Al via in tutta Italia la prima giornata nazionale della Salute della Donna

 salute donne

Oggi, 22 aprile, è stata indetta la Prima giornata nazionale della Salute della donna voluta fortemente dalla Fondazione Atena Onlus. Anche nel campo del benessere, infatti, tra donne e uomini c’è una certa differenza e ciò ha spinto il ministero della Salute a dedicare più attenzione al complesso universo femminile attraverso una giornata che sia da una parte informativa dall’altra pratica e che possa aiutare tutte le donne a districarsi nel complesso mondo delle problematiche e patologie più diffuse.

Dedicata ad una donna unica nel suo genere, Rita Levi Montalcini nata proprio il 22 aprile, l’iniziativa, si propone inoltre di promuovere e sostenere l’importanza della prevenzione in tutte le fasi della vita della donna: dall’adolescenza all’anzianità passando per fasi delicate come quelle della gravidanza e del parto. 

Leggi anche: frecciaSALUTE DELLE DONNE: AD APRILE VISITE GRATUITE IN TUTTA ITALIA

Da questa giornata, tra l’altro, dovrà uscire un manifesto per la salute femminile che servirà a calibrare meglio future azioni concrete nell’ottica di migliorare sensibilmente la salute di tutte le donne nel nostro paese.

GLI EVENTI IN PROGRAMMA E LE VISITE GRATUITE

L’ISS partecipa alla giornata con un fitto elenco di incontri ed interventi opera dei suoi ricercatori. Si parla di immunità e autoimmunità, di tumori e terapia, stili di vita, prevenzione, diagnosi e tanto altro. Per conoscere il programma completo degli appuntamenti leggete QUI.

L’Istituto superiore della Sanità organizza poi un “Laboratorio Gestazionale” in cui gli esperti lavoreranno divisi in tavoli tematici aiutati da rappresentati di associazioni di pazienti e cittadini, media e esponenti del mondo produttivo. Alla fine della giornata ciascuno dovrà aver stilato un documento di sintesi con 5 proposte operative da presentare al ministro Lorenzin.

Gli argomenti comprendono le più frequenti problematiche e patologie femminili e per una maggiore comunicazione con tutti i cittadini saranno associati a degli hashtag grazie al quale si potranno seguire i lavori sui social. Nello specifico si discuterà di:

Sessualità, fertilità e salute materna: #sessualità #fertilità #mamme

Violenza, diritto alla salute negato: donne migranti #violenze #migranti

Alimentazione e fasi di vita della donna: #alimentazione #lifetime

Prevenzione dei tumori femminili e screening: #tumori

Salute mentale della donna, disturbi del comportamento alimentare e dipendenze: #mentalhealthdipendenze #disturbialimentari

Cosmesi, medicina estetica inclusa la protesica: #cosmesi #medicinaestetica

Donna, lavoro e salute: #lavoro

Medicina di genere e ricerca per le donne: #medicinadigenere #ricerca

Healthy ageing al femminile #healthyageing

Comunicazione alle donne, per sé e come “health driver” familiare #comunicazione

Per l’occasione, inoltre, l’Istituto Superiore di Sanità metterà a disposizione un proprio tavolo tematico e materiale informativo presso l’Aranciera di San Sisto in Via di Valle delle Camene 11. Inoltre sarà allestito un vero e proprio villaggio della salute in cui le donne potranno accedere gratuitamente a diversi servizi tra cui screening e visite gratuite.

Ci sono poi circa 180 ospedali in tutta Italia con i bollini rosa (strutture che si sono distinte per l’attenzione verso la salute femminile) che oggi hanno deciso di aprire le porte gratuitamente a tutte le signore e signorine. Per tutta la settimana, grazie all’iniziativa (H)Open Week organizzata da Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna, le strutture sanitarie offriranno informazioni, consulti e e check up gratuiti a tutte coloro che lo richiederanno.

Per conoscere la struttura più vicina a casa vostra che partecipa all’iniziativa, fate riferimento al sito Bollini rosa dove troverete anche tutte le indicazioni e le modalità per prenotare i servizi.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

frecciaVIVERE IN CAMPAGNA FA BENE ALLA SALUTE MENTALE DELLE DONNE (E NON SOLO)

freccia10 NUTRIENTI FONDAMENTALI DI CUI OGNI DONNA HA BISOGNO 

...continua sulla fonte http://ift.tt/26iHMvL che ringraziamo.

Post più popolari