia offre in vendita 140 residenze di lusso sul mare, tra cui una villa ad Ischia dove soggiornò Garibaldi e una casa-torre a Positano costruita per difendersi dagli attacchi dei pirati. I prezzi per acquistarle variano dai 2 ai 45 milioni di euro, mentre il prezzo della fortezza di da Vinci si aggira tra i 5 e i 10 milioni di euro.

castiglioncello

E ancora, sul mercato ci sono immobili che non vi sognereste mai: come il castello in stile Coppedè nella Riviera Ligure, costruito agli inizi del '900, un parco secolare, 800 metri quadri di interni su sei piani, o quello in stile neogotico sulla costa tra Livorno e Castiglioncello in Toscana. A Portofino è in vendita una villa con vista sul golfo che vanta il passaggio di parecchi ospiti illustri, tra cui Robert Kennedy. Se poi volete andare sul sicuro, Forte dei Marmi dà un'offerta di immobili di lusso, tra cui alcune delle celebri ville in stile Liberty sul Lungomare, da far rabbrividire.

Ma chi se li può permettere questi acquisti? Soprattutto stranieri, pochi italiani, con una percentuale che sfiora appena il 10%, spiega la società Lionard Luxury Real Estate.

Immobili di lusso, insomma, che forse poco hanno a che fare con il nostro spirito green e con lo stile di vita che amiamo proporvi. E probabilmente anche con le nostre italiche tasche che piangono miseria. Ma tanto basta per sognare per qualche minuto, no?

Germana Carillo

LEGGI anche:

VENDESI ISOLA DI SANTO STEFANO: UN PARADISO DA 20 MILIONI DI EURO

BUDELLI: VENDUTA L'ISOLA DELLA SPIAGGIA ROSA PER 3 MLN

...continua sulla fonte http://ift.tt/1LAl9Jo che ringraziamo.

La Via dei Fumetti, un percorso da non perdere a Bruxelles (FOTO)

bruxelles fumetti 

Bruxelles è la patria dei fumetti. Proprio qui è nata l'arte del fumetto. Se vi capiterà di trascorrere un weekend a Bruxelles, non potete perdere questo percorso speciale dedicato al fumetto, con murales e un vero e proprio museo.

Sugli edifici di Bruxelles compaiono numerosi murales giganti dedicati ai più famosi personaggi dei fumetti. Il fumetto, considerato la "nona arte" ha iniziato a prendere vita in questa città nel dopoguerra e ora il ricordo di autori e personaggi vive lungo le strade della città grazie alla street art.

Il percorso Comic Book a Bruxelles si snoda lungo diversi edifici della città, con particolare riferimento ai quartieri di Laeken e Auderghem, dove potrete ammirare grandi murales dedicati ai personaggi dei fumetti più famosi, come Asterix, i Puffi, Tintin e Lucky Luke. Potrete visitare il Comics Art Museum, il museo di Bruxelles interamente dedicato ai fumetti.

Il progetto per rendere Bruxelles una vera e propria città del fumetto ha avuto inizio nel 1991 con l'approvazione delle autorità locali e con la collaborazione del Centro Belga del Fumetto, che ha voluto celebrare la lunga storia della città e della sua arte.

I fumetti sono l'orgoglio del Belgio dato che proprio qui si sono trasformati da mezzo di comunicazione popolare in una forma d'arte a sé stante. Il Belgio può vantare oltre 700 autori di fumetti nella propria storia e ha più fumettisti per chilometro quadrato rispetto a qualsiasi altro Paese del mondo.

bruxelles fumetti 1

bruxelles fumetti 2

bruxelles fumetti 3

bruxelles fumetti 5

bruxelles fumetti 6

bruxelles fumetti 7

bruxelles fumetti 8

bruxelles fumetti 9

bruxelles fumetti 10

Nel vostro giro turistico alla scoperta della capitale belga potrete trovare decine di negozi specializzati, statue, dipinti, murales, bar e musei dedicati all'arte del fumetto. In nessun altro luogo del mondo i fumetti sono radicati in modo così forte nella realtà e nella fantasia della gente.

Marta Albè

Fonte foto: visitbrussels.exposure.co

Leggi anche:

A Taiwan il villaggio dove i fumetti colorano le mura della case
Famous Chunkies: quando i supereroi dei fumetti diventano obesi
Diabolik contro la deforestazione: i fumetti dell'eroe nero saranno stampati su carta Pefc

...continua sulla fonte http://ift.tt/1GMv09u che ringraziamo.

Nuova cavalla morta al Palio di Siena. Un altro incidente?

La solita inaccettabile storia tragica. il Palio di Siena non è neanche iniziato e già si registra una vittima. È la cavalla Periclea, di 7 anni, abbattuta dopo un grave infortunio. L'incidente è avvenuto durante una delle 4 batterie della tratta, che precede l'assegnazione dei barberi alle contrade.


La sua uccisione era evitabile? Per scoprirlo la Lav chiede l'accesso ai documenti veterinari che hanno convinto a non operare l'animale per la frattura, occorsa dopo che Periclea è inciampata negli arti posteriori del cavallo che la precedeva. Chi può infatti escludere che l'animale avrebbe comunque potuto continuare una vita degna di essere vissuta?

"O si è voluto cancellare con una eutanasia una prova dell'incidente? Si faccia opera di vera trasparenza pubblicando tutti i referti", si chiede la Lav. Altra grave questione è la partecipazione al Palio del fantino che corre oggi per la contrada della Pantera, squalificato per dieci anni nel settembre 2013 per aver tenuto un "comportamento gravemente imprudente, pericoloso ed inadeguato", in quanto "fiancava e frustava violentemente il cavallo pur essendo il canapo ancora tirato", come hanno scritto nel provvedimento di sospensione il Capitano e il Magistrato del Palio piemontese.

Per questi fatti è in corso anche un processo in Tribunale. Un mese fa, inoltre, è stato espulso dal mossiere del Palio di Legnano. La storia del palio di Siena, rincara l'Enpa, parla da sola, in quanto a numero di cavalli morti accertati: dal 1970 ad oggi sono ben 50. Non si tratta di "incidenti" ma di una regola.

"Quando una manifestazione viene funestata da ben sette morti in quindici anni, con una tragica media di un decesso ogni due anni, non si può parlare parlare né di incidenti né di tragiche fatalità: per questo il dramma che ha avuto come involontaria protagonista la cavalla Periclea, abbattuta dopo essere rimasta gravemente ferita durante le batterie del Palio di Siena, rappresenta una morte annunciata. Di più: un evento probabile, almeno stando alla tragica casistica dell'ultimo quindicennio".

Lo dichiara la presidente nazionale di Enpa, Carla Rocchi, che prosegue: "a questo punto ogni scusa è inutile, ogni manifestazione di cordoglio e' ipocrita e insopportabile: il minimo che si possa fare è fermare il Palio". Queste parole rimarranno ancora una volta inascoltate?

Roberta Ragni

Leggi anche:

PALIO DI SIENA: MUORE MESSI, IL CAVALLO DELLA CHIOCCIOLA IN UN INCIDENTE

...continua sulla fonte http://ift.tt/1eY02Vk che ringraziamo.

Ecomafie 2015: ogni ora 4 nuovi reati. Boom per agroalimentare, rifiuti e cemento

ecomafie2015 

Nel 2014 in Italia si sono consumati quattro ecoreati ogni ora, pari a circa 80 al giorno. Che in un anno sono 29.293. Un giro d'affari enorme: si parla di 22 miliardi, 7 in più rispetto al 2013. Colpa del malaffare del settore agroalimentare, con un fatturato che ha superato i 4,3 miliardi di euro. Sono questi i numeri dell'edizione 2015 del Rapporto Ecomafie.

Il 2015 verrà certamente ricordato per il ddl ecoreati. Attesa per oltre 20 anni, la legge introduce nel codice penale quattro nuovi reati: il delitto di inquinamento ambientale, il delitto di disastro ambientale, il delitto di traffico ed abbandono di materiale di alta radioattività e il delitto di impedimento del controllo.

Ma intanto i dati relativi allo scorso anno sono a dir poco allarmanti. Sono aumentate le infrazioni nel settore dei rifiuti (+26%) e del cemento (+4,3) alimentate dal fenomeno della corruzione. Numeri molto elevati anche nell'agroalimentare con 7.985 illeciti nel racket degli animali.

I reati

Rifiuti. Secondo quanto emerso da Ecomafia 2015, il vero boom di infrazioni è stato accertato nel ciclo dei rifiuti, con 7.244 reati, quasi 20 al giorno. Elevato anche il numero di inchieste di traffico organizzato di rifiuti, ben 35 nel 2014.

Ecomafia2015 infografiche 5

Un aspetto che valica anche le frontiere visto che i traffici di rifiuti corrono lungo le rotte internazionali soprattutto per i materiali di scarto destinati illegalmente al riciclo o a un approssimativo recupero energetico: rottami di auto e veicoli soprattutto (38%) per il recupero dei materiali ferrosi, scarti di gomma e/o pneumatici (17,8%), e poi metalli, plastica, Raee e tessili.

Ecomafia2015 infografiche 2

Cemento. In aumento anche i reati accertati nel settore del cemento, 5.750 (+ 4,3%), con la Campania in testa col più alto tasso di illegalità, seguita da Calabria, Puglia e Lazio. Brutte notizie arrivano anche sul fronte dell'abusivismo edilizio. Secondo l'Istituto di ricerca Cresme Consulting, nel 2014 si parla di circa 18mila nuove costruzioni fuori legge, circa il 16% del nuovo costruito, con un giro d’affari che supera il miliardo di euro.

Agroalimentare. È stato questo, nel 2014, il settore più redditizio per le ecomafie con un fatturato, tra sequestri e finanziamenti illeciti, che ha superato i 4,3 miliardi (l’anno prima era intorno ai 500 milioni) per 7.985 reati accertati. Nel racket degli animali le forze dell’ordine hanno verbalizzato ben 7.846 reati tra bracconaggio, commercio illegale di specie protette, abigeato, allevamenti illegali, macellazioni in nero, pesca di frodo, combattimenti clandestini e maltrattamenti: in totale sono state denunciate 7.201 persone, arrestate 11 e sequestrati 2.479 tra animali vivi e morti. La maglia nera spetta alla Sicilia.

Ecomafia2015 infografiche 8

Altro capitolo scottante è quello degli incendi che se da una parte fa registrare cali, dall'altra aumenta la superficie boschiva finita in fumo: dai 4,7mila ettari del 2013 si è arrivati ai 22,4 del 2014.

Non passano di moda neanche i reati ai danni di aree tutelate da vincoli paesaggistici e archeologiche, musei, biblioteche, archivi, mercati, fiere e altri luoghi a rischio.

Ecco la classifica:

classificaecomafie2015

Dove

È la Puglia ad avere il poco lodevole primato col maggior numero di reati di tutto lo Stivale. Per il centro è ancora il Lazio la regione peggiore, al Nord è la Liguria mentre la Lombardia è al top per le indagini sulla corruzione.

Ecomafia2015 infografiche 1

In generale, cresce l'incidenza criminale nelle quattro regioni a tradizionale presenza mafiosa - Puglia, Sicilia, Campania e Calabria -, dove si sono consumati oltre la metà dei reati. Ma in calo i numeri in Campania (-21% circa), dovuto forse ai tanti riflettori accesi di recente sulla regione, in aumento gli illeciti in Puglia, col 15,4% dei reati accertati (4.499), 4.159 denunce e 5 arresti.

Ecomafia2015 infografiche 4

Roba da professionisti

L’ecomafia cresce: sono 24 i clan monitorati ad oggi ma vanno oltre i confini nazionali. Non si tratta solo di piccoli criminali ma di veri e propri professionisti del malaffare con radici profonde anche nel mondo della politica.

Ecomafia2015 infografiche 9

Ecomafia2015 infografiche 10

Secondo la direttrice nazionale di Legambiente Rossella Muroni:Quella del 2015 è una data straordinaria l’anno della legge che introduce finalmente nel codice penale uno specifico Titolo dedicato ai delitti contro l’ambiente, che punisce chi vuole fare profitti a danno della salute collettiva e degli ecosistemi. Uno strumento fondamentale per combattere anche quella zona grigia, dove impera la corruzione che è diventata il principale nemico dell’ambiente a causa delle troppe amministrazioni colluse, degli appalti pilotati, degli amministratori disonesti e della gestione delle emergenze che consentono di aggirare regole e appalti trasparenti. La corruzione può servire per ottenere un determinato provvedimento o più semplicemente per far voltare dall’altra parte l’occhio vigile del funzionario, l’ultimo e traballante anello di una lunga catena di legalità. C’è bisogno allora dell’applicazione della legge sugli ecoreati, ma anche di un complessivo cambio di passo, verso un paradigma economico più giusto e in grado di sollecitare nuova fiducia, partecipazione e trasparenza, perché non ci si rassegni a pensare al malaffare come a un male senza rimedi”.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Ecomafie 2014: più di 80 reati al giorno contro l'ambiente. Boom nell'agroalimentare

Ecomafie 2013: ogni ora 4 reati contro l'ambiente

Ecomafie 2012: 93 reati al giorno contro l'ambiente

Ecomafie 2011: tutti i reati ambientali dal dossier di Legambiente. La Campania ancora in testa

...continua sulla fonte http://ift.tt/1Nv0dCf che ringraziamo.

Succo di Aloe Vera: 10 benefici per la salute e motivi per berlo

succo di aloe vera

Molte persone conoscono già i mille usi del gel di Aloe Vera ma forse non hanno mai bevuto il succo di Aloe Vera e non sono al corrente dei benefici di questa bevanda considerata un vero e proprio toccasana per la salute.

Il succo di Aloe Vera contiene sostanze nutritive bilanciate in modo ideale per la salute del nostro organismo. Non si tratta di un rimedio miracoloso o della panacea per tutti i mali, ma contiene sostanze benefiche significative che possono aiutare il nostro corpo a eliminare le tossine e nel processo di guarigione.

Il succo di Aloe Vera si trova facilmente in erboristeria e nei negozi di prodotti naturali. Ogni confezione di succo può avere caratteristiche, modalità di assunzione e di diluizione in acqua diverse, anche in base alle proprie condizioni di salute. Sulle modalità e sulle tempistiche di assunzione del succo di Aloe Vera potete fare riferimento al vostro erborista di fiducia. In un ciclo di detox, ad esempio, si può bere un bicchierino di succo di Aloe Vera al mattino o alla sera. Ecco perché bere il succo di Aloe Vera e quali sono i suoi principali benefici per la salute.

1) Detox

Il succo di Aloe Vera è noto innanzitutto come rimedio utile per depurare l'organismo. Il nostro stile di vita spesso include stress, inquinamento e cibo poco sano. Ecco perché di tanto in tanto abbiamo bisogno di purificare il nostro corpo. Il succo di Aloe Vera aiuta nella fase di detox e grazie a vitamine e minerali è utile per superare lo stress.

2) Migliorare la digestione

Un sistema digestivo sano è necessario per assicurare che il nostro organismo sia in grado di assorbire tutte le sostanze nutritive presenti negli alimenti di cui ha bisogno. Il succo di Aloe Vera può migliorare l'assorbimento delle proteine e la regolarità intestinale. Può anche riequilibrare la flora batterica intestinale e ridurre problemi digestivi come il bruciore di stomaco.

3) Proteggere il cuore

Il succo di Aloe Vera protegge il cuore perché contribuisce ad abbassare i livelli di colesterolo LDL nel sangue. Le proprietà disintossicanti del succo di Aloe Vera inoltre aiutano a purificare il sangue dalle impurità. Questo processo contribuisce alla rigenerazione delle cellule del sangue e a mantenere i vasi sanguigni in salute.

4) Ridurre l'infiammazione

Il succo di Aloe Vera ha proprietà anti-infiammatorie. Ciò significa che può contribuire ad alleviare i sintomi causati da eccessiva infiammazione nell'organismo. Molti sintomi sono causati o esacerbati proprio dall'infiammazione, come nel caso dell'artrite. Da solo il succo di Aloe Vera forse non riuscirà a cancellare completamente l'infiammazione, ma potrà comunque essere d'aiuto.

5) Rafforzare il sistema immunitario

Il succo di Aloe Vera può aiutare a rafforzare il sistema immunitario per via delle sue proprietà antisettiche e antibatteriche. E' inoltre un aiuto a livello molecolare, dato che contiene polisaccaridi, delle sostanze importanti per mantenere in salute il sistema immunitario. Il succo di Aloe Vera in generale aiuta il sistema immunitario a funzionare in modo più efficiente.

6) Proteggere la pelle

Sappiamo bene che il gel di Aloe Vera fa bene alla pelle in caso di arrossamenti, screpolature, e scottature, ma anche il succo di Aloe Vera può essere utile. Infatti il succo di Aloe Vera, assunto dall'interno, ha effetti benefici per la pelle dalle proprietà antinvecchiamento alla capacità di alleviare acne e irritazioni.

7) Ritrovare energia

Il succo di Aloe Vera può essere utile per aumentare i livelli di energia e ritrovare il benessere in un periodo di particolare stress o nel caso in cui si stia seguendo una dieta con qualche difficoltà a mantenere il proprio impegno costante. Il succo di Aloe Vera durante la dieta aiuta sia la depurazione dell'organismo che la funzionalità del sistema digestivo.

8) Salute dentale

Come rimedio naturale il succo di Aloe Vera può anche contribuire alla salute della bocca e delle gengive dato che svolge un'azione antibatterica e antimicrobica naturale e che contiene vitamine e minerali che promuovono la salute e la rigenerazione delle cellule. Il gel d'Aloe Vera è invece utile da applicare direttamente sulle gengive infiammate e sulle piccole afte che possono formarsi in bocca.

9) Fonte di amminoacidi

Il nostro corpo ha bisogno di 20 differenti amminoacidi per dare vita alle proteine. Tra di essi troviamo 8 amminoacidi essenziali che il nostro corpo non è in grado di produrre da solo. Nel succo di Aloe Vera sono presenti 7 amminoacidi essenziali e un totale di 19 amminoacidi. Il succo di Aloe Vera, abbinato ad una corretta alimentazione, aiuta dunque il nostro organismo ad avere a disposizione le proteine necessarie.

10) Regolare gli zuccheri nel sangue

Assumere succo di Aloe Vera è considerato utile per regolare i livelli di zuccheri nel sangue. Il succo di Aloe Vera può essere d'aiuto per chi è preoccupato per il rischio di sviluppare il diabete, sempre che si segua una dieta corretta. Alcuni studi preliminari hanno iniziato ad evidenziare le proprietà antidiabetiche del succo di Aloe Vera e la speranza è che dalla scienza arrivino nuove conferme.

Precauzioni e controindicazioni del succo di Aloe Vera

Il succo di Aloe Vera se assunto in quantità eccessive può diventare un forte lassativo e provocare diarrea. Superare le dosi consigliate potrebbe portare a grave diarrea con disidratazione e con una riduzione dei livelli di potassio nell'organismo, conseguente debolezza e irregolarità del battito cardiaco. Per i suoi effetti purgativi l'assunzione di succo di Aloe Vera è infine sconsigliata sia in gravidanza che durante l'allattamento.

Marta Albè

Leggi anche:

Aloe Vera: tutta la verità, benefici e controindicazioni
20 fantastici utilizzi dell'Aloe Vera
Aloe Vera: come estrarre il gel e 10 modi per usarlo

...continua sulla fonte http://ift.tt/1KqMdvq che ringraziamo.

Giove e Venere: tra qualche ora la congiunzione ma occhio all'orologio

gioven

Appuntamento col cielo stasera. Quasi ovunque le nuvole lasceranno spazio alle stelle. Ma i veri protagonisti di questa notte saranno Giove e Venere, che finiranno per “sfiorarsi”.

Nel corso del mese di giugno li abbiamo spesso notati, guardando esattamente a ovest. Due puntini molto luminosi. Ma i due pianeti si sono avvicinati sempre di più e oggi, 30 giugno, finiranno quasi per sovrapporsi dal nostro punto di vista.

Non dimentichiamo che Giove e Venere si toccheranno ma solo apparentemente, visto che la distanza tra loro continuerà ad essere tanta: il gigante gassoso si trova infatti a 780 milioni di km dal sole mentre Venere è il più vicino alla nostra stella dopo Mercurio.

Cosa accadrà questa sera?

Tecnicamente si parla di congiunzione: i due pianeti si avvicineranno fino a sembrare un unico oggetto. Ma attenti all'orologio. Venere e Giove saranno bassi sull'orizzonte occidentale e dalle 21.45 circa non saranno più visibili perché scenderanno al di sotto della linea dell'orizzonte.

Le due immagini che seguono mostrano il cielo alle 21 e alle 21.30

giovevenere21

giovevenere2130

Lo spettacolo, in misura minore, sarà osservabile anche domani 1° luglio, anche se Giove e Venere saranno un po' più distanti.

Spiega l'Uai che, nell'arco di pochi giorni, l'altezza sull’orizzonte di Venere è diminuita notevolmente. Nel corso del mese di luglio sarà ancora inferiore: domani il pianeta tramonterà due ore dopo il sole, ma a fine mese l'intervallo di tempo sarà meno di mezz’ora. Venere diventerà praticamente inosservabile perché “oscurata” dalla luce del sole.

giovevenere

Col passare dei giorni, la distanza tra i due pianeti aumenterà lentamente quindi potremo ancora ammirarli insieme mentre si muovono dentro la costellazione del Leone.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Cielo di luglio: torna il triangolo estivo insieme alle stelle cadenti

Il cielo di giugno, dalla luna rosa alle comete

...continua sulla fonte http://ift.tt/1GMlKCo che ringraziamo.

Apopo, i ratti eroi che fiutano le mine e la tubercolosi (FOTO e VIDEO)

apopo10

I ratti sono normalmente considerati come animali pericolosi, sporchi e nocivi. In reatlà, queste intelligentissime creature possono essere veri e propri eroi troppo. Lo dimostra APOPO, una ONG belga che allena i ratti giganti africani a fiutare mine antiuomo e tubercolosi.

Dal 2006, questi "topi eroi" hanno lavorato su campi minati in Mozambico, aiutando a trovare oltre 13.000 mine e risanando in tal modo oltre 11 milioni di metri quadrati di terreno. Hanno anche accuratamente analizzato più di un milione di campioni di sangue per le infezioni di tubercolosi.

Bart Weetjens, fondatore di APOPO, ha avuto l'idea di farsi aiutare dai ratti e dal loro grande fiuto quando era uno studente presso l'Università di Anversa. Aveva l'abitudine di tenere i roditori da compagnia e sapeva che erano animali socievoli e intelligenti. Così ha deciso di usare la sua esperienza nel trattare i roditori per trovare una soluzione al problema delle mine.

E aveva ragione. Il gigante africano si è dimostrato più veloce degli esseri umani con metal detector. E sono almeno un chilo più leggeri del peso minimo richiesto per far scattare le mine. Perché APOPO si prende cura dei suoi ratti eroe: ci sono stati zero vittime finora, nessun topo morto né ferito durante "il servizio".

{igallery id=3476|cid=488|pid=1|type=category|children=0|addlinks=0|tags=|limit=0}

Ad APOPO anche i topi che non riescono a scovare le mine sono utili: vengono addestrati a fiutare i campioni umani, per raccogliere le tracce della tubercolosi. I campioni che arrivano da varie parti della nazione, vengono prima trattati termicamente per uccidere i patogeni. Poi vengono spediti in un laboratorio convenzionale. Se i test danno esito negativo per la tubercolosi, sono dati ai topi, in grado di rilevare anche i casi di tubercolosi non diagnosticati. Se due ratti identificano un problema nel campione, allora viene riesaminato in laboratorio.

Secondo APOPO, i ratti hanno rilevato 7.000 casi di tubercolosi non rilevati da test convenzionali. Questo ha potenzialmente fermato 24.000 infezioni, e aumentato i tassi di rilevamento del 45%. L'utilità dell'olfatto dei ratti nei test medici ha suscitato l'interesse della comunità medica. I ricercatori ora sono interessati a capire se le creature possono essere utilizzati per fiutare per il cancro, proprio come i cani.

{youtube}UE94Sxp6mY8{/youtube}

{youtube}jrp2UgbYJn4{/youtube}

Roberta Ragni

Leggi anche:

Frankie, il cane che annusa i tumori

 

...continua sulla fonte http://ift.tt/1BU8DSH che ringraziamo.

Woof Washer 360, l'hula-hoop per lavare il cane (VIDEO)

Woof Washer 360

Lavare il cane a volte è davvero necessario, ma non sempre si tratta di una bella esperienza, sia per i cani che per i proprietari. Se anche tu hai un animale domestico incline a scavare, nuotare o rotolarsi sulle cacche, c'è un nuovo pezzo di tecnologia creata per facilitarti la vita. Si chiama Woof Washer 360 e rende il momento del bagno facile e divertente.

Si tratta di una sorta di hula hoop che spruzza acqua in maniera uniforme lungo tutto il corpo del cane. I getti si diramano verso ogni angolo, assicurando che ogni centimetro del vostro cucciolo sia lavato, senza che voi vi siate sporcati. Può essere utilizzato sia per il lavaggio che per il risciacquo. Il consiglio è quello di scegliere prodotti ipoallergenici poco profumati e appositi per cani.

Come funziona? Basta attaccarla al vostro tubo flessibile, aprire l'acqua (che dovrà essere tiepida), aggiungere lo shampoo e far passare il cerchio lungo il corpo. Woof Washer 360 costa $ 19,99 per dimensioni piccole e 24,99 dollari per cani di taglia grande.

{youtube}MlM_DqV61jk{/youtube}

Ricordate che lavare troppo spessi il cane può provocare secchezza della pelle e può portare a problemi di salute come allergie ed eczemi. In linea di massima, in situazioni normali, meglio fare il bagno al cane 2 o 3 volte l'anno massimo. Tenete sempre presente che il bagno è un momento delicato e di potenziale stress per il cane. In caso di dubbi, chiedete sempre consiglio al vostro medico veterinario.

Roberta Ragni

Leggi anche:

I rimedi naturali per il cane

I 10 migliori rimedi naturali per proteggere il cane dalle pulci

...continua sulla fonte http://ift.tt/1BU8Bu8 che ringraziamo.

A Kim Jong Un non piace il nuovo aeroporto di Pyongyang: giustiziato il progettista

kim-jong

Un dittatore insoddisfatto dell’operato dell’architetto che ha ingaggiato risolve la questione a modo suo. Non gli fa causa: lo fa giustiziare. È questo il messaggio lanciato da Kim Jong Un, leader incontrastato della Corea del Nord, che nei giorni scorsi ha effettuato l’ultima ispezione al nuovo mega-aeroporto di Pyongyang – la cui apertura è stata fissata per il primo luglio – facendosi fotografare con la giovane moglie Ri Sol Ju e una piccola delegazione all’interno di ristoranti e negozi di lusso presenti nello scalo.

Nelle cerimonie d’inaugurazione, normalmente, appare sempre l’architetto che ha progettato l’opera. In questo caso non era possibile: Ma Won Chun, ex direttore del Dipartimento progettazione della Commissione nazionale di difesa e architetto capo dei più importanti progetti della Corea del Nord, è stato giustiziato nel novembre scorso insieme ad altri cinque funzionari di alto livello durante una delle “purghe” del dittatore. Il motivo ufficiale? «Pratiche di corruzione e mancata osservanza degli ordini» recita l’agenzia Diplomat. La morte di Ma Won Chun coincide in realtà con una relazione che illustrava come i lavori per l’aeroporto fossero stati sospesi a causa dell’insoddisfazione di Kim. «I difetti si sono manifestati nell’ultima fase della costruzione del Terminal 2 – aveva detto il dittatore – perché i progettisti non hanno tenuto a mente l’idea della bellezza architettonica che è la vita e l’anima e il cuore per preservare il carattere e l’identità nazionale. Ora è necessario terminare la costruzione del terminal che deve essere l’icona della Corea, il volto del Paese e la porta d’ingresso a Pyongyang».

Ora l’aeroporto è pronto e la macchina della propaganda della Corea del Nord lo sta promuovendo, mettendo ben in mostra il suo aspetto moderno e lussuoso, con bar, una farmacia, un negozio di gioielleria, una fontana di cioccolato e altri accessori di lusso. La nuova struttura, sei volte più grande rispetto a quella del vecchio aeroporto, è stata voluta per attrarre potenziali turisti e prevede inizialmente l’accettazione di voli provenienti dalla Cina e dalla Russia. Per ora il numero di passeggeri è basso: si tratta principalmente di turisti cinesi in visita o funzionari che fanno la spola tra Pechino e Pyongyang. Non è comunque chiaro dove la Corea del Nord abbia trovato i soldi per costruire un’opera così imponente, viste le precarie condizioni del Paese, devastato da carestie regolari e penuria di carburante. Il leader nordcoreano, da quando è salito al potere nel 2011, ha sempre promesso di innalzare i livelli e le condizioni di vita della popolazione, ma la maggior parte dei grandi progetti realizzati non risulta accessibile alla media dei cittadini nordcoreani, che devono fare i conti quotidianamente con la mancanza di cibo, di acqua potabile e di elettricità.

*************************



from Gazzettino web http://ift.tt/1LFFLRy
via IFTTT

Coppette di mirtilli

Questo dolce al cucchiaio ha avuto un successo anche tra onivori. E’ delizioso, preso dalla mia rivista vegan preferita, modificato al proprio piacimento e ingredienti disponibili. Ingredienti per la crema: 250 g di formaggio veg spalmabile 50 g di panna di soia da cucina 50 g yogurth di soia 30 g di sciroppo di agave […] ...continua sulla fonte http://ift.tt/1T0EJRt che ringraziamo.

Berlusconi e le Olgettine, chiusa indagine Ruby ter: “10 mln versati alle ragazze”

rubi ter

Avviso di conclusione delle indagini per 34 persone: l’ex cavaliere viene individuato come il “corruttore”: avrebbe versato più di dieci milioni di euro alle ragazze, in cambio del loro silenzio sulle serate ad Arcore. Soltanto alla giovane Karima l’ex premier avrebbe dato sette milioni. Verso l’archiviazione Ghedini e Longo.

Sette milioni a Ruby, e dieci in totale alle altre ragazze: sarebbe costato tanto il silenzio delle Olgettine a Silvio Berlusconi, secondo la procura di Milano, che oggi ha recapitato l’avviso di conclusione delle indagini all’ex cavaliere ed altre 33 persone. Era il 17 febbraio quando l’inchiesta Ruby ter, fino a quel momento sotto traccia, esplose: Olgettine perquisite e audizione del tesoriere di Silvio Berlusconi, Giuseppe Spinelli. Oggi la tranche dell’inchiesta, nata dalla trasmissione degli atti dei giudici del Tribunale dei due primi processi – quello in cui era imputato l’ex Cavaliere assolto in via definitiva dalla Cassazione e quello in cui sono stati condannati in appello Lele Mora, Emilio Fede e Nicole Minetti – è stata chiusa. Falsa testimonianza e corruzione in atti giudiziari i reati contestati a vario titolo. Stralciata la posizione degli legali  storici dell’ex premier: gli avvocati  Niccolò GhediniPiero Longo, che erano indagati per corruzione in atti giudiziari e che adesso vanno verso l’archiviazione. Nella ricostruzione degli investigatori, l’ex cavaliere viene individuato come il“corruttore”: avrebbe versato più di dieci milioni di euro alle Olgettine,  in cambio del loro silenzio sulle serate ad Arcore. Sette milioni di euro è – secondo i pm – il denaro elargito da Berlusconi a Karima el Mahroug: contanti che la ragazza ha utilizzato anche per aprire attività commerciali all’estero, come un ristorante in Messico. I pm di Milano hanno contestato all’ex compagno della marocchina, Luca Risso, l’accusa di riciclaggio sui sette milioni. Ma dalle tasche di Berlusconi non sarebbe uscito soltanto denaro per convincere le ragazze a testimoniare il falso in aula di tribunale: l’ex premier avrebbe finanziato anche l’acquisto di case, spese mediche e doni “di elevato valore economico”, come risulta dall’avviso di conclusione delle indagini.

Il procuratore aggiunto Pietro Forno e i pm Tiziana SicilianoLuca Gaglio hanno tirato le fila del lavoro di mesi: le deposizioni di testimoni e l’analisi di documenti cartacei ed informatici sequestrati e con il deposito del 415bis mettono a disposizione degli indagati tutti gli atti raccolti. Chi vorrà potrà essere interrogato e trascorsi 20 giorni la Procura di Milano potrà chiedere il rinvio a giudizio. Quando gli inquirenti chiusero la proroga di indagine al gip le posizioni al vaglio erano 45: oltre Berlusconi, accusato di corruzione in atti giudiziari, c’erano la stessa Ruby, il suo primo avvocato Luca Giuliante, e una trentina di ragazze. Il procuratore capo di Milano Edmondo Bruti Liberati ha spiegato in conferenza stampa che undici posizioni (comprese quelle degli avvocati Ghedini e Longo) sono state stralciate mentre l’avviso di conclusione delle indagini è stato alla fine inviato inviato 34 persone. Sono soprattutto le ragazze che durante il processo principale e il processo bis avevano dichiarato di essere stipendiate dall’ex presidente del Consiglio. E che hanno continuato a essere retribuite sottoponendo il leader di Forza Italia anche a una sorta di pressing. In verità il gentile ospite delle cene eleganti ad Arcore aveva cercato di smarcarsi dalle richieste inviando una amorevole lettera alle ragazze, ma tutto è stato inutile. Oltre che dispendioso. Tanto che, secondo i calcoli fatti dalla Procura di Milano, il generoso Berlusconi ha sborsato oltre 2 milioni di euro tra il 2010 e il 2014.

Somma a cui deve aggiungersi anche il piccolo tesoro che l’ex premier ha versato a Karima el Mahroug: due milioni, di certo, visto che l’ex legale della marocchina ha ammesso di averli custoditi. Per l’accusa, infatti, l’ex premier avrebbe retribuito le giovani testimoni in cambio del loro silenzio o di dichiarazioni false o reticenti. A ricevere bonifici anche l’ex consigliera regionale ed ex igienista dentale Nicole Minetti. Colei che la notte tra il 27 e il 28 maggio del 2010 prese in custodia Ruby, liberata dopo una telefonata dell’allora premier, per poi affidarla a una cittadina brasiliana. Convocata in Procura Ruby si è avvalsa della facoltà di non rispondere: secondo gli investigatori è probabile che sia stata ad Arcore tra novembre e dicembre 2014. Su come abbia investito il denaro, che secondo i pm avrebbe ricevuto da Berlusconi, è stata attivata anche una rogatoria in Messico dove l’ex compagno della giovane marocchina ha alcune attività imprenditoriali. L’uomo, nel gennaio scorso si era sfogato su Facebook sostenendo che Berlusconi era un bugiardo, senza però scendere nei particolari e sembrava voler far intuire di voler raccontare qualcosa. A questo sfogo si è aggiunta l’audizione dei genitori di Risso che hanno messo nero su bianco quali fossero le possibilità economiche di Ruby: “Si comporta come una principessa”. Una persona che, a domanda precisa, solo alcune settimane fa rispondeva: “Disoccupata”.

*************************



from Gazzettino web http://ift.tt/1g68wd6
via IFTTT

Insonnia: cosa mangiare per favorire il sonno con l'afa

Insonnia caldo

Gran caldo è spesso sinonimo di insonnia. Le notti più afose, infatti, spesso non danno tregua e se siamo green convinti e l'aria condizionata proprio non la vogliamo accendere ma ci giriamo e ci rigiriamo nel letto manco fossimo sulla brace, qualche piccolo accorgimento per tornare in pace con il nostro sonno c'è e riguarda, manco a dirlo, l'alimentazione

Sono circa 12milioni gli italiani che con l'arrivo del caldo soffrono di insonnia, ma secondo Coldiretti per garantirsi notti più tranquille nei prossimi dieci giorni segnati dall'ondata di calore africana è importante prepararsi e non sbagliare proprio a tavola.

Cibi come pane, pasta e riso, ma anche lattuga, radicchio, cipolla, aglio - per le loro spiccate proprietà sedative - e formaggi freschi, uova bollite, latte fresco caldo e frutta dolce di stagionestagione come pesche e nettarine – ricche di serotonina – possono aiutarvi a superare vere notti infuocate. Da escludere, invece, i cibi molto speziati, pepati o salati, ma anche con curry, paprika,i cibi in scatola e le minestre con il dado da cucina.

Certo non dovreste nemmeno eccedere col caffè, con i superalcolici e con le patatine in sacchetto e i salatini.

Per i bambini e gli anziani queste raccomandazioni valgono il doppio. In più, se ci si addormenta difficilmente a digiuno o comunque non sazi, anche nei casi di eccessi alimentari, in particolare con cibi pesanti o con sostanze eccitanti, è complicato conciliare il sonno.

Il trucco per dormire sta nello scegliere alimenti che contengono il triptofano, un aminoacido che favorisce la sintesi della serotonina, il neuromediatore del benessere e il neurotrasmettitore cerebrale che stimola il rilassamento. Infine, non negatevi un buon dolcetto ricco di carboidrati semplici che ha un'azione antistress, così come infusi e tisane dolcificati con miele.

Germana Carillo

LEGGI anche:

10 regole d'oro per combattere l'afa e i colpi di calore 

Afa: come combattere il caldo in 8 mosse esclusa l'aria condizionata 

Afa: le 10 migliori bevande per attenuare la sete e reidratare il corpo 

...continua sulla fonte http://ift.tt/1C4sz5W che ringraziamo.

Via libera a cani e gatti sui mezzi pubblici in Friuli Venezia Giulia

cane treno

In Friuli Venezia Giulia gli animali possono viaggiare sui mezzi pubblici. Grazie a una nuova legge regionale, infatti, i friuliani potranno usufruire di treno, bus e metrò anche in compagnia dei propri cani e gatti. Uno spirito, quello della regione autonoma del nord-est, tutto rivolto al benessere di Fido e Micio, che trova riscontro anche in una nuova compagna di sensibilizzazione contro l'abbandono lanciata in questi giorni.

Dopo il via libera nei negozi, secondo la nuova legge regionale 5/2015, così come modificata all'art 21 comma 4 ex L. 20/ 2012, i nostri fidati amici a quattro zampe potranno così salire negli autobus del FVG se sono al guinzaglio, muniti di museruola (o, in alternativa, con il trasportino) e con un regolare biglietto.

Dopo mesi di proteste, quindi, anche la Trieste Trasporti Spa, la Saf autoservizi di Udine, l'Apt di Gorizia e l'Atap di Pordenone, hanno consentito l'ingresso degli animali domestici nei loro mezzi per il trasporto pubblico locale.

A patto dei Fido destinati all'assistenza dei non vedenti, tutti, cani&Co, dovranno sottostare alle seguenti regole:

- ogni autobus non potrà ospitare più di due animali per volta

- i pet pagano il ticket, a esclusione dei "cani guida"

- il proprietario è responsabile sia della pulizia della vettura, sia del comportamento del cucciolo

- qualora il mezzo sia sovraffollato, l'animale potrà essere allontanato

- guinzaglio e museruola sono obbligatori

- è concesso l'utilizzo del trasportino in sostituzione della museruola

LA CAMPAGNA CONTRO L'ABBANDONO – Il provvedimento del Friuli è perfettamente in linea con la nuova campagna informativa per sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema dell'abbandono attraverso messaggi sulla carta stampata e con la messa in onda di spot su emittenti radiofoniche e televisive del circuito regionale.

"Il messaggio della campagna ricorda che l'abbandono è un reato punibile penalmente con l'arresto sino a un anno o con l'ammenda da 1.000 a 10mila euro ma ricorda soprattutto che l'animale andrebbe incontro a morte sicura dopo aver subito gravi sofferenze, la più grave delle quali forse è l'aver patito il distacco dal proprio padrone", spiega l'assessore regionale alla Salute e alle Politiche sociali Maria Sandra Telesca.

La campagna di sensibilizzazione prevede anche una pagina sul portale della Regione dedicata agli animali di casa e a quelli esotici, dove si possono recuperare molte informazioni utili: dalle strutture di ricovero dove poter adottare un cane, alle associazioni di volontariato iscritte nell'elenco regionale per la tutela degli animali di compagnia, dalle notizie sull'accesso dei cani nei luoghi pubblici, ai dettagli sulla registrazione alla banca dati regionale fino alle spese di registrazione.

Germana Carillo

LEGGI anche:

I cani potranno entrare nei negozi del FVG. Approvata legge regionale 

Via libera ai cani anche in negozi e uffici di Firenze e Livorno 

Approvata alla camera la legge che vieta ai condimini di vietare gli animali 

...continua sulla fonte http://ift.tt/1IJqY2a che ringraziamo.

Burro biologico ritirato dai negozi Naturasì perche' macchiato di inchiostro

burro biologico ritirato naturasi

Attenzione al burro biologico in vendita da Naturasì. L'azienda ha deciso di ritirare dagli scaffali dei propri negozi il burro bio Antico Podere Bernardi perché il prodotto risultava macchiato di inchiostro.

La motivazione del richiamo riguarda un errore di produzione a causa del quale l'inchiostro della timbratura del lotto può avere attraversato la carta e macchiato il burro. Secondo quanto comunicato da Naturasì ai consumatori, Antico Podere Bernardi garantisce che le prossime produzioni saranno conformi, in modo che un problema simile non si ripeta mai più.

Il ritiro riguarda tutte le scadenze e i lotti di burro biologico Antico Podere Bernardi in confezione da 200 grammi. Naturasì ha pubblicato sul proprio sito web un avviso alla clientela in cui si raccomanda a tutti gli acquirenti di controllare le scorte in casa e di non consumare il prodotto.

Naturasì garantisce di impegnarsi sempre seriamente nella selezione dei fornitori e nel controllo a campione delle forniture. In questo caso però un difetto di produzione è sfuggito ai controlli. Se il difetto può rappresentare un rischio per la salute dei consumatori, ecco la decisione di provvedere al ritiro del prodotto.

burro biologico naturasi ritirato

Chi avesse acquistato il burro biologico in questione presso un supermercato Naturasì non dovrà utilizzarlo in cucina e lo potrà restituire al proprio negoziante, che provvederà alla sostituzione o a un rimborso e a chiarire eventuali dubbi.

Marta Albè

Fonte foto: naturasi.it

Leggi anche:

Salame La Bottega del Gusto ritirato dai supermercati Eurospin per contaminazione batterica
Burro: 5 alternative vegetali al di là della margarina
Margarina senza grassi idrogenati: fa male lo stesso alla salute?

...continua sulla fonte http://ift.tt/1C4stv1 che ringraziamo.

Lo spettacolo dei calamari lucciola della baia di Toyama

calamari lucciola

In Giappone tra marzo e giugno si può assistere ad uno spettacolo straordinario. E' merito dei calamari bioluminescenti, o calamari lucciola, che illuminano la baia di Toyama, nella costa Nord di Homshu.

Questi calamari emettono in modo naturale una forte luce blu. Normalmente vivono sott'acqua ma vengono spinti in superficie dalle onde durante il periodo di Hotaru Ika, la stagione dei calamari lucciola.

Sono conosciuti con il nome di Watesenia scintillano. Quasi tutto il loro corpo è coperto da organi luminosi, chiamati fotofori, che sono in grado di produrre luce dando luogo alla bioluminescenza. La bioluminescenza è in genere prodotta dall'incontro della luciferina con l'enzima luciferasi. Alcuni organismi effettuano questa reazione "in proprio" mentre molti altri producono luce attraverso colonie di batteri luminosi.

L'arrivo dei calamari lucciola in superficie crea un clima di festa lungo la baia. Migliaia di calamari bioluminescenti si riuniscono qui e creano uno spettacolo straordinario e un effetto scintillante senza pari.

L'effetto di bioluminescenza permette ai calamari di proteggersi dai predatori. I calamari lucciola si avvicinano e formano dei gruppi, difendendosi a vicenda. La stagione dell'accoppiamento dei calamari lucciola coincide proprio con questo periodo. Di notte nella baia di Toyama migliaia di calamari vengono a galla per deporre o per fecondare le uova.

calamari lucciola 1

calamari lucciola 2

calamari lucciola 3

calamari lucciola 4

calamari lucciola 5

Questo speciale periodo dell'anno attira presso la baia centinaia di turisti curiosi di osservare lo spettacolo. Vengono organizzate visite guidate per osservare il fenomeno, con partenza dal museo di Hotaru e dal porto di Namarikawa, a Toyama. Salendo all'ultimo piano del museo, e sul tetto, si può cenare presso il ristorante locale e osservare la baia e lo spettacolo dei calamari lucciola dall'alto.

{youtube}iHZQa8uz_sc{/youtube}

Marta Albè

Fonte foto: wordlesstech.com

Leggi anche:

Bioluminescenza: creature dagli straordinari poteri popolano gli oceani
Quando la natura si tinge di rosso: ecco i fantastici 10 animali in red
Scoperto uno scarabeo luminoso nella foresta pluviale del Perù

...continua sulla fonte http://ift.tt/1IJqVDj che ringraziamo.