Virus Zika, nessun collegamento con la microcefalia. Colpa di un larvicida usato per combattere le zanzare?

zika brasile

Lo stato brasiliano di Rio Grande doSul ha sospeso l'uso del larvicida Piriprossifen, usato per trattare l'acqua per combattere la diffusione della zanzara portatrice del virus Zika. Ad annunciarlo è stato il governo regionale, il week end scorso.

In un comunicato, il governo dello stato ha detto che “la sospensione è stata comunicata alle 19 autorità regionali per la salute, che a loro volta informeranno i rispettivi servizi di monitoraggio comunale” in tutte le città dello stato.

La misura è stata presa dopo che i medici dell'organizzazione argentina Physicians in the Crop-Sprayed Towns e la Brazilian Collective Health Association o Abrasco, hanno ipotizzato che il larvicida, non li virus Zika, potrebbe essere collegato alla microcefalia.

Fino ad oggi, infatti, gli scienziati brasiliani avevano associato l'aumento dei casi di microcefalia a Zika, che - come la dengue e la chikungunya - viene trasmesso dalla zanzara Aedes aegypti.

John Gabbardo a capo del Dipartimento di Stato della Salute ha detto che si dovranno eliminare i potenziali focolai di Aedes aegypti per la protezione dei siti. L'applicazione del prodotto può essere eseguita solo in luoghi dove l'acqua non è destinata al consumo umano, come le fontane e vasi di cemento situati nei cimiteri, ad esempio.

“Il nostro obiettivo primario deve essere quello di evitarne la diffusione senza l'uso di sostanze chimiche, dando la preferenza a metodi meccanici”.

Il Piriprossifen è prodotto dalla Sumitomo Chemical, società giapponese che collabora con Monsanto in paesi come Argentina e Brasile.

Dal canto suo, la Monsanto, associata in questi giorni alla vicenda che ha visto il Piriprossifen della Sumitomo Chemical al centro delle polemiche, si è difesa spiegando:

“Avrete assistito alla disinformazione e alle voci sui social media per quanto riguarda . Purtroppo, questa disinformazione provoca paura ingiustificata e distrae dalla crisi sanitaria incombente e dalle misure di protezione. Né Monsanto né i nostri prodotti hanno alcun collegamento con il virus Zika o la microcefalia. Monsanto non produce né vende Piriprossifen e non possiede la Sumitomo Chemical Company. Tuttavia, quest'ultima è uno dei nostri partner commerciali nel settore della protezione delle colture. Il glifosato non è collegato in alcun modo al virus Zika o alla microcefalia. Gli OGM non hanno alcun collegamento col virus Zika o la microcefalia”.

In risposta, il ministro della Salute Marcelo Castro ha detto che il larvicida fornito dal suo ministero non presenta alcun pericolo per la popolazione:

Questo è un rumor privo di logica e buon senso. Non ha alcun fondamento. Il larvicida è approvato dalla'Agenzia nazionale sanitaria e viene utilizzato in tutto il mondo. Piriprossifen è riconosciuto da tutte le agenzie di regolamentazione in tutto il mondo”.

Sumitomo Chemical, produttore del larvicida, ha detto che “non vi è alcuna base scientifica per questa affermazione”, aggiungendo che il prodotto è stato approvato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità nel 2004 e dalla US Environmental Protection Agency dal 2001.

Molto resta ancora sconosciuto su Zika. Dopo il Brasile, la Colombia è il paese più colpito, con più di 25.000 casi finora di cui circa 3.000 coinvolgono le donne in gravidanza.

Gli scienziati stanno studiando un possibile - ma non provato - legame tra l'aumento dei casi di sindrome di Guillain-Barre e il virus Zika, e stanno cercando di determinare se un paziente Zika ha più probabilità di sviluppare la sindrome di Guillain-Barre.

“Non sappiamo se l'infezione da virus Zika provochui GBS (sindrome di Guillain-Barre). È difficile determinare se una particolare germe provochi la GBS” spiega lo United States Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

La causa della sindrome di Guillain-Barre non può sempre essere determinata ma è spesso innescata da un'infezione, come l'HIV, il virus dengue trasmesso dalle zanzare, o l'influenza.

Un team di esperti si recherà in Colombia questa settimana per studiare i possibili legami tra la sindrome di Guillain-Barre e Zika.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

IL VIRUS ZIKA ARRIVA IN EUROPA: COS’È, SINTOMI E TRATTAMENTO

ZIKA: CHE LEGAME C'È TRA GLI OGM CON LA DIFFUSIONE DEL VIRUS?

VIRUS ZIKA: COSA DEVE FARE CHI VA ALL’ESTERO (E NON SOLO)

EPIDEMIA DI MICROCEFALIA TRA I NEONATI IN BRASILE: COLPA DI UN VIRUS TRASMESSO DALLE ZANZARE?

...continua sulla fonte http://ift.tt/1TnDRJb che ringraziamo.

Post più popolari