Come morire in un mese a 20anni per colpa di una tonsillite

Perdere la vita in soli 26 giorni per colpa di una rara forma di tonsillite: è la brutta vicenda capitata ad una ragazza britannica (originaria di Wolverhampton) di soli 20 anni, Chelsea Jackson.

TONSILLITe

La ragazza è stata descritta dai suoi amici come una persona in forma e che si ammalava molto raramente: dopo aver contratto una banale tonsillite, i medici le hanno assegnato degli antibiotici per curarsi. Ma rapidamente le sue condizioni di salute sono man mano peggiorate ed dopo pochi giorni è stato necessario il suo ricovero in terapia intensiva. In brevissimo tempo, Chelsea non poteva nè mangiare nè deglutire: i suoi occhi avevano assunto uno strano colorito giallo e aveva grandissime difficoltà a respirare.

Dopo il ricovero, i medici le hanno diagnosticato la Linfoistiocitosi emofagocitica (HLH), una condizione immunitaria che distrugge le cellule sane e mantiene in vita quelle infette. Nonostante abbiano provato a sottoporre la ragazza a chemioterapia, le sue condizioni di salute erano deteriorate ed è morto in 3 giorni per colpa di un’infezione scatenata dalla tonsillite.  Chelsea non si è mai lamentata di nulla – ammette disperata Nicki, la mamma della ragazza -. Poi credevamo che si trattasse di un mal di gola, credevamo che fosse un semplice raffreddore. Ma non è stato così”, ha concluso.

ragazza morta

Chelsea Jackson

WhatsAppEmailCondividi



from Gazzettino web http://ift.tt/1VBEYDa
via IFTTT

Post più popolari