Il tuo smartphone è un covo di superbatteri?

smartphone batteri

Il fenomeno dei batteri super resistenti agli antibiotici sta aumentando ovunque nel mondo, Italia compresa. Persino il cellulare può essere un covo di superbatteri. Efsa e Ecdc chiedono un uso più appropriato degli antibiotici.

Il cellulare viene definito come un vettore inconsapevole di batteri resistenti agli antibiotici. La prima regola secondo gi esperti è quella di lavarsi meglio e più spesso le mani per evitare i contagi. Secondo le ultime stime, entro il 2050 ogni anno moriranno più persone per via dei batteri super resistenti che a causa del cancro.

Il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) hanno organizzato un convengo per richiamare l’attenzione sull’emergenza della resistenza agli antibiotici. Secondo gli esperti sono necessarie soprattutto 3 azioni:

1) Creare nuove molecole antibiotiche.

2) Educare ad un uso appropriato degli antibiotici tutti i cittadini ma anche chi lavora negli ospedali.

3) Limitare l’uso dei cellulari proprio nelle strutture ospedaliere, dato che gli smartphone sono portatori inconsapevoli di batteri.

A parere degli esperti è inoltre necessario rilanciare in Italia la pratica vaccinale, promuovendo un uso corretto sia dei vaccini che degli antibiotici. L’Italia è il Paese europeo dove la resistenza a quasi tutti gli antibiotici ha raggiunto la percentuale maggiore.

Inoltre proprio l’Italia è il Paese UE in cui gli antibiotici vengono utilizzati di più, al secondo posto troviamo la Grecia. Il consumo di antibiotici è più elevato al Centro e Sud Italia, dove risulta più alta anche la resistenza. Le infezioni più comuni che colpiscono i pazienti ricoverati in ospedale in Italia riguardano i polmoni (polmonite) e il tratto urinario.

Sono questi i risultati che abbiamo raggiunto con l’abuso di antibiotici degli ultimi decenni? Oltre a lanciare un nuovo allarme sui batteri super resistenti e a ribadire che l’assunzione di antibiotici è eccessiva, gli esperti non dovrebbero ricordarci di rafforzare il nostro sistema immunitario per difenderci dalle infezioni?

Leggi qui il documento dell'ECDC sulla resistenza agli antibiotici in Europa.

Marta Albè

Leggi anche:

...continua sulla fonte http://ift.tt/1KK8Dco che ringraziamo.

Post più popolari