Tisana dei monaci buddisti: ingredienti, benefici e come prepararla

tisana dei monaci buddisti

La tisana dei monaci buddisti è una bevanda depurativa e dimagrante che viene utilizzata per favorire il benessere del nostro organismo. Questa tisana ha la fama di riuscire a bruciare i grassi e ad eliminare le tossine e i liquidi in eccesso, con l’obiettivo di mantenere il nostro corpo in forma e carico di energia.

Pare che la tisana dei monaci buddisti sia davvero molto antica e che i primi cenni a questa preziosa bevanda risalgano all’ XI secolo. Ma può darsi che la tisana dei monaci buddisti fosse già conosciuta e utilizzata in precedenza. La possiamo inserire tra le tisane depurative preparate con piante officinali e ingredienti naturali.

Negli ultimi tempi sta spopola molto come rimedio naturale che promette di essere un sostegno utile a chi vuole dimagrire o depurare l’organismo. Ma quali sono i reali benefici di questa bevanda? E come prepararla?

Tisana dei monaci buddisti: i benefici

Quali sono i principali benefici della tisana dei monaci buddisti? Gli effetti benefici di questa bevanda sono associati agli ingredienti da cui è composta e in particolare riguardano:

1) Disintossicare il corpo dalle impurità.

2) Bruciare i grassi e le tossine.

3) Effetto drenante e diuretico.

4) Perdita di peso con uso regolare per 3-5 mesi (ovviamente in abbinamento ad attività fisica e dieta sana).

5) Fonte di antiossidanti e sali minerali.

Tisana dei monaci buddisti: gli ingredienti

Nella tisana dei monaci buddisti tutte le piante officinali, foglie e fiori, sono essiccate e in taglio tisana. L’aloe è inserito tra gli ingredienti in forma essiccata, in polvere. Ecco quali sono gli ingredienti principali della tisana dei monaci buddisti. Esistono più versioni di questa tisana che possono prevedere degli ingredienti aggiuntivi. 

Tisana dei monaci buddisti, dove trovarla

La tisana dei monaci buddisti si trova già pronta nelle erboristerie più fornite o negli shop online, spesso però si risparmia facendo preparare dal proprio erborista di fiducia il mix di erbe nella giusta proporzione.

1) Tulsi

Il tulsi o tulasi è una varietà indiana di basilico. E’ considerato una pianta sacra con cui preparare un infuso molto benefico. Ha un effetto antistress e supporta l’attività del nostro sistema immunitario.

frecciaLeggi anche: TULSI, IL BASILICO SACRO INDIANO

2) Citronella

Le foglie di citronella sono ricche di principi attivi che favoriscono la digestione, aiutano a combattere gli spasmi intestinali, combattono la ritenzione idrica, depurano i reni, calmano il nervosismo e gli stati d’ansia. La citronella, che noi conosciamo soprattutto come repellente per le zanzare, è qui sfruttata in realtà per altre sue proprietà. Questa pianta aiuta la digestione, favorisce la depurazione e ha il vantaggio in più di svolgere un’azione rilassante, favorisce ad esempio il sonno.

frecciaLeggi anche: OLIO ESSENZIALE DI CITRONELLA (LEMONGRASS): 10 FANTASTICI UTILIZZI PER LA CASA E LA SALUTE

3) Tè verde

La tisana dei monaci buddisti contiene delle foglie di tè verde con proprietà toniche, digestive, diuretiche e stimolanti. Il tè verde è ricco di antiossidanti e può aiutare a bruciare i grassi e a regolare i livelli di colesterolo. Le foglie di tè verde sono ricchissime di proprietà, tra le più interessanti anche il suo potere antiossidante.

frecciaLeggi anche: TE’ VERDE: 10 STRAORDINARI BENEFICI PER LA SALUTE

4) Fiordaliso

I fiori di fiordaliso sono utili per stimolare la diuresi e per favorire la depurazione dell’organismo tramite l’eliminazione delle tossine. Oltre a dare un buon sapore alla tisana, il fiordaliso in petali agisce aumentando il potere antinfiammatorio e diuretico della bevanda. Alcune sostanze in esso presenti infatti contribuiscono ad eliminare i liquidi in eccesso, favorendo quindi anche l’eliminazione delle tossine.

frecciaLeggi anche: 10 FIORI CHE NON SAPEVATE SI POTESSERO MANGIARE

5) Aloe vera

La tisana dei monaci buddisti comprende l’aloe vera in polvere. Sappiamo che l’aloe vera è benefica sia per l’apparato digerente che per il sistema immunitario. Il succo di aloe vera in particolare favorisce la regolarità intestinale.  L’Aloe vera essiccata e polverizzata che svolge un’azione riequilibrante e lenitiva nei confronti dell’intestino. Doti depurative e stimolanti il sistema immunitario rendono la presenza di questa pianta molto importante all’interno della tisana proposta.

frecciaLeggi anche: ALOE VERA: TUTTA LA VERITA’: BENEFICI E CONTROINDICAZIONI

6) Menta

La menta è un rimedio naturale utile in caso di disturbi gastro-intestinali, per migliorare il funzionamento del fegato e per favorire la digestione. Le tisane alla menta possono essere d’aiuto per chi soffre di diarrea e di disturbi gastrici.

frecciaLeggi anche: MENTA: PROPRIETA’, BENEFICI E UTILIZZI

7) Rosmarino

Il rosmarino è una pianta aromatica molto diffusa e amata. L’aroma sprigionato dai suoi oli essenziali può aiutare a migliorare la memoria a lungo termine e le funzioni cognitive negli adulti. Il rosmarino ha proprietà digestive e protegge il fegato.

frecciaLeggi anche: ROSMARINO: IL SUO PROFUMO PUO’ MIGLIORARE LA MEMORIA

8) Ginseng

Pianta nota per il suo effetto antistress e fatica, all’interno di questo infuso utilizzata però come aiuto contro i grassi in particolare contro il colesterolo LDL (cattivo) che contribuisce ad abbassare alzando invece quello HDL (buono). Il ginseng aiuta anche a tenere a bada la glicemia e ha effetto antinfiammatorio e antiossidante.

frecciaLeggi anche: GINSENG: MILLE PROPRIETA', USI E DOVE TROVARLO

Tisana dei monaci buddisti: come prepararla

La tisana dei monaci buddisti è un infuso in quanto il mix di erbe va aggiunto all’acqua bollente e lasciato in infusione per circa 5 minuti, in modo che ciascun ingrediente abbia il tempo di rilasciare i suoi principi attivi. Per ogni tazza bisogna utilizzare un cucchiaio del mix di erbe già pronto. 

1) Portate ad ebollizione una tazza d’acqua in un pentolino.
2) Versate l’acqua in una tazza da tè insieme a un cucchiaino di tisana dei monaci buddisti.
3) Coprite la tazza con un piattino e lasciate in infusione per 10-15 minuti.
4) Filtrate la tisana con un colino e bevetela ancora calda.
5) La dose consigliata è di 2 o 3 tazze al giorno di tisana, da bere lontano dai pasti.

Tisana dei monaci buddisti: come assumerla

E’ consigliato assumerla tiepida 3 volte al giorno lontano dai pasti evitando di dolcificarla. Meglio sempre prepararla sul momento per fare in modo che si mantengano intatte tutte le proprietà che la caratterizzano.

Tisana dei monaci buddisti: avvertenze

Non superare la dose giornaliera consigliata. Non assumere la tisana dei monaci buddisti durante la gravidanza e l’allattamento. Conservare la confezione della tisana in un luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce. Richiudere accuratamente la confezione della tisana prima di riporla in dispensa. Dato che all’interno di questa tisana sono presenti molte piante ed erbe (come ad esempio il ginseng) che possono avere effetti indesiderati in caso di alcune patologie o se si assumono farmaci, meglio sempre chiedere il parere al proprio medico prima di decidere di bere per lunghi periodi questa tisana. Per maggiori informazioni sull’assunzione e sui benefici della tisana dei monaci buddisti e per acquistare la tisana stessa e gli ingredienti migliori per prepararla consultate il vostro erborista di fiducia.

Grazie alla sinergia di tutte queste erbe di cui abbiamo appena scoperto le proprietà, la tisana dei monaci buddisti aiuta a depurare l’organismo, è diuretica e accelera il metabolismo del corpo. E’ vero quindi che si tratta di una bevanda che può aiutare nella disintossicazione e nella perdita di peso ma, come sempre, vi ricordiamo che non esistono prodotti miracolosi e che prima di tutto per mantenersi in salute e normopeso bisogna seguire un’alimentazione equilibrata, fare attività fisica e avere uno stile di vita sano.

 

Marta Albè

Leggi anche:

freccia10 TISANE SNELLENTI E DIURETICHE

frecciaTISANE RILASSANTI: 10 RICETTE CONTRO STRESS E INSONNIA

freccia10 INFUSI DA PREPARARE A COSTO ZERO

 

 

...continua sulla fonte http://ift.tt/2634S9A che ringraziamo.

Post più popolari