Lo street artist che trasforma i tombini milanesi in mini appartamenti per senzatetto

street art tombini biancoshock1

Ci sono piccole e graziose cucine, bagni e soggiorni dotati di ogni confort, la curiosità è che non parliamo di comuni appartamenti, ma degli interni di alcuni tombini di aree dismesse tra Milano e Lodi.

 

Il progetto è Borderlife e l’ideatore è lo street artist Biancoshock che adotta la  filosofia che “Se alcune criticità non si possono evitare tanto vale renderle confortevoli”, così i tombini diventano case per i senzatetto.

La provocazione lanciata dallo street artist invita a riflettere su temi di stretta attualità, sul suo sito Biancoshock spiega che il progetto si è ispirato alla vita che conducono i senzatetto, ovvero le oltre seicento persone che vivono sottoterra a Bucarest nell'indifferenza di molti.

 

street art tombini biancoshock

street art tombini biancoshock2

Il titolo del progetto nasce dalla fusione tra “border” e “life”, ovvero vita al limite proprio per indicare la condizione che vivono questi invisibili della società. Sono gli ultimi, i dimenticati, sono tutti coloro che passano inosservati, per loro è come essere sempre in un tombino.

A Milano ovviamente la situazione non è estrema come quella di Bucarest, ma i tombini arredati a mini appartamenti con piastrelle, quadri e utensili vogliono essere comunque un segnale forte. 

street art tombini biancoshock3

Dominella Trunfio

Foto

LEGGI anche:

frecciaStreet art: la nuova opera di Banksy sui rifugiati di Calais (FOTO e VIDEO)

freccia10 fantastiche opere di street art che abbiamo ammirato nel 2015

frecciaLa street art per chiedere una città a misura di ciclisti e renderla più bella

 

...continua sulla fonte http://ift.tt/1WccSRk che ringraziamo.

Post più popolari