giovedì 26 maggio 2016

Albicocche: calorie, proprietà e benefici per la salute

La polpa delle albicocche è morbida e la loro buccia è vellutata e sottile. Vi consigliamo di avere a vostra disposizione dei frutti bio o comunque non trattati per poter gustare le albicocche direttamente con la buccia. Potrete gustare le albicocche così come sono oppure aggiungerle alle vostre macedonie, usarle come ingredienti per frullati, succhi fatti in casa e gelati oppure per preparare delle confetture.

Scopriamo quali sono le principali proprietà e i benefici per la salute di questi frutti davvero molto preziosi.

Albicocche, proprietà e benefici

Le albicocche sono un frutto ricco di vitamine, sali minerali e fibre. Sono preziose per la pelle e per gli occhi, dato che sono una fonte da non sottovalutare di vitamina A e di vitamina C. Tra i sali minerali che le albicocche forniscono al nostro organismo troviamo potassio, calcio, ferro, fosforo e magnesio.

Inoltre le albicocche sono una fonte preziosa di antiossidanti che sono necessari al nostro organismo per proteggere gli organi e i tessuti dall’azione dei radicali liberi. Le diete ricche di antiossidanti, tra cui troviamo i polifenoli e i flavonoidi, ci aiutano a combattere l’invecchiamento e a mantenere in salute l’apparato circolatorio.

I carotenoidi contenuti nelle albicocche sono importanti per proteggere la vista, in particolare dai danni provocati dall’avanzamento dell’età. In particolare i carotenoidi ci aiutano a proteggere la retina, una delle parti più delicate dell’occhio. Le albicocche contengono anche catechine, dei flavonoidi che aiutano il nostro organismo a combattere le infiammazioni. Non dobbiamo nemmeno sottovalutare la presenza di fibre solubili nelle albicocche che contribuiscono a mantenere sotto controllo il livello degli zuccheri nel sangue.

Invece per quanto riguarda i semi di albicocca il dibattito è aperto tra chi li considera un potente anti-tumorale e chi mette in guardia dal loro consumo per via del contenuto di cianuro.

Albicocche, valori nutrizionali

Possiamo scoprire quali sono i valori nutrizionali delle albicocche consultando le tabelle dell’Inran. Dai dati disponibili sulle albicocche comprendiamo che questo frutto è considerato benefico soprattutto per il suo elevato contenuto di potassio. Infatti 100 grammi di albicocche fresche contengono 320 mg di potassio.

Inoltre è utile sapere che le albicocche, come qualsiasi altro alimento di origine vegetale, non contengono colesterolo. Questo frutto è una fonte di acqua e di sali minerali. L’energia che le albicocche ci forniscono deriva soprattutto dagli zuccheri naturali che contengono.

Le albicocche sono anche una fonte preziosa di vitamine con particolare riferimento alla vitamina A (360 microgrammi) e alla vitamina C (13 milligrammi) sempre con riferimento a 100 grammi della parte edibile delle albicocche fresche.

albicocche tabelle inran

Albicocche, calorie

Le albicocche sono un frutto molto leggero e poco calorico dato che 100 grammi di parte edibile di questi frutti freschi apportano al nostro organismo soltanto 28 calorie.


Albicocche, controindicazioni

Un consumo abbondante di albicocche può avere un effetto lassativo che invece non dovrebbe presentarsi con un consumo normale e regolare, anzi, le albicocche di per sé grazie al loro contenuto di fibre favoriscono la regolarità intestinale.

Per quanto riguarda il consumo di albicocche non esistono gravi effetti collaterali, salvo il caso di chi scopre di essere allergico a questi frutti. Infatti alcune persone possono sviluppare un’allergia alimentare alle albicocche.

Bisogna poi fare attenzione alle allergie crociate tra frutta e pollini dato che chi è allergico ai pollini delle graminacee e delle betulle potrebbe manifestare dei sintomi di allergia con l’assunzione alimentare delle albicocche. Qui maggiori informazioni.

Marta Albè

Leggi anche:

ALBICOCCHE: IN TOSCANA UN’OASI PER COLTIVARE E RISCOPRIRE LE VAREITA’ ANTICHE

LA MERAVIGLIOSA E PROFUMATA VALLE DEGLI ALBERI DI ALBICOCCHE IN FIORE (FOTO)

ALBICOCCHE: COME PREPARARE LA MARMELLATA SENZA ZUCCHERO

 

...continua sulla fonte http://ift.tt/27TA7F9 che ringraziamo.